Giornalino Comitato Iscritti CGIL Sanità

453 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
453
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Giornalino Comitato Iscritti CGIL Sanità

  1. 1. 01 MAGGIO 2012 Il FARO in corsia el pueblo unido jamás será vencido! Informazione del Comitato Iscritti FP Sanità CGIL Forlì Tecnico è una fregatura. Buon Lavoro!!La prima volta che ho scritto sul “giornalino” della CGIL Sanità, l’ho fatto molti anni La RSU è stata eletta!fa, per condividere e confrontare la mia esperienza di lavoratrice all’interno I nostri dipendenti eletti nella lista CGIL sono:dell’azienda, con quella dei molti colleghi, appartenenti anche ad altri profili sanitari.Ricordo che parlai di come mio padre, allora operaio metalmeccanico, attraverso la suapartecipazione politica nel sindacato, riuscì a trasmettermi il senso di giustizia e“lotta”per i diritti di tutti i lavoratori. OLIVI ROBERTORicordo gli scioperi e i picchetti fuori dalla fabbrica, faticosi da sostenere per chi avevafamiglia, ricordo la rabbia legata all’impotenza di uno stipendio misero e insufficientea garantire una vita dignitosa. CAMPANA FABIORicordo la fiducia nel sindacato, nell’impegno a sostenerlo, nella convinzione che latessera presa fosse una garanzia di “assunzione”di persone esperte nel trattare iproblemi dei lavoratori con i “padroni”, con il governo. PASINI PAOLOIl sindacato nasce e vive come espressione di questo.E’ la voce di un popolo che deve essere tutelato, che produce, che consuma, cherappresenta la trama della rete sociale, non il contenitore dove attingere, ogni qualvolta MILANESI JONNIsi ha bisogno di porre rimedio ad errori politici.La storia è scritta e non si può ridurre alla bugia di chi riesce a coprire, con il propriopotere la verità. CAMPORESI MARCOPurtroppo noi italiani, sembriamo non avere memoria storica e dimenticarevelocemente gli avvenimenti, forse perché la confusione perpetrata dai nostri politici,viene infusa senza ritegno, utilizzando strumenti mediatici che dovrebbero essere LONGO ROBERTINOpubblici e non di proprietà di chi ci governa.Così oggi le conquiste ottenute, grazie anche a mio padre e a tutti quegli uomini che lehanno “sudate”, vengono vanificate da errori di valutazione politica, da abusi di potere, MARCHIONNI MAUROda partecipazioni e omissioni alla verità, da vergognosi balletti degni della più scadentetelenovela.Mi sento derubata, senza peraltro aver protestato, in nome della salvezza economica del GUIDUZZI EMANUELAmio paese (quindi anche un po’ fessa). La riforma delle pensioni, del Governo Monti, vanto dichiarato in giro per lEuropa,ottenuta senza neanche unora di sciopero, senza nessuna protesta da parte dei sindacati ANDRINI MASSIMOè il furto meglio riuscito che io ricordo; furto legalizzato. In pratica il quadro che si profila per questo Paese è di avere un futuro di pensionati in Un immenso grazie e un augurio di Buon Lavoro a tutti!!miseria, perché comunque i rendimenti delle pensioni saranno in ogni campo più basse.Un Paese di persone senza lavoro, e questo creerà delle tensioni sociali inimmaginabili.Si legge dell’esodo di 350 mila che rimangono senza lavoro e senza pensione….non siera previsto, il calcolo iniziale risultava su una cifra di circa 50 mila lavoratori.Che strana questa cosa; se il lavoratore “sbaglia” rimane a casa e il suo stipendio, inmedia, si aggira attorno ai 1500/2000 euro mensili, diciamo per i più fortunati. Se sbaglia uno che di stipendio prende al mese quello che in un mese, guadagnano 50o più lavoratori, perché non è punibile legalmente?Perché non viene licenziato, ma premiato mandandolo in pensione con una fortuna alleCayman?Questo Governo tecnico salva l’Italia dal fallimento, ora…..e domani chi salverà gliItaliani? Simona Rossi Funzione Pubblica Via Pelacano 7-47122- Forlì - Tel.0543/453711- Fax.0543/453770 - www.cgilfo.com Cod. Fisc. 92042050408
  2. 2. Cosa stiamo facendo.... Abbiamo predisposto incontri settimanali nei vari presidi. Il responsabile CGIL FP SANITA’ Roberto Severi sarà presente nei luoghi indicati nella tabella sottostante dalle 9,00 alle ore 13,00 circa e sarà accompagnato da un delegato RSU o del Comitato Iscritti. Contattatelo al cell: 348-2209352 per un appuntamento! 1. MERCOLEDI 2 MAGGIO OSPEDALE SANTA SOFIA(Robertino Longo RSU) 2. MERCOLEDI9 MAGGIO SERT E VIA COLOMBO (Cinzia Novaga - Comitato Iscritti CGIL) 3. MERCOLEDI16 MAGGIO OSPEDALE PIERANTONI (Massimo Andrini RSU) 4. MERCOLEDI23 MAGGIO OSPEDALE FORLIMPOPOLI-IRST (Mauro Marchionni RSU) 5. MERCOLEDI 30MAGGIO VIA OBERDAN E CORSO DELLA REPUBBLICA (Jonni Milanesi RSU) E’ stata aperta la pagina FACEBOOK della Funzione Pubblica CGIL di Forlì, chi è interessato a notizie, comunicati ecc. Può accedere al proprio profilo e ricercare FP CGIL FORLI’Segretaria Generale FP Forlì Responsabile FP Sanità: Dealma Mengozzi Roberto Severi La Segreteria: Il Direttivo: DEALMA MENGOZZI AGNOLETTI CATIA GALANO MARIASOLE OLIVI ROBERTO ZAMMARCHI ELENA DI SANTO ALESSANDRA BARTOLETTI OSCAR GHETTI FIORENZO PADOVANI LUCA ZANNOLI ENRICA PADOVANI LUCA BATANI LORENA GIORGETTI GLAUCO PIOVACCARI MIRELLA AVANTAGGIATO DANIELA RIVALTA RENZO CAMPANA FABIO GRASSI VINCENZO PIOVACCARI STEFANIA CORZANI RENZO ZAMMARCHI ELENA CONSALVO CONCITA GUIDUZZI EMANUELA PRATI LORETTA DEALMA MENGOZZI DI BARTOLO GIOVANNA IADICICCO CARMELA RIVALTA RENZO SEVERI ROBERTO DI SANTO ALESSANDRA LAMBRUSCHI ANNAROSA SACCHETTI MARINELLA ERCOLANI ROBERTA MERCURIALI ROBERTA SACCONE MARIA LUCIA
  3. 3. I Remember di PieroIl 1° maggio nasce il 20 luglio 1889, a Parigi, durante il congresso della Seconda Internazionale, riunito in quei giorni nella capitalefrancese : "Una grande manifestazione sarà organizzata per una data stabilita, in modo che simultaneamente in tutti i paesi e in tutte le città, nello stesso giorno, i lavoratori chiederanno alle pubbliche autorità di ridurre per legge la giornata lavorativa a otto ore e di mandare ad effetto le altre risoluzioni del Congresso di Parigi". Poi, quando si passa a decidere sulla data, la scelta cade sul 1 maggio. Una scelta simbolica in memoria di una grande manifestazione operaia svoltasi a Chicago, tre anni prima e che era stata repressa nel sangue. Man mano che ci si avvicina al 1 maggio 1890 le organizzazioni dei lavoratori intensificano lopera di sensibilizzazione di quellappuntamento. "Lavoratori - si legge in un volantino - ricordatevi il 1 maggio di far festa. In quel giorno gli operai di tutto il mondo, coscienti dei loro diritti, lasceranno il lavoro per provare ai padroni che, malgrado la distanza e la differenza di nazionalità, di razza e di linguaggio, i proletari sono tutti concordi nel voler migliorare la propria sorte e conquistare di fronte agli oziosi il posto che è dovuto a chi lavora. Viva la rivoluzione sociale! Viva lInternazionale!". Monta intanto un clima di tensione. La stampa conservatrice interpreta le paure della borghesia e consiglia a tutti di starsene tappati in casa, di fare provviste, perché non si sa “quali gravi sconvolgimenti potranno accadere”. In Italia il governo di Francesco Crispi usa la mano pesante, attuando drastiche misure di prevenzione e vietando qualsiasi manifestazione pubblica sia per la giornata del 1 maggio che per la domenica successiva, 4 maggio. In diverse località, per incoraggiare la partecipazione del maggior numero di lavoratori, si è infatti deciso di far slittare la manifestazione alla giornata festiva.Del resto si tratta di una scommessa dallesito quanto mai incerto: la mancanza diun unico centro coordinatore a livello nazionale rappresenta un grave handicapdal punto di vista organizzativo.Non si sa poi in che misura i lavoratori saranno disposti a scendere in piazza seper rivendicare l’obiettivo della riduzione dell’orario lavorativo a otto ore,considerato prematuro da gran parte dei dirigenti del movimento operaioitaliano, o per testimoniare semplicemente una solidarietà internazionale diclasse.Il 1 maggio in numerosi centri, grandi e piccoli, si svolgeranno manifestazioni,che fanno registrare quasi ovunque una vasta partecipazione di lavoratori. Unepisodio significativo accade a Voghera, dove gli operai, costretti a recarsi allavoro, ci vanno vestiti a festa."La manifestazione del 1 maggio - commenta Antonio Labriola - ha in ogni casosuperato di molto tutte le speranze riposte in essa da socialisti e da operaiprogrediti. Ancora pochi giorni innanzi, la opinione di molti socialisti, cheoperano con la parola e con lo scritto, era alquanto pessimista".Anche negli altri paesi il 1 maggio ha unottima riuscita:"Il proletariato dEuropa e dAmerica - afferma compiaciuto Fiedrich Engels -passa in rivista le sue forze mobilitate per la prima volta come un solo esercito. Elo spettacolo di questa giornata aprirà gli occhi ai capitalisti".Visto il successo di quella che avrebbe dovuto essere una rappresentazioneunica, viene deciso di replicarla.Il 1 maggio 1891 conferma la straordinaria presa di quellappuntamento e inducela Seconda Internazionale a rendere permanente quella che, da lì in avanti, dovràessere la "festa dei lavoratori di tutti i paesi".
  4. 4. *Lezione n°1*Un uomo va sotto la doccia subito dopo la moglie e nello stesso istante suonano al campanello di casa. La donna avvolge un asciugamano attorno al corpo,scende le scale e correndo va ad aprire la porta: è Giovanni, il vicino. Prima che lei possa dire qualcosa lui le dice: "ti do 800 Euro subito in contanti se fai caderelasciugamano!"Riflette e in un attimo lasciugamano cade per terra... Lui la guarda a fondo e le da la somma pattuita.Lei, un po sconvolta, ma felice per la piccola fortuna guadagnata in un attimo risale in bagno. Il marito, ancora sotto la doccia le chiede chi fosse alla porta. Leirisponde: "era Giovanni".Il marito: "perfetto, ti ha restituito gli 800 euro che gli avevo prestato?"Morale n°1: Se lavorate in team, condividete sempre le informazioni!*Lezione n°2*Al volante della sua macchina, un attempato sacerdote sta riaccompagnando una giovane monaca al convento.Il sacerdote non riesce a togliere lo sguardo dalle sue gambe accavallate. Allimprovviso poggia la mano sulla coscia sinistra della monaca. Lei lo guarda e glidice: "Padre, si ricorda il salmo 129?" Il prete ritira subito la mano e si perde in mille scuse. Poco dopo, approfittando di un cambio di marcia, lascia che la suamano sfiori la coscia della religiosa che imperterrita ripete: "Padre, si ricorda il salmo 129?" Mortificato, ritira la mano, balbettando una scusa. Arrivati al convento,la monaca scende senza dire una parola. Il prete, preso dal rimorso dellinsano gesto si precipita sulla Bibbia alla ricerca del salmo 129."Salmo 129: andate avanti, sempre più in alto, troverete la gloria..."Morale n°2: Al lavoro, siate sempre ben informati!*Lezione n°3*Un rappresentante, un impiegato e un direttore del personale escono dallufficio a mezzogiorno e vanno verso un ristorantino quando sopra una panca trovanouna vecchia lampada ad olio. La strofinano e appare il genio della lampada."Generalmente esaudisco tre desideri, ma poiché siete tre, ne avrete uno ciascuno".Limpiegato spinge gli altri e grida: "tocca a me, a me....Voglio stare su una spiaggia incontaminata delle Bahamas, sempre in vacanza, senza nessun pensieroche potrebbe disturbare la mia quiete". Detto questo svanisce. Il rappresentante grida: "a me, a me, tocca a me!!!! Voglio gustarmi un cocktail su una spiaggiadiTahiti con la donna dei miei sogni!" E svanisce. Tocca a te, dice il genio, guardando il Direttore del personale."Voglio che dopo pranzo quei due tornino al lavoro!"Morale n°3: Lasciate sempre che sia il capo a parlare per primo!*Lezione n°4*In classe la maestra si rivolge a Gianni e gli chiede: Ci sono cinque uccelli appollaiati su un ramo. Se spari a uno degli uccelli, quanti ne rimangono? Giannirisponde: "Nessuno, perché con il rumore dello sparo voleranno via tutti". La maestra: "Beh, la risposta giusta era quattro, ma mi piace come ragioni". AlloraGianni dice "Posso farle io una domanda adesso?" La maestra "Va bene". "Ci sono tre donne sedute su una panchina che mangiano il gelato. Una lo leccadelicatamente ai lati, la seconda lo ingoia tutto fino al cono, mentre la terza dà piccoli morsi in cima al gelato. Quale delle tre è sposata?" Linsegnante arrossiscee risponde: "Suppongo la seconda... quella che ingoia il gelato fino al cono" Gianni: "Beh, la risposta corretta era quella che porta la fede, ma... mi piace comeragiona"!!!Morale n°4: Lasciate che prevalga sempre la ragione.*Lezione n° 5*Un giorno, un non vedente era seduto sul gradino di un marciapiede con un cappello ai suoi piedi e un pezzo di cartone con su scritto: «Sono cieco, aiutatemiper favore» Un pubblicitario che passava di lì si fermò e notò che vi erano solo alcuni centesimi nel cappello. Si chinò e versò della moneta, poi, senza chiedereil permesso al cieco, prese il cartone, lo girò e vi scrisse sopra unaltra frase. Al pomeriggio, il pubblicitario ripassò dal cieco e notò che il suo cappello era pienodi monete e di banconote. Il non vedente riconobbe il passo delluomo e gli domandò se era stato lui che aveva scritto sul suo pezzo di cartone e soprattuttoche cosa vi avesse annotato. Il pubblicitario rispose: "Nulla che non sia vero, ho solamente riscritto la tua frase in un altro modo". Sorrise e se ne andò. Il nonvedente non seppe mai che sul suo pezzo di cartone vi erascritto :«Oggi è primavera e io non posso vederla».Morale n°5: Cambia la tua strategia quando le cose non vanno molto bene e vedrai che poi andrà meglio.*Se un giorno ti verrà rimproverato che il tuo lavoro non è stato fatto con professionalità, rispondi che lArca di Noè è stata costruita da dilettanti e il Titanic daprofessionisti....
  5. 5. NOTIZIE ULTIMA ORA.... __________________________________________________________________ Comunicato Stampa Sindacati medici avviano la raccolta delle firme per la contribuzione ridotta allEnpamRoma, 16 aprile 2012Prende il via oggi la raccolta delle firme dei medici del Servizio Sanitario Nazionale alla petizione peril ripristino immediato della contribuzione ridotta su base volontaria di circa il 50% dellattuale quotaA del Fondo di Previdenza Generale dellEnpam.La  petizione,  promossa  dai  sindacati  medici  AAROI­ EMAC  –  FP  CGIL  MEDICI  –  FASSID(AIPAC­ SNR­ SIMET) – CISL MEDICI – FESMED – ANPO ­ASCOTI­ ­FIALS MEDICI – UILFPL MEDICI - SMI – CIPE – UGL MEDICI, è indirizzata ai Presidenti dellEnpam e della FnomCeoe si svolgerà attraverso la raccolte delle firme dei medici negli ospedali e nei servizi territoriali.I sindacati non ritengono più accettabile che i medici dipendenti e convenzionati del servizio sanitarionazionale, già titolari di un trattamento pensionistico obbligatorio, siano costretti a continuare aversare un contributo pieno anche per la quota A del Fondo di Previdenza Generale.La riduzione della contribuzione è oggi possibile solo per i medici che avevano avevano presentatoistanza di ammissione al beneficio entro il 31 dicembre 1989, in quanto forniti di diversa coperturaprevidenziale obbligatoria.Questa distinzione, anche a fronte del blocco del contratto e delle convenzioni fino al 2014, per isindacati medici non è più tollerabile. Nel 2012 vedrà costretti tutti i medici ultraquarantenni a pagareun contributo Enpam quota A di € 1.304,56 a fronte di € 706,39 per chi può pagare già la quota ridotta.A questo tributo cè anche da aggiungere € 51,50 pro capite per tutti i medici per le spese relativeallindennità di maternità, adozione eaborto.Peraltro le prestazioni pensionistiche delFondo Generale quota A sono sempre piùpovere e decurtate per lerogazione diprestazioni assistenziali per gli iscritti e peri loro superstiti in condizioni economichedisagiate, funzione che si sovrappone alleattività dellOnaosi, per la quale già i medicidipendenti versano un ulteriore contributoobbligatorio.La petizione, pertanto, è finalizzata ad ottenere una deliberazione del Consiglio nazionale Enpam alquale spetta, daccordo con il Consiglio nazionale della Fnomceo, la decisione sul dimezzamento deicontributi richiesto.
  6. 6. AAROI-EMAC - FP CGIL MEDICI - FASSID (AIPAC-SNR-SIMET) CISL MEDICI- FESMED ANPO-ASCOTI-FIALS MEDICI UIL FPL MEDICI – SMI - CIPE - UGL MEDICI FIRMA LA PETIZIONE AI PRESIDENTI ENPAM E FNOMCEO per il ripristino immediato della contribuzione ridotta su base volontaria di circa il 50% dellattuale quota A allENPAMRegione............................. Prov...... Azienda............................................................. COGNOME NOME POSTO DI LAVORO FIRMA IL MODULO COMPILATO DEVE ESSERE TRASMESSO AL FAX 066865445 (Sindacato Italiano Medici del Territorio)

×