Smart meeting brescia

498 views

Published on

presentazione agli smart meetings organizzati dal Comune di Brescia

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
498
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Smart meeting brescia

  1. 1. PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P. Il futuro dell’energia : l’Italia e l’Europa alla sfida dell’eccellenza Ufficio Smart City eUfficio Smart City e ProgrammProgramm Management Office PAESManagement Office PAES Ing. Pasquale CapezzutoIng. Pasquale Capezzuto Coordinatore del programma Bari Smart CityCoordinatore del programma Bari Smart City Energy ManagerEnergy Manager Smart Bari: aSmart Bari: a Mediterranean,sustainable,Mediterranean,sustainable, dynamic inclusive and creative citydynamic inclusive and creative city for our sonsfor our sons SmartSmart EnergyEnergy
  2. 2. Visione comune dello sviluppo delle Citta’ Europee Il ruolo chiave delle città nello sviluppo sostenibile dell'Unione europea Il modello europeo di sviluppo urbano sostenibile è in pericolo : • invecchiamento della popolazione, fenomeni di suburbanizzazione, disoccupazione, disparità di reddito , disparita’ di condizioni di vita , difficoltà o incapacità ad accedere ad alcuni servizi (sanità, trasporti, TIC), polarizzazione sociale e segregazione sociale, sviluppo di "sottoculture" chiuse, espansione urbana incontrollata , servizi pubblici più costosi e difficili da garantire, sfruttamento delle risorse naturali , reti di trasporti pubblici insufficienti , ecosistemi urbani sotto pressione . Per rendere le città “verdi e sane” non basta ridurre le emissioni di CO2 : per le questioni riguardanti l'ambiente e l'energia occorre adottare un approccio globale, in quanto le diverse componenti dell'ecosistema naturale sono strettamente legate alle componenti del sistema sociale, economico, culturale e politico della città. Le città del futuro devono adottare un modello globale di sviluppo urbano sostenibile (Lipsia) e prevedere un risanamento urbano integrato ( Toledo). LeLe Citta’Citta’ del Futurodel Futuro Sostenibilita’Sostenibilita’ dei sistemi urbanidei sistemi urbani
  3. 3. Citta’ , luoghi di rigenerazione verde, ecologica ed ambientale Green and healthy City : approccio olistico ai problemi ambientali ed energetici Modelli di consumo sostenibile Retrofit graduale in resilienza delle citta’ costruite Edifici a basso consumo di combutibili fossili . Principio di sussidiarieta’ energetica : i bassi fabbisogni energetici saranno coperti da fonti di produzione di energia locale , le reti intelligenti garantiranno soluzioni decentralizzate. Attrattivita’ degli spazi urbani Competitivita’ economica e crescita , hubs di reti globali . Tecnologie per favorire intelligenza collettiva ed innovazione . Pianificazione strategica e nuovi modelli di governance multilivello. LeLe Citta’Citta’ del futurodel futuro
  4. 4. Citta’Citta’ agileagile Smartness ed agilita’ (Russel) sono prerequisiti per lower carbon and more liveable cities. Visione evolutiva dei sistemi urbani: i cittadini, con le loro necessità, le loro ambizioni ed aspirazioni di dare un futuro migliore ai loro figli definiscono le priorità d’intervento condizionando le scelte operative e determinano le modalità di attuazione del programma Si monitorano tutte le dimensioni dello sviluppo urbano fondendo le esigenze ambientali con quelle socio-economiche per creare un unico sistema agile capace di adattarsi nel tempo non solo ai cambiamenti climatici ma anche ai mutamenti della società causati dall’attuale crisi economica . Le città agili sono rappresentate come un sistema integrato e interoperabile capace di adattarsi alle nuove esigenze di abitabilità e mobilità proponendo soluzioni progettuali flessibili in grado di produrre contesti urbani resilienti ai grandi mutamenti dell’ambiente. Governance permeabile alle richieste ed esigenze dei cittadini
  5. 5. L’Energia nel futuro delle nostreL’Energia nel futuro delle nostre Citta’Citta’ I.E.A. : aumento di energia primaria a livello mondiale del 40% tra il 1980 e il 2010 con una tendenza destinata a confermarsi anche nel ventennio che ci porterà al 2030 . Il 40% della crescita della domanda totale di energia da qui al 2035 sarà soddisfatto con le rinnovabili. Ma i consumi aumenteranno di un terzo e le fossili continueranno a fornire il 76% del fabbisogno energetico, spingendo il mondo verso un aumento di temperatura di 3,6 °C rispetto ai livelli preindustriali.
  6. 6. WorldWorld energyenergy issuesissues
  7. 7. In quale modo la città interagisce con la produzione, la trasmissione e l'uso dell'energia? Approccio socio-ecologico , sostenibilita’ urbana , ecosistema urbano Approccio metabolico, basato sulla misurazione e sulla valutazione dei flussi in entrata ed in uscita da un distretto urbano, dei cicli energetici ed ambientali . Metabolismo urbanoMetabolismo urbano energia Materiali e risorse Acqua Mobilita’ Informa zioni rifiuti Regolazione del Metabolismo urbanoRegolazione del Metabolismo urbano the goals of EU climate and energy policy should be to reduce energy consumption, increase energy independence and shift from fossil-based to renewable energy sources. Green Paper on Framing 2030 Climate and Energy Policy, 2014
  8. 8. Nel contesto europeo l’attenzione è stata rivolta soprattutto alle connessioni tra la dimensione ambientale, sociale ed economica dei sistemi urbani ed alle loro possibili sinergie, come dimostrato da documenti di indirizzo politico ed economico elaborati dall'Unione Europea : “The European Strategic Energy Technology Plan, Towards a low-carbon future” (COM(2007) 723 final) “Smart Cities and Communities – European Innovation Partnership”, (C(2012) 470 1 final). Le politiche, le strategie e le azioni rivolte alla creazione e valorizzazione di questi nessi urbani sono state definite sotto l’accezione di “smart”, sottolineando in questo modo anche l’importanza della dimensione comunicativa nel percorso verso la sostenibilità. Sostenibilita’Sostenibilita’ dei sistemi energetici urbanidei sistemi energetici urbani Nascita e evoluzione del concetto di Smart City, ossia una città intelligente per una maggiore qualità della vita
  9. 9. L'approccio metabolico alla sostenibilità urbana integrato con le tecnologie dell'informazione e della comunicazione costituisce un’ utile piattaforma nella costruzione delle cosiddette "Smart Cities". Il concetto di Smart Cities costituisce oggi il concetto più avanzato di Città Sostenibile, in questa strategia la disponibilità e la qualità della comunicazione del sapere e del capitale sociale ed intellettuale vengono considerati prioritari. Il processo di trasformazione verso la sostenibilità viene attuato attraverso la creazione di sinergie con i campi della comunicazione, della mobilità, dell'ambiente e dell'efficienza energetica, con grande attenzione per le connessioni esistenti tra questi settori, la ricerca e l'impresa. Ecosistema urbanoEcosistema urbano Citta’ come Sistema complesso olistico interconnesso
  10. 10. Le Città sono il luogo privilegiato per la transizione verso modelli di vita, di organizzazione sociale e di consumo più equi e sostenibili (Suzuki 2010, Newman 2008). “European Innovation Partnership on Smart Cities & Communities seeks to accelerate the industrial-scale roll-out of smart city solutions integrating technologies from Energy, Transport and Information and Communication Technologies …“ Trasformazione dei sistemi energetici : Per una maggiore sostenibilità nella produzione e nell'uso dell'energia occorre affiancare obiettivi di resilienza, in modo da rendere i sistemi energetici adattabili al modificarsi della domanda e dell’offerta. La flessibilità è un altro dei criteri su cui basare la pianificazione dei sistemi energetici urbani, che si può conseguire attraverso un sistema energetico più distribuito, tipico delle energie rinnovabili, e l’interconnessione e la diversificazione energetica. La diversificazione delle fonti L'utilizzo delle fonti rinnovabili , per requisiti di disponibilità, economicità e affidabilità (Valentine 2011), non garantisce, di per sé, né la sostenibilità del sistema energetico né la sua resilienza . European Innovation PartnershipEuropean Innovation Partnership on Smart Cities and Communitieson Smart Cities and Communities
  11. 11. Costante e sostenuto aumento dell’efficienza in tutti i settori , leggera tendenza all’aumento dei consumi (dati EEA 2012). Si può dunque dedurre che se l’obiettivo è la diminuzione dei consumi energetici non è l’aumento della sola efficienza energetica che può garantire il risultato ! Tema non solo della sostenibilità dell’edificio ma soprattutto della sostenibilità a scala urbana, in particolare del distretto in quanto ambito attuativo di ogni processo di trasformazione. Scalabilita’ Indicatore di sostenibilita’ dei quartieri : sostenibilità energetica, una sostenibilità che è quindi data dalla sintesi tra bassi consumi, efficienza, rinnovabilità e sussidiarietà energetica e che si traduce in impatti ridotti per i territori esterni al distretto stesso. Sostenibilita’Sostenibilita’ a scala urbanaa scala urbana Citta’ Quartiere Edificio
  12. 12. Come fare? Politiche energetichePolitiche energetiche sostenibili EUsostenibili EU
  13. 13. Indici diIndici di sostenibilita’sostenibilita’ del sistemadel sistema energeticoenergetico Città Digitale 2.0 ITALY 28” / 69 - 34 - 24 ITALIA 49 postoITALIA 49 posto ultima in Europaultima in Europa
  14. 14. EU energy goalsEU energy goals Security of Supply Affordability and Competitiveness Environmental Sustainability L’efficienza energetica e’ il key driver per la risoluzione del trilemma, perché può garantire un sistema energetico meno esposto ai rischi e alla volatilità che la crescita economica globale inevitabilmente determina e può contribuire alla riduzione di emissioni di CO2 e inquinanti locali per una crescita sostenibile.
  15. 15. “EU“EU BuildingsBuildings sectorsector”” New buildings 1-1,5% /y Refurbishment 1-2% /y 1.000.000 buildings Cost-effective energy savings potential: 30 % in 2020 40 % of EU’s energy use and 36 % of EU’s CO2 emissions
  16. 16. StrategiaStrategia europeaeuropea al 2030al 2030 -- 20502050 - 40% CO2 RISPETTO AL 1990 + 27% F.E.R. + 25% ENERGY EFFICIENCY - 80% -95 % CO2 + 55% F.E.R. + 41% ENERGY EFFICIENCY
  17. 17. il Consiglio europeo ha convenuto con l'obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra, dei Paesi industrializzati, del 80- 95% nel 2050 rispetto alle emissioni del 1990, ... “ (DG CLIMA, 03/2010) Higher energy efficiency in new and existing buildings is key. Nearly zero energy buildings Products and appliances will have to fulfil highest energy efficiency standards. In transport, efficient vehicles and incentives for behavioural change are required. Consumers will gain with more controllable and predictable energy bills. With smart meters and smart technologies such as home automation, consumers will get more influence on their own consumption patterns. Significant efficiency can be achieved with action on energy use related resources such as recycling, lean manufacturing and prolonging product time life. Higher share of renewable energy . Renewable heating and cooling. StrategiaStrategia europea al 2050europea al 2050
  18. 18. 2002/91/CE 2006/32/CE 2009/28/CE 2009/29/CE 2010/32/UE 2012/27/UE A fronte di questo corpus legislativo come e’ lo stato dell’arte dell’uso efficiente e sostenibile dell’energia? Consapevolezza dell’uso efficiente dell’energia negli utenti Modello centralizzato di produzione dell’energia Diversificazione delle fonti e dipendenza energetica Il Mercato dell’energia ed il prezzo dell’energia Sviluppo F.E.R. Iniziative locali di efficienza e protezione dal climate changes – citta’ resilienti Assenza di politiche energetiche e di figure che gestiscono le politiche energetiche Situazione dei consumi energetici del parco edilizio urbano Politiche energetiche in Europa ed in ItaliaPolitiche energetiche in Europa ed in Italia Politiche per il Clima Politiche Energetiche Energy Efficiency Plan 2011 Strategia sui cambiamenti climatici Sicurezza dell’approvigionamento Competitivita’ Sostenibilita’
  19. 19. Rispetto all’obiettivo posto al 2020 dalla Strategia Energetica Nazionale per il periodo 2011-2020 ( -24%) , i risparmi energetici conseguiti nel 2011 e 2012 sono pari a circa 25.000 GWh/anno, equivalenti a circa il 14% dell’obiettivo finale . green growth : Incentivi , puntare sui consumi o sui posti di lavoro? Calo della domanda di energia primaria -4,3% rispetto al 2011 livello stabile dei consumi finali nel settore civile (-0,4%) rispetto al 2005 , Nel residenziale +0,3% nel 2011 rispetto al 2010 , crescita nel settore non residenziale.. Politiche energetiche in ItaliaPolitiche energetiche in Italia
  20. 20. Politiche locali per iPolitiche locali per i climateclimate changeschanges andand energyenergy efficiencyefficiency La pianificazione urbanaLa pianificazione urbana Sviluppo urbano sostenibile, riduzione sprawl , uso efficiente della risorsa suolo e del patrimonio costruito esistente. Possibilità di progettare edifici ecoefficienti. Organizzazione della mobilità (città mista vs città specializzata) Possibilità di mobilità alternativa mediante la progettazione dello spazio Creazione di infrastrutture urbane di riscaldamento e raffrescamento. Regolamentazione e armonizzazione dell’uso dei sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili Cambiamento culturale nei City Users . Coordinare Efficienza Energetica con Politiche di mitigazione, adattamento e resilienza.
  21. 21. ENTE LOCALE Governance energetica Quadro conoscitivo Big Data energetici Azioni e strumenti Politica energetica P.E.A.C. GESTORE REGOLATORE PROMOTORE Ruolo dell’Ente locale nella gestione delle risorse energetiche e del metabolismo urbano per promuovere la transizione energetica CONSUMER PRODUCER P.A.E.S. Smart City Regolamento edilizio
  22. 22. Politica Energetica Municipal Energy Management Piano Energetico Comunale D.S.O Bilancio energetico della Citta’ - Contabilita’ energetica della Citta’ Baseline emissioni di CO2 per la costruzione del P.A.E.S. As producer and consumer : - Energy efficiency in the demand side. - Energy efficiency in the supply side. -Possibilities for utilization of alternative energy sources and fuels -Possibilities for utilization of RES . As regulator and motivator : - Encouragement of energy efficiency measures implementation by local norms and regulations development. - Encouragement of energy efficiency and utilization of RES by adequate local taxes and fees. - Development and implementation of local energy efficiency and RES incentive programmes. I dati ENERGETICI aggregati La gestione della Rete PLAYERS ENERGY POLICY
  23. 23. Pianificazione sostenibile dellaPianificazione sostenibile della Citta’Citta’ SustainabaleSustainabale EnergyEnergy ActionAction PlanPlan Edifici sostenibili Mobilita’ sostenibile PubblicaPubblica Amministrazione Energie rinnovabili Rifiuti e risorse idriche Smart grids/infrastrutture Education / behavioural change I.T.C./T.L.C. Le microcitta’
  24. 24. Energy in SmartEnergy in Smart citiescities Visione integrata Governance energetica della Citta’ , Politica energetica locale Produzione distribuita , R.E.S. , Smart Grids , Nuove tecnologie Gestione dell’energia negli usi finali , Nuovi standard, Regolazione Riqualificazione energetica e rigenerazione urbana, Urbanistica Modelli finanziari per l’efficientamento Strumenti di censimento , monitoraggio e mapping Behavior Improvement , energy awareness Risorse professionali , Energy Managers, E.S.Co. Tecnologia , soluzioni tecniche standardizzate
  25. 25. Visione integrata Sistema Citta’ Ambiti diAmbiti di smartnesssmartness Arch. A Filomeno Smart City Plan P.U.G.T. P.P.- P.E. P.U.M. P.U.M.S. P.U.G. S.E.A.P. Integrazione Pianificazioni FORUM ITALIA CHINA 2013 Italian Member City Advisory Board
  26. 26. Innovazione Sistemi UrbaniInnovazione Sistemi Urbani Chi gestisce la politica energetica?Chi gestisce la politica energetica? Chi gestisce la Smart City ?Chi gestisce la Smart City ? EnergyEnergy managersmanagers nominati ,nominati , E.G.E.E.G.E. Smart CitySmart City designersdesigners Visione integrataVisione integrata Scouting e screening migliori soluzioni tecnologiche convenienti - effectiveness Soluzioni che contribuiscono piu’piu’ velocementevelocemente ee concon maggioremaggiore intensintensita’ alla riduzione della CO2 Soluzioni killer Nomine Energy Managers Efficient Building”, “Distributed Generation and Storage” e “Transportation” possono ridurre direttamente e significativamente le emissioni di CO2“ ICT & TLC”, “Education & Communication” e “Waste & Water” portano a riduzioni piu’ basse ed indirette di CO2
  27. 27. Innovazione dei sistemi energInnovazione dei sistemi energeticietici Gas smart grids Reti intelligenti o Smart Grids come fattorifattori abilitantiabilitanti per l’integrazione delle fonti rinnovabili in un sistema di generazione distribuita e dell'efficienza energetica in diversi usi finali (edilizia, mobilità, servizi energetici), della coscienza energetica e per la connessione dei cittadini . Le Smart Grid come abilitatrici dell’efficienza energetica smart distribution networks smart grids smart transmission networks smart power generation and storage smart buildings smart mobility
  28. 28. “Better Buildings” Mix ottimale di soluzioni tecniche InterventiInterventi puntali :puntali : EfficientamentoEfficientamento Edifici privati eEdifici privati e pubblicipubblici InterventiInterventi a scala di blocco,a scala di blocco, distretto o quartieredistretto o quartiere Innovazione dei sistemi energeticiInnovazione dei sistemi energetici Nuovi edificiNuovi edifici NearlyNearly zerozero energyenergy Edifici esistentiEdifici esistenti RiqualificazioneRiqualificazione costcost--effectiveeffective StrumentazioniStrumentazioni finanziarie :finanziarie : E.P.C.E.P.C.,, P.P.P.P.P.P. Figure:Figure: Energy Managers,Energy Managers, EnergyEnergy AuditorsAuditors Imprese greenImprese green
  29. 29. Remote Energy ManagementRemote Energy Management UrbanUrban ControlControl CenterCenter Sistema elettrico per la gestione della generazione distribuita , telecontrollabile , con tecniche di storage e mobilita’ elettrica Nuovi servizi agli utenti : active demand , aggregator Distretti energetici : ICT per diagnostica ed ottimizzazione di reti di edifici Strategie di intervento per l’utilizzo delle fonti rinnovabili e per l’efficientamento energetico del parco edilizio esistente e delle nuove edificazioni. Soluzioni di building automation. Energy Controllers multivettore : Energy Box (smart info) e B.E.M.S. , Sensoristica intelligente e a basso costo. Sensoristica su sistemi mobili Smart objects Service Hub ( gestore ed aggregator ) per diagnostica , statistica , servizi, attuazione modifica assetto energetico di edificio/quartiere . Network Intelligence al District Level 33.400.156,00 Euro SMAU Premio Smart City 2013 Centro di ricerca b.t. Show Room Energia
  30. 30. EcoEco--distretto sostenibiledistretto sostenibile Self sufficient blocksSelf sufficient blocks Vauban Friburgo Solo ecobuildings circondati da quartieri poco efficienti? Ottimizzare un intero quartiere in modo completamente integrato, estendendo il sistema di gestione dell’energia a tutti gli edifici, permette ulteriori risparmi significativi La visione integrata del distretto energetico permette di agire su: • minimizzazione dei consumi delle singole utenze • produzione locale ed economica dell’energia • razionalizzazione logistico-energetica dei trasporti • micro grids elettriche termiche ed informatiche • uso razionale ed integrato delle risorse • mobilita’ sostenibile • partecipazione dei cittadini • servizi ICT smart
  31. 31. Smart HomeSmart Home Smart metering Smart info Gestione del consumo e della produzione di energia in tempo reale Stimolo a sincronizzare produzione e consumo Il Prosumer puo’ sfruttare dati sulle tariffe, gestire i propri carichi , ricevere segnali di costo e scegliere le tariffe: active demand servizi di rete Il consumatore finale è parte della soluzione: • E’ partecipante attivo della Smart Grid • Può produrre, accumulare e consumare energia in modo intelligente • E’ in grado di interagire con la rete per uno scambio di servizi Aggregatore  Sensore multiplo (temperatura, umidità, qualità dell'aria)  Energy Box + 1 router WiFi/3G  Tablet  Smart Info (consumi elettrici)  Sensore consumi acqua  Sensore consumi gas
  32. 32. UrbanUrban ControlControl CenterCenter SmartSmart meteringmetering -- Consapevolezza dei consumiConsapevolezza dei consumi Piattaforma interoperabile di acquisizione dei dati energetici della Citta’ Misurazione dei parametri e dei consumi energetici della Citta’ e dei cittadini . Energy Mapping : invio automatico dei Big Data da parte delle utilities della Citta’ Open data per gli stakeholders Sperimentazione “Contatori 'intelligenti', in grado di telegestire contemporaneamente la fornitura di gas, luce ed acqua, e di dare informazioni sull'efficienza e sul risparmio energetico. Infrastruttura di comunicazione Messa a disposizione al cliente finale di soluzioni innovative per la fornitura di servizi informativi relativi all’efficienza energetica, quali ad esempio check-up energetico, consigli su riduzione dei consumi per il tramite di canali innovativi (applicazioni per smartphone, Smart TV, sms etc ).
  33. 33. SenseableSenseable CityCity Connessione cittadiniConnessione cittadini –– Citta’Citta’ Urban ControlUrban Control CenterCenter DATI PROPOSTE City Users come sensori Motore di intelligenza dell’Amministrazione locale, laddove si esprimono il governo e la pianificazione di un sistema urbano. Servizi Smart per vivere meglio e-health e-tourism e- government e-ticketing infomobilita’ e-metering Infrastruttura di interazione urbana Informazioni Decisioni intelligenti Informazioni City Users Informati decisioni consapevoli Real time cityReal time city
  34. 34. 34 LaLa GovernanceGovernance -- UrbanUrban Command CenterCommand Center Urban Control Center ESCO Cittadino Energy Manager della città Utilities Dati sulla sicurezza Decision Makers Partecipazione e collaborazione Trasparenza dati ambientali pubblici Adesione alle piano PAES 2020 Decisioni su investimenti ed incentivi Monitoraggio KPI energetici Controllo CO2 Mappa energetica Citta’ 3D map Gas, acqua, rifiuti, energia Decisioni su investimenti ed incentivi Politica energetica Dati Catastali Catasto energetico Indicatori BES Ambientali Dati aggregati consumi energetici KPI e OpenData KPI, events allarmi edifici pubblici Dati meteo Dati climatologici Consumi elettrici Produzione Energia FER Monbilità elettrica Inquinamento ambientale Monitoraggio remoto tempo-reale (variabili, stati, allarmi)  “Operations dashboard” per integrare i dati: report sintetici, confronti, analisi mirate, correlazioni tra variabili  Supporto alle decisioni; interventi automatici Dati traffico ed emissioni inquinanti Dati sul territorio Indicatori Strategici S.I.T.
  35. 35. CityCity energyenergy mappingmapping IBM CORPORATION OperatingOperating K.P.I.K.P.I. Pro-capite energy consumption Electric energy consumtion for home users Energy consmtion of gas Muncipal users consumptions Energy supplies by F.E.R. Installed power by F.E.R. …………………………….. StrategicStrategic K.P.I.K.P.I. Co2 emissions in city Primary consumption energy environment mobilitymeteo Crtitical events
  36. 36. 12 dimensioni 134 indicatori Sistema di monitoraggio P.A.E.S.Sistema di monitoraggio P.A.E.S. Urban Control Center Cruscotto di indicatori per misurare gli indicatori strategici Cambio di paradigma : partecipazione al processoCambio di paradigma : partecipazione al processo
  37. 37. P.O.S. Energia e Sicurezza degli Impianti Program Management Office SEAP Ufficio Bari SMART CITY www.barismartcity.it info@barismartcity paes@comune.bari.it

×