Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Le procedure di accesso ai finanziamenti per il sostegno delle attività

2,250 views

Published on

Su http://www.psicologialavoro.it/

Le attività non profit e le attività a finalità pubblica sono prevalentemente sostenute da finanziamenti che ne coprono i costi di realizzazione. Avviare un servizio rende necessaria la capacità di reperire e ottenere le risorse più adeguate, riuscendo a integrare l’attività previste con le linee di finanziamento adatte.

Tali linee hanno natura e provenienza diversa e prevalentemente fanno riferimento a politiche pubbliche, locali, nazionali o europee, che da ormai alcuni decenni si sono strutturate in logiche, principi, meccanismi e procedure, tramite moltissime differenti iniziative.

Per lo psicologo che si intende collocare nel settore delle attività a finalità sociale (sia servizi, sia formazione), la conoscenza di tali nozioni è fondamentale almeno rispetto a due aspetti.

Il primo riguarda la propria proposta professionale che deve tener conto delle finalità e delle logiche, anche economiche, dei progetti. Inserirsi in un’attività finanziata richiede la capacità di integrare il proprio intervento con i vincoli di priorità del finanziamento, tipologia di costi finanziabili, collocazione della prestazione all’interno del progetto.

Il secondo, più importante, riguarda la possibilità di assumere un ruolo professionale manageriale e non solo attuativo, ovvero di sviluppare capacità gestionali e imprenditoriali. Tali capacità sono sempre più richieste e possono rappresentare un fondamentale veicolo per inserirsi nelle organizzazioni o ampliare il proprio ruolo.

Avere la capacità di riposizionare la propria professionalità negli attuali scenari, comporta la necessità di dotarsi di competenze trasversali di lettura e interpretazione delle opportunità di accesso alle risorse pubbliche, ovvero di un orientamento generale su come ricercare, comprendere e accedere alle linee di finanziamento che più si addicono alle caratteristiche della propria attività.

  • Be the first to comment

Le procedure di accesso ai finanziamenti per il sostegno delle attività

  1. 1. Le procedure di accesso aifinanziamenti per il sostegno delle attivitàWebinair per Psicologi@Lavoro 19/07/2012 Jamil Amirian
  2. 2. I finanziamenti nel sociale Presentazione dei principali programmitramite esempi: UE: Daphne III, Fundamental.. ITA: 266/91, 383/00, 328/00 Analisi di un bando (FEI)
  3. 3. I finanziamenti nel socialeSono i finanziamenti che servono arealizzare servizi e interventi di pubblicautilitàNON per avvio di imprese profitFinanziano i costi che sosterremo nellanostra attività (del tutto o parzialmente)
  4. 4. IL CICLO DI VITA DI UN PROGETTO: PROGETTAZIONE PER L’ACCESSO AL CONTRIBUTOSCELTA DEL TEMA DA IDEA STESURA DEL PROGETTUALE SCELTA BANDO PROGETTOSVILUPPARE COERENZA TAPPE, FATTORI DI PRESIDIO, LIVELLI DI ANALISI NELL’IMPOSTAZIONE DEL PROGETTO
  5. 5. I finanziamenti nel socialeProgrammazione Bandi Progetti
  6. 6. I PROGRAMMI EUROPEIProgrammazioni di 6 anni 2007-2013 2014-2020
  7. 7. I PROGRAMMI EUROPEI Ogni programma è gestito da una Direzione Generale e si articola in sottoprogrammi,all’interno dei quali si pubblicano i bandi
  8. 8. I PROGRAMMI EUROPEIUn progetto europeo è un progetto trasnazionale, che si realizza in differenti paesi UE tramite partners
  9. 9. I PROGRAMMI EUROPEIIl programma generale indica lelinee guida, il bando le specifica per quell’anno
  10. 10. I PROGRAMMI EUROPEIEs. Daphne III: programma di prevenzione violenza Bando 2012: cyberbullismo, rischi su internet….
  11. 11. I PROGRAMMI EUROPEI EUROPEI Es. Fundamental Rights:programma per la promozione dei diritti di cittadinanza Bando 2012: lotta ai pregiudizi…
  12. 12. I PROGRAMMI EUROPEI Dove consultarli? http://ec.europa.eu/about/ds_it.htmhttp://programmicomunitari.formez.it/lista_sot toprogrammi_2007_2013
  13. 13. I PROGRAMMI NAZIONALI MINISTERI REGIONI (POR) ENTI LOCALI (COMUNE, SCUOLE,ASL) IMPRESE FONDAZIONI BANCARIE
  14. 14. I PROGRAMMI NAZIONALI I finanziamenti nazionaliseguono le finalità delle specificheleggi, es: 266/91: Org. Volontariato 383/00: Ass. Promozione Sociale 328/00: Sistema Socio-Assistenz.
  15. 15. I PROGRAMMI NAZIONALI L. 266/91: org. volont Gestita dal Min. Pol. Sociali Finanzia iniziative sperimentaliin tutta Italia realizzate daassociazioni di volontariato
  16. 16. I PROGRAMMI NAZIONALI L. 383/00: Ass. Prom. Soc. Finanzia iniziative di Ass. Prom.Soc. Linea D: formazione Lnea F: intervento
  17. 17. I PROGRAMMI NAZIONALI L. 328/00: legge sistema socio-assistenziale Regola la gestione deifinanziamenti sociali per i servizilocali (distretti) Meccanismo: piano di zona
  18. 18. DOVE TROVARE I BANDILe informazioni sui bandipubblici possono essere reperitenegli uffici regionali, negliuffici comunali ecircoscrizionali, sui siti internetdi questi stessi uffici e sui sitiinternet dei Ministeri.
  19. 19. Esempio: Ministero Lav. ePolitiche Sociali
  20. 20. ANALISI DI UN BANDO DIGARACosa chiedere a un bando:A chi è rivolto?Per fare cosa?per chi? (quali destinatari)
  21. 21. ANALISI DI UN BANDO DIGARADove?Con quanti soldi?Cosa sarà valutatopositivamente?
  22. 22. ANALISI DI UN BANDO DIGARAQuale documentazione ènecessario produrreCome scrivere il progetto?Quale schema (formulario)?Quando e come presentare ilprogetto?

×