La resistenza italiana

900 views

Published on

Le immagini sono tratte da Internet esclusivamente per scopi didattici e non di lucro

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
900
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
92
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La resistenza italiana

  1. 1. LA RESISTENZA ITALIANA a cura di Selene Classe S3/b Italiano Scuola Europea di Bruxelles
  2. 2. LA RESISTENZA – I° FASE: DELL’ESERCITO  La Resistenza italiana comincia l’8 settembre del 1943 (il giorno dell’armistizio) quando l’esercito si oppone con le armi al disarmo imposto dai tedeschi.
  3. 3. CONSEGUENZE  La maggior parte dei reparti si arrende ai tedeschi;  Una minima parte li combatte. Italiani che combattono i tedeschi a Roma (Porta San Paolo, 10/09/’43)
  4. 4. • In Sardegna e Corsica gli Italiani battono i Tedeschi e mantengono quelle terre libere; • Nel resto d’Italia e negli altri territori occupati dall’esercito, i Tedeschi sopraffanno i reparti italiani che resistono. Notevole la resistenza di Cefalonia e dell’Isola di Lero (che si arrende circa un mese dopo la prima) LA RESISTENZA – DEI MILITARI ITALIANI Soldati italiani durante la battaglia di Cefalonia
  5. 5. LA RESISTENZA – DEI CIVILI  Il 23 settembre inizia la rivolta civile con le Quattro giornate di Napoli, che fu la prima città italiana a liberarsi da sola combattendo contro i germanici;  da quel momento inizia anche la resistenza del popolo italiano;  gli obiettivi che tenevano insieme le forze della Resistenza, diverse per ideologia politica ed origini, era quello di cacciare i Tedeschi e di sconfiggere definitivamente il Fascismo.
  6. 6. Iscrizione commemorativa presso la masseria Pagliarone a via Belvedere, Napoli.
  7. 7. ORGANIZZAZIONE (COMITATO LIBERAZIONE NAZIONALE)  Era un’organizzazione superiore dove erano rappresentate tutte le forze antifasciste presenti in Italia (i vecchi partiti sciolti dal fascismo e i monarchici);  Organizzava e coordinava le azioni dei Partigiani;  Teneva i rapporti con gli Alleati. Stemma della C.L.N. di Genova
  8. 8. LA VITA  La vita dei Partigiani differiva a seconda degli incarichi che svolgevano (ad esempio le staffette ed i porta ordini, i combattenti in armi…)  La vita più dura la svolgevano i combattenti in montagna che dormivano all’aperto anche d’inverno.  Si procuravano il cibo pagandolo, o rubandolo, ma veniva anche regalato loro. Partigiani in montagna
  9. 9. LE IMMAGINI SCARICATE DA INTERNET SONO UTILIZZATE A SOLO SCOPO DIDATTICO

×