Gesù 2.0

4,692 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
4,692
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
327
Actions
Shares
0
Downloads
134
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Gesù 2.0

  1. 2. Ambiente in cui visse Gesù Nascita Politico Religioso Socio-culturale Geografico Infanzia Vita pubblica Gesù pienamente ebreo Primi discepoli Miracoli Le Parabole Gli ultimi giorni La Resurrezione La Sindone Gesù Figlio di Dio Il Messaggio I Vangeli
  2. 3. Gesù nasce intorno all’anno “Zero” a Betlemme in Giudea, in una condizione di disagio (quella di un emigrante al quale viene negata ospitalità perché straniero e povero) La sua nascita era stata preannunciata dai profeti di Israele Isaia 52,13 e 53,1-12 Isaia 49,23 Michea 5,1-3 Daniele 9
  3. 4. <ul><li>L’ enigma di una stella </li></ul><ul><li>Non poteva trattarsi di una stella cometa perché in quel periodo non passavano stelle vicine alla terra </li></ul><ul><li>Potrebbe trattarsi di un fenomeno luminoso costituito dalla congiunzione di Giove e Saturno nella costellazione dei pesci. Questo fenomeno si è verificato molte volte e anche nell’anno 6-7 a. C. anno a cui si fa risalire la vera nascita di Gesù. </li></ul>
  4. 5. <ul><li>Gesù è pienamente ebreo : </li></ul><ul><li>viene circonciso l’ottavo giorno dopo la nascita </li></ul><ul><li>dodicenne si reca al tempio pregare </li></ul><ul><li>viene istruito dai maestri rabbinici del tempo e frequenta la sinagoga </li></ul><ul><li>conosce bene l’ebraico e le sacre scritture </li></ul>
  5. 6. <ul><li>Gesù non era ricco ma nemmeno poverissimo </li></ul><ul><li>Vive in una condizione media di vita </li></ul><ul><li>Esercita il mestiere di carpentiere (come suo padre) </li></ul><ul><li>Vive a Nazareth , una piccola cittadina della Galilea </li></ul>
  6. 7. Gesù Dio Gesù ha sempre detto ai suoi discepoli di essere Dio, come Dio. Per questo è stato ucciso, perché per gli ebrei era una bestemmia. Gesù ha sempre parlato di Dio come un padre e di se stesso come un figlio. Il suo compito era quello di morire per i peccati degli uomini. Un Dio che muore su una croce è ancora oggi uno scandalo per molte religioni.
  7. 8. <ul><li>Gesù Uomo -Dio: </li></ul><ul><li>Gesù non è un superuomo, soffre come tutti gli uomini </li></ul><ul><li>Prova la tentazione dei beni materiali, del potere e del successo. </li></ul><ul><li>Questo dimostra che Gesù è un uomo come gli altri </li></ul><ul><li>Ma anche che vince la tentazione </li></ul><ul><li>Per questo Gesù è un uomo LIBERO, cioè non schiavo di se stesso e della sua natura. </li></ul>
  8. 9. <ul><li>Soffre la fame , la sete, il sonno, la fatica, piange per un amico = aspetti tipici di ogni uomo </li></ul><ul><li>Si arrabbia contro la falsità e la ipocrisia dei farisei, contro il commercio nel tempio </li></ul><ul><li>Fa di ogni incontro una occasione per liberare le persone dalla loro condizione di miseria e di grettezza umana. </li></ul>
  9. 10. <ul><li>Gesù compassionevole : </li></ul><ul><li>Si interessa dei bambini, li accarezza e li bendice </li></ul><ul><li>Ha compassione per tutte le persone: quelle affamate e quelle sbandate (come pecore senza pastore) </li></ul><ul><li>Ha una parola di conforto per tutti e compie miracoli su ogni miseria umana (guarisce ciechi, paralitici, lebbrosi, indemoniati ecc..) </li></ul><ul><li>Leggi una giornata tipo di Gesù (Mc. 1, 21-33) </li></ul>
  10. 11. <ul><li>Gesù abolisce qualsiasi </li></ul><ul><li>discriminazione umana, qualsiasi forma </li></ul><ul><li>di razzismo: </li></ul><ul><li>mangia con i pubblicani e con le prostitute </li></ul><ul><li>questo gli procura tanti nemici tra i benpensanti </li></ul><ul><li>“ non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati” </li></ul><ul><li>predica la fratellanza universale </li></ul><ul><li>supera i rigori della legge ebraica se si tratta di mettere al centro il bene dell’uomo. </li></ul>
  11. 12. <ul><li>Allora Gesù è un rivoluzionaro??? </li></ul><ul><li>si ma la sua è una rivoluzione dei cuori, pacifica e non violenta </li></ul><ul><li>è la rivoluzione del modo di pensare e di agire </li></ul><ul><li>il mondo non cambia se prima non cambio il mio cuore </li></ul><ul><li>la sua rivoluzione è questa “chi vuol essere primo si faccia servo di tutti” </li></ul>
  12. 13. <ul><li>Le Parabole </li></ul><ul><li>Cosa sono le Parabole? Sono racconti presi dalla vita di tutti i giorni per spiegare in modo semplice i miteri di Dio. </li></ul><ul><li>Le Parabole si possono suddividere in: </li></ul><ul><li>Parabole del Regno </li></ul><ul><li>Parabole Morali (Ricco epulone, figliol prodigo) </li></ul><ul><li>Parabole sulla preghiera </li></ul><ul><li>Parabole escatologiche </li></ul><ul><li>Parabole che riguardano Gesù (seminatore, buon pastore) </li></ul>
  13. 14. <ul><li>Uno dei discorsi più belli e importanti di Gesù è quello delle Beatitudini (il discorso della montagna) </li></ul><ul><li>Sono 2 gli elementi importanti: </li></ul><ul><li>a) La beatitudine </li></ul><ul><li>b) Il Regno di Dio </li></ul><ul><li>Beatitudine significa Felicità. Gesù promette felicità a coloro che sono nella difficoltà e che nonostante questo si affidano a lui. </li></ul><ul><li>Coloro che vivono nella difficoltà sono i primi a far parte del Regno di Dio che Gesù ha iniziato sulla terra…. </li></ul>
  14. 15. i Miracoli I Miracoli tante volte sembrano essere motivo di fede, invece non è vero!! Dire “se Gesù ha compiuto miracoli allora ci credo, se non li ha compiuti non ci credo” è SBAGLIATO…. PERCHE’??? Gesù stesso lo dice nel Vangelo (Lc. 16, 19-31)
  15. 16. <ul><li>Comunque è inverosimile che i miracoli evangelici siano il prodotto della fantasia religiosa dei primi cristiani. Perché: </li></ul><ul><li>sono racconti molto antichi, presenti in tutti i testi del Nuovo Testamento e facevano già parte della tradizione orale </li></ul><ul><li>non vengono contestati dagli stessi ebrei del tempo di Gesù (almeno i fatti in se) </li></ul><ul><li>sono racconti sobrii, verosimili , semplici. </li></ul>
  16. 17. <ul><li>Il valore di Gesù non risiede nei miracoli, lui stesso evita di farli, il vero significato della vita di Gesù è nella sua morte e resurrezione </li></ul><ul><li>I miracoli raramente sono raccontati come episodi isolati, ma sono quasi sempre inseriti in un messaggio più ampio. </li></ul><ul><li>Ma i miracoli sono possibili allora? </li></ul>
  17. 18. Secondo una mentalità scientifica che deve dimostrare tutto e che non accetta ciò che non dimostra non sono possibili. Per i credenti invece che non si fermano davanti alle cose esteriori “scientifiche” ma cercano un significato più profondo allora il miracolo è possibile. Il Miracolo è sempre un fatto che segnala la presenza speciale di Dio. Pensare al miracolo ci fa subito pensare ad un gesto di amore , perché i miracoli sono gesti di amore.
  18. 19. <ul><li>Concludendo Gesù è un personaggio affascinante che vale la pena conoscere meglio. E’ affascinante per le cose che ha detto ma anche per come ha vissuto. </li></ul><ul><li>I suoi lineamenti tipici quali erano: </li></ul><ul><li>era attento alla sofferenza umana </li></ul><ul><li>era semplice e povero </li></ul><ul><li>amava i poveri , i malati, i peccatori </li></ul><ul><li>sapeva scrutare nei cuori e nei pensieri delle persone perché aveva un cuore puro </li></ul><ul><li>era un capo ma primaditutto un amico </li></ul><ul><li>parlava con autorità, con dolcezza, con libertà </li></ul>
  19. 20. <ul><li>Gli ultimi giorni della vita di Gesù </li></ul><ul><li>L’ingresso a Gerusalemme </li></ul><ul><li>L’ultima cena e la lavanda dei piedi </li></ul><ul><li>Il tradimento di Pietro </li></ul><ul><li>La condanna a morte e il rinnegamento di Pietro </li></ul><ul><li>La croce </li></ul><ul><li>Il sepolcro </li></ul><ul><li>La Resurrezione </li></ul><ul><li>Gesù appare ai discepoli </li></ul><ul><li>Gesù sale al cielo </li></ul>
  20. 21. 1) L’ingresso a Gerusalemme La domenica prima di Pasqua, Gesù arriva a Gerusalemme, c’è una gran folla che lo sta aspettando per proclamarlo Re. Tutti sventolano in segno di festa dei rami di palma. Ancora oggi i cristiani ricordano questo avvenimento la domenica delle Palme, quando in tutte le chiese viene consegnato un ramoscello di ulivo.
  21. 22. 2) L’ultima cena e la lavanda dei piedi Il giovedi prima della Pasqua Gesù compie un gesto particolare: prima di andare a cena lava i piedi ai suoi discepoli come segno di amicizia e di umiltà. Durante l’ultima cena Gesù spezza il pane e distribuisce il vino dicendo che quelli da ora in poi sarebbero stati il suo corpo e il suo sangue.
  22. 23. <ul><li>3) Il tradimento di Giuda e Gesù davanti a Pilato </li></ul><ul><li>Durante l’ultima cena Giuda tradisce Gesù, vendendolo per pochi denari. </li></ul><ul><li>Gesù con i suoi discepoli si reca nell’orto degli ulivi a pregare ma i discepoli si addormentano. </li></ul><ul><li>Gesù prega da solo il padre: </li></ul><ul><li>Nella sua preghiera chiede a Dio di allontanare da lui il calice amaro che sta per bere </li></ul><ul><li>Ma accetta la sua volontà </li></ul><ul><li>Gesù viene arrestato </li></ul>
  23. 24. 4) La condanna a morte e il rinnegamento di Pietro Gesù viene condotto prima davanti al Sinedrio che lo dichiara colpevole e poi davanti a Pilato che lascia scegliere alla folla. Quando Pilato presenta Gesù alla folla lo presenta così: Ecce homo!!
  24. 25. <ul><li>5) La croce </li></ul><ul><li>Il popolo chiede la crocifissione di Gesù = Pilato se ne lava le mani. </li></ul><ul><li>Gesù viene flagellato e poi condotto al Monte Golgota, caricato della sua croce. </li></ul><ul><li>Gesù muore sulla croce </li></ul><ul><li>che era la morte più ignominiosa </li></ul><ul><li>fuori da Gerusalemme </li></ul><ul><li>sotto la croce rimangono solo Maria, due amiche di Gesù e il discepolo prediletto. </li></ul>
  25. 26. <ul><li>Prima di morire succedono due cose: </li></ul><ul><li>Gesù viene di nuovo tentato di salvare se stesso </li></ul><ul><li>Gesù perdona coloro che lo hanno messo a morte </li></ul><ul><li>Gesù muore . </li></ul><ul><li>La sua storia finisce qui, la storia di un fallimento umano!!! </li></ul>
  26. 27. 6) Il sepolcro Gesù viene deposto dalla croce e messo in un sepolcro senza le necessarie cure perché ormai iniziava il giorno di sabato. Di solito il corpo del defunto veniva unto con olii aromatici e coperto di fasce. Tutti i discepoli sono dispersi, nessuno è rimasto con Gesù: solo Giovanni. Gesù rimane nel sepolcro due giorni. Il terzo giorno, la domenica, di buon mattino le donne si recano al sepolcro per ungere il corpo di Gesù, ma il corpo non c’è più.
  27. 28. 7) La Resurrezione Gesù è risorto come aveva detto. Sono state fatte 4 ipotesi sulla sparizione del corpo.
  28. 29. Alle donne che vanno al sepolcro appare un angelo: “…perché cercate tra i morti colui che è vivo. Gesù non è qui, è risorto e vi attende in Galilea…”. Sono parole sconvolgenti!!!
  29. 30. Le donne tornano di corsa dai discepoli, Pietro e Giovanni corrono subito al sepolcro ma lo trovano vuoto, trovano solo alcune bende per terra (forse la Sindone).
  30. 31. Nella tradizione orientale Gesù da morto scende all’inferno, apre le porte e prende per mano Adamo ed Eva per portarli in Paradiso.
  31. 32. 8) Gesù appare ai discepoli Dopo la Resurrezione i vangeli raccontano che Gesù appare più volte ai discepoli. La prima volta manca Tommaso , che al suo ritorno non crede a quanto hanno visto i suoi amici, ma Gesù farà toccare con mano a Tommaso i segni dei chiodi nel suo corpo. Gesù dice a Tommaso: “…perché mi hai visto hai creduto? Beati quelli che pur non avendo visto crederanno…”.
  32. 33. 9) Gesù sale al cielo Dopo essere apparso ai suoi discepoli per 40 giorni, Gesù finisce la sua avventura terrena. Dopo aver detto ai suoi discepoli che avrebbe mandato loro un consolatore e che sarebbe rimasto sempre con loro Gesù sale al cielo.
  33. 34. L’immagine dell’uomo della Sindone

×