Facciamo che io ero

5,294 views

Published on

I giochi sono un contenitore, un media.
Il gioco come mezzo di apprendimento, comunicazione e narrazione.

0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
5,294
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2,217
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Facciamo che io ero

  1. 1. Facciamo che Io Ero
  2. 2. Il Gioco è da Sempre forma diApprendimento, Comunicazione & Narrazione
  3. 3. I Giochi sono ContenitoriI giochi, come i libri o i film, non sono delle storiema le contengono.
  4. 4. Il gioco è ormai attività diffusa, trasversalead ogni fascia d’età, che raccoglieampiamente l’interesse delle persone.
  5. 5. L’interazione sociale attraverso il gioco è un mezzonon un fine. I giochi sono sempre più un catalizzatoredi nuovi legami sociali e di interessi comuni.
  6. 6. Il campo di applicazione dei giochitravalica l’aspetto prettamente ludico diventando mezzo di formazione e,dunque, apprendimento, di relazionesociale sia in termini di rapporti tra le persone che di comunicazione.Media per sollecitare e coinvolgere le persone su istanze, messaggi.
  7. 7. Engagement
  8. 8. Processo di Coinvolgimento● Game Mechanics: Meccaniche di Gioco che facilitano la pratica● Play: Il Gioco. Scelto liberamente ed associato a piacere, divertimento● Behaviors: Comportamenti. Azioni da compiere allinterno [durante] il gioco● Engagement: Coinvolgimento. Quando il giocatore è assorbito dalle attività per impiego di tempo e attenzione.● Mastery: La motivazione intrinseca. Ricerca di un nuovo livello, nuova sfida.
  9. 9. Edutainment – Mass Communication Games
  10. 10. Case HistorY “TARGET GAME” Gioco di simulazione realizzato per un’azienda operante nel settore dell’estetica professionale al fine di migliorare i comportamenti di vendita di operatori commerciali di diverso livello di responsabilità [direttore vendite, area manager, marketing manager, agenti, beauty specialist, project leader]
  11. 11. Hanno partecipato 180 persone in 13 team, aggregati con unautodiagnosi sullo stile di vendita.Sono state simulate 16 prese di decisione sui comportamentipossibili in una zona di vendita: dallo scandaglio e analisi delmercato locale al giro visite, dalle azioni di contatto allapromozione vendite, dalla negoziazione alla consulenza sulprodotto, al merchandising, al comarketing e al coselling,dalla gestione dello stock all’azione anticoncorrenza.
  12. 12. Il team vincente è statoquello che ha ottenuto ilmaggior numero di puntiper i comportamentiadottati, organiciall’approccio ai clienti e almercato dell’azienda.Il tracciato del gioco èstato un circuito di“formula 1” con lefacilitazioni e gli ostacoliche di solito unacompetizione similecomporta [chicane,bandiere gialle a striscerosse e bandiere blu,rifornimenti]
  13. 13. About Pier Luca Santoro: esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Sperimentatore e creativo nell’ambito dell’edutainment [education+entertainment] & ai mass communication games Contact Information: http://giornalaio.wordpress.com/pierlucasantoro [atnospam]@gmail.com

×