Sviluppo d’impresa a portata di mouse!
Cosa non troverete e cosa trovereteNon troverete:   • Segreti magici o formule pronte da applicare   • Tutorial o libretti...
Web 2.0 in azienda – Analisi novembre 2011Da un’analisi di Blog Meter sugli 88 finalisti ai Brand Awards 2011è emerso che:...
Web 2.0 in azienda – Analisi di crescitaNel 2015 l’internet economy in Italia crescerà fino arappresentare il 3.3-4.3% del...
Web 2.0 in azienda – Perchè non sfruttare il web?Perchè le PMI non sfruttano il web e l’ICT in generale?• Gli imprenditori...
Web 2.0 in azienda – Perchè bisognerebbe cambiare!  Cosa è cambiato così tanto da richiedere un riadattamento aziendale?  ...
Web 2.0 in azienda – Perchè bisognerebbe cambiare!                        ANNI PER                      RAGGIUNGERE       ...
Web 2.0 in azienda – Gli strumentiQuali sono dunque gli strumenti a disposizione di un’impresa?• Sito web aziendale• E-com...
Web 2.0 in azienda – Le possibilitàQuali processi aziendali beneficerebbero di investimenti sul web oriented?• Processi pr...
Web 2.0 in azienda – Quando i risultati?Investire sul web è una scelta necessaria, lo si deve fare per migliorare lapropri...
Web 2.0 in azienda – Come iniziare?       • Creazione sito web aziendaleFase 1 • Gestione corporate blog       • Approccio...
Web 2.0 in azienda – Come iniziare?        • Creazione sito web aziendale Fase 1 • Gestione corporate blogFondamentale per...
Web 2.0 in azienda – Come iniziare?              • Approccio ai social mediaFase 2        • Gestione canali socialiUna vol...
Web 2.0 in azienda – Come iniziare?        • Customer engagement Fase 2 • Calcolo sentiment ratio e fidelizzazione Fas 3Av...
Web 2.0 in azienda – Gli obiettivi da perseguireQuali sono dunque gli obiettivi da perseguire per vincere sul web?• Listen...
ListeningIl vostro brand è quello che dicono i vostri clienti – Le marche appartengono aiclienti, non alle aziende!Bisogna...
TalkingCome fare? Community management, supporto alle conversazioni degliutenti, offrendo contributi utili agli stessi con...
EnergizingIl passaparola è la forma più onesta di marketing. Il Word of Mouth è fondatosul desiderio di condividere con am...
SupportingSupportare le cause sociali! Prendere iniziative per supportare i clienti piùmeritevoli, dare aiuti sui forum, f...
EmbracingSignifica far entrare i clienti migliori e più entusiasti all’interno dei processi diricerca e sviluppo, di marke...
Ci vuole CRMCondividere per creare fiducia: per costruire fiducia è necessario condividerevalore!Curiosità e umiltà: ricon...
Dal Web al CRM – How to?Un processo per monitorare, attivare e gestire le conversazioni e le relazionicon i clienti – esis...
Dal Web al CRM – How to?CRM: Customer Relationship Managment o Gestione delle Relazioni coi ClientiIl CRM può essere riass...
Dal Web al CRM – How to?Il CRM viene spesso confuso per un Software o un puro concetto diMarketing, è invece un conceto st...
Dal Web al CRM – Simple rules1. Rispondere sempre e subito a ogni richiesta2. I panni sporchi si lavano in pubblico3. Cocc...
Dal Web al CRM – Casi di successoTelepass rappresenta uno dei casi di successo più evidenti sul territorionazionale per qu...
Dal Web al CRM – Casi di successoDiversamente da Telepass dove ad animare il gruppo sono gli utenti, qui suIkea Italia è i...
Web 2.0 e CRM
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Web 2.0 e CRM

918 views

Published on

Sviluppo d'impresa a portata di mouse

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
918
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Web 2.0 e CRM

  1. 1. Sviluppo d’impresa a portata di mouse!
  2. 2. Cosa non troverete e cosa trovereteNon troverete: • Segreti magici o formule pronte da applicare • Tutorial o libretti d’istruzioni per l’uso dei social mediaTroverete: • I meccanismi dei canali sociali • le indicazioni per muovervi nel migliore dei modi in mezzo alla gente della rete • Approcci e cose da evitare quando ci si lancia online • Spunti, idee e suggerimenti per stuzzicare la vostra fantasia e rilanciare la vostra azienda
  3. 3. Web 2.0 in azienda – Analisi novembre 2011Da un’analisi di Blog Meter sugli 88 finalisti ai Brand Awards 2011è emerso che:• la metà dei brand non ha una propria fan page• il 57% non ha aperto una pagina ufficiale in italiano• il 43% si divide tra fan page di brand (23%) e di prodotto (20%)Da un’altra analisi di La mia impresa Online.it veniamo a conoscenza di unacrescita del 10% rispetto al 2009 delll’internet economy italiana, la qualeha raggiunto nel 2010 un valore di 31,6 miliardi di euro, pari al 2% del PILitaliano.In Italia solo il 25% delle PMI è dotata di un sito internet!
  4. 4. Web 2.0 in azienda – Analisi di crescitaNel 2015 l’internet economy in Italia crescerà fino arappresentare il 3.3-4.3% del PIL, equivalente a circa 59 miliardidi euro.Secondo Eurisko le PMI attive online sono in grado di fatturare dipiù, assumere di più, esportare di più ed essere maggiormentecompetitive rispetto a quelle offlinee. 60 40 2010 20 2015 0
  5. 5. Web 2.0 in azienda – Perchè non sfruttare il web?Perchè le PMI non sfruttano il web e l’ICT in generale?• Gli imprenditori non vogliono fare sforzi per adeguarsi al mercato• Il web è visto ancora con diffidenza in quanto ad efficacia• Si sottovalutano i nuovi strumenti di marketing offerti da internet• Manca la voglia di innovare e modificare il proprio modo di fare business• In un periodo di crisi come quella attuale si tende a tagliare gli investimentipubblicitari• Manca in generale la voglia di mettersi in gioco e sperimentare nuovi modiper attirare e fidelizzare i clienti
  6. 6. Web 2.0 in azienda – Perchè bisognerebbe cambiare! Cosa è cambiato così tanto da richiedere un riadattamento aziendale? • E’ cambiato il concetto di informazione: Siti di Social news contro la stampa tradizionale • Le persone pubblicano contenuti protetti da diritti, li registrano e li pubblicano su YouTube • I vostri clienti stanno parlando del vostro brand e ne stanno ridefinendo il significato • Le persone comprano online, comprano tra di loro e scambiano opinioni e informazioni sui prezzi • Le persone chiedono consigli finanziari, fanno domande e si rispondono a vicenda [Trovate il social object che può essere condiviso nel vostro ecosistema e avrete trovato il Santo Graal della vostra attività sui social media]
  7. 7. Web 2.0 in azienda – Perchè bisognerebbe cambiare! ANNI PER RAGGIUNGERE 50.000.000 DI UTENTI FACEBOOK RADIO 38 INTERNET 4 TV 13 ANNI MENO DI 3 ANNI ANNI ANNI
  8. 8. Web 2.0 in azienda – Gli strumentiQuali sono dunque gli strumenti a disposizione di un’impresa?• Sito web aziendale• E-commerce• Corporate blog• Social media • Twitter • Facebook • Youtube • Linkedin • Foursquare • etc• Online Advertising• Mobile apps• Mobile Advertising
  9. 9. Web 2.0 in azienda – Le possibilitàQuali processi aziendali beneficerebbero di investimenti sul web oriented?• Processi primari quali: • Marketing • Attività operative di produzione • Assistenza clienti• Processi di supporto come: • Gestione delle risorse umane, • Sviluppo delle tecnologie e • Attività infrastrutturali
  10. 10. Web 2.0 in azienda – Quando i risultati?Investire sul web è una scelta necessaria, lo si deve fare per migliorare lapropria attività, i risultati però bisogna guadagnarli con il tempo, quanto?Che si tratti di strategie atte all’inserimento sui social media o semplicementedella creazione di una pagina web, i risultati impiegheranno non poco perarrivare. Entrando online si va a costruire una rete di relazioni e ciò porta viatempo, bisogna modificare prassi consolidate, integrare nuove modalità direlazione e condivisione, e ciò richiede mesi se non addirittura anni.
  11. 11. Web 2.0 in azienda – Come iniziare? • Creazione sito web aziendaleFase 1 • Gestione corporate blog • Approccio ai social mediaFase 2 • Gestione canali sociali • Customer engagementFase 3 • Calcolo sentiment ratio e fidelizzazione
  12. 12. Web 2.0 in azienda – Come iniziare? • Creazione sito web aziendale Fase 1 • Gestione corporate blogFondamentale per iniziare un’avventura online è la pagina web aziendale! Questa saràonline la carta d’identità della vostra impresa e farà da base a possibili futuri upgraderiguardanti l’informatizzazione aziendale.Il corporate blog è una costola del sito web che nasce in seguito alla pagina aziendale pertenere aggiornata la clientela su ciò che riguarda il brand o l’azienda.E’ importante coltivare questi due strumenti perchè faranno da base per le fasisuccessive.
  13. 13. Web 2.0 in azienda – Come iniziare? • Approccio ai social mediaFase 2 • Gestione canali socialiUna volta aver superato le fasi iniziali con il sito web, può cominciare la fase diavvicinamento ai social media. Il più utilizzato è sicuramente Facebook, mezzo attraversoil quale potremo creare il gruppo dell’azienda o del brand.Il passo successivo può essere YouTube e successivamente un account Twitter dautilizzare per il customer support e per le pubbliche relazioni.Acquisita una certa familiarità con questo mondo si potranno creare poi i profili più adattialla propria azienda,
  14. 14. Web 2.0 in azienda – Come iniziare? • Customer engagement Fase 2 • Calcolo sentiment ratio e fidelizzazione Fas 3Avendo raggiunto una certa dimestichezza con la gestione dei social media si puòcominciare ad analizzare i dati da essi prodotti.Oltre ad essere efficienti canali di informazione, i social media, permettono ri ricavarestatistiche sui followers e sugli argomenti trattati. Brand Customer Customer Awareness Acquisition Retention
  15. 15. Web 2.0 in azienda – Gli obiettivi da perseguireQuali sono dunque gli obiettivi da perseguire per vincere sul web?• Listening - Ascoltare• Talking - Parlare• Energizing – Mobilitare• Supporting - Supportare• Embracing – Ricavare
  16. 16. ListeningIl vostro brand è quello che dicono i vostri clienti – Le marche appartengono aiclienti, non alle aziende!Bisogna sapere cosa vien detto a proposito del vostro brand, ricercheonline, su blog e forum aiutano a capire a che punto sta il vostro prodotto.Ascoltare permette di capire cosa rappresenta il vostro brand, come si evolveil dialogo online, trovare nuove idee di prodotto e di marketing.
  17. 17. TalkingCome fare? Community management, supporto alle conversazioni degliutenti, offrendo contributi utili agli stessi con linguaggi consoni a quelli dellacommunity, rispondendo ai commenti, attivando servizi di customer care emagari pubblicando anche un piano editoriale con cui aggiornare uncorporate blog.
  18. 18. EnergizingIl passaparola è la forma più onesta di marketing. Il Word of Mouth è fondatosul desiderio di condividere con amici e parenti le esperienze. Questo eventopuò essere incoraggiato!Come? Entrando in contatto con i clienti piùconvinti, entusiasmarli, trasformarli in macchine da passaparola e incitarli ascrivere recensioni.Il 90% dei consumatori prima di acquistare legge recensioni online e si fida diciò che legge! Convincere il cliente a parlare di te è uno degli obiettivi piùimportanti.
  19. 19. SupportingSupportare le cause sociali! Prendere iniziative per supportare i clienti piùmeritevoli, dare aiuti sui forum, fornire assistenza quando vengono postedomande!Dare spazio al cliente e conferirgli stima ed autorevolezza, premiare l’impegnodei fan più sfegatati che spesso rispondono alle domande meglio di comepotreste fare voi!
  20. 20. EmbracingSignifica far entrare i clienti migliori e più entusiasti all’interno dei processi diricerca e sviluppo, di marketing, di generazione o miglioramento dei prodotti oservizi!Fate dire al cliente cosa preferisce! Perchè tirare a indovinare quando si puòavere la risposta pronta?
  21. 21. Ci vuole CRMCondividere per creare fiducia: per costruire fiducia è necessario condividerevalore!Curiosità e umiltà: riconoscere di aver sbagliato quando si ha torto! Laleadership si conquista con il tempo, non con l’imposizione, evitare perciò frasidel tipo “Azienda leader nel mercato” questo lo decide il cliente.It’s all about relationship not technology!! Vuol dire che tutto ciò di cuiabbiamo parlato non riguarda semplici strumenti, sono forme organizzative dacoltivare nel tempo!
  22. 22. Dal Web al CRM – How to?Un processo per monitorare, attivare e gestire le conversazioni e le relazionicon i clienti – esistenti e potenziali – e con gli influenzatori per mezzo diInternet, dei social network e dei canali digitali.E’ il processo per trasformare questi contenuti in conversazioni ed estenderequeste conversazioni in esperienze di collaborazione per poi trasformarequeste esperienze in relazioni significative. [Martin Walsh – Social CRM]
  23. 23. Dal Web al CRM – How to?CRM: Customer Relationship Managment o Gestione delle Relazioni coi ClientiIl CRM può essere riassunto in quattro direzioni principali: • Acquisizione di nuovi clienti • Aumento delle relazioni con i clienti più importanti • Fidelizzazione più longeva possibile • Trasformazione clienti attuali in consumatori che lodano l’azienda incoraggiando gli altri
  24. 24. Dal Web al CRM – How to?Il CRM viene spesso confuso per un Software o un puro concetto diMarketing, è invece un conceto strettamente legato alla strategia, allacomunicazione, all’integrazione tra i processi aziendali, alle persone ed allacultura, che pone il cliente al centro dell’attenzione sia nel caso del B2B chenel caso di B2C.Gli strumenti a disposizione sono quelli precedentemente elencati, occorreperò un’attenta analisi dei dati per capire ciò che il web ci dice.Il piano d’entrata online rappresenetato è un misto di CRM e Marketing dovel’azienda promuove se stessa ma allo stesso tempo fa qualcosa di concreto peril cliente.
  25. 25. Dal Web al CRM – Simple rules1. Rispondere sempre e subito a ogni richiesta2. I panni sporchi si lavano in pubblico3. Coccola i tuoi utenti: saranno i tuoi migliori testimonial
  26. 26. Dal Web al CRM – Casi di successoTelepass rappresenta uno dei casi di successo più evidenti sul territorionazionale per quanto concerne il social CRM. Il gruppo del brand su Facebookconta quasi 50 mila followers, i quali chiedono informazioni, porgonolamentele o semplicemente restano aggiornati sulle ultime informazioni sultraffico.Per stimolare ulteriormentel’utenza vengono anchepostati indovinelli osondaggi, e solo di tanto intanto messaggipromozionali.
  27. 27. Dal Web al CRM – Casi di successoDiversamente da Telepass dove ad animare il gruppo sono gli utenti, qui suIkea Italia è il brand a condurre il gioco! Con oltre 200 mila utenti risulta unpunto d’incontro per migliaia di persone interessate a questo marchio.Sulla bacheca troviamospessodomande, sondaggi, indovinelli e post atti a coinvolgereil più possibile laclientela, la quale rispondecon entusiasmo animandola pagina e fornendoinformazioni prezioseall’azienda.

×