Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Donne e pubblicità: immaginare per cambiare

45,950 views

Published on

Published in: Education

Donne e pubblicità: immaginare per cambiare

  1. 1. Donnee pubblicità:immaginare per cambiare Annamaria Testa Roma, 11 dicembre 2011
  2. 2. Il contesto sociale: Italia al 74°posto su 135 nel Gender Gap Index* *Global Gender Gap Report 2011 - World Economic Forum
  3. 3. Il contesto sociale: Italia al 74°posto su 135 nel Gender Gap IndexI media: mostranostereotipi femminili *Global Gender Gap Report 2011 - World Economic Forum
  4. 4. Il contesto sociale: Italia al 74°posto su 135 nel Gender Gap Index La pubblicità: solo una parte del problema?I media: mostranostereotipi femminili *Global Gender Gap Report 2011 - World Economic Forum
  5. 5. … ma è visibile ed efficace. Noncrea modelli di comportamento…
  6. 6. … però rafforza quelli dominanti.Li fa sembrare desiderabili.
  7. 7. Certe pubblicità sono offensive
  8. 8. possono essere denunciate efatte ritirare: www.iap.it.
  9. 9. Ma… il resto della pubblicitàcome mostra le donne?
  10. 10. Lysoform CalzedoniaQuali donne? In quali ruoli?
  11. 11. Anni ‘60: la pubblicità racconta ilcambiare del paese. Delle donne.
  12. 12. Anni ‘70: questo messaggiosembra ovvio. Ma poi…
  13. 13. 4 aziende telefoniche concorrenti.Una sola idea fissa.Una follia del marketing.
  14. 14. Ora va meglio.Ma Telecom Egitto è più avanti…
  15. 15. Parliamo di madri:• 15,91% straniere• 6,11% over 40• 23,6% non sposate• lavora il 50% delle donne 25/49 anni con 1 figlio under 15 Ricerca Istat natalità e fecondità della popolazione residente: caratteristiche e tendenze recenti - 2011 (dati di riferimento 2009) Ricerca Istat/Save the Children Rapporto Ocse Doing Better for families 2011 Ocse - Family database - Family, children and employment status
  16. 16. Eppure le madri pubblicitariesembrano fatte con lo stampino.
  17. 17. Eppure le madri pubblicitariesembrano fatte con lo stampino.
  18. 18. Eppure le madri pubblicitariesembrano fatte con lo stampino.
  19. 19. Le uniche donne vere sono lesfortunate delle campagne sociali.
  20. 20. La Caixa - SpagnaChe ne dite di facce, cucine…
  21. 21. Vodafone - Italia… storie diverse?
  22. 22. Pampers - USAChe ne dite della varietà?
  23. 23. The vodoo mama - Hot sauceChe ne dite di questa Big Mama,per una salsa al peperoncino?
  24. 24. Dove sono le donne che lavorano?Sorpresa: un’azienda di moda…
  25. 25. Una campagna (tedesca) perla parità retributiva…
  26. 26. … una banca. E poco altro. Restaun intero mondo da raccontare.
  27. 27. Parliamo del corpo. Non è un tabù.Ma mostriamolo con rispetto.
  28. 28. Con humour e leggerezza.Quando c’entra con il prodotto…
  29. 29. … senza temerne la verità.
  30. 30. E senza temere l’età. Questeehm… sarebbero creme antiage.
  31. 31. … inventiamo qualcosa di diverso.Anche per vendere un reggiseno.
  32. 32. Manifesto deontologico adci:…l’abuso di stereotipi e clichérelativi a ruoli e generifavorisce i pregiudizie ingessalo sviluppo sociale.www.adci.it
  33. 33. Rompiamo gli stereotipi. Ridiamone.Sarah Lee - Australia
  34. 34. Delas - BrasileColtiviamo visioni.
  35. 35. Le aziende possonocontribuire allo sviluppo delpaese anche creando unnuovo immaginario.Nuove prospettive.Raccontando nuovi ruoli perle donne.
  36. 36. Apple Macintosh, 1984La pubblicità che supera glistereotipi è positiva e memorabile.
  37. 37. Nike USAE qui c’è una tripla sfida: di verità,di orizzonti e di sogno.
  38. 38. Grazie.www.annamariatesta.itwww.nuovoeutile.itwww.progettinuovi.it

×