Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

V. Colucci - Stato qualitativo dei corpi idrici recettori ed eventuali criticità

793 views

Published on

17/05/214 - GREEN BAT 2014 - Convegno TUTELARE LA RISORSA IDRICA: “SISTEMI DI GESTIONE E SALVAGUARDIA” - Intervento dell'Ing. Vito Colucci, Direttore Tecnico, A.I.P. Autorità Idrica Pugliese

Published in: Government & Nonprofit
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

V. Colucci - Stato qualitativo dei corpi idrici recettori ed eventuali criticità

  1. 1. STATO QUALITATIVO DEI CORPI IDRICI RECETTORI ED EVENTUALI CRITICITÀ Autorità Idrica Pugliese Ing. Vito Colucci – Direttore Generale
  2. 2. Indice degli argomenti • Corpi idrici ricettori – generalità • La pianificazione regionale • La vincolistica • La mitigazione degli impatti puntuali • Affinamento e riuso • La mitigazione degli impatti diffusi • Un focus sulla BAT • Allegati (schede tecniche impianti e affinamenti)
  3. 3. I corpi idrici ricettori L’effetto di uno scarico in un corpo idrico recettore dipende fortemente da: Corpi idrici - ricettori - in quanto in essi viene immesso un refluo o, più in generale, inquinanti di varia natura: • caratteristiche geografiche • aspetti idrogeologici • tipologia Le immissioni possono modificare la qualità del corpo idrico ricettore
  4. 4. I corpi idrici ricettori Aspetti che influenzano la reazione dei corpi idrici ricettori all’immissione di inquinanti • Profondità e distanza dalla costa  Ricambio d’acqua • Rapporti con la terraferma (apporto di acque dolci) • Fattori meteomarini (clima, mare calmo, soleggiamento, irradiazione solare) MARE • Velocità di scorrimento  velocità di scambio e capacità autodepurativa • Turbolenza scambi gassosi • Portata media diluizione dei contaminanti C.I.S. • Natura confinata dell’acquifero Tempo di permanenza dell’inquinante • Inesistenza di ricambio  Eutrofizzazione • Movimento ascendente e discendente delle acque FALDA LAGHI C.I.S. N.S.
  5. 5. La Pianificazione Regionale Lo strumento prioritario per garantire il raggiungimento e il mantenimento degli obiettivi di qualità ambientale per i corpi idrici significativi superficiali e sotterranei e degli obiettivi di qualità per specifica destinazione, nonché della tutela qualitativa e quantitativa del sistema idrico è il Piano Regionale di Tutela delle Acque. Parte Terza, Sezione II del D.Lgs. 152/2006 Definizione dei corpi idrici significativi e per specifica destinazione Confronto tra lo stato attuale e il livello obiettivo Definizione delle misure per il mantenimento o raggiungimento degli obiettivi di qualità Attuazione del Piano e Gestione del Piano • Definizione degli obiettivi di qualità • Individuazione delle pressioni • Determinazione delle relazioni tra pressioni/impatti e risposte • Individuazione e monitoraggio • Analisi delle driving forces • Stima degli impatti esercitati dall’attività antropica
  6. 6. Definizione dei corpi idrici significativi e per specifica destinazione Confronto tra lo stato attuale e il livello obiettivo Definizione delle misure per il mantenimento o raggiungimento degli obiettivi di qualità Attuazione del Piano e Gestione del Piano • Individuazione e monitoraggio • Analisi delle driving forces • Stima delle pressioni e degli impatti esercitati dall’attività antropica La Pianificazione Regionale • Inquinamento da fonti puntuali • Scarichi provenienti dai sistemi di depurazione civile • Scarichi provenienti dal comparto produttivo • Scarichi di acque meteoriche • Scarichi rivenienti da insediamenti non allacciati alla pubblica fognatura • Inquinamento da fonti diffuse • Concimazioni agricole (uso di fertilizzanti azotati e fosfatici) • Altri impatti • Smaltimento di rifiuti • Smaltimento di fanghi di depurazione • Smaltimento acque di vegetazione • Aree naturali protette di rilievo nazionale e/o di interesse regionale • Aree appartenenti alla Rete Natura 2000 • Aree sensibili • Zone vulnerabili da nitrati di origine agricola • Zone vulnerabili da prodotti fitosanitari • Aree destinate al consumo umano
  7. 7. La Pianificazione Regionale Individuazione AGGLOMERATI (D.G.R. 1085/09) Previsione del PRTA per la Puglia Previsione del PRTA per la BAT Individuazione RECAPITI e CORPI IDRICI RICETTORI
  8. 8. La vincolistica • contribuiscono in modo significativo a mantenere o ripristinare una delle tipologie di habitat definite dalla direttiva Habitat (Dir. 92/43/CE); • possono contribuire alla coerenza della rete di Natura 2000; • contribuiscono in modo significativo al mantenimento della biodiversità della regione in cui si trova. siti di interesse comunitario o sito di importanza comunitaria (SIC) • sono zone di protezione poste lungo le rotte di migrazione dell’avifauna, finalizzate al mantenimento e alla sistemazione di idonei habitat per la conservazione e gestione delle popolazioni di uccelli selvatici migratori (Dir. 79/409/CE) zone di protezione speciale o ZPS
  9. 9. La vincolistica Riserve e Parchi Parchi naturali regionali Salina di Punta della Contessa Porto Selvaggio e Palude del Capitano Lama Balice Isola di S.Andrea - Litorale di Punta Pizzo Bosco Incoronata Bosco e Paludi di Rauccio Costa Otranto-S.Maria di Leuca e Bosco di Tricase Dune costiere da Torre Canne a Torre S.Leonardo Litorale di Ugento Fiume Ofanto Medio Fortore Terra delle Gravine Riserve naturali statali Lago di Lesina Ischitella Carpino Sfilzi Falascone Palude di Frattarolo Masseria Combattenti Saline Margherita di S. Il Monte Foresta Umbra Le Cesine Stornara Murge Orientali Monte Barone Isola di Varano Torre Guaceto Riserve naturali orientate regionali Riserve del Litorale Tarantino Orientale Palude La Vela Palude del Conte e Duna Costiera - Porto Cesareo Laghi di Conversano e Gravina di Monsignore Bosco di Santa Teresa e Lucci Bosco di Cerano Bosco delle Pianelle Parchi nazionali Parco dell’Alta Murgia Parco del Gargano
  10. 10. La vincolistica Zone vulnerabili da nitrati
  11. 11. La vincolistica
  12. 12. La mitigazione degli impatti puntuali (1/4)  lo scarico diretto in falda non è consentito dal D.Lgs.152/06 art.104  ad oggi, 14 impianti di depurazione (dei 188 in esercizio) recapitano ancora nel sottosuolo.  1 di questi impianti è in provincia BAT (l’impianto SPINAZZOLA A)  i ritardi nella dismissione dei recapiti sono imputabili • alla mancata condivisione da parte delle comunità locali delle scelte strategiche individuate a livello regionale (es. Manduria, Martina Franca) • a problemi legati alla corretta funzionalità dei recapiti alternativi individuati (es. Casamassima, Cassano delle Murge) Con esplicito riferimento al comparto fognario/depurativo, gli interventi atti a mitigare gli sono:IMPATTI PUNTUALI • Eliminazione degli scarichi diretti nelle acque sotterranee e nel sottosuolo
  13. 13. Impianti che recapitano ancora nel sottosuolo Spinazzola A
  14. 14. La mitigazione degli impatti puntuali (2/4) (*) Tab. 1 per MARE , CIS e CIS NS che per caratteristiche geomorfologiche sono tali da garantire un deflusso e che al contempo non determinano situazioni di pregiudizio per i corpi idrici sotterranei, ove esistenti • Tab. 4 per SUOLO e CIS NS assimilabili agli scarichi su suolo, nei casi in cui la natura carsica dei terreni è tale da non poter offrire un opportuno grado di protezione nei confronti degli acquiferi sottostanti • Tab.1 e Tab.2 all’interno dei bacini in aree sensibili  Adeguamento degli impianti depurativi (linea acque/ linea fanghi)  Adeguamento e sistemazione dei recapiti finali  Potenziamento degli impianti depurativi  Costanti interventi di manutenzione ordinaria/straordinaria Rispetto dei limiti tabellari (*) indicati dal D.Lgs. 152/06, così come ripresi dal PRTA riferiti alle diverse tipologie di recapito finale, da conseguire mediante interventi di: PROGRAMMAZIONE 1. Piano Direttore e Piano Stralcio 2. Interventi finanziati direttamente dal Commissario Delegato per l’Emergenza ambientale in Puglia 3. Accordo di Programma Quadro Risorse Idriche marzo 2003 e successivi atti integrativi (FONDI POR 2000-2006, CIPE , Min. Ambiente , tariffa) 4. PO FESR 2007-2013 5. Accordo di programma Quadro Rafforzato Depurazione (Fondi CIPE) 6. I vari POT AQP RAGGIUNGIMENTO DEGLI STANDARD DI SERVIZIO MANTENIMENTO DEGLI STANDARD DI SERVIZIO DIR 91/271/CE Art.4 Precontenzioso e procedure di infrazione comunitarie
  15. 15.  Problema particolarmente sentito nella BAT per via delle acque di vegetazione provenienti illecitamente dai frantoi  Processi depurativi in tilt per via di tali immissioni  Esternalità negative da contrastare o da tenere in considerazione in fase di progettazione degli interventi di adeguamento degli impianti? La mitigazione degli impatti puntuali (3/4) • Adeguato controllo delle reti fognarie atto a minimizzare gli scarichi anomali • Efficace separazione delle acque nere dalle acque bianche • Impianti di depurazione locati in aree depresse • Pluviali connessi illecitamente alla rete di fogna nera • Come controllare? • È più giusto prevedere opere di protezione a monte (laminazioni e pretrattamenti) o seguire la strada indicata dal Comitato VIA regionale?
  16. 16.  Indirizzo strategico regionale  La Legge Regionale n. 27/2008 fa rientrare l’affinamento delle acque reflue tra le competenze del S.I.I.  È necessaria una integrazione con le politiche agricole  È necessario incrementare il livello di conoscenza degli schemi irrigui esistenti  Problema di GOVERNANCE ma anche OPPORTUNITA’ : affrontare il tema della GOVERNANCE del settore idrico La mitigazione degli impatti puntuali (4/4) • Riduzione quantitativa degli scarichi da conseguire prevedendo, a valle della depurazione, affinamento (DM 185/03) e riuso della risorsa Un’iniziativa interessante: Progetto INTERREG WAS4D Italia Grecia Partners: Comune di Bari, Regione Puglia, Provincia di Brindisi, AIP, università di Ioannina, NEA Greece
  17. 17. AFFINAMENTO E RIUSO
  18. 18. Mitigazione degli impatti diffusi Gli possono essere ridotti attraverso: • un adeguato monitoraggio dei sistemi di trattamento individuale • l’estensione delle reti fognarie alle aree non servite e la realizzazione degli allacciamenti (procedure di infrazione comunitarie = DIR 91/271/CE) • Impianti <2000 A.E: meglio collettare ad altri impianti o effettuare il trattamento appropriato? • aumento delle caratteristiche qualitative dei fanghi di depurazione N.B.: il riuso del refluo affinato può rendere meno necessario il ricorso alla concimazione agricola IMPATTI DIFFUSI
  19. 19. Nome impianto di depurazione Carico in ingresso dato AQP 2012 Potenzialità impianto (AE) AETU dato PTA Tipo di recapito scenario futuro dato PTA Nome di recapito scenario futuro dato PTA Livello di trattamento futuro dato PTA 1 Andria 1 94.714 130.000 149.050 CISNS C.le Ciappetta Camaggi Tab.4 2 Andria 2 Montegrosso 88 800 722 S S - subirrigazione Tab.4 3 Barletta 116.475 92.305 129.356 M Mare Adriatico con condotta sottomarina Tab.1 4 Bisceglie 72.333 67.579 85.714 M Mare Adriatico Tab.1 5 Canosa di Puglia 1 35.215 31.535 48.638 CISNS Fosso delle Murge Tab.4 6 Margherita di savoia 19.735 19.800 23.985 M Mare Adriatico con condotta sottomarina Tab.1 7 Minervino Murge 10.442 10.160 15.807 CISNS T.te S. Michele Tab.4 8 San Ferdinando di Puglia 15.312 14.470 22.740 CIS Fiume Ofanto Tab.1/Tab.2 9 Spinazzola A 10 Spinazzola C Nuovo 8.143 7.439 12.824 CISNS V.ne Ulmeta Tab.4 11 Trani 56.749 53.241 83.667 M Mare Adriatico con condotta sott Tab.1 12 Trinitapoli 18.591 16.500 21.024 CISNS C.le Cinque Metri Tab.1/Tab.2 447.797 443.829 593.527 Un focus sulla BAT  12 impianti di cui 1 da dismettere  Un deficit di trattamento strutturale minimo allo stato attuale (rapporto tra carico in ingresso e potenzialità degli impianti = 99%)  Un deficit strutturale rispetto alle previsioni future di PRTA pari al 26%  Linee fanghi strutturalmente inadeguate  Un rilevante impatto degli scarichi anomali sulla funzionalità del trattamento
  20. 20. Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari Un focus sulla BAT – il caso di Andria Problemi da novembre ad aprile…ma non solo Elaborazioni AIP su dati ARPA
  21. 21. Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Un focus sulla BAT – programmazione Interventi già conclusi P0121 –Ambito 3 Andria - adeguamento al D.Lgs. 152/99 (linea acque) APQ Marzo 2003 Importo a consuntivo: € 6.067.062,16 Lavori ultimati il 15.10.2009 P0122 - Ambito 3- Barletta -adeguamento al D.Lgs. 152/99 (linea acque) APQ 2003 (POR + CIPE + Tariffa SII) Importo a consuntivo: € 8.887.368,60 Lavori ultimati il 25.09.2006 P0242 - Realizzazione di nuova recinzione Perimetrale Barletta AQP (Tariffa SII) Importo a consuntivo: € 129.233,93 Lavori ultimati il 21.04.2008 P0123-Ambito 3- Canosa 1 adeguamento al D.Lgs. 152/99 (linea acque) APQ Marzo 2003 Importo a consuntivo:€1.683.201,90 Lavori ultimati il 28.02.2009 P0480-San Ferdinando di Puglia adeguamento al D.Lgs. 152/99 (linea acque) APQ Marzo 2003 - I Atto integrativo (Ottobre 2006) Importo a consuntivo: € 1.118.495,71 Lavori ultimati il 25.07.2011 Interventi in corso P1093 - Potenziamento dell'impianto di depurazione di Andria CIPE 87/12 Importo da P.P. : € 5.000.000,00 Data fine prevista: 29.03.2016 – PD approvato P8006 - Potenziamento dell'impianto di Barletta CIPE 62/2011 Importo da PP: € 3.720.000,00 Data fine prevista: 29.02.2016 – PD approvato P8004-Potenz. impianto Canosa di Puglia CIPE 62/11 Importo da PD: € 1.360.000,00 Data fine prevista: 23.10.2015 – PD approvato P8007 - Potenziamento dell'impianto di depurazione di Bisceglie CIPE 62/2011 Importo da PP: € 3.000.000,00 Data fine prevista: 17.05.2016 – Appalto integrato in corso P8003-Potenz. impianto dep. Margherita di Savoia (BAT) CIPE 62/2011 Importo da P.P. : € 1.500.000,00 Data fine prevista: 01.02.2016 – PD redatto P8026-Potenz. impianto dep. Minervino Murge (BAT) CIPE 62/11 Importo da piano : € 2.750.500,00 Data fine prevista: 28.02.2016 – PD approvato P1102-Completamento e adeguamento impianto depurazione Trani Importo da P.E. : € 7.080.000,0 Data fine prevista: 23.01.2015 – PD approvato P0722-Depurazione-Trinitapoli CIPE 60/12 Importo post gara : € 1.636.742,11 Data fine prevista: 01.12.2014– Lavori in corso Realizzazione del sistema di recapito consortile (Corato, Bisceglie, Ruvo- Terlizzi, Molfetta) P0465-Collettore impianto Bisceglie Lavori in Corso - Fine Lavori 24.04.2014 P0934-Condotta sottomarina Molfetta Progetto Preliminare Approvato - Fine Lavori 18.01.2017 P0978-Collettamento Corato-Bisceglie Progetto Preliminare in Corso - Fine Lavori 27.11.2017 INTERVENTI A PROGETTO
  22. 22. Un focus sulla BAT – lo schema di collettamento CORATO BISCEGLIE RUVO TERLIZZI MOLFETTA Collettore impianto Bisceglie Condotta sottomarina Molfetta Collettamento Corato-Bisceglie Affinamento e schema irriguo
  23. 23. Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Un focus sulla BAT – programmazione INTERVENTI A PERIZIA - MS attivi nel settore DEPComune Importo previsto ANDRIA € 131.506,76 Intervento in Corso € 80.000,00 Intervento ultimato e non consuntivato € 51.506,76 BARLETTA € 207.222,05 Intervento in Corso € 81.100,00 Intervento ultimato e non consuntivato € 126.122,05 BISCEGLIE € 315.856,20 Intervento in Corso € 247.000,00 Intervento ultimato e non consuntivato € 68.856,20 CANOSA DI PUGLIA € 24.000,00 Intervento in Corso € 24.000,00 MARGHERITA DI SAVOIA € 87.384,03 Intervento in Corso € 7.889,50 Intervento ultimato e non consuntivato € 79.494,53 SAN FERDINANDO DI PUGLIA € 996.870,66 Intervento in Corso € 924.900,00 Intervento ultimato e non consuntivato € 71.970,66 SPINAZZOLA € 12.000,00 Intervento ultimato e non consuntivato € 12.000,00 TRANI € 265.320,00 Intervento in Corso € 257.000,00 Intervento ultimato e non consuntivato € 8.320,00 Totale complessivo € 2.040.159,70 Fonte Monitoraggio AQP al 15.04.2014 Prechiusura 2013 2014 2015 2016 14.706.674 13.880.649 21.386.623 11.322.655 code piano 2013 e nuova programmazione 2014-2018 per gli interventi relativi all’asset DEPurazione in Puglia Fonte piano AQP al 15.04.2014
  24. 24. Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Allegati - la funzionalità degli impianti in BAT  Schede tecniche elaborate dall’AIP sulla scorta dei dati di gestione forniti da AQP e di rilevazione dei parametri allo scarico (ARPA) presto on line sul sito www.aip.gov.it  Schede tecniche per impianto di affinamento
  25. 25. Grazie per l’attenzione Ing. Vito Colucci Autorità Idrica Pugliese Via Falcone e Borsellino n. 2 Bari www.aip.gov.it
  26. 26. ANDRIADati impianto Potenzialità di progetto 130.000 A.E. Carico in ingresso 94.714 A.E. AETU 149.050 A.E. Recapito CISNS (tab.4) Criticità attuali e potenziali • ∆ tra AETU e potenzialità di progetto (<20%) • Precontenzioso 2007 (EU Pilot 1976/11/ENVI artt.3,4) • Digestione anaerobica a freddo * • Arrivo di acque meteoriche e di scarichi anomali (acque di vegetazione)* Somme previste e spese per manutenzione straordinaria (dal 2003) Previste € 729.256,18 Spese** € 626.444,04 ingresso uscita Misuratori di portata si no Campionatori si si Dato AQP- febbraio 2013 Produzione fanghi 2012 (t/anno) Agricoltura - Compostaggio - Discarica 2.471 TOTALE 2.471 Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari Dato AQP (gestione 2012)** al 30.09.2013 * dichiarato da AQP
  27. 27. ANDRIA MONTEGROSSODati impianto Potenzialità di progetto 800 A.E. Carico in ingresso 88 A.E. AETU 722A.E. Recapito S – subirrig. (tab.4) Criticità attuali e potenziali • Impianto gestito da AQP e recapito gestito dal Comune • Scarico su suolo da PTA • Tracimazione del refluo depurato* Somme previste e spese per manutenzione straordinaria (dal 2003) Previste Spese** ingresso uscita Misuratori di portata si no Campionatori no no Dato AQP- febbraio 2013 Produzione fanghi 2012 (t/anno) Agricoltura - Compostaggio - Discarica - TOTALE 0 Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari Dato AQP (gestione 2012)** al 30.09.2013 * segnalazione Provincia BAT
  28. 28. Dati impianto Potenzialità di progetto 92.305 A.E. Carico in ingresso 11.475 A.E. AETU 129.356 A.E. Recapito M (con CS) (tab.1) Criticità attuali e potenziali • D tra carico di esercizio e potenzialità di progetto (>20%) • D tra AETU e potenzialità di progetto (>20%) • Precontenzioso 2007 • Impianto Gestito da AQP e recapito gestito dal Comune • Digestione anaerobica a freddo * • Arrivo frequenti acque meteoriche * Somme previste e spese per manutenzione straordinaria (dal 2003) Previste € 1.463.580,96 Spese** € 1.113.096,56 ingresso uscita Misuratori di portata si no Campionatori no no Produzione fanghi 2012 (t/anno) Agricoltura - Compostaggio 3.148 Discarica - TOTALE 3.148 Dato AQP (gestione 2012)** al 30.09.2013 BARLETTA * dichiarato da AQP Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari Dato AQP- febbraio 2013 Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012
  29. 29. Dati impianto Potenzialità di progetto 67.579 A.E. Carico in ingresso 72.333 A.E. AETU 85.714 A.E. Recapito M (tab.1) Criticità attuali e potenziali • D tra carico di esercizio e potenzialità di progetto (<20%) • D tra AETU e potenzialità di progetto (>20%) • Digestione anaerobica a freddo * • Arrivo frequenti scarichi anomali (acque di vegetazione e olii esausti)* Somme previste e spese per manutenzione straordinaria (dal 2003) Previste € 1.070.825,06 Spese** € 746.686,51 ingresso uscita Misuratori di portata no si** Campionatori no si Produzione fanghi 2012 (t/anno) Agricoltura - Compostaggio 3.415 Discarica - TOTALE 3.415 Dato AQP (gestione 2012)** al 30.09.2013 BISCEGLIE * dichiarato da AQP Dato AQP- febbraio 2013 ** (da sostituire) Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari
  30. 30. Dati impianto Potenzialità di progetto 31.535 A.E.* Carico in ingresso 35.215 A.E. AETU 48.638 A.E. Recapito CISNS (tab.4) Criticità attuali e potenziali • D tra carico di esercizio e potenzialità di progetto (<20%) • D tra AETU e potenzialità di progetto (>20%) • Precontenzioso 2007 • Precontenzioso 2009 • Arrivo frequenti acque meteoriche e scarichi anomali (acque di vegetazione)* Somme previste e spese per manutenzione straordinaria (dal 2003) Previste € 115.234,33 Spese** € 91.517,87 ingresso uscita Misuratori di portata si no Campionatori no si Produzione fanghi 2012 (t/anno) Agricoltura - Compostaggio 685 Discarica - TOTALE 685 Dato AQP (gestione 2012)** al 30.09.2013 CANOSA DI PUGLIA Dato AQP- febbraio 2013 Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari * Dato PTA (32.000 AE) corretto da AQP con nota prot. 134521 del 08.11.2012 * dichiarato da AQP
  31. 31. Dati impianto Potenzialità di progetto 19.800 A.E. Carico in ingresso 19.735 A.E. AETU 23.985 A.E. Recapito A.M.C. con CS (tab.1) Criticità attuali e potenziali • D tra AETU e potenzialità di progetto (>20%) • Impianto progettato per rispettare i limiti di L.319/76 * Somme previste e spese per manutenzione straordinaria (dal 2003) Previste Spese** ingresso uscita Misuratori di portata no si Campionatori no si Produzione fanghi 2012 (t/anno) Agricoltura 680 Compostaggio 13 Discarica - TOTALE 693 Dato AQP (gestione 2012)** al 30.09.2013 MARGHERITA DI SAVOIA Dato AQP- febbraio 2013 Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari * dichiarato da AQP
  32. 32. Dati impianto Potenzialità di progetto 10.160 A.E. Carico in ingresso 10.442 A.E. AETU 15.807 A.E. Recapito CISNS (tab.4) Criticità attuali e potenziali • ∆ tra carico di esercizio e potenzialità di progetto (<20%) • D tra AETU e potenzialità di progetto (>20%) • Precontenzioso 2007 Somme previste e spese per manutenzione straordinaria (dal 2003) Previste Spese** ingresso uscita Misuratori di portata no si(da sostituire) Campionatori no si Produzione fanghi 2012 (t/anno) Agricoltura - Compostaggio 489 Discarica - TOTALE 489 Dato AQP (gestione 2012)** al 30.09.2013 MINERVINO MURGE Dato AQP- febbraio 2013 Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari
  33. 33. Dati impianto Potenzialità di progetto 14.470 A.E.* Carico in ingresso 15.132 A.E. AETU 22.740 A.E. Recapito CIS (tab.1 e tab.2) Criticità attuali e potenziali • ∆ tra carico di esercizio e potenzialità di progetto (<20%) • D tra AETU e potenzialità di progetto (>20%) • Precontenzioso 2007 • Precontenzioso 2009 ingresso uscita Misuratori di portata si no Campionatori no si Produzione fanghi 2012 (t/anno) Agricoltura 1.160 Compostaggio 114 Discarica - TOTALE 1.274 Dato AQP (gestione 2012) SAN FERDINANDO DI PUGLIA Dato AQP- febbraio 2013 Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari * Dato PTA (13.750 AE) corretto da AQP nel documento pubblicato sul sito AQP da giugno 2013
  34. 34. Dati impianto Potenzialità di progetto Carico in ingresso AETU Recapito Criticità attuali e potenziali • Impianto progettato per rispettare i limiti di L.319/76 * • Precontenzioso 2007 • Impianto da dismettere • Impianto Gestito da AQP e recapito gestito dal Comune • Digestione anaerobica imhoff* ingresso uscita Misuratori di portata no no Campionatori no no SPINAZZOLA A Dato AQP- febbraio 2013 Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari * Dato PTA (32.000 AE) corretto da AQP con nota prot. 134521 del 08.11.2012 * dichiarato da AQP
  35. 35. Dati impianto Potenzialità di progetto 7.439 A.E. Carico in ingresso 8.143 A.E. AETU 12.824 A.E. Recapito CISNS (tab.4) Criticità attuali e potenziali • ∆ tra carico di esercizio e potenzialità di progetto (<20%) • D tra AETU e potenzialità di progetto (>20%) • Precontenzioso 2007 ingresso uscita Misuratori di portata no si(da sostituire) Campionatori no si SPINAZZOLA C Dato AQP- febbraio 2013 Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari * dichiarato da AQP
  36. 36. Dati impianto Potenzialità di progetto 53.241 Carico in ingresso 56.749 AETU 83.667 Recapito AMC con CS (tab.1) Criticità attuali e potenziali • ∆ tra carico di esercizio e potenzialità di progetto (<20%) • D tra AETU e potenzialità di progetto (>20%) • Impianto progettato per rispettare i limiti di L.319/76 * • Digestione anaerobica a freddo * • CS non in esercizio ingresso uscita Misuratori di portata si si Campionatori si si Produzione fanghi 2012 (t/anno) Agricoltura - Compostaggio 1.373 Discarica - TOTALE 1.373 Dato AQP (gestione 2012) TRANI Dato AQP- febbraio 2013 Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari * dichiarato da AQP
  37. 37. Dati impianto Potenzialità di progetto 16.500 A.E. * Carico in ingresso 18.591A.E. AETU 21.024A.E. Recapito CISNS (tab.1 e 2) Criticità attuali e potenziali • ∆ tra carico di esercizio e potenzialità di progetto (<20%) • D tra AETU e potenzialità di progetto (>20%) • Procedura di infrazione 2009-2034 ingresso uscita Misuratori di portata si si Campionatori si si Produzione fanghi 2012 (t/anno) Agricoltura 1.000 Compostaggio 26 Discarica - TOTALE 1.026 Dato AQP (gestione 2012) TRINITAPOLI Dato AQP- febbraio 2013 Elaborazioni AIP su dati ARPA – a partire dall’anno 2012 Rilevazione dei parametri allo scarico e confronto con i limiti tabellari * Dato PTA (11.600 AE) corretto da AQP con nota prot. 134521 del 08.11.2012 * dichiarato da AQP
  38. 38. Allegati - gli affinamenti nella BAT
  39. 39. Potenzialità impianto di affinamento di Barletta(*) Massima portata recuperabile dall’impianto di Barletta 708mc/h Massimo volume annuo utilizzabile senza opere di accumulo 3 400 000 m3 Destinazione riuso IRRIGUO Valenza ambientale Tutela area soggetta a contaminazione salina: Acquifero della Murgia Criticità /Note • L’impianto necessita di rifunzionalizzazione o adeguamento • Analisi/benefici costi per realizzazione di tale intervento • Necessità di individuazione di un comprensorio irriguo idoneo al recepimento delle acque affinate (*) valori ricavati da dati PTA Potenzialità impianto di affinamento di Margherita di Savoia(*) Massima portata recuperabile dall’impianto di Margherita di Savoia 125 mc/h Massimo volume annuo utilizzabile senza opere di accumulo 540 000 m3 Destinazione riuso IRRIGUO Valenza ambientale • Tutela area di protezione "Area A" • Tutela CIS: Torrente Candelaro Criticità /Note • L’impianto necessita di rifunzionalizzazione o adeguamento • Analisi/benefici costi per realizzazione di tale intervento (*) valori ricavati da dati PTA Allegati - gli affinamenti nella BAT
  40. 40. Potenzialità impianto di affinamento di San Ferdinando di Puglia (*) Massima portata recuperabile dall’impianto di San Ferdinando di Puglia 108 mc/h Massimo volume annuo utilizzabile senza opere di accumulo 540 000 m3 Destinazione riuso IRRIGUO Valenza ambientale • Tutela area soggetta a contaminazione salina: Acquifero della Murgia • Tutela area CIS: Fiume Ofanto Criticità /Note • Impianto avviabile all’esercizio previa predisposizione del Piano di gestione (*) valori ricavati da dati PTA Potenzialità impianto di affinamento di Trinitapoli (*) Massima portata recuperabile dall’impianto di Trinitapoli 146 mc/h Massimo volume annuo utilizzabile senza opere di accumulo 630 000 m3 Destinazione riuso IRRIGUO Valenza ambientale • Tutela quantitativa Acquifero Superficiale del Tavoliere • Tutela area soggetta a contaminazione salina: Acquifero Superficiale del Tavoliere • Tutela area sensibile: Lago Salpi (*) valori ricavati da dati PTA Allegati - gli affinamenti nella BAT

×