Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Il futuro che ci aspetta. Conferenza del 2014

1,004 views

Published on

Che fine farà la coscienza umana nella futura era della simbiosi tra uomo e macchina?

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Il futuro che ci aspetta. Conferenza del 2014

  1. 1. Il futuro che ci aspetta quale coscienza nell’era della ipertecnologia conferenza di Dott. Elio Occhipinti www.occhipintielio.it
  2. 2. Incertezza, complessità, velocità, globalizzazione, pervasività e dipendenza massiva dalle tecnologie, quali saranno gli effetti per le nostre vite nel breve e nel lungo termine? Quali le conseguenze a livello individuale e sociale? La nostra coscienza cambierà o si creerà una frattura incolmabile tra l’uomo e la tecnologia? Siamo destinati ad un salto evolutivo o stiamo precipitando nella barbarie?
  3. 3. Günther Anders (Stern) 1902 – 1992 Filosofo
  4. 4. L’uomo è antiquato 1956
  5. 5. Dislivello prometeico incapacità della nostra anima di rimanere al corrente dei nostri prodotti, un dislivello che ogni giorno si fa più grande
  6. 6. Dislivello Prometeico all’illimitata capacità formale di produrre non corrisponde da parte dell’uomo una rapida capacità di adattabilità
  7. 7. Brian Arthur (1946 - ) Professor of Economics and Population Studies at Stanford, and Citibank Professor at the Santa Fe Institute.
  8. 8. 2009
  9. 9. Da sempre l'umanità si è sentita a suo agio con la natura: ci fidiamo della natura, non della tecnologia. Eppure ci rivolgiamo a questa per salvaguardare il nostro futuro: speriamo nella tecnologia. Quindi speriamo in qualcosa di cui non ci fidiamo pienamente.
  10. 10. Eppure la tecnologia è una programmazione della natura, è orchestrazione e uso di fenomeni naturali. Quindi nella sua essenza la tecnologia è naturale, profondamente naturale.
  11. 11. Kevin Kelly (1952 - ) Scrittore, fotografo e ambientalista. Cofondatore della rivista Wired
  12. 12. 2010
  13. 13. Il technium é un risultato della mente umana, è anche un risultato della vita e, per estensione, un risultato dell'auto-organizzazione fisica e chimica che in origine ha consentito la vita stessa.
  14. 14. Ray Kurzweill (1948 – immortale) Saggista, inventore, Director of engineering at Google
  15. 15. Io sono principalmente uno schema che si conserva nel tempo. Sono uno schema che evolve, e posso influenzare il corso dell'evoluzione del mio schema. La conoscenza è uno schema, distinto dalla pura informazione, e perdere delle conoscenze e una perdita grave.
  16. 16. Intelligenza Artificiale
  17. 17. Robi, il bambino robot
  18. 18. E la coscienza?
  19. 19. La nascita della coscienza permise ai nostri antenati di essere consapevoli della propria condizione.
  20. 20. La conoscenza dipende dalla capacità di creare e sviluppare e archiviare immagini esplicite del mondo esteriore e interiore.
  21. 21. Grazie all’immaginazione e alla riflessione è possibile anticipare, prevedere e orientare le azioni, e inventarne di nuove.
  22. 22. L’homo sapiens è sempre stato homo technologicus
  23. 23. Da sempre la tecnologia concorre a formare l’essenza dell’umano.
  24. 24. Il rapporto tra l’uomo e la tecnologia è un rapporto di simbiosi.
  25. 25. La tecnologia potenzia e può far emergere nuove caratteristiche fisiche e cognitive, ma ne indebolisce o annulla altre.
  26. 26. Il fenomeno non riguarda tanto la tecnologia in sé ma il rapporto tra l’uomo e la tecnologia.
  27. 27. Per fronteggiare il dilagare delle informazioni e le pluralità delle funzioni bisogna coltivare la capacità di astrazione, immaginazione e concentrazione.
  28. 28. Non dovremmo accettare alcuna tecnologia che ci indebolisca, né presumere che se una cosa è possibile sia automaticamente desiderabile ... laddove invece migliora la nostra relazione con il mondo e con noi stessi, afferma la vita. Afferma la nostra umanità. (Brian Arthur)
  29. 29. Il Laboratorio della Coscienza è dedicato a quanti, sempre più numerosi, sentono il bisogno di indagare la propria natura più profonda e di raggiungere una consapevolezza che possa essere tradotta in azione e condivisa con gli altri. Per questo le attività che proponiamo insegnano a fermarsi, a dedicarsi a se stessi, all'ascolto e al dialogo. Esse fanno appello all'innata aspirazione al miglioramento insita in ogni ricercatore e alla sua capacità di mettersi in gioco utilizzando i limiti come occasioni di crescita. www.laboratorio-coscienza.org
  30. 30. www.laboratorio-coscienza.org info@laboratorio-coscienza.org

×