Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Il social che fa per te

1,296 views

Published on

Scopri il social media più adatto per te nella storia edita da Class.

Published in: Social Media
  • Be the first to comment

Il social che fa per te

  1. 1. TWITTER instagram linkedin flickr facebook youtube reddit pintere stsnapchat Copertina Qual è (o quali sono) il social media che utilizza di più. E perché? Quale social media, invece, proprio non utilizzerà mai? Quali sono le tre app che usa di più? L’ultimo acquisto online? Lei è più Apple o Samsung, o altro? Tanti e di tutti i tipi. Praticamente su misura. Per lavorare e per coltivare amicizie, per divertirsi e per scambiarsi informazioni. Sono davvero tanti i social network a disposizione oltre al più diffuso, e a volte ingombrante, Facebook. In queste pagine Class ha analizzato e recensito i più importanti individuando per ognuno le caratteristiche, l’utilizzatore ideale ma anche i punti critici e le accortezze da adottare (indicate dal triangolo giallo). Perché scegliere il proprio social network di riferimento è oggi come scegliere un abito su misura: deve essere comodo, funzionale e rispecchiare la personalità di chi lo indossa. Ovvero, di chi lo utilizza. 1 3 5 2 4 come scegliere il social più adatto E tu quale Utilizzi? di Luca Conti 5 domande per un digi-identikit su misura Class gennaio / febbraio 201552
  2. 2. sempre in contatto FACEBOOK. È il social network generalista più popolare nel mondo con 1,3 miliardi di utenti. In Italia è usato da 28 milioni di persone per mantenersi in contatto con i propri amici. PER CHI. Strumento di relazione trasversale, usato dagli adolescenti e dagli ultrasessantenni, Facebook è la piattaforma ideale per restare in contatto con familiari e amici, da computer o smartphone. La possibilità di pubblicare testi, immagini, filmati, link a notizie, consente all’utente di esprimere la propria personalità e condividere i propri interessi. I contenuti pubblicati sono visibili a tutti,a meno che l’utente non modifichi le impostazioni relative alla privacy.Verificare chi può accedere. immagini alla portata di tutti INSTAGRAM. È un’applicazione per smartphone per pubblicare e condividere foto e brevi video di 15 secondi. Si possono seguire altri utenti e navigare tra le foto, con una ricerca per parola chiave. PER CHI. L’immediatezza di un’immagine rende Instagram un mezzo di espressione e di comunicazione semplice e alla portata di tutti. L’applicazione fornisce filtri e strumenti di foto ritocco, per pubblicare belle immagini senza essere un esperto di fotografia. Uno smartphone vecchio o poco potente potrebbe non essere in grado di far funzionare l’app, che richiede molte risorse. CONTROLLO I MARITI su facebook Né Facebook né altri social media. Da avvocato divorzista devo tutelare la mia privacy. Ma utilizzo le informazioni divulgate su Facebook come prova di relazioni extraconiugali o del tenore di vita. Sono tanti i mariti che pubblicano incautamente, commentandole, foto di viaggio, delle barche e delle frequentazioni; le donne sono più prudenti. Mai dire mai. Giustizia.it, app che mi dà notizie in tempo reale sullo stato delle mie cause in tutti i tribunali;WhatsApp, comodo per i messaggi, e Fuori Casello: visto che non amo mangiare in Autogrill, grazie a questa app posso sempre trovare ristorantini nelle vicinanze dei caselli autostradali. Mi capita spesso di acquistare libri online su Amazon. Sono decisamente Apple: un telefono intuitivo e con una bellissima grafica, se non fosse per la breve durata della batteria... Valeria De Vellis, avvocato le news dalla fonte TWITTER. È una agenzia di stampa personalizzata e globale, con cui è possible seguire in tempo reale personaggi e fonti di informazione, oltre a pubblicare messaggi di 140 caratteri, comprensivi di link o foto. PER CHI. Oltre la metà degli utenti non ha mai pubblicato un messaggio, ma usa Twitter per informarsi in tempo reale sull’attualità e sui propri interessi, seguendo le fonti preferite, tra testate giornalistiche, personaggi pubblici, aziende e organizzazioni. Gli altri partecipano, interagendo con altri utenti o commentando la tv in diretta. Capire il gergo di Twitter, tra retweet e hashtag, consente di comprenderne il funzionamento e sfruttarlo al meglio. 3 2 4 5 1 Class gennaio / febbraio 2015 53
  3. 3. scambiarsi foto con il timer un album per collezionisti uscire in città Instagram lo uso molto perché è veloce e divertente. In più, i filtri rendono belle foto altrimenti banali. Uso Twitter solo per aggiornarmi su argomenti specifici. Facebook non l’ho mai usato. Facebook. WhatsApp, Instagram, NBA per motivi professionali (la nostra società ha i diritti Tv per il Centro e Sudamerica) e ludici (sono tifosissimo dei Miami Heat). Regali per mia moglie. Apple! Snapchat. Applicazione di messaggistica fotografica, Snapchat consente di scattare una foto, inviarla a una lista di contatti e stabilire un intervallo di tempo oltre il quale la foto viene cancellata dal telefono degli amici e dalla app. PER CHI. Qualsiasi cosa pubblicata su internet resta. Snapchat nasce come alternativa, per condividere momenti privati della giornata nell’immediato, senza che questi rimangano online a tempo indeterminato. L’utente tipo è un adolescente che comunica con altri adolescenti, in reti chiuse, non accessibili ad estranei. Altre app consentono di salvare comunque una copia delle immagini ricevute. In tal caso, il mittente riceve una notifica da Snapchat. Pinterest. Una bacheca digitale dove raccogliere contenuti visuali dalla rete, come se fossero ritagli di giornali e riviste. Le immagini collezionate possono essere poi organizzate e categorizzate in album tematici, pubblici o privati. PER CHI. Pinterest ha un pubblico prevalentemente femminile, che lo Foursquare. Guida sociale geolocalizzata alla vita in città sulla base delle raccomandazioni degli utenti che li hanno provati e visitati. PER CHI. Il globetrotter trova qui le attività commerciali più vicine e la classifica in base alla valutazione degli utenti, includendo foto e commenti. I consigli sono affidabili solo in aree con un certo numero di utenti. usa per collezionare e condividere immagini relative, soprattutto, a moda, casa e cucina. Ogni immagine contiene un link al sito di origine, così da costituire un segnalibro visuale. Si può navigare tra i contenuti degli altri utenti e riprenderne alcuni tra i propri. In Italia il pubblico è limitato e le interazioni con la community ridotte. il curriculum cambia format LINKEDIN. Social network pensato per il mondo del lavoro, offre agli utenti un profilo equivalente a un curriculum vitae arricchito, con cui cercare lavoro, trovare clienti o reclutare candidati. PER CHI. Avere un profilo su LinkedIn consente a ogni lavoratore di creare un biglietto da visita e gestire la rete professionale dei propri contatti in maniera efficiente. Le aziende cercano informazioni online sui propri candidati e un profilo LinkedIn aiuta a rafforzare il proprio brand personale. Un profilo non basta. Per ottenere risultati concreti è necessario pubblicare contenuti che esprimano la propria competenza. CHE DIVERTIMENTO CON INSTAGRAM 1 2 3 4 Riccardo Silva, presidente e fondatore di MP&Silva, media company internazionale che commercializza diritti tv di eventi sportivi nel mondo. 5 Class gennaio / febbraio 201554
  4. 4. eventi live slide da professionisti Google+. Social network creato da Google per offrire una identità digitale (social layer) ai suoi utenti, trasversale su tutti i servizi dell’ecosistema Google, da YouTube alla ricerca, da Android ai documenti condivisi. PER CHI. Google+ offre un insieme di servizi pensato per il pubblico generalista. I suoi punti di forza sono la funzione di videoconferenza Hangouts, con la possibilità di trasmettere eventi live streaming, e la gestione evoluta di foto, con ritocco e backup dal telefono, gratuito e automatico. In chiave di personal branding, facilita l’indicizzazione su Google dei propri contenuti. Dopo aver aperto un profilo, in pochi sono veramente attivi e la community è prevalentemente composta da addicted. Slideshare. Piattaforma pensata per pubblicare online e condividere documenti e presentazioni PowerPoint, in forma pubblica o privata, e diffonderli su siti terzi e social network con un lettore dedicato. PER CHI. Marketing, leadership, tecnologia e istruzione sono le aree tematiche più ricche di contenuti pubblicati e condivisi sulla piattaforma. Un professionista in uno di questi ambiti, e non solo, può mettere a frutto SlideShare per farsi conoscere con contenuti di qualità, aggiornandosi e facendosi ispirare dai contenuti altrui. Perché il contenuto pubblicato riceva maggiore attenzione è bene inserire tutti i metadati possibili (titolo, descrizione, tag, categoria). tutti videomaker YouTube. La televisione su internet èYouTube. Gli utenti possono caricare video amatoriali in alta definizione, come i grandi network, e diffonderli online sui social network o sul proprio sito o blog, da pc o smartphone. PER CHI. I contenuti video sono i più ricercati su internet.YouTube consente di creare un canale video dove caricare filmati di qualsiasi lunghezza, per gli scopi più disparati: condividere momenti privati solo con gli amici, realizzare progetti artistici, fare informazione dal basso. Chi pubblica deve essere il titolare del copyright. Fare attenzione alla musica presente nel video, perchéYouTube potrebbe censurarlo per proteggere i diritti d’autore altrui. scatta e carica Flickr. Comunità di fotografi amatoriali in cui è possibile caricare, archiviare e condividere le proprie foto. Il servizio offre 1 TB di spazio gratuito per caricare immagini da smartphone e computer. PER CHI. È il servizio ideale dove archiviare e condividere online, alla massima risoluzione, tutti i propri lavori. La community comprende professionisti e amanti della fotografia. Una parte dell’archivio è condiviso con licenza Creative Commons che ne permette il riutilizzo legale. Flickr soffre la concorrenza di Instagram, dove le foto pubblicate sono più numerose. pago l’auto online Facebook: mi dà la possibilità di restare in contatto con amici e colleghi. Non capisco bene lo scopo di Twitter. WhatsApp. E poi app di mappe, perché sono sempre in viaggio, e di news, per tenermi informato. Acquisto poco online, ma utilizzo molto l’home banking, anche per acquistare l’auto. Mi sono convertito da poco ad Apple, dopo un furto in auto... Resto dell’idea che per lavoro il telefono più pratico sia il BlackBerry, ma con iPhone e MacBook puoi condividere i dati velocemente. 1 2 3 4 5 Andrea Oddone, consulente marketing alessandrorota Class gennaio / febbraio 2015
  5. 5. Copertina sofisticato e senza censura Reddit. Servizio di social networking e di informazione, pensato per condividere testi, notizie e link in gruppi tematici dove ogni utente può votare pro o contro ogni singolo contenuto, promuovendone (o meno) la diffusione e la popolarità. PER CHI. Reddit è un canale di informazione alternativo, dove gli utenti decidono collettivamente che cosa è più o meno rilevante, nelle varie aree tematiche di cui è composta la comunità. L’ambiente raccoglie un pubblico di utenti sofisticati, esperti della rete, anche se i contenuti sono prevalentemente ludici e leggeri. I contenuti pubblicati non sono filtrati, rendendo la community di fatto come un ambiente senza censura, nel bene e nel male. ecco come farsi un blog Wordpress. Piattaforma con cui creare un blog, facile da usare come un editor di testo e gratuito, per pubblicare contenuti online o gestire un proprio sito, dove raccogliere articoli, pensieri, link, immagini o video. PER CHI. Il 22% dei siti gira su WordPress. Un blog su questa piattaforma, personalizzabile nella grafica e nello stile, risponde alle esigenze di comunicazione personale quanto professionale, per gestire la propria identità digitale e la propria immagine in rete. A differenza degli altri strumenti, WordPress offre il controllo completo dei propri contenuti. Un utente non esperto potrebbe trovarlo a prima vista complicato. Per ottenere il massimo risultato è necessario un dominio e spazio web. in diretta con la silicon valley Quora. Servizio di domande e risposte, dove ogni utente può chiedere qualcosa e ottenere risposte, spesso competenti e argomentate, da altri membri della community. Il tutto è categorizzato e indicizzato per creare conoscenza condivisa. PER CHI. Su Quora è possibile avvalersi di esperti attraverso le risposte date a domande tecniche o comunque tematiche. Il patrimonio condiviso spazia sulle materie più disparate. Uno degli ambiti più ricchi è quello relativo alle start-up e all’imprenditoria nel mondo digitale, con la partecipazione del meglio della Silicon Valley. L’unica lingua ammessa è l’inglese. tweet aziendali Yammer. Sistema di messaggistica simile a Twitter, pensato per essere usato all’interno di un’azienda tra colleghi, per condividere in tempo reale informazioni, link, documenti, in una rete chiusa, sicura e privata. PER CHI.Yammer porta in azienda uno strumento di comunicazione immediata, veloce nell’aggiornamento, ma capace di conservare nel tempo tutti i contenuti condivisi dagli utenti. È necessario usare un indirizzo email con dominio aziendale e alcuni servizi sono a pagamento. LinkedIn: ha una parvenza di reale ambiente professionale, poi Trip Advisor (ma con signorile distacco). Al terzo posto Twitter (evidente; altrimenti questa risposta sarebbe twittata...). Il libro delle facce, sono un ragazzo timido... Google Maps, 3Bmeteo, MapMyRide (per la misurazione delle attività sportive). Hotel, hotel... Apple pentito, non ancora riconvertito, ma in rimuginante sospensione di giudizio. aggiorno le mie performance 1 2 3 4 5 Fabrizio Fornezza, director GFK Eurisko Class gennaio / febbraio 201556

×