A Cura di: Vincenzo Patruno, Marina Venturi Sistemi informativi Statistici Università “La Sapienza” Facoltà di Scienze Sta...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Crescita della domanda di informazione statistica Dati aggiornati e dettagliati Riduzi...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Necessità di individuare soluzioni metodologiche e organizzative efficienti che consen...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  La nozione di Sistemi Informativi nasce in ambito aziendale. Si intende l’insieme di s...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Ciclo di gestione della produzione statistica Processi:   insieme di procedure di acqu...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  SIS: E’ la naturale evoluzione del ciclo di gestione della produzione statistica <ul><...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Sistema Informativo Statistico <ul><li>Estendibilità </li></ul><ul><li>Flessibilità </...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Standard di qualità su Web Accessibilità Un sito è “accessibile” se i contenuti, le mo...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Standard di qualità su Web <ul><li>Usabilità </li></ul><ul><li>un sito web è effettiva...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Standard di qualità su Web Efficienza Un sito è “efficiente” se è in grado di soddisfa...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Standard di qualità su Web Efficacia Un sito web è “efficace” se è in grado di soddisf...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Standard di qualità su Web Soddisfazione Un sito è “di soddisfazione” per gli utenti s...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Standard di qualità su Web Mission Le finalità del sito, gli obiettivi informativi fon...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Standard di qualità su Web Linearità e Sinteticità Un sito è “lineare” se le funzioni ...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Standard di qualità su Web Organizzazione per Grappoli Le informazioni devono essere o...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Standard di qualità su Web <ul><li>Nidificazioni Gerarchiche </li></ul><ul><li>I grapp...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Standard di qualità su Web Layout delle pagine Ciascuna pagina deve essere autosuffici...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Tipologie di Sistemi Informativi Statistici <ul><li>Sistemi di metadati  (per la gesti...
Dalle Fonti ai Sistemi Informativi  Tipologie di Sistemi Informativi Statistici Esempio di sistema integrato di produzione...
DEMO-GEODEMO:I dati diffusi <ul><li>Movimento e calcolo della popolazione residente (Rilevazione P.2) </li></ul><ul><li>Ci...
Interfaccia utente Programmi Strutture Dati
Interfaccia utente
Interfaccia utente <ul><li>E’ la “porta di accesso” ai dati </li></ul><ul><li>L’obiettivo di demo.istat.it è stato quello ...
Interfaccia utente <ul><li>Sul Web questo significa: </li></ul><ul><li>Costruire l’interfaccia utente come pagina HTML  </...
Interfaccia utente 1 3 2
 
Interfaccia utente <ul><li>L’utente utilizza la stessa finestra </li></ul><ul><ul><li>Per effettuare interrogazioni </li><...
Strutture  dati
OLTP:  On line Transaction Processing E’ una classe di programmi per la gestione di sistemi di tipo transazionale (tipicam...
<ul><li>Il modello ER è basato su una rappresentazione della realtà oggetto di studio sulla base di oggetti chiamati Entit...
Modello Entità-Relazioni (ER) Famiglia Individuo Appartiene N. Componenti Struttura Sesso Età Titolo di Studio Condizione ...
Schema E-R di un c/c bancario
<ul><li>Un Data Warehouse è un repository per tutti o una parte dei dati che vengono raccolti dai vari sistemi aziendali <...
<ul><li>Il DM è la tecnica di analisi e rappresentazione concettuale dei dati più adatta nella costruzione di sistemi di w...
Modello dimensionale (DM) <ul><li>DM è costruito attorno ad un “business subject”  </li></ul><ul><li>Ciò significa identif...
Modello dimensionale (DM) Popolazione Residente Maschi Femmine Celibi Nubili …… Età_FK Territorio_FK Territorio Territorio...
<ul><li>Il DM non cambia se implementato in un Data Base Relazionale.  (Il DM viene chiamato Star Schema) </li></ul><ul><l...
Modello dimensionale (DM) Le misure vengono dette  FATTI I parametri da cui un fatto può essere visto vengono detti  DIMEN...
Il DM è orientato alla facile gestione delle gerarchie Modello dimensionale (DM) Popolazione Residente AGG_BY_PROVINCE Mas...
Popolatione Residente AGG_BY_ITALY Popolatione Residente AGG_BY_GEOGRAPHICAL_AREA Popolatione Residente AGG_BY_REGION Popo...
M. C. Escher Relativity
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Client HTTP Architettura Linux RedHat Apache HTTP Server PHP4 PostgreSQL PostGIS Mapserver Mapscript Spatial and Statistic...
Marina Venturi ISTAT - Direzione centrale per le statistiche e le indagini sulle istituzioni sociali  Viale Liegi n. 13  0...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Sistemi Informativi Statistici

1,461 views

Published on

Published in: Technology, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,461
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Sistemi Informativi Statistici

  1. 1. A Cura di: Vincenzo Patruno, Marina Venturi Sistemi informativi Statistici Università “La Sapienza” Facoltà di Scienze Statistiche 23 Febbraio 2004
  2. 2. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Crescita della domanda di informazione statistica Dati aggiornati e dettagliati Riduzione del carico sui rispondenti Sfruttamento dei giacimenti informativi esistenti Sviluppo tecnologico e informatico (es. DB, Internet) per la fruibilità immediata dei dati
  3. 3. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Necessità di individuare soluzioni metodologiche e organizzative efficienti che consentono di: <ul><ul><li>Integrare le informazioni raccolte da indagini diverse organizzandole e inquadrandole in uno schema coerente </li></ul></ul><ul><ul><li>Passare da una visione per singola fonte, singola indagine e quindi singolo processo di produzione ad una visione di sistema di fonti, sistema di indagini </li></ul></ul>SISTEMA INFORMATIVO STATISTICO
  4. 4. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi La nozione di Sistemi Informativi nasce in ambito aziendale. Si intende l’insieme di strumenti automatici di memorizzazione, scambio, acquisizione, elaborazione, interrogazione e diffusione di informazioni raccolte da una azienda per soddisfare i propri scopi di esercizio, controllo e pianificazione basato su una architettura informatica di tipo Data Base
  5. 5. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Ciclo di gestione della produzione statistica Processi: insieme di procedure di acquisizione, correzione, validazione, produzione di dati elementari, di elaborazione, trasformazione e diffusione di dati aggregati. Prodotti: archivi di microdati validati e tavole di pubblicazione (in formato cartaceo o elettronico)
  6. 6. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi SIS: E’ la naturale evoluzione del ciclo di gestione della produzione statistica <ul><ul><ul><li>Esistenza di una base dati in linea </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Esistenza di un livello di integrazione orizzontale e verticale </li></ul></ul></ul>
  7. 7. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Sistema Informativo Statistico <ul><li>Estendibilità </li></ul><ul><li>Flessibilità </li></ul><ul><li>Semplicità d’uso </li></ul><ul><li>Integrità e robustezza </li></ul>
  8. 8. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Standard di qualità su Web Accessibilità Un sito è “accessibile” se i contenuti, le modalità di navigazione e le funzioni interattive sono accessibili a tutti gli utenti, indipendentemente contesto tecnologico e culturale e dal livello di competenze degli utenti
  9. 9. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Standard di qualità su Web <ul><li>Usabilità </li></ul><ul><li>un sito web è effettivamente “usabile” se è “ orientato all’utente ”, cioè se garantisce un set di requisiti che riguardano: </li></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>efficienza </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>efficacia </li></ul></ul></ul></ul></ul><ul><ul><ul><ul><ul><li>soddisfazione </li></ul></ul></ul></ul></ul>
  10. 10. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Standard di qualità su Web Efficienza Un sito è “efficiente” se è in grado di soddisfare le esigenze degli utenti attraverso un impiego razionale delle risorse disponibili (economiche, tecnologiche e informative)
  11. 11. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Standard di qualità su Web Efficacia Un sito web è “efficace” se è in grado di soddisfare i bisogni informativi degli utenti in modo accurato e completo
  12. 12. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Standard di qualità su Web Soddisfazione Un sito è “di soddisfazione” per gli utenti se è liberamente accessibile, non implica vincoli e condizioni all’accesso e invoglia gli utenti ad un utilizzo non occasionale
  13. 13. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Standard di qualità su Web Mission Le finalità del sito, gli obiettivi informativi fondamentali e i principali target di riferimento devono essere esplicitati in modo evidente
  14. 14. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Standard di qualità su Web Linearità e Sinteticità Un sito è “lineare” se le funzioni sono programmate in modo da ridurre il numero di modi in cui certe attività operative possono essere svolte, in modo da semplificare l’utilizzo da parte degli utenti I contenuti testuali devono essere essenziali e non ridondanti
  15. 15. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Standard di qualità su Web Organizzazione per Grappoli Le informazioni devono essere organizzate in modo logico e consequenziale e distribuiti per “grappoli” e “nidificazioni”, per tema, ordine cronologico o fonte in funzione del tipo di informazioni, degli obiettivi e delle caratteristiche tecniche del sito e del livello di conoscenza degli utenti
  16. 16. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Standard di qualità su Web <ul><li>Nidificazioni Gerarchiche </li></ul><ul><li>I grappoli di informazioni devono essere organizzati gerarchicamente in modo che l’articolazione sia: </li></ul><ul><li>logica, internamente coerente, adeguata al modello concettuale </li></ul><ul><li>facilmente comprensibile e gestibile dagli utenti </li></ul>
  17. 17. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Standard di qualità su Web Layout delle pagine Ciascuna pagina deve essere autosufficiente: coprire un dominio specifico senza dover ricorrere a pagine differenti per cogliere l’informazione chiave. Quando una pagina contiene troppe informazioni si deve adottare una organizzazione per grappoli e una struttura gerarchica dei contenuti (cfr.)
  18. 18. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Tipologie di Sistemi Informativi Statistici <ul><li>Sistemi di metadati (per la gestione di definizioni, classificazioni, nomenclature comuni a tutte le indagini) </li></ul><ul><li>Sistemi strumentali (sistemi di supporto alla produzione statistica) </li></ul><ul><li>Sistemi di produzione (insieme dei sottosistemi per la gestione delle fasi relative al ciclo di produzione delle indagini) </li></ul><ul><ul><li>Sottosistemi di acquisizione dei dati (tecniche CAI) </li></ul></ul><ul><ul><li>Sottosistemi di diffusione (dedicati al ritrovamento e alla presentazione delle informazioni statistiche per l’utente finale) </li></ul></ul>
  19. 19. Dalle Fonti ai Sistemi Informativi Tipologie di Sistemi Informativi Statistici Esempio di sistema integrato di produzione dati di indagini sulla popolazione http://modem.istat.it http://demo.istat.it
  20. 20. DEMO-GEODEMO:I dati diffusi <ul><li>Movimento e calcolo della popolazione residente (Rilevazione P.2) </li></ul><ul><li>Cittadini stranieri iscritti in Anagrafe: Bilancio Demografico e Popolazione residente per sesso e cittadinanza (Rilevazione P.3) </li></ul><ul><li>Popolazione residente per sesso, età e stato civile (Rilevazione POSAS) </li></ul><ul><li>Tavole di mortalità </li></ul><ul><li>Previsioni della popolazione residente </li></ul>
  21. 21. Interfaccia utente Programmi Strutture Dati
  22. 22. Interfaccia utente
  23. 23. Interfaccia utente <ul><li>E’ la “porta di accesso” ai dati </li></ul><ul><li>L’obiettivo di demo.istat.it è stato quello di ottenere una interfaccia per consentire: </li></ul><ul><ul><li>Facile accesso ai dati </li></ul></ul><ul><ul><li>Facile selezione dei parametri di input </li></ul></ul><ul><ul><li>Veloci interrogazioni sul Data Base </li></ul></ul>
  24. 24. Interfaccia utente <ul><li>Sul Web questo significa: </li></ul><ul><li>Costruire l’interfaccia utente come pagina HTML </li></ul><ul><li>Usando le tecnologie disponibili (DHTML) </li></ul><ul><li>Utilizzando il protocollo HTTP per inviare query e per ottenere i risultati </li></ul><ul><li>Problemi: Compatibilità tra browser, limiti di DHTML, natura di HTTP </li></ul>
  25. 25. Interfaccia utente 1 3 2
  26. 27. Interfaccia utente <ul><li>L’utente utilizza la stessa finestra </li></ul><ul><ul><li>Per effettuare interrogazioni </li></ul></ul><ul><ul><li>Per ottenere i risultati </li></ul></ul><ul><ul><li>Per salvare i dati </li></ul></ul>
  27. 28. Strutture dati
  28. 29. OLTP: On line Transaction Processing E’ una classe di programmi per la gestione di sistemi di tipo transazionale (tipicamente data entry e retrieval transactions) OLAP: On Line Analytical Processing Permette all’utente di estrarre dati in modo facile e selettivo e di vedere i dati da differenti punti di vista.
  29. 30. <ul><li>Il modello ER è basato su una rappresentazione della realtà oggetto di studio sulla base di oggetti chiamati Entità e delle relazioni tra questi oggetti. </li></ul><ul><li>Ad ogni entità è associato un insieme di attributi che la caratterizzano </li></ul>Modello Entità-Relazioni (ER)
  30. 31. Modello Entità-Relazioni (ER) Famiglia Individuo Appartiene N. Componenti Struttura Sesso Età Titolo di Studio Condizione professionale 1 n
  31. 32. Schema E-R di un c/c bancario
  32. 33. <ul><li>Un Data Warehouse è un repository per tutti o una parte dei dati che vengono raccolti dai vari sistemi aziendali </li></ul><ul><li>Un Data warehouse è una raccolta di dati disegnati e organizzati per il supporto decisionale </li></ul><ul><li>Un Data Warehouse è un sistema informatico disegnato per supportare coloro che hanno il compito di prendere decisioni strategiche costruito copiando i dati da sistemi esistenti e memorizzandoli in maniera opportuna per il loro utilizzo da parte dei dirigenti </li></ul><ul><li>Un Data Warehouse è una copia dei dati esistenti opportunamente strutturati per consentire sia interrogazioni che la generazione di report. </li></ul><ul><li>(Ralph Kimball's pag. 310 of The Data Warehouse Toolkit - John Wiley & Sons 1996 ) </li></ul>Data Warehouse
  33. 34. <ul><li>Il DM è la tecnica di analisi e rappresentazione concettuale dei dati più adatta nella costruzione di sistemi di warehouse </li></ul><ul><li>Nel DM, un modello di tavole e relazioni è costruito con lo scopo di massimizzare la velocità di accesso ai dati e di osservarli secondo più dimensioni </li></ul>Modello dimensionale (DM)
  34. 35. Modello dimensionale (DM) <ul><li>DM è costruito attorno ad un “business subject” </li></ul><ul><li>Ciò significa identificare il soggetto da modellare e tutte le misure che descrivono quel soggetto. </li></ul><ul><li>Nello stesso tempo vanno identificati tutti quei parametri da cui le misure possono essere viste. </li></ul>
  35. 36. Modello dimensionale (DM) Popolazione Residente Maschi Femmine Celibi Nubili …… Età_FK Territorio_FK Territorio Territorio_PK Comune Provincia Regione Ripartizione Età Età_PK Età_desc
  36. 37. <ul><li>Il DM non cambia se implementato in un Data Base Relazionale. (Il DM viene chiamato Star Schema) </li></ul><ul><li>Ogni dimensione diventa una tabella nel data base (Dimension Table) </li></ul><ul><li>La tavola dei Fatti diventa una tavola di dimensioni ragguardevoli, contenente un gran numero di righe. Contiene infatti le misure più le chiavi esterne per il collegamento con le Dimension Table. </li></ul>Modello dimensionale (DM)
  37. 38. Modello dimensionale (DM) Le misure vengono dette FATTI I parametri da cui un fatto può essere visto vengono detti DIMENSIONI Il livello di dettaglio delle misure nella Fact Table è detto GRANULOSITA’
  38. 39. Il DM è orientato alla facile gestione delle gerarchie Modello dimensionale (DM) Popolazione Residente AGG_BY_PROVINCE Maschi Femmine Celibi Nubili …… Età_FK Territorio_FK Territorio Territorio_PK Provincia Età Età_PK Età_desc
  39. 40. Popolatione Residente AGG_BY_ITALY Popolatione Residente AGG_BY_GEOGRAPHICAL_AREA Popolatione Residente AGG_BY_REGION Popolatione Residente AGG_BY_PROVINCE BASE Popolatione Residente Modello dimensionale (DM)
  40. 41. M. C. Escher Relativity
  41. 56. Client HTTP Architettura Linux RedHat Apache HTTP Server PHP4 PostgreSQL PostGIS Mapserver Mapscript Spatial and Statistical Data Data Warehouse PHP pages PHP interpreter PostgreSQL PHP pages PHP interpreter PostgreSQL PostGIS MAPSCRIPT MAPSERVER Server
  42. 57. Marina Venturi ISTAT - Direzione centrale per le statistiche e le indagini sulle istituzioni sociali Viale Liegi n. 13 00198 Roma [email_address] Vincenzo Patruno ISTAT - Direzione centrale per le metodologie statistiche e le tecnologie informatiche Via C. Balbo,16 00184 Roma [email_address]

×