GLOCLIL_Menegale

950 views

Published on

intervento della Dott.sap rof. Fabrizio Maggi
Cremona, 25.ott.2011
convegno "GLOCLIL, fron thoery to practice in the global village"

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
950
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
10
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

GLOCLIL_Menegale

  1. 1.       Formazione CLIL per insegnanti: le proposte dell’Università Ca’ Foscari Venezia Marcella Menegale Università Ca’ Foscari di Venezia Convegno GLOCLIL Cremona e Bari 25-26 ottobre 2011
  2. 2. Formazione CLIL per insegnanti <ul><li>1. La situazione oggi tra progetti e realtà </li></ul><ul><li>2. Il ruolo dell’università </li></ul><ul><li>3. Le proposte di Ca’ Foscari </li></ul>
  3. 3. 1. La situazione oggi: i progetti <ul><li>Riforma delle Scuole Secondarie Superiori (CLIL dal 2012-13) </li></ul><ul><li>Scelta autonomia su: lingua , disciplina, attuazione </li></ul><ul><li>Formazione iniziale </li></ul><ul><li>Formazione in servizio </li></ul>
  4. 4. Formazione iniziale <ul><li>Regolamento Gelmini ottobre 2010, art.14: si prevede una formazione specifica per insegnanti chiamati ad insegnare attraverso una LS. Presso le università sono istituiti corsi di perfezionamento per l’insegnamento CLIL: possono partecipare gli insegnanti abilitati per l’insegnamento nella scuola secondaria di II grado che abbiano competenze linguistiche certificate di livello avanzato (B2). </li></ul><ul><li>I corsi durano almeno un anno e comprendono almeno 300 ore di tirocinio. A conclusione, si sostiene un esame finale e si consegue un certificato che attesta le competenze acquisite. </li></ul>
  5. 5. Formazione in servizio (1) <ul><li>il MIUR sta predisponendo l’attivazione di percorsi formativi finalizzati all’acquisizione di competenze linguistiche e metodologico-didattiche CLIL. I destinatari sono gli insegnanti di disciplina di scuola secondaria di secondo grado, assunti sia a tempo determinato che indeterminato, in possesso di competenze linguistico-comunicative nella lingua veicolare di livello almeno B1 del QCER. </li></ul><ul><li>La nota del Ministero anticipa che, prossimamente, si provvederà a notificare la procedura da attuare per coloro i quali non rientrano nei criteri linguistici appena considerati. </li></ul>
  6. 6. Formazione in servizio (2) <ul><li>a. formazione linguistica : in assenza di competenze linguistico-comunicative pari a C1, Centri Linguistici d’Ateneo, o le stesse Facoltà, somministreranno una specifica formazione (presenza+online) al fine di consentire il raggiungimento del livello C1. (260 ore in 2 anni per ogni livello da superare, max quattro anni). </li></ul><ul><li>b. formazione metodologica-didattica CLIL : il percorso tenuto dalle Facoltà universitarie si realizza in attività di base ,  caratterizzanti e tirocinio formativo finale, che complessivamente formeranno il profilo del docente CLIL (progettualità in sinergia con docente di LS e/o di altre discipline; metodologia appropriata e didattizzazione materiali; elaborazione strumenti valutazione) </li></ul>
  7. 7. Attività formative Ambito disciplinare CFU di base Aspetti teorici e metodologici trasversali, come elementi di partenza per i laboratori previsti nelle attività formative caratterizzanti. 9 CFU caratterizzanti I CFU da acquisire in queste attività formative caratterizzanti avranno forma primariamente laboratoriale e dovranno portare ad una effettiva integrazione tra gli insegnamenti impartiti. Didattiche disciplinari in prospettiva veicolare (CLIL) 9 CFU delle discipline linguistiche di cui 3 CFU in copresenza con le discipline da veicolare Altre attività - tirocinio CLIL con modalità di ricerca-azione anche a distanza e colloquio finale   2 CFU Totale 20 CFU
  8. 8. La situazione oggi: la realtà <ul><li>Avviato il reclutamento dei docenti di disciplina in servizio con competenza LS certificata min. B1 </li></ul><ul><li>Priorità ai docenti dei licei linguistici (partono prima) </li></ul><ul><li>L’attività di formazione proposta per i primi docenti CLIL consta di 500 ore=20 CFR formaz. metod/didatt. + 260 ore/livello per formaz. linguistica (N.B. i docenti sono in servizio e possono godere di sole 150 ore per permessi di studio) </li></ul><ul><li>Non è ancora stato esplicitato come possa essere articolata la formazione. </li></ul>
  9. 9. 2. Il ruolo dell’università <ul><li>Dal punto di vista della metodologia CLIL: </li></ul><ul><li>formazione/monitoraggio/ricerca </li></ul><ul><li>Corsi perfezionamento </li></ul><ul><li>Pacchetti formativi </li></ul><ul><li>Monitoraggio </li></ul><ul><li>Ricerca </li></ul><ul><li>Seminari di riflessione e disseminazione </li></ul>
  10. 10. 3. Le proposte di Ca’ Foscari (1) <ul><li>Corso di perfezionamento CLIL </li></ul><ul><li>PER CHI? </li></ul><ul><li>tutti i laureati (laurea triennale o laurea del previgente ordinamento oppure un titolo straniero equivalente) </li></ul><ul><li>  SVOLGIMENTO? </li></ul><ul><li>on-line, metodologia di tipo costruttivista proponendo delle attività che partono da questioni problematiche concrete. Tesina finale. </li></ul><ul><li>DURATA? </li></ul><ul><li>annuale. Il corso è costituito da: 225 ore per i moduli on-line (attività al computer, ad es. lettura modulo, ricerche in internet, consegna lavori e discussione nel forum e attività in classe con lo svolgimento delle attività previste dai moduli) + 75 ore per la preparazione e la redazione della tesina finale = TOT. 300 ore pari a 12 CFU. </li></ul>
  11. 11. <ul><li>Corso di perfezionamento CLIL </li></ul><ul><li>CONTENUTI? </li></ul><ul><li>10 macro-moduli sulle seguenti tematiche:   </li></ul><ul><li>La lingua straniera/seconda veicolare  </li></ul><ul><li>L’apprendimento e la metodologia CLIL  </li></ul><ul><li>La comprensione dello scritto e dell’orale nell’ambito di una classe CLIL  </li></ul><ul><li>Il parlare e lo scrivere in un programma CLIL  </li></ul><ul><li>Apprendere ed insegnare il lessico  </li></ul><ul><li>La progettazione e CLIL </li></ul><ul><li>La ricerca-azione </li></ul><ul><li>La valutazione </li></ul><ul><li>Lavorare con il web  </li></ul><ul><li>Materiali ed esperienze per CLIL   </li></ul>
  12. 12. Cosa potrebbe coprire il corso di perfezionamento? Attività formative Ambito disciplinare CFU di base Aspetti teorici e metodologici trasversali, come elementi di partenza per i laboratori previsti nelle attività formative caratterizzanti. 9 CFU caratterizzanti I CFU da acquisire in queste attività formative caratterizzanti avranno forma primariamente laboratoriale e dovranno portare ad una effettiva integrazione tra gli insegnamenti impartiti. Didattiche disciplinari in prospettiva veicolare (CLIL) 9 CFU delle discipline linguistiche di cui 3 CFU in copresenza con le discipline da veicolare Altre attività - tirocinio CLIL con modalità di ricerca-azione anche a distanza e colloquio finale   2 CFU Totale 20 CFU Attività formative Ambito disciplinare CFU di base Aspetti teorici e metodologici trasversali, come elementi di partenza per i laboratori previsti nelle attività formative caratterizzanti. 9 CFU caratterizzanti I CFU da acquisire in queste attività formative caratterizzanti avranno forma primariamente laboratoriale e dovranno portare ad una effettiva integrazione tra gli insegnamenti impartiti. Didattiche disciplinari in prospettiva veicolare (CLIL) Tesina 3 CFU 9 CFU delle discipline linguistiche di cui 3 CFU in copresenza con le discipline da veicolare Altre attività - tirocinio CLIL con modalità di ricerca-azione anche a distanza e colloquio finale   2 CFU Totale 20 CFU
  13. 13. 3. Le proposte di Ca’ Foscari (2) <ul><li>Pacchetti formativi </li></ul><ul><li>Formazione+dimensione esperienziale, per percorsi ad hoc , per chi non può partecipare al corso di perfezionamento, per iniziative con il territorio e le istituzioni (Scuole, Reti, IRRE , Uffici Scolastici Regionali) </li></ul><ul><li>Tra i progetti svolti ad oggi: con l'USR (USP , ex-Irre) di Lombardia, FVG, Veneto, Umbria , Sardegna, Puglia., Calabria, Reti di scuole primarie. </li></ul>
  14. 14. 3. Le proposte di Ca’ Foscari (3) <ul><li>Monitoraggio </li></ul><ul><li>Ricerca </li></ul><ul><li>qualità in CLIL - progetto LI.VE. (‘Lingua Veicolare’) coordinato dall’IPRASE Trento con Università Trento, IRRE FVG, IRRE Veneto, IPRASE Bolzano, 2004-2006. L’obiettivo: identificare alcuni principi di qualità irrinunciabili per il CLIL grazie alle esperienze maturate </li></ul><ul><li>metodologia CLIL – progetto di ricerca e formazione scuole secondarie ‘Apprendo in LS ’: in collaborazione con l’IRRE Veneto. Prosecuzione in “CLIL - un nuovo ambiente di apprendimento” dal 2006. </li></ul><ul><li>metodologia e sviluppo linguistico - progetto ‘La promozione della competenza e della metacompetenza linguistico-comunicativa in situazione d’uso veicolare di una lingua seconda/straniera ’, con Univ di Bari, finanziamenti del MIUR, 2008-2010 </li></ul><ul><li>cooperative learning e CLIL - progetto di ricerca e formazione ‘ La partecipazione in CLIL ’, organizzato dall’IRRE Veneto </li></ul><ul><li>Formazione di formatori CLIL – progetto europeo EUCLID , Comenius 2008-2010 </li></ul>
  15. 15. 3. Le proposte di Ca’ Foscari (4) <ul><li>Seminari di riflessione e disseminazione </li></ul><ul><li>il docente CLIL formato diventa una risorsa non solo per le scuole stesse ma anche per l’Università che lo ha formato. nuova consapevolezza da rendere visibile, discutere, condividere e valutare. </li></ul><ul><li>CA’ FOSCARI ha organizzato Seminari dal 2004 in poi (l’ultimo è stato per docenti di primaria nel 2010). Ha avviato una CLIL Community nel 2006. </li></ul>
  16. 16. <ul><li>CeClil: CERTIFICAZIONE CLIL CA’ FOSCARI </li></ul><ul><li>certificazione competenza in didattica dell'approccio CLIL. </li></ul><ul><li>docenti di scuola primaria e i docenti di secondaria di materia o di lingua straniera (inglese, francese, tedesco, spagnolo, italiano come lingua straniera) con una formazione nella metodologia CLIL e con almeno due anni di esperienza pratica dell’approccio . </li></ul><ul><li>Prova scritta: Nozioni generali dell’approccio metodologico; Programmazione di un modulo CLIL; Didattizzazione di un testo autentico; Riflessione critica sulla buona pratica del CLIL. </li></ul><ul><li>Prova pratica: Breve discussione critica (5 minuti) di una lezione CLIL osservata (docente di lingua straniera) o simulazione di 20-25 min. di una lezione CLIL (docente di disciplina e primaria). </li></ul>3. Le proposte di Ca’ Foscari (5)
  17. 17.       Marcella Menegale [email_address] http://venus.unive.it/ladils/ Laboratorio CLIL

×