Lesioni cutanee: ruolo dell'OTI nell'approccio congiunto

1,282 views

Published on

Intervento del Dr. Pasquale Longobardi al convegno “Lesioni cutanee acute, croniche e riparazione tessutale. Strategie terapeutiche per un approccio interdisciplinare e coordinato” svolto a Bolzano il 10 novembre 2011

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,282
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
273
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • WE APPLY A FLOW-CHART FOR FIVE DIFFERENT PATHOLOGIES. FOR EXAMPLE IN THE DIABETIC FOOT…..
  • WE APPLY A FLOW-CHART FOR FIVE DIFFERENT PATHOLOGIES. FOR EXAMPLE IN THE DIABETIC FOOT…..
  • Lesioni cutanee: ruolo dell'OTI nell'approccio congiunto

    1. 1. dr. Pasquale Longobardi Centro iperbarico Ravenna Centro Cura Ferite Difficili Ausl Ravenna Scuola Superiore S. Anna - Pisa [email_address] Lesioni cutanee: ruolo dell’OTI nell’approccio congiunto
    2. 2. ulcera traumatica <ul><li>maschio, 34 anni </li></ul><ul><li>fumatore (> 200 pacchetti/anno) </li></ul><ul><li>emoglobina 8,9 g/dl (x 1,35 ml O 2 ) = 12 ml O 2 / 100g tessuto/ minuto </li></ul>rivascolarizzazione sintesi ossea pulizia chirurgica terapia a pressione negativa proposto x amputazione
    3. 3. piede diabetico arteriopatico <ul><li>40 anni (figlia 13 anni), </li></ul><ul><li>diabete ID (Hb glicata 9,6%), malattia infiammatoria intestinale (BID) : sigmoidite </li></ul>fattori di compromissione sistemici e locali cosa hanno in comune i casi? diabetologia Centro x piede diabetico rivascolarizzazione ripetuta 6 volte in un anno prevista disarticolazione dell’anca destra F. Mascoli, FE 2010
    4. 4. ossigenoterapia iperbarica # REQUISITI 1 Funzionalmente collegato con Università, Ospedale, Sanità Militare 2 Almeno un medico “esperto” in medicina iperbarica (livello 3 ECHM) 3 Abilitato a trattare pazienti critici 4 Camere iperbariche multiposto 5 Rispetto “European Code of Good Practice for Hyperbaric Oxygen Therapy”
    5. 5. 100% O 2 a 2,8 bar 100% O 2 a 2,8 bar L-NAME (inibitore NOS) THOM, 2006 guanilato ciclasi NOS NO NO sangue cellula endoteliale cellula muscolo liscio Brubbak A.O.
    6. 6. Thom S. e al., J Appl Physiol 110:340-351, 22 feb 2011. β 2 integrina 0,1 -1 μ >1 μ
    7. 7. evidenza di livello 1 per animali e livello 2 per uomo Consensus Conference ECHM-ETRS, Ravenna 2006 x4 neo-angiogenesi
    8. 8. vasogenesi midollo spinale sangue OTI (NO) VEGF, SDF-1 mobilizzazione cellule staminali
    9. 9. % media di sopravvivenza innesti (composite graft) di 1.5 × 4.0 cm OTI controllo x 2,5 volte
    10. 10. indicazioni appropriate OTI Consiglio Superiore Sanità ‘98 <ul><li>Intossicazione da monossido di carbonio </li></ul><ul><li>Embolia gassosa arteriosa </li></ul><ul><li>Patologie da decompressione </li></ul><ul><li>Infezione necrosante progressiva tessuti molli </li></ul><ul><li>Ischemia traumatica acuta (fratture esposte) </li></ul><ul><li>Sindrome compartimentale </li></ul><ul><li>Ostemielite refrattaria cronica </li></ul><ul><li>Radiolesioni </li></ul><ul><li>Lembi cutanei e innesti compromessi </li></ul>
    11. 11. indicazioni appropriate per l’OTI Provincia di Bolzano <ul><li>ulcere arteriosclerotiche </li></ul><ul><li>piede diabetico </li></ul><ul><li>ulcere da trauma, agenti fisici, chimici </li></ul><ul><li>sordità improvvisa </li></ul><ul><li>necrosi ossea asettica </li></ul>www.simsi.org
    12. 12. P PERFUSIONE E ESTENSIONE D PROFONDITA’ I INFEZIONE S SENSIBILITA’ ULCERA ARTERIOSA primo livello ptcO 2 OTI 2,5 bar > 200 mmHg: successo 94% casi (Valore Predittivo Positivo 40-58%, accuratezza 75% )
    13. 13. ulcera arteriosa Toe Brachial Index Iperemia post-occlusiva (x NO) Test riscaldamento Riflesso posturale (VAR)
    14. 14. Ulcera ischemica: percorso ambulatoriale ABI < 0,45 pTcO 2 < 20 mmHg; ≥100 mmHg a 2,5 bar FiO 2 ≥ 0,9 LDF * : TBI < 0,2; test iperemia neg. dolore, segni ischemia ecocolordoppler angiografia angioTC rivascolarizzazione (bypass o angioplastica sec. TASC) legenda: ABI indice perfusione caviglia * LDF LaserDopplerFlussimetria TBI indice perfusione 1° dito piede Chirurgia vascolare Ulcera ischemica ABI > 0,45 pTcO 2 > 20 mmHg; LDF * : TBI > 0,2; test iperemia pos. deambulazione valida ambulatorio vulnologico fattori compromissione, pz non operabile OTI, prostanoidi, terapia antalgica angiologia x controllo Fisiatra (riabilitazione vascolare) Guarigione 4 settimane SI NO
    15. 15. 2009 2005-2007 L’amputazione maggiore costa 43% in più rispetto amputazione minore, nel primo anno (12.186 € vs 6871 €) amputazione - 50% media regionale
    16. 16. ulcera traumatica OTI azione sistemica : riduce livello amputazione TPN azione locale : accelera la riparazione
    17. 17. OTI riduce re-stenosi Sharifi M . Am J cardiol 93:1533-1535 (2004) F. Mascoli, FE 2010 OTI (n=24) controllo (n=37) significatività morte, IMA, angina 1 13 0,001 PTA < 8m 0 8 <0,003 9 sedute di OTI
    18. 18. percorso riparazione ulcere Centro iperbarico Ravenna terapia a pressione negativa (PICO S&N) ossigenoterapia iperbarica dopo 4 settimane innesti a isola di Wagenstein
    19. 19. www.iperbaricoravennablog.it grazie

    ×