Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

L'età della borsa delle donne

484 views

Published on

Articolo apparso su Cooperazione (Svizzera). Intervista tra il serio e il faceto a Michela Ornati in calce all'articolo.

  • Be the first to comment

L'età della borsa delle donne

  1. 1. Carlotta Ulmer cambierebbe borsa se fosse attratta da una tra le tante a fiorellini. 58 grandi&piccoli Carlotta Ulmer L’abbonamento e il borsello Carlotta Ulmer, 16 anni e mezzo, velocista di punta del club di ateltica leggera Frecce Gialle Malcantone, si allena sul tartan a Lugano, in attesa della costruzione dell’anello di 400 metri a Caslano. «Nella borsetta ci sono l’abbonamento arcobaleno, il telefono e il borsello. Non potrei uscire senza perché mi mancherebbe qualcosa. E non dimentico di chiuderla. Una volta con la borsa aperta mi sono cadute le scarpe chiodate».
  2. 2. Accessori L’età della borsa delle donne Grande, piccola, classica, moderna, in pelle o ecologica: la borsetta fa impazzire le donne, che la scelgono sempre con spirito critico. TESTO: ELISABETH ALLI FOTO: SANDRO MAHLER P iccola, sobria, variopinta a tra- colla o a mano, la borsetta è quell’accessorio dell’ab- bigliamento che accom- pagna quotidianamente ogni donna. Dai posti più intimi e poco affollati a quelli pubblici e rumoro- si, si fa in quattro per es- sere capiente senza per questo voler essere in- gombrante. Ma che dire della borset- ta in chiave metafisica? «La sua forma è simboli- ca! Ricorda gli organi ge- nitali femminili racchiu- si all’interno del corpo. E siccome tutto ciò che sta dentro è per forza di cose nascosto e segreto, rappresenta un segreto nel segreto», spiega Ales- sandra Ferlini, psicote- rapeuta milanese che utilizza l’abito e i suoi ac- cessori quali strumenti per approfondire il di- scorso legato alla pro- Petra Peter vive la sua borsa con intima complicità. Cooperazione N. 34 del 20 agosto 2013 59 Petra Peter Telefono e portachiavi pria identità. Petra Peter non esita a definire la borsetta come il suo alter ego: «per me è una com- plice che deve reagire in tutte le situazioni. La ve- do flessibile e pronta a seguirmi dall’ufficio alla scuderia (dai miei caval- li) senza traumi; con all’interno armi e assi nella manica quali il materiale per scrivere, comunicare, ma anche quegli elementi che dan- no un tocco di femmini- lità come il lucida lab- bra». «La mia borsetta non è né leggera, né ordinata – racconta Carlotta Ulmer –; ho sempre paura di di- menticare qualcosa e dunque ci metto più del necessario». «Forse con l’esperienza si riesce a capire cosa serve vera- mente, rassicurandosi che se qualcosa manca lo si compera quasi ovun- que. Comunque conside- ro una bella sfida quella di vivere con poco – ̈̈ Petra Peter è imprenditrice, attiva nel settore della co- municazione e specializzata nell’organizzazione di even- ti. Per lei, la borsetta è un’alleata pronta a tirarla d’impiccio in ogni situazio- ne. «Nella mia borsa ci de- vono sempre essere queste tre cose: telefono e porta chiavi attaccato al borselli- no. Ciò che manca sempre nella mia borsetta sono i fazzoletti, benché mio padre mi ricorda di conti- nuo che “una vera donna li ha sempre nella borsa”; non ho ancora questo riflesso».
  3. 3. Cooperazione: Cosa rappresen- ta la borsetta per una donna? Michela Ornati: La borsetta di ogni donna racchiude la personale «magia» di colei che la possiede. Lo ha scritto un grande storico della moda: Farid Chenoune. Come si spiega che questo ac- cessorio sia sempre di moda? Perché ad ogni donna si accom- pagna un incantesimo. Potreste immaginare Mary Poppins senza il suo misterioso e meraviglioso borsone? La borsetta è lo specchio della fascia d’età di ogni donna? Certamente. Così come con l’età cambiano aspirazioni ed esigenze, così cambia la borsetta. Dopotut- to, la «pozione» per trasformare il rospo in principe (beata illusione) e quella per l’eterna giovinezza richiedono ingredienti e un ingombro molto più impegnativo. Quale caratteristica accomuna le donne e la borsetta? L’alchimia degli elementi che la compongono e il suo costo. Per quali ragioni la borsetta è prettamente un accessorio femminile? Perché l’uomo, con assai poca fantasia, racchiude il suo potere in un noiosissimo e piatto portafoglio. Magia e specchio di un mondo interiore Michela Ornati è docente presso la Supsi e specialista del settore della moda e del lusso. ̈̈ sottolinea Gardi Hut- ter e aggiunge – ho im- parato che la borsa non può essere pesante quan- do sei in tournée. A se- conda di dove vado, prendo tutte e tre le bor- se, solo due o una sola». In quanto estensione del sé la borsetta, non solo dà sicurezza, ma ha a che fare con la propria perso- nalità e dunque con l’i- dentità di chi l’accompa- gna, fa notare Alessandra Ferlini: «la borsetta pe- sante e disordinata di Carlotta, portabandiera dell’adolescenza, deve essere colma e caotica perché è carica di proget- tualità, dell’energia che la proietterà verso le pro- prie ambizioni sportive, di studentessa». La borsa di Petra, invece, è quella della donna che ormai è capace di sintesi senza dover rinunciare all’es- senziale. «La borsetta è in costante dialogo con se stessi, in una sorta di discussione segreta. Di fatto, quella di Gardi Hut- ter è sfaccettatissima e, giocoforza, rispecchia le moltiplicazioni del sé di cui dà prova nel suo lavo- ro di clown», conclude la psicoterapeuta. ࡯ Per Gardi Hutter la borsa rimpiazza le tasche di un abito maschile. Gardi Hutter Una borsetta matrioska Gardi Hutter, clown pluripre- miata, nelle sue tournée porta con sé una borsetta nella borsa della borsa. «La borsetta piccola contiene sempre: carta d’identità, ab- bonamento del treno, paten- te, penna, carte da visita, chiavi e soldi. In quella di mezzo c’è il portatile, i con- tratti o documenti di lavoro, un giornale, il libro elettroni- co per leggere dappertutto, un libro per annotare e delle cartoline per gli autografi, matite, post-it. In quella grande, che è più zaino che borsa, ci sono il necessaire, un cambio di vestiti, occor- rente per cucire, pinzetta, stuzzicadenti, trucchi». Forum online E voi? Cosa mettete nella vostra borsa? www.cooperazione.ch/borsa 60 grandi&piccoli Cooperazione N. 34 del 20 agosto 2013

×