Introduzione alla Medicina delle Catastrofi

2,355 views

Published on

Panoramica sulla medicina dei disastri: caratteristiche, approcci e ruoli nelle maxi-emergenze.

Published in: Health & Medicine
0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,355
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
11
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • Introduzione alla Medicina delle Catastrofi

    1. 1. INTRODUZIONE ALLAMEDICINA DEI DISASTRI Seminari o in Medicina Disastri dei Università de Master in I gli Studi di Torino nfermierist ica di Area Critica Francesco Barbero Infermiere di Area Critica
    2. 2. “tutti per uno...”
    3. 3. “...uno per tutti!”Ga sp!
    4. 4. Medicina dei Disastri: alcune caratteristicheInadeguatezza rapida, ma temporanea,tra i bisogni delle persone coinvolte e i mezzi di soccorso immediatamente disponibili
    5. 5. Medicina dei Disastri: alcune caratteristiche“ogni tipologia di evento calamitoso presenta un andamento bifasico di risposta alle esigenze di soccorso sanitario” DPC, Crit.mass.socc.san. 2001 RISPOSTA RAPIDA Si basa sulle risposte locali immediatamente disponibili
    6. 6. Medicina dei Disastri: alcune caratteristicheI R I N FO RZI ! RISPOSTA DIFFERITA Aiuti che arriveranno dall’esterno dell’area colpita sono in un secondo momento! Risposta rapida & differita... 2 diversi livelli di intervento ma consequenziali Prevedono entrambi una fase di allarme ed una di emergenza!
    7. 7. Medicina dei Disastri: alcune caratteristicheAlto numero e variabilità delle vittimecarenza di risorse/scarsa disponibilità dimezzi e personalenecessità di integrare differenti disciplinemolteplicità di obiettivi e compitiinevitabile disordine nel managementdell’emergenza
    8. 8. Medicina dei Disastri: i bisogni di baseconoscenza di aspetti organizzativi, logistici emedici normalmente distanti rispetto allapratica quotidiananon tutte le vittime possono ricevere lo stessolivello di cura e allo stesso momento: il triage èinevitabile...necessità di stabilire priorità e di semplificare leprocedure diagnostiche e le azioni terapeuticheper bilanciarle con le risorse limitate (crisisstandard of care)
    9. 9. Medicina dei Disastri: i bisogni di basespecifica competenza e conoscenza nell’ambito delcomando, controllo e coordinamentoprocedure integrate all’interno di un pianoconosciutointegrazione e collaborazione con gli enti, leistituzioni e le agenzie coinvolte
    10. 10. Medicina dei Disastri: i bisogni di base
    11. 11. Disastri e Medicina dei Disastri Solo un problema di tempo?
    12. 12. Disastri e Medicina dei DisastriFattori Scatenanti Estensione Geografica Effetti sulla ComunitàNumero delle Vittime Configurazione Sociale e Durata dei Soccorsi Geografica
    13. 13. Disastri e Medicina dei Disastri Eventi ad effetto limitatoStrutture di soccorso sul territorio preservateTempo di intervento previsto inferiore alle 12 ore
    14. 14. Disastri e Medicina dei DisastriEventi ad effetto limitato Anche chiamati INCIDENTI “COMPENSATI” MIMMS
    15. 15. Disastri e Medicina dei Disastri Eventi che travalicano la risposta locale Interessamento di ampi territori Elevato numero di vittime Difficile coordinamentoPossibile interessamento delle strutture di soccorsoEventuale collasso dei sistemi tecnologici
    16. 16. Disastri e Medicina dei DisastriEventi che travalicano la risposta locale Anche chiamati INCIDENTI “SCOMPENSATI” MIMMS
    17. 17. Disastri e Medicina dei DisastriLe maxiemergenze ed i disastri sono qualitativamente e non solo quantitativamente diversi dalle emergenze quotidiane
    18. 18. Disastri e Medicina dei Disastri La risposta sanitaria alle conseguenze di undisastro è uno dei compiti più difficili a cui può essere esposto il personale sanitario che hal’obiettivo, in questi casi di garantire “il meglio per la maggior parte ma non per tutti”
    19. 19. Medicina dei Disastri: i bisogni di base LIMITANDO LE PERDITE (prognostica vitale)TRATTARE IL MAGGIOR NUMERO DI VITTIME RAPIDAMENTE E LIMITANDO LE COMPLICANZE MEGLIO POSSIBILE (prognostica funzionale)
    20. 20. ncy mergeE in e Me d ic
    21. 21. ncy merge E in e Me d ic Disas terPreparedness Disas ter as ter Public Health Prepare dn Dis es s
    22. 22. La Medicina dei Disastri in pratica problemi logistici problemi igienico- sanitari problemi medico-legali problemi psicologici problemi veterinari problemi di ordine pubblico
    23. 23. La Medicina dei Disastri in pratica Strategia Sanitaria Tattica Logistica Operativa
    24. 24. Medicina dei Disastri: attrezzature e mezzi Dispositivi di protezione individuale L’accesso alla scena andrebbe impedito a chi non ha l’equipaggiamento adatto… Comm.Reg.Em.San.2004
    25. 25. Medicina dei Disastri: attrezzature e mezziCollegamenti e radiocomunicazioni
    26. 26. Medicina dei Disastri: attrezzature e mezziMezzi per:- Intervento-  Equipaggiamento-  Supporto-  Comando
    27. 27. Medicina dei Disastri: attrezzature e mezzi Materiale sanitario: -  Decontaminazione -  Triage -  Primo soccorso SALVAVITA -  Sostegno avanzato alle fx vitali -  dispositivi specialistici Attrezzature identificabili attreverso codici colore o etichettatura! Francesco Barbero 2010
    28. 28. Medicina dei Disastri:formazione & simulazione
    29. 29. Medicina dei Disastri:formazione & simulazione
    30. 30. Medicina dei Disastri:LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARI
    31. 31. Medicina dei Disastri:LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARI FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    32. 32. Medicina dei Disastri: LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARIImprovvisazione Settorializzazione Recupero e Raccolta vittime Ricognizione Integrazione FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    33. 33. Medicina dei Disastri: LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARIImprovvisazione Reazioni inadeguate Inizia immediatamente dopo l’evento Soccorsi portati dagli stessi sopravvissuti FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    34. 34. Medicina dei Disastri: LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARI Appena giunti sul posto:Improvvisazione - Verificare la trasmissione dell’allarme - Impedire il panico - Impedire “la fuga” delle vittime - Riunire le vittime in un unico punto - Organizzare gruppi di soccorritori - Feed-back al coordinamento radio FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    35. 35. Medicina dei Disastri: LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARI E’ la raccolta dei dati per organizzare i soccorsi • Tipologia ed estensione dell’incidente • Possibili rischi evolutivi • Conseguenze su ambiente e viabilità • Conseguenze sulla popolazione • Valutazione dei mezzi disponibili • Valutazione delle strutture di appoggioRicognizione utilizzabili FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    36. 36. Medicina dei Disastri: LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARIImprovvisazione M = dichiarazione di Major incident E = Esatta localizzazione (e orario presunto in cui è avvenuto) T = Tipologia di incidente H = Hazards, pericoli presenti o potenziali A = Access, punti di accesso per raggiungere la scena N = Numero e tipo di feriti E = servizi Emergenza necessari FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    37. 37. Medicina dei Disastri: LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARI ASettorializzazione B Frazionamento del territorio C colpito dall’evento per suddividere razionalmente le risorse in aree funzionali di lavoro dette “CANTIERI” FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    38. 38. Medicina dei Disastri: LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARIOgnuna delle componenti del soccorso devesvolgere il proprio lavoro senza intralci ein modo sinergicoI Vigili del Fuoco hanno tra i loro compitila messa in sicurezza dello scenario: primadi “entrare” in azione, chiediamogli sel’area è agibile! Integrazione FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    39. 39. Medicina dei Disastri: LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARI Recupero e Raccolta vittimeE’ il risultato finale di tutte le fasi precedentiA seconda dello scenario può essere dicompetenza esclusivamente tecnica (CBNR oluoghi ostili) FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    40. 40. Medicina dei Disastri:LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARI FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    41. 41. Medicina dei Disastri: LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARI E’ l’assistenza medica alle vittime,attuata sul luogo dell’evento e nelle strutture provvisorie di cura FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    42. 42. Medicina dei Disastri: LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARI Due tipologie di PMA PMA I Livello PMA II LivelloCatastrofe ad effetto limitato Emergenze di tipo “C” Trt 30 codici G/R Trt 150 codici G/R Impiego entro 1 ora Impiego entro 6 ore Autonomia 12 ore Autonomia 72 ore DPCM 13dic07 FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    43. 43. Medicina dei Disastri:LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARI PCO DSS FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    44. 44. Medicina dei Disastri: LA CATENA DEI SOCCORSI SANITARI FASE DI ALLARME ZONA DEI SOCCORSI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI FASE DI ALLARMERICOVERO DELLE VITTIME ZONA DEI SOCCORSI PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI MEDICALIZZAZIONE DEL SOCCORSO COORDINAMENTO SOCCORSI RICOVERO DELLE VITTIME PIANI EMERGENZA OSPEDALIERI
    45. 45. Medicina dei Disastri: chi fa che cosa?!?
    46. 46. Medicina dei Disastri: chi fa che cosa?!?
    47. 47. Medicina dei Disastri: chi fa che cosa?!?
    48. 48. Medicina dei Disastri: chi fa che cosa?!? Tr ia g e se c o n da r i o & t ratt a men to a o la n ori pic cTr ia g e pri ma rio g ra n d e nor & (o di e va c u a ia e ro v i t t i m e zio ne )re c up
    49. 49. Medicina dei Disastri: chi fa che cosa?!?Tr ia g e pri ma rio &re c up e r o v i tti me Eva c u a z i o n e de l le v i tti me
    50. 50. Medicina dei Disastri: IL TRIAGE PRIMARIOL’obiettivo del triage primario è fare una cernita dei pazienti per ottimizzare l’evacuazione dall’area di crash e consentire un rapido trattamento da parte dell’equipe sanitaria.Si basa su algoritmi universali che non richiedono alcun sforzo di adattamento al contesto in cuivengono applicati, se non di essere correttamente applicati!
    51. 51. Medicina dei Disastri: IL TRIAGE PRIMARIOTr ia g eS TA RT
    52. 52. Medicina dei Disastri: IL TRIAGE PRIMARIOTr ia g eSI EV E(M I M MS)
    53. 53. Medicina dei Disastri: oltre l’emergenza! Disaster Incident Managemen t ClinicalPublic MedicinHealth e
    54. 54. Medicina dei Disastri: oltre l’emergenza!i posti di assitenza socio Posti di Assistenza Socio-Sanitaria… sanitaria…ovvero garantire la continuità assistenziale dopo il disastro
    55. 55. Medicina dei Disastri: oltre l’emergenza! A differenza dei PMA, si tratta di poliambulatori campali in grado di fornire assistenza sanitaria anche per tempi prolungati, fino al ripristino delle strutture ordinarie. ...praticamente nati qui!!!
    56. 56. Medicina dei Disastri: oltre l’emergenza! SERVIZI INTEGRATI
    57. 57. fbarbero@ymail.com

    ×