School Twining In Rete

825 views

Published on

Slides della relazione al seminario conclusivo del progetto "Giangukai", Milano, Università Cattolica, 13 novembre 2007

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

School Twining In Rete

  1. 1. School-twining in Rete Pier Cesare Rivoltella, UCSC Milano, 13 novembre 2007
  2. 2. “… da vent’anni, sotto i nostri occhi, il mondo s’è trasformato: la pratica corrente della corrispondenza e del telefono, l’impiego universale della bicicletta, dell’automobile, del treno, del cinema e della radio, cambiano radicalmente, nostro malgrado, la formazione e il comportamento dei nostri fanciulli. Basta guardare durante l’estate, quest’esodo della popolazione verso i mari o le montagne, quelle migliaia di tende, quelle file ininterrotte di biciclette, motociclette, automobili, camions, per rendersi conto che qualche cosa di profondo è cambiato nella vita della nostra società. La scuola non può più essere oggi quella di ieri: non può formare il piccolo contadino rimanendo nel ristretto del suo ambiente come formava tempo fa i campagnoli confinati nel piccolo villaggio” (C. Freinet, Vence, ottobre 1949)
  3. 3. La corrispondenza inter-scolastica nel metodo-Freinet: aspetti pedagogici <ul><li>1926: la corrispondenza con la scuola dell’amico Daniel, a Trégunc </li></ul><ul><li>Obiettivo: lo scambio dei testi tipografici </li></ul><ul><li>Opportunità educative: </li></ul><ul><ul><li>“ gli allievi non scrivevano più per se stessi bensì per i corrispondenti”; </li></ul></ul><ul><ul><li>“ i compiti scolastici avevano un sapore tutto diverso e acquistavano anche una finalità nuova”; </li></ul></ul><ul><ul><li>“ ci sembrava di vivere insieme ai contadini-pescatori di Trégunc: conoscevamo le loro attività, i loro lavori, i loro passatempi, le loro preoccupazioni”. </li></ul></ul>
  4. 4. La corrispondenza inter-scolastica nel metodo-Freinet: aspetti didattici <ul><li>Gruppi di 4,6,8 classi. Possibilità di prendere parte a più gruppi </li></ul><ul><li>Scambio mensile: una volta al mese il giornale scolastico viene inviato a tutte le scuole del gruppo </li></ul><ul><li>Corrispondente regolare: con una scuola del gruppo si stabilisce una corrispondenza più frequente </li></ul><ul><li>I due “Libri della Vita” (uno per ciascuna classe), la lettura ad alta voce da parte dell’insegnante, il commento comune </li></ul><ul><li>I “pacchi personali e comunitari” </li></ul>
  5. 5. Dalla carta al bit <ul><li>La relazione tra media digitali e trasformazioni sociali, l’incidenza dei media digitali sulle culture giovanili, la necessità per la scuola di pensarsi entro questo contesto: dal locale al globale </li></ul><ul><li>I vantaggi del cyber-twining: </li></ul><ul><ul><li>Contrazione degli spazi ed estensione della corrispondenza a contesti geograficamente più lontani </li></ul></ul><ul><ul><li>Velocità della comunicazione </li></ul></ul><ul><ul><li>Personalizzazione dell’interazione (Instant Messaging) </li></ul></ul><ul><ul><li>Possibilità della documentazione </li></ul></ul>
  6. 6. Attenzioni pedagogiche e didattiche <ul><li>Dare contenuti (vs rischio di deriva discorsiva) </li></ul><ul><li>Ancorare la comunicazione ai contesti (contro “la teoria intellettualistica e formale” in favore di una scuola “del lavoro e della vita”) </li></ul><ul><li>Abilitare la comunicazione di gruppo e individuale </li></ul><ul><li>Personalizzare gli scambi: dare volto e “carne” ai corrispondenti </li></ul>

×