Demo Italien

423 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
423
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
10
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Demo Italien

  1. 1. Gli Alberi di Conoscenze e il Software Gingo Tutti sanno... Non si sa mai... Tutto il sapere è nell’umanità
  2. 2. Gli Alberi di Conoscenze „ Sono fondati sui nuovi principi di trattamento dell’informazione, sul coinvolgimento degli agenti e sulla valorizzazione delle richezze umane. „ Gli alberi di conoscenze mirano a un rinnovamento delle pratiche umane sia in situazioni di lavoro e apprendimento sia nella vita sociale ed educativa .
  3. 3. Una mappa per orientarsi „ Cos’è ? ƒ Un dispositivo originale di riconoscimento delle competenze e conoscenze degli individui. „ Perchè ? ƒ per rendere visibile la diversità delle risorse cognitive di una comunità ƒ per una visione strategica delle evoluzioni e dei bisogni ƒ per dispensare la formazione utile allo sviluppo della comunità
  4. 4. Una diversità di mappe Un albero è una mappa : secondo il suo obiettivo, mostrerà le autostrade, le strade secondarie, i fiumi... Un albero è vivo : si muove e cambia ogni volta che si aggiunge un nuovo individuo o se ne va qualcuno Un albero è un indicatore: rivela le tendenze degli utilizzatori.
  5. 5. Una grande diversità di campi Gli ADC aiutano l’interazione tra i vari attori Alberi di imprese che vogliono ottimizzare Alberi di competenze la mobiltà degli impiegati collettive di un gruppo di esperti in alta tecnologia Albero di Secondo le finalità : riferimenti educazione, formazione, documentari imprese, .. Alberi di allievi di tre scuole. Gli individui mettendosi d’accordo per un obiettivo comune definiscono gli elementi in cui riconoscersi.
  6. 6. Per una grande varietà di obiettivi Logica di gestione di Gruppi sociali emarginati Pratiche educative aperte competenze ed esclusi Itinerari di apprendimento Gli alberi di conoscenze sono fondati su principi di autoorganizzazione, di democrazia e di libero scambio nel rapporto con il sapere. In tutti i casi, gli obiettivi favoriscono: la valorizazione, la mobilitazione e la partecipazione delle persone.
  7. 7. Gli alberi di conoscenze „ Per fare crescere un albero
  8. 8. Un gioco per tre attori „ Attori portatori di richezze brevetto 7 brevetto 3 umane (brevetti) : brevetto1 brevetto 2 brevetto 1 brevetto 9 brevetto 5 „ L’individuo brevetto 8 brevetto 9 brevetto 5 „ Attori che mobilitino queste brevetto 1 brevetto 2 brevetto 4 brevetto 1 brevetto 6 brevetto 12 richezze : brevetto 3 brevetto 1 brevetto 10 brevetto 3 „ Il datore di lavoro „ Attori che trasformino e L’albero costituisce migliorino le richezze l’immagine degli individui. „ Il formatore
  9. 9. Le funzioni degli attori : depositare e prendere L’ individuo offre richezze umane : le competenze Il datore di lavoro deposita le Il formatore deposita le proposte di mobilitazione delle proposte per ottenere le richezze : i profili richezze : la formazione Ogni attore s’informa delle risorse disponibili, delle risorse più richieste e la formazione migliore da proporre.
  10. 10. Il valore di ogni attore nell’ albero Individuo Datore di lavoro Competenze Profilo Formazione Deposita le sue competenze deposita proposte di impiego delle Formatore competenze deposita proposte di adattazione
  11. 11. Gingo : elementi „ i dati
  12. 12. Le banche di Gingo : individui e competenze „ Banca degli individui „ Banca delle competenze Agnese Alberto Antonietta Claudio Gianni Maria Tomaso ... „ Il blasone Un individuo ha determinate Lista ordinata di competenze competenze di ogni individuo
  13. 13. Ciò che l’individuo possiede: la competenza „ Il brevetto : atomo di informazione nell’albero. La sua natura dipende dall’ obiettivo della mappa che si costruisce. „ La competenza serve ad identificare le richezze possedute dagli individui. Possonno essere competenze, risorse materiali, qualità... „ Permette l’accesso a tutte le informazioni in relazione a ogni individuo. (Persone che ne sono in possesso, risorse di apprendimento , …) „ La descrizione di una competenza vale solo se è capita dalla totalità degli attori : perció è necessario la partecipazione di tutti alla costruzione dell’albero. Si possonno includere legami verso documenti esterni accessibili da varie schede di Gingo.
  14. 14. Cio che offrono il Datore di Lavoro e il Formatore „ Il Datore di lavoro e il Formatore appartengono a una o più strutture in nome di cui parlano. „ Utilizanno le competenze che figuranno nell’ albero : Il datore di lavoro propone profili Il formatore propone percorsi di apprendimento per mobilitare e utilizare le competenze per facilitare l’acquisizione di competenze
  15. 15. Gingo : Una cartografia „ Leggere l’albero
  16. 16. Leggere l’albero : le chiavi di lettura „ Gingo, l’immagine L’albero rappresenta la sintesi delle storie individuali : • gli elementi a colori sono le compentenze • la totalità delle competenze di una persona forma il suo Blasone (in bianco sull’albero) Il colore indica il valore di ciscuna competenza in relazione alla collettività, alla formazione o all’impiego La forma dell’albero riflette l’ordine delle liste di competenze di ciascun individuo.
  17. 17. Nell’ albero, l’immagine dell’individuo „ Il profilo o blasone (o emblema) ƒ Un individuo possiede determinate competenze : il suo blasone ƒ Le competenze di un individuo non sono necessariamente contigue nella rappresentazione grafica dell’ albero. ƒLe competenze possono essere ripartite su ramificazioni differenti
  18. 18. I colori della mappa „ Le competenze sono rappresentate con una gama di colori dal rosso al verde (dal più al meno). „ Ogni utilizzo dà alla competenza un tipo di valore : • il valore sociale dipende del numero di individui che possiedono le competenze; • il valore formazione è stabilito dal Formatore • il valore economico è stabilito dai datori di lavoro tramite il deposito di profili. Sono i depositi della formazione e dei profili che influiscono sugli ultimi due valori.
  19. 19. Una mappa, tre letture „ A partire da un profilo(*), è possibile vedere i distinti valori delle competenze (*) blasone di un individuo, profilo di impiego o di formazione È possibile variare il valore del profilo grazie alla ponderazione e vedere l’impatto dei distinti attori sulle competenze. yz – Valore sociale = dove le ƒValore di formazione = zone di apprendimento „ Valore economico : zone persone sono molte di mobilitazione
  20. 20. Un dispositivo multiplo „ « Individuo » „ « Datore di lavoro » „ « Formatore »
  21. 21. • per la visibilità L’albero è un dispositivo • di aiuto per decidere • di comunicazione Gli individui strutturano la mappa, portando le richezze. I Formatori I datori di lavoro fanno cambiare la mappa alimentano la mappa proponendo formazione. indicando i loro bisogni.
  22. 22. Un dispositivo di comunicazione „ Nel sistema di comunicazione di Gingo, i messaggi non sono indirizzati a persone in particolari. Sono rivolti alle compentenze attive, scelte. Lo schema di comunicazione è il seguente : si sceglie uno o più brevetti, poi secondo il ruolo dell’utilizzatore collegato : . L’individuo Con gli altri Con i formatori : Con i datori di individui : Consulta le lavoro : Consulta mutualizzazione proposte di le proposte di formazione impiego Per gli individui Propone le risorse Propone la mobilitazione di dell’evoluzione : deposito competenze : deposito dei di « formazioni » « profili» Il formatore Il datore di lavoro
  23. 23. Un dispositivo di valutazione „ Valutare gli usi di ciascuna categoría di attori Si può vedere e comparare, nella carta, il valore dato per ognuna categoria di utilizzatori : „ – Valore di formazione = Valor sociale = Zone di Zone di evoluzione “condivisione” e potenziale particolarità ƒ Valore economico : Zone di domande, di bisogni
  24. 24. Un dispositivo per anticipare Le possibilità di simulazione permettonno di cartografare le competenze in sotto-gruppi. „ Ogni insieme di dati selezionati può costituire un albero nuovo. „ Esistono tre tipi di simulazioni  : • Le simulazioni a partire da un sotto-gruppo di competenze ; • Le simulazioni a partire da un sotto-gruppo di profili o blasoni • Le simulazioni a partire da un sotto-gruppo di competenze e di blasoni „ In tutti i casi, si utilizzanno solamente le selezioni attivate.

×