Apprendimento cooperativo: una case history di successo condotta da eutika

Nicola Piccinini
Nicola PiccininiPresidente presso Ordine Psicologi Lazio at Ordine Psicologi Lazio
eutiKa: CHI SIAMO
Dr. Mattia Festa

Laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione presso
l'Università di Padova nel 2007, iscritto all'Ordine degli Psicologi
del Veneto. Ha partecipato ad un Corso di Alta Formazione in
Gestione delle Risorse Umane che lo ha reso esperto in processi
di crescita individuale e di gruppo ed ha svolto collaborazioni a
vario titolo con società di formazione e selezione del personale.
eutiKa: CHI SIAMO
Dr. Devis Noventa

Laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione presso
l'Università di Padova nel 2007, iscritto all'Ordine degli Psicologi
del Veneto, ha svolto collaborazioni con società di ricerca e
selezione del personale. Inoltre ha ottenuto un Master in
Psicologia Scolastica e la qualifica di Esperto in Disturbi del
Comportamento nell'Età Evolutiva.
eutiKa: CHI SIAMO
Dott.ssa Jessica Traverso

Laureata in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione presso
l'Università di Padova nel 2006 e con master in Comunicazione e
Nuovi Media, conseguito nel 2008. Da anni si occupa di
marketing e comunicazione (interna ed esterna), collaborando
con varie società di consulenza. In eutiKa, segue i progetti relativi
alla formazione aziendale per i temi legati alla comunicazione ed
ai percorsi di crescita professionale.
COS’E’ L’APPRENDIMENTO
     COOPERATIVO

          Cooperare



Lavorare insieme per raggiungere
        obiettivi comuni
STORIA
‘700 → nasce in Inghilterra da Andrew Bell

‘800 → si diffonde in altri Paesi Europei (Francia,
       Spagna, Italia)

‘900 →John Dewey e Lewin parlano di
      interazione e di cooperazione nell’ AC

‘60 → si diffonde il cooperative learning
RADICI
L'AC si fonda su:

1) Teoria dei Climi di Kurt Lewin
2) Teoria del Contatto di Gordon Allport
3) Teoria dell'Apprendimento Centrato sulla Persona di
   Rogers
4) Teoria dello Sviluppo Prossimale di Lev Vygotski
5) Teorie del Costruttivismo Sociale
OBIETTIVI

COGNITIVI: aiuta ad elevare il rendimento

MOTIVAZIONALI: fornisce stimoli all’apprendimento

SOCIALI: aiuta a costruire relazioni positive
PERCHE’

Condividere

Collaborare

Sperimentare
L’A.C. - I 5 PUNTI
• Interdipendenza positiva

• Leadership distribuita

• Acquisizione delle competenze sociali

• Raggruppamento eterogeneo

• Autonomia del gruppo
CASE HISTORY
DOVE: Scuola Secondaria di Primo Grado “B. Cellini” di
Padova

TARGET: 16 alunni di una classe seconda

STRUMENTI OPERATIVI: attività di formazione
esperienziale, focus group

CRITICITA’: forte eterogeneità culturale ed un alto grado
di disomogeneità rispetto alla dimensione di
accordo/disaccordo tra compagni di classe.
CASE HISTORY
STRUMENTI DI INDAGINE:
• somministrazione di strumenti di indagine di
  natura qualitativa e quantitativa (analisi dei bisogni
  e test di automonitoraggio per l’apprendimento
  cooperativo).
• analisi del grado di accordo tra i componenti del
  gruppo, rappresentato graficamente in due
  sociogrammi distinti da noi elaborati. Il primo è
  stato elaborato a monte dell’intervento, il secondo
  in una fase terminale.
CASE HISTORY
INTERVENTO
• si è proceduto con una doppia analisi dei bisogni: una
  svolta con la docente di lettere, l’altra svolta in classe
  con gli alunni.
• si è proceduto a definire l’intervento costituito da 6
  incontri della durata di un’ora e mezza ciascuno (ogni
  incontro è costituito da un modulo differente, su
  relazionalità – fiducia - pregiudizio; ascolto; regole;
  autostima – self efficacy; cooperazione – teamwork)
• in ogni incontro vengono svolte esercitazioni sulle
  tematiche previste; a seguire, viene svolto un focus
  group sull’esperienza affrontata nel modulo di
  riferimento.
CASE HISTORY
RISULTATI
Si è potuto notare, tramite il sociogramma, una maggiore
omogeneità nella distribuzione dei componenti della
classe, indice di un cambiamento a livello di leadership: da
questo punto di vista, è emersa una diffusione del grado di
leadership a livello di gruppo.
CONTATTACI

Telefono:   049 8592810
E-mail:     info@eutika.it
Sito:       www.eutika.it
Social:     www.facebook.it/eutikapadova
1 of 14

More Related Content

Similar to Apprendimento cooperativo: una case history di successo condotta da eutika(20)

Educazione sessualeEducazione sessuale
Educazione sessuale
Vieri Boncinelli4.7K views
AD_Theories unimi2017AD_Theories unimi2017
AD_Theories unimi2017
Paola De Vecchi Galbiati179 views
Apprendimento cooperativoApprendimento cooperativo
Apprendimento cooperativo
Ornella Castellano3.4K views
120307 brochure t1 small120307 brochure t1 small
120307 brochure t1 small
Lorenzo Campese274 views
Didattica Aumentata - Modulo APPsDidattica Aumentata - Modulo APPs
Didattica Aumentata - Modulo APPs
Paola De Vecchi Galbiati466 views
Progettazione LO (presentaizone) copiaProgettazione LO (presentaizone) copia
Progettazione LO (presentaizone) copia
Samuele Verucchi213 views
Crescere peer educator il progettoCrescere peer educator il progetto
Crescere peer educator il progetto
Mario Ancona683 views
Cantiere AdolescenzeCantiere Adolescenze
Cantiere Adolescenze
AlessioBarone3935 views
Metodi di discussione per la didatticaMetodi di discussione per la didattica
Metodi di discussione per la didattica
Claudia Matini192 views
Flipped classroom pnsd ponFlipped classroom pnsd pon
Flipped classroom pnsd pon
Alessandra Rucci341 views
Giusti vGiusti v
Giusti v
imartini810 views
Giusti 1Giusti 1
Giusti 1
imartini728 views
Progettare il percorso formativo e le metodologie d'aulaProgettare il percorso formativo e le metodologie d'aula
Progettare il percorso formativo e le metodologie d'aula
LEN Learning Education Network1.5K views
Lido del faro competenze 2015Lido del faro competenze 2015
Lido del faro competenze 2015
lidodelfaro211 views

More from Nicola Piccinini(20)

Recently uploaded(12)

IL CENTRO ANTIVIOLENZA.docxIL CENTRO ANTIVIOLENZA.docx
IL CENTRO ANTIVIOLENZA.docx
Dott. Picconi Salvatore 12 views
periodo 3 parte 2.docxperiodo 3 parte 2.docx
periodo 3 parte 2.docx
edepisabellamedina9 views
Mattatoio n. 46Mattatoio n. 46
Mattatoio n. 46
MartinaSulpizi143 views
periodo 3 parte 1.docxperiodo 3 parte 1.docx
periodo 3 parte 1.docx
edepisabellamedina8 views
Le ricerche di ASOCLe ricerche di ASOC
Le ricerche di ASOC
A Scuola di OpenCoesione5 views
Power Point Vajont 2023Power Point Vajont 2023
Power Point Vajont 2023
IISGiovanniVallePado33 views
periodo 3 parte 3.docxperiodo 3 parte 3.docx
periodo 3 parte 3.docx
edepisabellamedina10 views
periodo 3 parte 4.docxperiodo 3 parte 4.docx
periodo 3 parte 4.docx
edepisabellamedina12 views

Apprendimento cooperativo: una case history di successo condotta da eutika

  • 1. eutiKa: CHI SIAMO Dr. Mattia Festa Laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione presso l'Università di Padova nel 2007, iscritto all'Ordine degli Psicologi del Veneto. Ha partecipato ad un Corso di Alta Formazione in Gestione delle Risorse Umane che lo ha reso esperto in processi di crescita individuale e di gruppo ed ha svolto collaborazioni a vario titolo con società di formazione e selezione del personale.
  • 2. eutiKa: CHI SIAMO Dr. Devis Noventa Laureato in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione presso l'Università di Padova nel 2007, iscritto all'Ordine degli Psicologi del Veneto, ha svolto collaborazioni con società di ricerca e selezione del personale. Inoltre ha ottenuto un Master in Psicologia Scolastica e la qualifica di Esperto in Disturbi del Comportamento nell'Età Evolutiva.
  • 3. eutiKa: CHI SIAMO Dott.ssa Jessica Traverso Laureata in Psicologia del Lavoro e della Comunicazione presso l'Università di Padova nel 2006 e con master in Comunicazione e Nuovi Media, conseguito nel 2008. Da anni si occupa di marketing e comunicazione (interna ed esterna), collaborando con varie società di consulenza. In eutiKa, segue i progetti relativi alla formazione aziendale per i temi legati alla comunicazione ed ai percorsi di crescita professionale.
  • 4. COS’E’ L’APPRENDIMENTO COOPERATIVO Cooperare Lavorare insieme per raggiungere obiettivi comuni
  • 5. STORIA ‘700 → nasce in Inghilterra da Andrew Bell ‘800 → si diffonde in altri Paesi Europei (Francia, Spagna, Italia) ‘900 →John Dewey e Lewin parlano di interazione e di cooperazione nell’ AC ‘60 → si diffonde il cooperative learning
  • 6. RADICI L'AC si fonda su: 1) Teoria dei Climi di Kurt Lewin 2) Teoria del Contatto di Gordon Allport 3) Teoria dell'Apprendimento Centrato sulla Persona di Rogers 4) Teoria dello Sviluppo Prossimale di Lev Vygotski 5) Teorie del Costruttivismo Sociale
  • 7. OBIETTIVI COGNITIVI: aiuta ad elevare il rendimento MOTIVAZIONALI: fornisce stimoli all’apprendimento SOCIALI: aiuta a costruire relazioni positive
  • 9. L’A.C. - I 5 PUNTI • Interdipendenza positiva • Leadership distribuita • Acquisizione delle competenze sociali • Raggruppamento eterogeneo • Autonomia del gruppo
  • 10. CASE HISTORY DOVE: Scuola Secondaria di Primo Grado “B. Cellini” di Padova TARGET: 16 alunni di una classe seconda STRUMENTI OPERATIVI: attività di formazione esperienziale, focus group CRITICITA’: forte eterogeneità culturale ed un alto grado di disomogeneità rispetto alla dimensione di accordo/disaccordo tra compagni di classe.
  • 11. CASE HISTORY STRUMENTI DI INDAGINE: • somministrazione di strumenti di indagine di natura qualitativa e quantitativa (analisi dei bisogni e test di automonitoraggio per l’apprendimento cooperativo). • analisi del grado di accordo tra i componenti del gruppo, rappresentato graficamente in due sociogrammi distinti da noi elaborati. Il primo è stato elaborato a monte dell’intervento, il secondo in una fase terminale.
  • 12. CASE HISTORY INTERVENTO • si è proceduto con una doppia analisi dei bisogni: una svolta con la docente di lettere, l’altra svolta in classe con gli alunni. • si è proceduto a definire l’intervento costituito da 6 incontri della durata di un’ora e mezza ciascuno (ogni incontro è costituito da un modulo differente, su relazionalità – fiducia - pregiudizio; ascolto; regole; autostima – self efficacy; cooperazione – teamwork) • in ogni incontro vengono svolte esercitazioni sulle tematiche previste; a seguire, viene svolto un focus group sull’esperienza affrontata nel modulo di riferimento.
  • 13. CASE HISTORY RISULTATI Si è potuto notare, tramite il sociogramma, una maggiore omogeneità nella distribuzione dei componenti della classe, indice di un cambiamento a livello di leadership: da questo punto di vista, è emersa una diffusione del grado di leadership a livello di gruppo.
  • 14. CONTATTACI Telefono: 049 8592810 E-mail: info@eutika.it Sito: www.eutika.it Social: www.facebook.it/eutikapadova