Librinnovando 2010: "Produzione editoriale: nuovi formati e contenuti. Alias è arrivato l’iPad" - Irpe

878 views

Published on

La presentazione tenuta da Nicola Amoruso durante la giornata di Librinnovando tenutasi a Milano (IED) il 12 novembre 2010. Per ulteriori informazioni relative all'evento visita http://www.ledizioni.it/librinnovando

Published in: Education, Technology, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
878
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
20
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Lavoro nel mondo editoriale da quando, con l'introduzione dei primi programmi di impaginazione come XPress della Quark e PageMaker di Adobe, si cominciò a parlare di Desktop Publishing. Mi sono occupato di Sistemi Informativi per l'editoria e nello specifico di Sistemi Editoriali per i Quotidiani, i Periodici e i Libri e fino a marzo di quest'anno ero responsabile in RCS dei Sistemi Editoriali della RCS Periodici. Da alcuni mesi lavoro come Sales Account per la IRPE, un'azienda informatica da oltre trent'anni sul mercato, partner strategico di APPLE e ADOBE, che ha quindi nel suo DNA l'editoria e l'informatica e annovera tra i suoi clienti importanti case editrici come RCS, Mondadori e Hachette Rusconi. Ho promesso agli organizzatori che avrei smesso i panni del Salesman e che non avrei decantato l'emozione magica dell'iPad, d'altro canto non ne ha sicuramente bisogno, il tablet dell'APPLE che ha dato uno scossone al mondo editoriale per risvegliarlo dal torpore e dall'inazione in cui era precipitato discutendo di problemi come il DRM, la distribuzione di contenuti gratuita o a pagamento o dei motivi per cui non si riusciva a fermare l'emorragia degli introiti pubblicitari a favore di Internet e del mondo Mobile con gli smartphone. L'obiettivo del mio intervento è quello di lasciarvi alcuni spunti per discutere dei problemi che il mondo editoriale e più in generale della distribuzione e della fruizione dei contenuti e della comunicazione deve affrontare oggi per evitare che la presenza sul mercato dei Tablet crei un'onda, come uno tsunami, che travolga gli attuali attori della filiera per far posto ad altri.
  • E allora vediamo come siamo arrivati qui, oggi
  • Dal mainframe e i terminali dedicati collegati cloud computing, SaaS (dispositivi mobili, Thin clients cfr larry Ellison Oracle) e Internet.
    Il fallimento del Network Computer fu dovuto principalmente alla bassa velocità delle connessioni alla rete disponibile in quel momento.
  • Cosa proponiamo agli editori. Quali scelte sono prioritarie?
  • Librinnovando 2010: "Produzione editoriale: nuovi formati e contenuti. Alias è arrivato l’iPad" - Irpe

    1. 1. L’Editoria, l’iPad e i Tablet Librinnovando – Milano – 12 Novembre 2010 Nicola Amoruso nicola.amoruso@irpe.it - Cell. 3355997196
    2. 2. Rassegna stampa degli ultimi giorni Gartner prevede Crescita Media Tablet Market più del 1000% nei prossimi quattro anni Uno studio dell’UPA dimostra che l'iPad non è solo un gadget per appassionati. “ E' proprio un nuovo paradigma per la fruizione dei contenuti, oltre che un cambiamento epocale per la pubblicità. Chi ha comprato l'iPad non digerisce le trasposizioni poco elaborate. Vuole un mondo a forma di tavoletta". (Sassoli de Bianchi – UPA) Anche l'autore verrà concepito in modo diverso e cambierà la natura stessa della comunicazione scritta che per anni è stata immobile, fissata sulla pagina, e che ora diventa aggiungibile, modificabile, interattiva. Gian Arturo Ferrari – Presidente Centro per il libro 12-11-2010 2Nicola Amoruso - IRPE SpA
    3. 3. Da iPaq e Tablet allo Slate Da Newton all’iPhone e all’iPad Dal Rocket eBook al formato ePub e eReader Time machine 1 Formato ePub che si propone come standard per la creazione e distribuzione di contenuti digitali 2010199x 12-11-2010 3Nicola Amoruso - IRPE SpA
    4. 4. Time machine 2 Rs232 -Token Ring Ethernet 1999 Larry Ellison CEO Oracle: "The personal computer is a ridiculous device," Network Computer o Thin Client Bill Gates CEO Microsoft: “the NC is the stupidest idea I've ever heard of” Ellison affermò che: “The NC will cost $199, The device will include a CD- ROM, a 56-kbps modem and a keyboard. A monitor costs extra. Cloud Computing SaaS • Smartphone • eReader • Tablet 12-11-2010 4Nicola Amoruso - IRPE SpA
    5. 5. 2000 - WEB Agli inizi degli anni 2000, l’incremento esponenziale del numero degli utenti di Internet pose gli Editori di fronte ad alcuni problemi: Problemi Risposte Riproporre su WEB gli stessi contenuti pubblicati sulla carta? Creazione di un circolo virtuoso (sulla carta rimandi al sito – QRCode – per contenuti multimediali e dal sito promozioni della carta) E In quale modo : ri-impaginare in un layout più consono alla fruizione su uno schermo o distribuire il contenuto in formato PDF? Sistemi Editoriali per il web (Vignette, BEA) e il PDF che diventa sfogliabile Quale modello di business: free, freemium, pay per view, subscription? Nessuno ha prevalso sull’altro Quale organizzazione redazionale: Newsroom Integrata o no e quali nuovi competenze acquisire? Ognuno ha percorso la propria strada acquisendo o formando in casa competenze informatiche per l’uso dell’HTML e lo sviluppo di siti Web 12-11-2010 5Nicola Amoruso - IRPE SpA
    6. 6. 2010 - iPad e i Tablet Agli inizi del 2010, irrompe sul mercato l’iPad con le sue caratteristiche che lo rendono unico, in attesa della concorrenza, nel panorama dei dispositivi digitali • un dispositivo PORTABILE • Always On con la connessione 3G e il WI-Fi • un’interazione “MultiTouch” con l’uso delle dita • concetto di APP (come l’iPhone) • la possibilità di fruire di contenuti MULTIMEDIALI con uno schermo più adatto dello schermo degli smartphone • Spazio di fruizione dei contenuti re-inventato (Orizzontale/Verticale) • Ecosistema iTunes Store per la distribuzione di contenuti digitali 12-11-2010 6Nicola Amoruso - IRPE SpA
    7. 7. 2010 – iPad e Tablet I problemi da affrontare si ripropongono per tutti gli attori della filiera Autori Editori Stampa Distribuzione Lettori • Creare nuovi prodotti editoriali e acquisire nuove competenze senza diventare sviluppatori di sw • Reiventare le modalità di fruizione dei contenuti (integrare audio, video, infografica dinamica) •Organizzazione Redazionale •Organizzare e disaggregare contenuti per modelli di business freemium, aggiornamenti UGC e social network •Workflow digitale Perdita del mercato e riposizionamento dell’offerta con short-run, POD e sistemi multimediali • Concorrenza di nuovi attori come, APPLE, Amazon e Google • Ruolo del libraio •Mercato misto carta/digitale •Interoperabilità con un formato standard •Abbonamenti multi- piattaforma 12-11-2010 7Nicola Amoruso - IRPE SpA DISINTERMEDIAZIONE DRM
    8. 8. Editori - Mercato di riferimento Valorizzare Competenze Formazione delle risorse interne 12-11-2010 8Nicola Amoruso - IRPE SpA CMS per organizzare e condividere i contenuti Disaggregazione Granularità Tag – Metadati Accesso Remoto Utilizzo di strumenti conosciuti, soprattutto dal grafico Per una reale multicanalità Digital Workflow è una necessità
    9. 9. Editori - Mercato di riferimento Valorizzare Competenze 12-11-2010 9Nicola Amoruso - IRPE SpA CMS per organizzare e condividere i contenuti Woodwing Enterprise Publishing System Per una reale multicanalità Utilizzo di strumenti conosciuti, soprattutto dal grafico
    10. 10. Funzionalità • Alcune funzionalità: – Integrazione video, audio – Photogallery – Aree sensibili, Aree Scrollabili – Toc e scrollbar, swip e two fingers swip – Widget application in HTML5 – Link ai Social Network e link al web • http://www.youtube.com/user/WoodWingSoftware o scaricate sul vostro iPad le edizioni gratuite 12-11-2010 Nicola Amoruso - IRPE SpA 10 Non pensate che sia un APP Non pensate che sia una rivista o un libro Pensate solo ai contenuti e al modo di fruizione
    11. 11. Buone Notizie • Sia il WSJ che il NYT riportano notizie molto positive e incoraggianti sull’uso dell’iPad da parte di bambini disabili e lo stesso Steve Jobs ha affermato che neanche gli ingegneri di APPLE aveveano pensato ad un uso terapeutico dell’iPad. • L’iPad può sostituire in parte o totalmente dei dispositivi che costano diverse migliaia di dollari • Chi ha adottato l’iPad per bambini in età scolare e prescolare con disabilità multiple sta solo aspettando che gli editori creino dei contenuti per aiutare i bambini disabili ad interagire con il mondo esterno con più facilità. 12-11-2010 Nicola Amoruso - IRPE SpA 11
    12. 12. Arrivederci con un Annuncio La IRPE è stata eletta da Apple nel ristretto numero di aziende che hanno l’autorizzazione alla vendita di iPad. 12-11-2010 Nicola Amoruso - IRPE SpA 12 GRAZIE e Arrivederci Nicola Amoruso nicola.amoruso@irpe.it - Cell. 3355997196

    ×