Questo è un piccolo estratto della guida
“Roma nel Piatto - ed. 2011”.
Oltre alle pagine iniziali, abbiamo inserito
un ese...
Curatore: Simone Cargiani
Coordinamento editoriale: Fernanda D'Arienzo
Schede a cura di: Andrea Angiolino, Simone Cargiani...
54
Questa è la vetta della ristorazione regionale, ma la nostra guida non parla solo di
ciò, anzi l'obiettivo primario è q...
La Pergola del Rome Cavalieri
Roma pag. 170
Colline Ciociare
Acuto (FR) pag. 326
Il Pagliaccio
Roma pag. 38
La Parolina
Tr...
TRATTORIE
Checchino dal 1887 pag. 209
Da Gino pag. 24
Il Quinto Quarto pag. 149
Felice pag. 213
Osteria del Velodromo Vecc...
BRUNCH
Assaggi d'Autore pag. 470
Babington's pag. 471
Caffè delle Arti pag. 473
Doppiozeroo pag. 477
Fabrica pag. 478
Il M...
INDICE PER QUARTIERE
Centro storico pag. 14
Esquilino pag. 61
San Giovanni - Appio pag. 65
Tuscolano pag. 74
Casilino - Pr...
PRATI
Cucina: ROMANA - TRADIZIONALE
Chiuso: Mercoledì e Domenica sera
Chiusura cucina: 23.00
Ferie: ultime 3 settimane in ...
PROVINCIA DI FROSINONE
Cucina: TRADIZIONALE CON SPUNTI CREATIVI
Chiuso: Mercoledì e Domenica sera
Chiusura cucina: 21.30
F...
ETNICI
Cucina: GIAPPONESE
Chiuso: ma,; in Estate Sab e Dom a pranzo
Chiusura cucina: 23.30
Ferie: 1 settimana a Ferragosto...
PIZZERIE
447
Chiuso: mai
Chiusura cucina: 24.00
Ferie: 24, 25 e 31 Dicembre
Carte di credito: tutte
E' curioso come a Roma...
APERITIVI E BRUNCH
487
Chiuso: Domenica a pranzo
Ferie: 2gg a Ferragosto, 2gg a Natale
Orario aperitivo: 18.00- 22.30
Gior...
INDICE ALFABETICO DEGLI APERITIVI E DEI BRUNCH
543
INDICE ALFABETICO DELLE PIZZERIE
542
Pizzando Grigliando
Viale Jonio, 3...
Roma nel Piatto 2011
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Roma nel Piatto 2011

2,194 views

Published on

Q

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,194
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Roma nel Piatto 2011

  1. 1. Questo è un piccolo estratto della guida “Roma nel Piatto - ed. 2011”. Oltre alle pagine iniziali, abbiamo inserito un esempio di pagina per ogni sezione presente all’interno: - Ristoranti - Etnici - Pizzerie - Aperitivi e brunch - Mappe del centro di Roma - Indici Potete sfogliare le pagine utilizzando gli appositi cursori. Ovviamente la qualità a video delle pagi- ne è notevolmente inferiore a quella della guida cartacea. ROMA nel piatto
  2. 2. Curatore: Simone Cargiani Coordinamento editoriale: Fernanda D'Arienzo Schede a cura di: Andrea Angiolino, Simone Cargiani, Fernanda D'Arienzo, Alessio Gneo, Angela Jacono, Lino Macrì, Pier Giorgio Paglia, Fabrizio Picchiarelli, Angelo Rinna, Marco Silleni Progetto grafico: Yuriko Damiani (y.damiani@dcubedesign.it) Pubblicità La Pecora Nera Editore s.n.c. di Cargiani Simone e C. Via Bradano, 26/A - 00199 ROMA Tel. e Fax: 06.86329583 - Email: commerciale@lapecoranera.net www.lapecoranera.net Contatto per i giornalisti Livia Gelosi e Giorgia Nigri Tel.: 339.2396474 - 338.6052011 Email: ufficiostampa@lapecoranera.net Stampa SOGRAF S.r.l. - Roma Distribuzione Per l'elenco dei distributori di zona, contattare l'editore. ROMA NEL PIATTO - Pubblicazione semestrale - Registrazione Tribunale di Roma n° 262/2005 del 18/09/2005. Direttore responsabile: Aldo Fedullo - Editore: La Pecora Nera Editore s.n.c. di Cargiani Simone e C. - Via Bradano, 26/A - 00199 ROMA - Tel. e Fax: 06.86329583 Tutti i diritti di copyright sono di esclusiva proprietà de "La Pecora Nera Editore s.n.c. di Cargiani Simone e C.". E' vietata la riproduzione e la traduzione, anche par- ziale, su qualsiasi supporto, cartaceo e non. Ogni violazione sarà perseguita a termini di legge. La guida è stata chiusa il 10 ottobre 2010. La redazione non si assume alcuna respon- sabilità circa variazioni e/o inesattezze nei dati di sintesi (giorno di chiusura, periodo di ferie, orario cucina, ecc.). www.romanelpiatto.it Il linguaggio utilizzato è volutamente informale, diretto e schietto per far sì che il lettore possa cogliere anche le più piccole sfumature dell'offerta complessiva (cucina, cantina, ambiente, cor- tesia, ecc.). Vogliamo precisare che tutti i giudizi espressi sono il frutto esclusivo di una valu- tazione soggettiva e, pertanto, non hanno la pretesa di avere una validità assoluta. Con il patrocinio di: ROMA nel piatto 2011 3 Da più parti provengono segnali di ottimismo sul superamento della gra- vissima crisi economica che ha interessato l'Occidente in questi difficili anni e non sono poche le persone che dipingono il mondo della ristorazione come una sorta di "isola felice" nella quale si continuano a fare soldi. "A mangiare ci si va sempre" la frase più ricorrente ed invece la situazione che abbiamo trovato nel nostro peregrinare per le tavole della regione è tutt'altra. Non di rado, soprat- tutto nei primi giorni della settimana, ci è capitato di mangiare in locali semi- vuoti, gli stessi indirizzi che non più di quattro anni fa erano pieni, nei quali, per trovare posto, occorreva prenotare con un certo anticipo. Pur se generalizzata, la crisi non ha colpito in egual misura le diverse tipologie di ristorante. La più penalizzata è stata la ristorazione medio-alta, che ha visto dre- nare clienti verso forme più economiche di offerta; ci riferiamo alle trattorie, ormai sdoganate dal loro connotato popolare e diventate sempre più locali di "tendenza", alle pizzerie ed ai luoghi dove consumare un ricco buffet per l'ora del- l'aperitivo. Quest'ultimo trend ci è parso molto forte – ne parliamo più diffusa- mente a pag 468 nella prefazione dedicata a questa categoria – alimentato soprat- tutto da giovani dal budget limitato, che hanno trovato in questo rito la possibi- lità di cenare in un ambiente conviviale sovente spendendo meno di 10 euro. In provincia, dove l'enorme bacino di utenza della Capitale arriva con più diffi- coltà, la situazione è ancor più difficile ed è un vero peccato perché, non ci stan- cheremo mai di dirlo, fuori Roma si mangia mediamente meglio e soprattutto con un rapporto qualità prezzo più conveniente. Per rendersi conto di ciò basta dare un'occhiata alle schede di questi ristoranti e agli indicatori sintetici – voto, prezzo e rapporto Q/P – che fotografano inequivocabilmente la situazione. Entrando nel merito delle esperienze vissute, partiamo per l'appunto dalla pro- vincia e precisamente da due città di mare, Anzio e Terracina. Entrambe sono caratterizzate da una grande concentrazione di ristoranti di buon livello, soprat- tutto la seconda in cui Il Granchio, quest'anno ulteriormente migliorato, soppe- risce con efficacia alla chiusura dell'ottimo Marconi23. Altro territorio particolar- mente ricco di buoni indirizzi è il viterbese, in cui La Parolina di Trevinano è entrata nel "club del 9" a far compagnia a nomi del calibro de Il Pagliaccio, di Colline Ciociare e della Trota, questi ultimi guarda caso indirizzi di provincia. Bel balzo in avanti anche per l'Enoteca La Torre di Viterbo in cui stupiscono e con- vincono per equilibrio le creazioni dello chef giapponese. In negativo segnaliamo oltre all'accennata situazione della Capitale, in cui ovviamente non mancano indi- rizzi di qualità circondati, però, da tanta "cara" mediocrità, la situazione delle pro- vince di Frosinone e Rieti dove raramente si va oltre alla classica cucina casarec- cia, interpretata sovente con mano pesante senza che il gusto ne tragga vantaggio. Non ci siamo scordati di lui, ma abbiamo pensato di dedicargli un paragrafetto a parte perché se lo merita tutto. Stiamo parlando di Heinz Beck, chef de La Pergola del Rome Cavalieri, ormai vera e propria istituzione della regione. In un contesto di rara bellezza dalla vista impagabile sulla Città Eterna, lo chef tedesco crea dei piatti praticamente perfetti, che denotano una perfetta padronanza delle tecniche, mai utilizzate in modo fine a sé stesso. Un'esperienza lassù ha il suo prezzo, ma per chi può permetterselo vale davvero la pena di essere vissuta! PREFAZIONE
  3. 3. 54 Questa è la vetta della ristorazione regionale, ma la nostra guida non parla solo di ciò, anzi l'obiettivo primario è quello di dare suggerimenti soprattutto nella media ristorazione, quella accessibile ai più: è proprio lì, infatti, che è alta la sperequa- zione fra buoni e cattivi indirizzi, in cui è quindi fondamentale essere "guidati". In tutto abbiamo valutato 545 locali, con ben 120 novità rispetto alla passata edi- zione. Per dare consigli essendo credibili, è a nostro avviso indispensabile non avere conflitti di interesse con la categoria valutata: nella guida non troverete pagine pubblicitarie di ristoranti, così come non ci saranno chef a cucinare alla presentazione o agli eventi che organizzeremo. Per noi l'anonimato è una prio- rità: essere riconosciuti dal ristoratore potrebbe farci vivere un'esperienza diver- sa da quella di un avventore qualsiasi e non potremmo quindi raccontarvi le cose come realmente stanno. Può sembrare una scelta "talebana", ma questo è il nostro tratto distintivo a cui non vogliamo rinunciare e che negli anni ci ha fatto conoscere ed apprezzare da un numero sempre maggiore di appassionati. Chi ci legge da anni ormai sa bene come è strutturata la guida, ma un ripasso per i nuovi ci sembra utile. I locali recensiti sono suddivisi in quattro macro catego- rie: ristoranti, etnici, pizzerie e luoghi per l'aperitivo e il brunch. Ad ognuna è dedicata una sezione; la prima, nettamente la più corposa, è ordinata per zona geografica, in modo da rendere immediata l'individuazione del ristorante. Diamo i voti, come a scuola, in una scala in decimi di immediata lettura (per le pizzerie usiamo gli spicchi di pizza), ma consigliamo vivamente di non fermarsi ai dati di sintesi: è infatti leggendo l'intera scheda, nel nostro caso talmente dettagliata da prevedere pure il giudizio sul caffè, che potrete formarvi un'idea precisa su quel dato indirizzo. In fondo troverete 21 mappe del centro di Roma con collocati i ristoranti ivi ubicati e diversi indici a facilitare la ricerca secondo più chiavi. Questi gli aspetti che segnano una continuità con le passate edizioni. La grande novità di quest'anno è invece il QR code. Una delle principali critiche mosse alle guide cartacee è che per ovvii motivi non possono essere aggiornate se non con cadenza annuale e per questo molti teorizzano un futuro nefasto per l'editoria di settore, a detta loro destinata ed essere spazzata via dalla diffusione di internet. Fatti i dovuti scongiuri, noi pensiamo che la situazione non sia questa: siamo con- vinti che l'autorevolezza di un prodotto fatto da professionisti – seriamente si intende – non sarà mai raggiunta da un altro realizzato da un pubblico indiffe- renziato di appassionati. Questo pubblico, però, può svolgere un compito molto utile: controllare e dare un feedback veloce su quelli che sono i cambiamenti avve- nuti in corso d'anno e, perché no, gli errori di una guida cartacea. Fatta questa premessa, in ogni scheda abbiamo inserito un codice a barre bidimensionale (è spiegato in dettaglio in legenda) che contiene delle informazioni sul locale in que- stione: dopo aver scaricato dalla rete uno dei tanti software gratuiti per la lettura dei codici a barre sul vostro telefonino (molti lo hanno pre-installato), inqua- drando il codice verrete "inviati" alla corrispondente scheda nel nostro sito in cui potrete leggere gli aggiornamenti che pubblicheremo (ad esempio vi avvertiremo di eventuali chiusure, cambi di gestione o forti variazioni nel livello della propo- sta), i commenti degli altri lettori e, se lo riterrete opportuno, lasciare il vostro. Per gli utenti di iPhone e iPod Touch abbiamo poi realizzato un'applicazione gra- tuita – QRisto – che nel leggere il codice, in aggiunta a quanto detto, fornirà un utile servizio di geolocalizzazione (distanza, mappa, calcolo percorso, ecc.). Come prassi da ormai otto anni, nel ringraziarvi per l'acquisto, vi salutiamo augurandovi una buona lettura, oltre ad un ovvio BUON APPETITO! Simone Cargiani Nell'era di Internet, dove la comunicazione viaggia veloce veleggiando tra realtà e virtualità, avere tra le mani un libro, con la concretezza e l'odore della carta, certamente trasmette una bella sensazione di "solidità". Concretezza e soli- dità che abbiamo apprezzato come organizzazione di rappresentanza dell'univer- so della ristorazione, già nella scorsa edizione della guida "Roma nel Piatto". Per questo abbiamo riconfermato la nostra collaborazione. Abbiamo gradito la ricerca da parte de "La Pecora Nera" di alcuni fondamenti essenziali di verità, maturati attraverso una ricerca e una testimonianza reale dei ristoranti, decisa- mente orientata ad "illuminare" le scelte del cliente, con libertà, senza incorrere in quella sorta di autoreferenzialità (che gli ottimisti chiamano "prestigio") di certe guide di più "antico" blasone. Ci piace il fatto che i redattori abbiano ascoltato il parere dei clienti abituali, la freschezza dei testi, persino la "forca caudina" del voto ha qualcosa di simpatico e appealing che non sembra impattare sul lettore come un'incensazione o una irreversibile stroncatura dell'insegna o dello chef. Sappiamo che molti dei nostri ristoratori apprezzano i loro "giudici". Abbiamo persino visto questa guida in mano a tanti giovani a significare che la buona risto- razione, anche in tempi di crisi, sa ritrovare la strada giusta per nuovi e stimo- lanti "mercati". E questo è un punto d'incontro importante tra il lavoro dell'edi- tore e il ruolo della Fipe: riscoprire il valore del cibo, in senso assoluto ed in valo- re relativo, ossia comparato ad altri consumi che sembrano irrinunciabili. La continua corsa al ribasso dei prezzi porta con sé una depressione generalizza- ta della qualità. Una crisi che pur alleggerendo le tasche, e proprio per questo, rende più critica, stimolante e selettiva la ricerca del consumatore. Per questo il compito di un buon mezzo di comunicazione (nella sua forma più nobile) è pro- prio quello di trasmettere l'autenticità dei contenuti del cibo e il "valore" del- l'ambiente dove si consumano non pasti veloci, distratti, approssimativi, ma momenti di socializzazione dove il mangiare è funzione del piacere di vivere e dove la qualità e il prezzo raggiungono il giusto equilibrio. Edi Sommariva Direttore Generale F.I.P.E. - Confecommercio e.sommariva@fipe.it PREFAZIONE F.I.P.E. Numero verde 800860252 www.fipe.it
  4. 4. La Pergola del Rome Cavalieri Roma pag. 170 Colline Ciociare Acuto (FR) pag. 326 Il Pagliaccio Roma pag. 38 La Parolina Trevinano (VT) pag. 320 La Trota Rivodutri (RI) pag. 307 Il Convivio Troiani Roma pag. 36 Open Colonna Roma pag. 52 Pipero Albano Laziale (RM) pag. 261 Agata e Romeo Roma pag. 61 Il Granchio Terracina (LT) pag. 370 Acquolina Roma pag. 143 Enoteca La Torre Viterbo pag. 323 Glass Roma pag. 188 Pascucci al Porticciolo Fiumicino (RM) pag. 244 I MIGLIORI CUCINA RICERCATA La Pergola del Rome Cavalieri pag. 170 Colline Ciociare pag. 326 Il Pagliaccio pag. 38 La Parolina pag. 320 La Trota pag. 307 Il Convivio Troiani pag. 36 Open Colonna pag. 52 Pipero pag. 261 Enoteca La Torre pag. 323 Glass pag. 188 Settembrini pag. 166 Le Tre Zucche pag. 202 Manali pag. 231 All'Oro pag. 135 Hostaria Crypta Ferrata pag. 270 CUCINA TRADIZIONALE L'Arcangelo pag. 161 Al Gallo pag. 321 Antica Osteria Fanti pag. 362 St. Teodoro pag. 57 Il D'Angeli pag. 317 Paris pag. 192 Il Gatto e la Volpe pag. 351 Osteria Fernanda pag. 206 Primo al Pigneto pag. 87 Roberto e Loretta pag. 73 CUCINA REGIONALE Filippo La Mantia pag. 30 Osteria di San Cesario pag. 294 Colline Emiliane pag. 21 Distinti Sapori pag. 146 Velando pag. 179 Osteria del Vicolo Fatato pag. 341 I CONSIGLIATI 9½ 9- 9- 9- 9- 8½ 8½ 8½ 8 8 8- 7½ 7½ 7+ 7+ 8- 7½ 7½ 7½ 7+ 7+ 7 7 7 7 7½ 7½ 7+ 7+ 7+ 7 9½ 9- 9- 9- 9- 8½ 8½ 8½ 8+ 8+ 8 8 8 8 76
  5. 5. TRATTORIE Checchino dal 1887 pag. 209 Da Gino pag. 24 Il Quinto Quarto pag. 149 Felice pag. 213 Osteria del Velodromo Vecchio pag. 77 ENOTECHE CON CUCINA Roscioli pag. 55 Tramonti e Muffati pag. 80 Osteria dell'Arco pag. 116 PESCE Il Granchio pag. 370 Acquolina pag. 143 Pascucci al Porticciolo pag. 244 Acqua Pazza pag. 360 Il Sanlorenzo pag. 39 Il Tino pag. 255 Da Benito e Gilberto al Falco pag. 174 Da Fausto pag. 366 L'Osteria da' Mare pag. 250 Pierino pag. 237 Chinappi pag. 108 Il Grottino del Pescatore pag. 290 La Locanda del Gusto pag. 289 CARNE Dal Toscano pag. 157 Mangiafuoco pag. 275 Santuccio ai Colli pag. 365 Bisteak Tex Meat pag. 90 Maxelà pag. 176 La Pampa pag. 84 7+ 7 7 7- 7- 7+ 7+ 7 8+ 8 8 8- 8- 8- 7½ 7½ 7½ 7½ 7+ 7+ 7+ 7 7 7- 6½ 6½ 6+ ETNICI Green T. pag. 392 Hamasei pag. 393 Charly's Saucière pag. 383 Hasekura pag. 395 Zen Sushi pag. 431 Bali pag. 378 Itaca - La Grecia in cucina pag. 400 Kebab pag. 402 Sakura Sushi pag. 413 Somo pag. 416 Sushi Ko pag. 418 Thien Kim pag. 425 Hang Zhou pag. 394 Maharajah pag. 407 PIZZERIE Bir & Fud pag. 438 La Fucina pag. 449 La Gatta Mangiona pag. 450 Sforno pag. 465 Antica Schiacciata Romana pag. 437 Da Giggetto pag. 441 La Pariolina pag. 453 La Pratolina pag. 453 Pinsa e buoi dei… pag. 460 APERITIVI Fuzzybar Bottiglieria pag. 480 La Mescita pag. 485 L'Oasi della Birra pag. 486 Panella pag. 492 Remigio pag. 493 Rerè pag. 494 Trimani Il Wine Bar pag. 498 Uve e Forme pag. 499 7½ 7½ 7+ 7+ 7+ 7 7 7 7 7 7 7 7- 7- 4 spicchi 4 spicchi 4 spicchi 4 spicchi 3 spicchi 3 spicchi 3 spicchi 3 spicchi 3 spicchi 98
  6. 6. BRUNCH Assaggi d'Autore pag. 470 Babington's pag. 471 Caffè delle Arti pag. 473 Doppiozeroo pag. 477 Fabrica pag. 478 Il Margutta Risto Arte pag. 483 Les Affiches pag. 486 Salotto 42 pag. 495 Sweety Rome pag. 496 Vivi Bistrot pag. 500 1110 In questo paragrafo si vuol dare una spiegazione di come deve essere letta la guida e dei simboli che in essa compaiono. Vogliamo comunque sottolineare che limitare l'analisi di un ristorante alla mera consultazione del voto, del prezzo e della convenienza sarebbe a dir poco riduttivo; è infatti nel testo che il lettore può percepire quelle sfumature che sono essenziali per avere un'idea fedele del locale che andrà a provare. GIUDIZIO Tale parametro varia in una scala da 0 a 10 ed è espresso in multipli di 0,25 (il + e il - valgono appunto 0,25). Il giudizio corrispondente ai vari valori, può esse- re estrapolato dalla seguente scala. Voto Giudizio corrispondente Fino a 4½ totalmente insufficiente Da 5- a 5½ insufficiente Da 6- a 6½ sufficiente, discreto Da 7- a 7½ buono, molto buono Da 8- a 8½ ottimo, notevole Sopra 8½ eccellente È evidente che la differenza fra un ristorante posizionato nella fascia alta di una forchetta di voto e uno nella parte bassa della forchetta superiore, non è così netta come apparirebbe dai giudizi corrispondenti. Vogliamo sottolineare che nel dare il voto, non teniamo in minima considerazione il prezzo del ristorante recensito. PREZZO Il prezzo riportato nella recensione, è il costo, espresso in euro, di un pasto così composto: coperto e servizio + primo + secondo + dolce + ½ acqua + caffè, dove i prezzi delle portate sono intesi come prezzi medi di quelli riportati nel menù (escludendo cibi particolari quali aragoste, tartufi bianchi, e via dicendo). N.B.: nel caso di ristoranti etnici, si considera il prezzo medio degli antipasti e quello dei "piatti principali (unici)", al posto di quello del primo e quello del secondo. LEGENDA Per ogni ristorante (tradizionale ed etnico) abbiamo indicato il costo della bottiglia di vino più cara e di quella più economica riportate in carta. In presenza di vino sfuso della casa, il costo è stato calcolato per una botti- glia da 0,75 l.
  7. 7. INDICE PER QUARTIERE Centro storico pag. 14 Esquilino pag. 61 San Giovanni - Appio pag. 65 Tuscolano pag. 74 Casilino - Prenestino pag. 81 San Lorenzo - Tiburtino pag. 89 Bologna - Nomentano pag. 100 Salario - Trieste - Africano pag. 106 Prati Fiscali - Talenti - Montesacro pag. 120 Veneto - Pinciano pag. 127 Parioli pag. 133 Flaminio - Cassia pag. 143 Prati pag. 155 Balduina - Monte Mario - Trionfale pag. 168 San Pietro - Gregorio VII pag. 173 Aurelio - Boccea pag. 180 Trastevere pag. 182 Monteverde - Gianicolense - Portuense pag. 194 Aventino - Testaccio - Ostiense pag. 208 Garbatella - Ardeatino - Laurentino pag. 217 Marconi - EUR - Magliana pag. 225 Litorale romano pag. 233 Castelli pag. 259 Laghi pag. 280 Altre zone in Provincia di Roma pag. 290 Provincia di Rieti pag. 300 Provincia di Viterbo pag. 310 Provincia di Frosinone pag. 326 Provincia di Latina pag. 345 Etnici pag. 371 Pizzerie pag. 433 Aperitivi e Brunch pag. 467 Mappe di Roma (zone centrali) pag. 501 Indice alfabetico Ristoranti pag. 529 Indice alfabetico Trattorie pag. 537 Indice alfabetico Etnici pag. 539 Indice alfabetico Pizzerie pag. 541 Indice alfabetico Aperitivi e Brunch pag. 543 Indice alfabetico per zona pag. 545 ALTRE SEZIONI 1312 RAPPORTO QUALITÀ PREZZO Tale indicatore viene elaborato dal nostro database tramite un algoritmo complesso che ha come input il voto e il prezzo del ristorante in esame e la media di questi parametri calcolata su tutti i ristoranti della guida. Per rendere immediata la lettura abbiamo raggruppato i ristoranti in 4 classi: basso, medio, alto ed eccellente. SIMBOLI Tavoli all'aperto Accorgimenti per disabili Presenza sale fumatori Voto edizione precedente (quando presente) Trattoria Carte di Credito: AE American Express CS Carta Sì DI Diners Club MA Maestro MC Mastercard VI Visa T La presenza di questo simbolo nella scheda, significa che il locale è da noi CONSIGLIATO. Questi indirizzi non sono necessariamente i migliori, ma quelli che consiglieremmo ad un amico per una particolare occasione o per un dato tipo di cucina. In ogni scheda troverete un simbolo simile a questo. Si tratta di un codice a barre bidimensionale (QR code) in cui si possono incamerare delle informazioni. Nel nostro caso, inquadrandolo con un qualsiasi lettore per codice a barre installabile gratuitamente su tutti gli smartphone (molti lo hanno già in dotazione), viene restituito come risposta il link alla scheda di quel dato ristorante nel nostro sito internet. In questo modo è possibile essere aggiornati tempestivamente circa variazioni avvenute dopo la stampa di questa guida, oltre a lasciare un commento e leggere quelli degli altri utenti. Per maggiori informazioni visitate www.romanelpiatto.it/QRistoinfo.asp (è sufficiente inquadrare il codice a fianco per farlo), in cui i possessori di iPhone e iPod Touch dotati di fotocamera troveranno un link per scaricare dall'App Store un'applicazione gratuita (QRisto) che, scansionando questi codici, offrirà anche degli utili servizi di geolocalizzazione.
  8. 8. PRATI Cucina: ROMANA - TRADIZIONALE Chiuso: Mercoledì e Domenica sera Chiusura cucina: 23.00 Ferie: ultime 3 settimane in Agosto Carte di credito: tutte € 18/€ 4 Tanto carina, elegante e curata è la zona dei villini che gravitano intorno a Piazza dei Quiriti, quanto trascurata ci è parsa questa trattoria ivi ubicata. Gli ambienti, divisi in due sale, mostrano il segno del tempo, con il doghettato in legno fino a metà parete e tavoli dall'apparecchiatura classica. Da segnalare in negativo il bagno, accessibile tramite ripide scale e con le porte di plastica a sof- fietto. La sensazione generale, insomma, è quella di un posto in decadenza, in cui si respira una certa mestizia a cui concorre pure l'atteggiamento dei came- rieri, precisi ma "svogliati"; sensazione rafforzata a fine serata, quando ormai ultimi avventori, siamo stati degnati di eloquenti sguardi (erano le 23.40…). La cucina propone molti cavalli di battaglia della tradizione capitolina e pure diverse digressioni nel resto d'Italia, ma le preparazioni sono a nostro avviso quasi sempre "condite" da errori più o meno marchiani. Molto contenuta la lista dei vini, senza indicazione di annate e con vini commerciali: bassi i rica- richi. IN CUCINA La scelta fra gli antipasti non è vastissima: abbiamo provato delle dimenticabi- li bruschette al pomodoro e con lardo di Colonnata, e del prosciutto con una mozzarella completamente insapore. Fra i primi, qualche problema nel rego- lare di sale la pasta: se i rigatoni all'amatriciana sono risultati troppo salati, quelli alla carbonara presentavano il difetto opposto, anche se dobbiamo dire che il condimento era ben realizzato (con l'uovo cremoso); più anonimi i ravio- li in salsa di noci. Da dimenticare tutti i secondi provati, eccezion fatta per una discreta scaloppina al vino. Il polpettone, in bella mostra all'ingresso e scalda- to in tutta fretta, era carente di sapore, mentre gli straccetti alla Villini, pro- posti con rughetta e pomodorini, erano secchi. La poco ambita palma di peg- gior piatto della serata spetta però al baccalà con carciofi e noci, lasciato inte- ramente nel piatto. Deludenti pure i carciofi alla romana, secchi e mal prepa- rati, così come il tiramisù, dal fondo acquoso e con un cacao scuro e imbevu- to, come se fosse lì da parecchio. CAFFÈ Acquoso e dall'aroma sgradevole: una pessima tazzina! Via Marcantonio Colonna, 46/48 (Cola di Rienzo) Tel. 06/3216766 AI VILLINI 5+ € 27 basso novità 155 FLAMINIO - CASSIA Cucina: TRADIZIONALE Chiuso: Domenica a pranzo Chiusura cucina: 23.30 Ferie: Festivi Carte di credito: tutte € 75/€ 12 Nello scenario modaiolo del quartiere, Voy rimane il nostro ristorante prefe- rito, in quanto ad una veste curata e trendy, associa una cucina che si mantie- ne su buoni livelli sia nelle preparazioni tradizionali che in quelle più creative, per giunta a prezzi corretti. Accennavamo all'ambiente: diviso in più sale arre- date in stile minimal e illuminate con sapienza, è adatto sia ad una cena romantica (in questo caso da preferire la veranda che segue l'angolo della stra- da) che ad una rimpatriata fra amici, grazie ai molti coperti disponibili. Questo potrebbe far pensare a lungaggini nel servizio ed invece i piatti arrivano con i giusti tempi e, oltre all'efficienza, si nota una sufficiente dote di professionali- tà. La stessa che si ritrova nella compilazione della lista dei vini: ben scritta, dai ricarichi equi e con una buona offerta alla mescita; a voler cercare un difetto, si potrebbe osare con qualche produttore minore. L'ultima indicazione è per tutti coloro che evitano Ponte Milvio per la difficoltà nel trovare posto con l'auto: con l'apertura del parcheggio sotto il nuovo centro commerciale (fra l'al- tro ha prezzi modici) il problema è risolto. IN CUCINA La nostra cena è iniziata subito bene con una gustosa piadina romagnola calda con formaggio dolce e mortadella al pistacchio, mentre l'insalata di polipo, rucola e patate aveva queste ultime troppo crude. Per proseguire una ben pen- sata zuppa di farro con speck croccante e (troppo) olio al rosmarino, solamen- te scarsa di sale, dei profumati ravioli ripieni di ricotta e limone con polpo e verdurine di stagione e delle tagliatelle al ragù garofolato con scaglie di Castelmagno, buone ma con il formaggio in secondo piano. Fra i secondi, con- vincente l'hamburger di vitello al Castelmagno e radicchio, anonima la bistec- ca di pesce spada al profumo di lime, molto buono il filetto di tonno rosso (appena scottato) con pomodori verdi fritti e balsamico di Modena, così come il trancio di salmone in crosta di spezie. In chiusura un goloso pasticcio di mele caldo con gelato di crema e una discreta delizia di gelato alla castagna con cioccolato fondente. CAFFÈ Crema densa e persistente ed ottimo aroma. Via Flaminia, 496 (Ponte Milvio) Tel. 06/33222179 - www.voy.it VOY 7 € 35 alto 7 154 T
  9. 9. PROVINCIA DI FROSINONE Cucina: TRADIZIONALE CON SPUNTI CREATIVI Chiuso: Mercoledì e Domenica sera Chiusura cucina: 21.30 Ferie: variabili a Febbraio e a Settembre Carte di credito: tutte tranne AE € 25/€ 6 Per le vie lastricate del centro storico di Piglio, in un quieto ed ombroso vico- lo, troviamo la magia di questo ristorante, riuscito tentativo di rivalutazione in chiave creativa della tradizione del luogo. Un unico ambiente fortemente rustico ed accogliente, con mobili in legno antico ed anticato, travi a vista e attrezzi per le messi che ricreano l’atmosfera dei racconti di montagna. Il menù è assente, ma i prezzi sono esposti all'ingresso ed i piatti, strettamente legati al territorio, vengono enunciati con passione e un pizzico di orgoglio dal titolare. Qui la fretta è sconosciuta e con rilassata cortesia il servizio scandisce le varie pietanze appena impiattate. La carta dei vini è dedicata al Cesanese e alla Passerina del Frusinate, con ricarichi corretti. Segnaliamo, infine, le focac- ce ed il buon pane con formaggio e cipolla, serviti caldi. IN CUCINA L’antipasto della casa è una passeggiata tra le produzioni locali. Discreti gli affettati (salsiccia di cinghiale, salamino al tartufo, prosciutto tagliato a mano), migliori i pan brioche con pomodori al forno, mozzarella di bufala di Amaseno e basilico, lo spiedino di polpettine e pachino con origano selvatico, la patata al sale farcita con funghi, salsiccia e formaggio ed i fagottini di pane ripieni di bietola ripassata con olive e pomodorini; infine cestino di crêpe al forno farcite con frittata di pinoli, mentuccia e zucchine con del formaggio pri- mosale. Irrinunciabili i ravioli di ricotta e spinaci agli asparagi di bosco, genui- na ma senza entusiasmi la zuppa di fagioli rossi, lenticchie e patate anche un po' sapida. I secondi sono incentrati sulle carni al forno. Spalla di vitello con ginepro e brandy, dalla carne tenera e saporita, mentre leggermente fibroso il maiale con cipolle, aceto balsamico e semi di coriandolo, fin troppo presenti. Chiudiamo con un semplice millefoglie sbriciolato alla crema chantilly. CAFFÈ È preparato con la moka ed è caratterizzato da una discreta miscela. Ad accom- pagnarlo dei liquori di produzione gentilmente offerti. Vicolo Forno Fatato, 11 - Piglio (FR) Tel. 0775/503035 Distanze: 38 km da FR, 81 km da RM OSTERIA DELVICOLO FATATO 7 € 19 eccellente 7 PIGLIO (FR) 341 PROVINCIA DI FROSINONE Cucina: TRADIZIONALE Chiuso: mai Chiusura cucina: 22.30 Ferie: 2gg a Natale Carte di credito: nessuna n.d. Nel centro storico di Pastena, tranquillo paesino arrampicato sui contrafforti dei Monti Aurunci e vicino alle omonime grotte, si trova questo ristorante di impostazione tradizionale. Gli ambienti sono caratterizzati da due sale arreda- te con semplicità - anche se un po’ datate - e una bella terrazza che dà sulla valle sottostante; alle pareti foto e articoli di giornale testimoniano la storia dei pro- prietari e i riconoscimenti del passato. Ma soprattutto, allineati doviziosamen- te su un basso ripiano che divide le sale, fanno bella mostra di loro un nume- ro infinito di grandi vasi di vetro con le specialità sott'olio della casa: funghi, verdure di ogni tipo, caprini, salumi. A questi si affiancano proposte molto casalinghe che hanno il loro punto di forza nelle paste. Il servizio, cortese, è gestito in prima persona dall’anziana titolare e dal figlio; purtroppo non è dis- ponibile una carta dei vini, visto, che a quanto pare, come ci è stato riferito, "qui tutti chiedono sempre il vino della casa". IN CUCINA Scegliamo di aprire il pranzo con un mix di assaggi dei vari sott'oli: le verdure (peperoni, melanzane, fagiolini, zucchine) si rivelano eccessivamente intrise di aceto, più convincenti sono invece le olive e soprattutto le gustose salsiccette, piacevolmente piccanti, così come il tronchetto di formaggio di capra. Qui la pasta e fagioli si fa con i tradizionali cannellini bianchi: la versione di Mattarocci si rivela di buona fattura, molto ricca (non mancano numerosi pezzi di cotenna) e impreziosita da fettuccine giustamente spesse e ben tirate. Discreti i ravioli di ricotta alla salsa di pomodoro, con il ripieno che tuttavia difettava di cremosità e dalla pasta leggermente cruda. Alti e bassi nei secondi piatti: ad un coniglio alla cacciatora, apprezzabile nella sua estrema semplicità, abbiamo abbinato una bistecca (di provenienza suina, benché non fosse speci- ficato nel menù), cotta alla piastra e non particolarmente allettante per sapore e morbidezza. In chiusura, la torta di noci e marmellata di more, che abbiamo trovato piacevole anche se un po’ "pasticciata". CAFFÈ Crema spessa ed estrazione corretta, ma la miscela è povera di aroma e gusto. Piazza Municipio , 19 - Pastena (FR) Tel. 0776/546537 Distanze: 36 km da FR, 119 km da RM MATTAROCCI 6+ € 18 eccellente novità PASTENA (FR) 340 TT
  10. 10. ETNICI Cucina: GIAPPONESE Chiuso: ma,; in Estate Sab e Dom a pranzo Chiusura cucina: 23.30 Ferie: 1 settimana a Ferragosto Carte di credito: tutte € 220/€ 12 New entry con un bel voto, questo ristorante giapponese aperto da poco meno di un anno proprio sul piazzale di Porta Pia, di fronte al famoso monumento dedicato ai bersaglieri. Potrebbe far storcere il naso la gestione cinese e lo chef filippino (che ha lavorato però per molto tempo in Giappone), ma dopo la prova siamo rimasti soddisfatti del buon livello delle preparazioni. L'ambiente è moderno e ben curato, dominato dal bianco delle pareti in contrasto con i mobili di legno scuro. Lampade che scendono direttamente sui tavoli e pan- nelli illuminati ritraggono il fiore di ciliegio stilizzato (che dà il nome al loca- le), creando un'atmosfera accogliente e rilassata. Nota di merito va sicuramen- te al servizio, che se già di per sé nei ristoranti orientali è ossequioso, qui lo abbiamo trovato di una gentilezza vera e sincera. I prezzi del menù non sono bassissimi ma nella qualità degli ingredienti trovano una giustificazione. A pranzo poi, ci sono delle formule più economiche per una pausa all'insegna dei sapori d'Oriente. La lista dei vini è abbastanza ampia per essere quella di un ristorante giapponese, ma le etichette sono per lo più commerciali e i ricarichi non sempre equi. IN CUCINA Accolti da una ciotola di edamame e una tazza di tè verde, gentilmente offer- ti, diamo uno sguardo al menù ricco e ben stilato. Decidiamo di aprire la nostra cena con una zuppa di manzo allo zenzero, gustosa e ben aromatizzata, con la carne tenera e un sapore convincente. Dai fritti abbiamo scelto una tem- pura moriawase croccante e solo un po' unta, composta da tre gamberi e diver- se verdure, mentre dai piatti cucinati abbiamo optato per un riso saltato con manzo e verdure, veramente saporito. Passando al sushi, quello che ci ha con- vinti di più è stata la consistenza del riso, compatta ma con i chicchi ben sepa- rati. La varietà del pesce non è ampia ma è ben tagliato e le porzioni sono giu- ste. Nel misto sushi abbiamo assaggiato dei nigiri di tonno, salmone, anguilla e polpo accanto a dei rolls con polpa di granchio e verdure. In chiusura, un rinfrescante gelato al tè verde davvero buono. CAFFÈ Leggermente sottoestratto ma dal buon aroma. Piazza di Porta Pia, 122/123 (Porta Pia) Tel. 06/44254329 - www.sakura-sushi.it Tav 6 A-2, n.122 SAKURA SUSHI 7 € 35 medio novità 413 ETNICI Cucina: ERITREA Chiuso: Mercoledì. Aperto solo la sera Chiusura cucina: 23.00 Ferie: variabili in Agosto Carte di credito: tutte € 15/€ 9 Da varie edizioni della nostra guida Sahara rimane uno degli indirizzi più affi- dabili per assaggiare la cucina eritrea a Roma. Materie prime di qualità e cot- ture attente vanno a delineare una tipicità che incontra felicemente il favore dei grandi numeri. Ricavato al piano terra di un’anonima palazzina, il locale si sviluppa in più ambienti comunicanti; tanti i coperti, quindi, che, assieme ai tavoli ravvicinati, nei giorni di pieno affollamento contribuiscono a rende- re inevitabile il brusio di fondo. Il personale di sala, tutto al femminile, è gen- tile e puntuale anche se un po’ sbrigativo. Nel menù ricorrono tutte le pie- tanze più tradizionali, proposte in diverse varianti, anche per i palati non avvezzi alle note troppo piccanti: congrua la presenza di piatti di carne, bilan- ciata da opzioni esclusivamente vegetariane. Poco significativa invece l’offerta enologica, limitata a poche etichette: non esiste una vera e propria carta dei vini. IN CUCINA Per iniziare, la scelta degli antipasti è quasi obbligata: il nostro piatto misto conteneva dei discreti felafel, dalla panatura molto spessa e per questo un po’ invadente, affiancati dalle sambussa, sgonfiotti di sfoglia fritta, dalla pasta leg- gera e non unta e dal ripieno (di lenticchie e di carne), in entrambi i casi molto stuzzicante. Ottimo, poi, il piatto di manzo con verdure, lo tsebhi atklti, dalla carne tenera e ben aromatizzata accompagnata da lenticchie e delle eccellenti - anche se forse insolite per questa tradizione culinaria - cime di rapa. Ci è pia- ciuto anche lo zilzil tbisi, dadini di vitellone con cipolla e peperoncini serviti su braci ancora accese, benché la carne rimanesse in questo caso un po’ asciut- ta. Da segnalare l’injera, il tipico pane spugnoso servito sia come base per i piat- ti di carne che come accompagnamento, e inteso come "posata" per raccoglie- re il cibo: l’abbiamo trovato davvero convincente, leggero e con la giusta aci- dità. Tra i dessert, fatto in casa solo il dolce di sesamo, una sorta di torrone molto friabile, quasi "polveroso": ci è stato servito però coperto da una salsa al cioccolato che ne attutiva il sapore originale. CAFFÈ Si trarra del bun, preparato con lo zenzero, dal gusto diverso e piacevole. Viale Ippocrate, 43 (Università) Tel. 06/44242583 - www.ristorante-sahara.com SAHARA 7- € 26 medio 7- 412
  11. 11. PIZZERIE 447 Chiuso: mai Chiusura cucina: 24.00 Ferie: 24, 25 e 31 Dicembre Carte di credito: tutte E' curioso come a Roma, le pizzerie che hanno per nome il diminutivo di un frutto o di una verdura siano perlopiù posti immensi dai tantissimi coperti. Non fa eccezione questa pizzeria che ha nell'offerta pure alcuni piatti da risto- rante vero e proprio. Degno di nota lo spazio esterno, davvero ampio e comun- que sempre colmo di avventori. I tavoli ravvicinati non agevolano il servizio, lento e mal coordinato: in occasione dell'ultima visita, abbiamo ricevuto le birre ad antipasto ultimato e sono state scordate delle focacce. Insufficiente, a nostro avviso, la qualità della proposta, a partire da dei supplì dal riso scotto e con un pomodoro di un'acidità marcata; leggermente meglio le olive ascolane e le crocchette di patate, comunque anonime. Neanche la pizza, bassa alla moda romana, ci ha convinto: bruciacchiata e "biscottata" lasciava trasparire una lievitazione veloce. Chiusura sullo stesso tono, con una crème brûlée "col- losa" servita a mattonella con della panna a fianco… Da bere, Nastro Azzuro e Peroni Gran Riserva, arrivate tiepide in tavola! Via Cortina d'Ampezzo, 379/385 (Forte Trionfale) Tel. 06/35072818 - www.ilcocomerino.it € 19 IL COCOMERINO Chiuso: Lunedì Chiusura cucina: 22.30 Ferie: 10gg variabili a Ferragosto, 3/4gg a Natale Carte di credito: tutte tranne AE Questa pizzeria è davvero in un posto nascosto, praticamente sotto gli archi dell'acquedotto che divide in due Via Tuscolana. L'ambiente è semplice e spar- tano, con la possibilità, in estate, di tavoli esterni sotto un tendone. Il menù contiene una discreta scelta di pizze e calzoni con pochi altri piatti di vaga ispi- razione sarda, ma solo nei nomi. Il servizio, veloce e informale, è gestito da un team di ragazzi simpatici e attenti, che per primi consigliano di dividere gli antipasti e le pizze, viste le porzioni abbondanti. Abbiamo iniziato con un anti- pasto misto composto da dei fritti vegetali croccanti e asciutti, da una mozza- rella, da affettati, da vari sott'olii di discreta qualità, da una bruschetta al pomodoro e da patate lesse al peperoncino. A seguire le pizze, che qui sono basse alla romana: buona "la giardino", con prosciutto, funghi e parmigiano su una base margherita, discreta l'ortolana su base bianca troppo carica di verdu- re. In chiusura, un cannolo siciliano dalla sfoglia poco croccante. Due sole birre alla spina: Heineken bionda e Moretti rossa. Via dell'Acquedotto Felice, 54 (Tuscolana) Tel. 06/7141799 € 20 IL GIARDINO SEGRETO Chiuso: mai Chiusura cucina: 24.00 Ferie: ultime 2 settimane in Agosto Carte di credito: tutte Segnaliamo volentieri questo nuovo indirizzo in zona Montesacro, aperto da poco più di un anno da persone provenienti da importanti realtà della "pinse- ria" romana. Qui infatti protagonista è la pinsa, la focaccia ovale di antica tra- dizione, eseguita con dovizia e condita in modo originale con ingredienti di prima qualità. Impasto a lunga lievitazione, leggero e croccante (ma non ecces- sivamente basso), servizio cordiale e prodigo di informazioni, una valida pur se limitata offerta di contorno (dagli antipasti al dolce) a prezzi contenuti: questi gli elementi che ci hanno più colpito in positivo. Nella nostra visita abbiamo iniziato con una serie di sfiziosi fritti ben eseguiti (mezzaluna di provola, zuc- chine e supplì) proseguendo con soddisfazione provando la pinsa in versione genovese (al pesto, la meno sapida), con ricotta salata, pomodorini, olive (fin troppo ricca) e la toscana con lardo e pecorino, la più golosa. Ottima in chiu- sura la mousse al cioccolato bianco. Alla spina disponibile solo birra Poretti: presenti in carta anche bottiglie artigianali provenienti da un bir- rificio della provincia.� Via Val Trompia, 8 (Montesacro) Tel. 06/8174418 € 16 I MARCHI Chiuso: Lunedì. Aperto solo la sera Chiusura cucina: 0.30 Ferie: 2 sett in Agosto, 1 sett a Natale, Pasqua Carte di credito: tutte tranne AE e DI Abbiamo deciso di alzare il voto a questa pizzeria di impronta napoletana affac- ciata su una tranquilla piazzetta nei pressi di Piazza Bologna. I difetti sono rimasti gli stessi - tavoli troppo ravvicinati (ma apparecchiati con tovaglie e tovaglioli di stoffa), televisioni accese e servizio lento - ma sulla qualità della pizza non si discute. Cotta alla perfezione nel forno a legna, è ben lievitata e "ospita" ingredienti di qualità: abbiamo provato la margherita e la cantanapoli (margherita con bufala), entrambe con un pomodoro dolce e con buona moz- zarella (anche se la seconda la troviamo poco adatta per via del liquido rila- sciato in cottura). Per iniziare potete invece optare per dei discreti fritti oppu- re per l'antipasto misto della casa, nel nostro caso composto da alici delicata- mente marinate, da una buona fetta di mozzarella di bufala, da un ottimo pro- sciutto, da una striscia di calzone con porcini, da una bruschetta al pomodoro e da un buon montanaro. In chiusura un babà ben lievitato e giustamente intriso. Alla spina, Herrnbrau. Via del Carroccio, 9 (Piazza Bologna) Tel. 06/44237018 € 19 IL CARROCCIO PIZZERIE 446
  12. 12. APERITIVI E BRUNCH 487 Chiuso: Domenica a pranzo Ferie: 2gg a Ferragosto, 2gg a Natale Orario aperitivo: 18.00- 22.30 Giorni brunch: Assente UN APERITIVO SENZA MACCHIA Il cambio di nome e di mano in cucina sembra aver giovato a questo locale affacciato proprio su Piazza Vescovio. Il buffet, ampio e variegato, è di discre- to livello con delle preparazioni semplici e ben fatte. I cereali (riso, orzo e coucous) che costituivano vari tipi di insalate fredde, erano tutti cotti al dente e ben conditi; buone le due varietà di torte rustiche (con verdure e con for- maggio e prosciutto), come pure la fritatta di zucchine; ampia scelta tra le ver- dure proposte all'agro e al gratin (gustosi i piselli con dadini di prosciutto), sfi- ziose le rondelle di pasta sfoglia e i mini rustici e, a finire, una fresca macedo- nia di frutta. I vini purtroppo vengono elencati per vitigno, ma segnaliamo il servizio comunque gentile e disponibile. Piazza Vescovio, 19/20 Tel. 06/86391892 MACCHIA DI CAFFÈ Chiuso: Sabato mattina Ferie: Festivi Orario aperitivo: 18.30-22.30 Giorni brunch: Tutti i gg 12.30-15.00 QUANDO IL TANTO NON COINCIDE CON IL BUONO L'ambientazione di questo poliedrico locale è curata, con uno spazio esterno ben delimitato e quello interno caratterizzato dalle luci soffuse; ad allietare l'at- mosfera della musica jazz suonata dal vivo. Se la varietà delle portate è ottima - tartine, insalate di riso, farro e orzo, pasta fredda e calda, fritti, couscous, salu- mi - la qualità lascia, a nostro avviso, quasi sempre a desiderare. Ci sembra un locale adatto soprattutto per chi vuole stare in un ambiente glamour e "sfan- gare" la cena: in tal senso sono penalizzanti i piattini molto piccoli che impon- gono continui rifornimenti. In negativo segnaliamo pure il vino recitato senza indicazione del produttore e la lunga attesa per i drinks (circa 20 minuti). Piazza Fiume, 77 (Porta Pia) Tel. 06/84241134 - www.mokcoffeebar.com Tav 6 A-2, n.188 MOKARABIA buffet libero € 10buffet incluso Chiuso: mai Ferie: Festivi Orario aperitivo: 19.00-22.00 Giorni brunch: Domenica IL MANIFESTO DEL BRUNCH, CHAPEAU! Incantevole l'ambiente, di chiara ispirazione francese, con un mix riuscito di oggetti dal sapore retrò; bella la "cucina" a vista in cui vengono preparate le pie- tanze Sotto gli occhi degli avventori. Non vastissimo ma di qualità il buffet: rigatoni al forno con ragù di salsicce, caprese, insalata di riso, polenta con ragù, salumi non banali (prosciutto tagliato a mano, mortadella, ciauscolo, porchetta), pomodorini secchi, frittata di zucchine, insalate. Eppoi diversi tipi di centrifughe di frutta, croissant, crostate e, su tutto, un tiramisù preparato al momento davvero squisito. Grande la cura dei dettagli, come testimoniato dall'ottimo olio DOP lasciato su ogni tavolo. Bravi! Via di Santa Maria dell'Anima, 52 (Piazza Navona) Tel. 333/5762699 Tav 10 A-2, n.187 LES AFFICHES Chiuso: Domenica Ferie: 2 settimane a Ferragosto Orario aperitivo: 18.00-20.00 Giorni brunch: Assente UNA CENA ABBONDANTE A COSTO RIDOTTO… …questa ci sembra la miglior definizione per questo locale, con tutta probabi- lità il migliore in città a livello di varietà del buffet, peraltro mediamente di buona qualità. 10 euro, qualcosina in più ordinando drink più abbondanti, per assaggiare: trofie al pesto, pasta e fagioli, insalate di riso e di farro, verdure gratinate, ovoline di bufala, tanti salumi e diversi formaggi, vari tipi di polpet- te, pollo con piselli, e tanto altro, compresa frutta, biscotti e sgroppino o bevanda al ginseng-guaranà consumabili in appositi flûte. In negativo segnalia- mo il modo di elencare l'offerta alla mescita, peraltro fornita, senza indicare il produttore; inutile soffermarsi, visto il nome del locale, sulla disponibilità di birra. Infine l'ambiente, diviso in più sale, con un attrezzato spazio esterno. Piazza Testaccio, 38/41 (Testaccio) Tel. 06/5746122 L'OASI DELLA BIRRA APERITIVI E BRUNCH 486 € 15acqua e caffè inclusi min. € 10buffet incluso
  13. 13. INDICE ALFABETICO DEGLI APERITIVI E DEI BRUNCH 543 INDICE ALFABETICO DELLE PIZZERIE 542 Pizzando Grigliando Viale Jonio, 39/c 06/8106754 pag 460 Pizzeria del Mercato Via Cesare Ricotti, 72 06/43534704 pag 461 Pomodori verdi fritti Via dei Pescatori, 495/497 06/5212824 pag 461 Remo Piazza S.Maria Liberatrice, 44 06/5746270 pag 462 Ricomincio da Tre Via Amiterno, 42/52 06/7081150 pag 462 Rossopomodoro Via dei Colli Portuensi, 567 06/65740188 pag 463 Rossopomodoro Via Flaminia, 523 06/45433423 pag 463 San Marco Via Sardegna, 38/d 06/42824893 pag 464 San Marino Corso Trieste, 161/a-b 06/86203479 pag 464 Sanlollo Via dei Sabelli, 51 06/4940726 pag 465 Sforno Via Statilio Ottato, 110/116 06/71546118 pag 465 SottoSopra Via dei Sabelli, 29 06/4456256 pag 466 Stella Gemella Via Felice Anerio, 12 06/86212410 pag 466 Al Cantuccio Via dei Lincei, 45/47 06/5121723 pag 225 Bisteak Tex Meat Via di Pietralata, 141 06/41792126 pag 90 Bucatino Via Luca della Robbia, 84/86 06/5746886 pag 208 Casetta di Campagna Via di Affogalasino, 40 06/65743230 pag 197 Da Bruno ai Quattro Venti Viale dei Quattro Venti, 172 06/5806196 pag 199 Hostaria Abruzzese Via Tripolitania, 82/90 06/86208443 pag 111 Il Ciociaro Via Barletta, 21 06/3729204 pag 159 Il Giardino Corso Vittorio Emanuele, 5 - Zagarolo (RM) 06 9524015 pag 299 Jacini Piazza Stefano Jacini 19/21 06/36381581 pag 150 La Lucciola Via Debeli, 86 - Fiumicino (RM) 06/6583978 pag 242 La Pietra Scheggiata Via Paola Falconieri, 16 06/53272058 pag 201 La Quintessa Via Spiaggia del Lago, 20 - Castel Gandolfo (RM) 06/93802029 pag 286 La Saliera Via Pontina, 401 06/50781139 pag 229 La Scuderia Piazza Sforza Cesarini, 1 - Genzano di Roma (RM) 06/9390521 pag 269 L'Antica Abbazia Via San Filippo Neri, 19 - Albano Laziale (RM) 06/9324246 pag 260 L'Arcangelo Via G.G. Belli, 59/61 06/3210992 pag 161 Menenio Agrippa Via Nomentana 631/633 06/86899352 pag 126 Mò Mò Republic Piazza Forlanini, 10 06/5373087 pag 205 Moderno Piazza Mariano Buratti, 22 - San Martino al Cimino (VT) 0761/379952 pag 316 Sacco Viale Amelia, 77 06/7808007 pag 78 Scaramouche Via Dino Penazzato, 43 a/b 06/21802314 pag 88 Zampagna Via Ostiense, 159 06/5742306 pag 216 Zenzero Viale della Pineta di Ostia, 30 - Ostia Lido (RM) 06/5621293 pag 257 RISTO - PIZZERIE INDICE ALFABETICO DEGLI APERITIVI E DEI BRUNCH Amelie Piazza Verbano, 17/19 06/8553549 pag 469 Antica Biblioteca Valle Largo del Teatro Valle, 9 06/68136830 pag 469 Arco degli Aurunci Via degli Aurunci, 42 06/4454425 pag 470 Assaggi d'Autore Via dei Lucchesi, 28 06/6990949 pag 470 Babington's Piazza di Spagna, 23 06/6786027 pag 471 Bar del Fico Via della Pace, 34/35 06/68891373 pag 471 Benji Urban Café Piazza Mazzini, 20 06/37513361 pag 472 Bibli Caffè Via dei Fienaroli, 28 06/5814534 pag 472 Caffè Bohemien Via degli Zingari, 36 06/89010626 pag 473 Caffè delle Arti Via A. Gramsci, 73 06/32651236 pag 473 Caffè Emporio Piazza dell’Emporio, 1 06/5744241 pag 474 Casa Bleve Via del Teatro Valle, 48/49 06/6865370 pag 474 Chiostro del Bramante Via della Pace 06/68809035 pag 475 Cru.Dop. Via Tuscolana, 898 06/76909916 pag 475 Dagnino Via Vittorio Emanuele Orlando, 75 06/4818660 pag 476 Daruma Sushi Via Guidubaldo del Monte, 9 06/80692655 pag 476 Doppiozeroo Via Ostiense, 68 06/57301961 pag 477 El Puerto Latino Via L’Aquila, 31/B 331/8326538 pag 477 Enoteca Ferrazza Via dei Volsci, 59 06/490506 pag 478 Fabrica Via G. Savonarola, 8 06/39725514 pag 478 Fafiuché Via della Madonna dei Monti, 28 06/6990968 pag 479 Fluid Via del Governo Vecchio, 46/47 06/6832361 pag 479 Freni e frizioni Via del Politeama, 4/6 06/4597499 pag 480 Fuzzybar Bottiglieria Via degli Aurunci, 6 06/4451162 pag 480 Gola Via di Santa Maria dell'Anima, 12 06/68803234 pag 481 'Gusto Piazza Augusto Imperatore, 9 06/3226273 pag 481 Il Bacocco Via Goffredo Mameli, 61/62 06/5898587 pag 482 Il Goccetto Via dei Banchi Vecchi, 14 06/6864268 pag 482 Il Margutta Risto Arte Via Margutta, 118 06/32650577 pag 483 Il pane e le rose Via Ennio Quirino Visconti, 61a 06/3244951 pag 483 Il Pentagrappolo Via Celimontana, 21/C 06/7096301 pag 484 La Baguette Via Tomacelli, 24/25 06/68807727 pag 484 La Mescita Piazza Trilussa, 41 06/58333920 pag 485 Le Pain à Table Viale delle Milizie, 13 06/37500580 pag 485 Les Affiches Via di Santa Maria dell'Anima, 52 333/5762699 pag 486 L'Oasi della Birra Piazza Testaccio, 38/41 06/5746122 pag 486 Macchia di Caffè Piazza Vescovio, 19/20 06/86391892 pag 487 Mokarabia Piazza Fiume, 77 06/84241134 pag 487 Momart Viale XXI Aprile, 19 06/86391656 pag 488 'Mpare Via Catania, 29 06/44252368 pag 488 Necci dal 1924 Via Fanfulla da Lodi, 68 06/97601552 pag 489 Nick Nowego Café Via della Paglia, 6a 06/5812613 pag 489 Numbs Corso Trieste, 150/b 06/93931764 pag 490 Nuvolari Via degli Ombrellari, 10 06/68803018 pag 490 NY.lon Lungotevere Raffaello Sanzio, 8 06/58340692 pag 491 Obikà Via dei Prefetti, 26a 06/6832630 pag 491 Open Baladin Via degli Specchi, 6 06/6838989 pag 492 Panella Via Merulana, 54 06/4872344 pag 492 PiquadroEmme Via Fabio Massimo, 91/93 06/32111780 pag 493 Remigio Via Santa Maria Ausiliatrice, 15

×