Applicabilità del CMMI all’industria della traduzione

905 views

Published on

Presentazione resa da Valeria Cannavina e Arabella Rosati nel corso dell’intervento tenuto al Congresso Internazionale AITI 2008 per illustrare i risultati di una ricerca che ha interessato l’applicazione dei modelli di maturità all’industria della traduzione, dal punto di vista dei fornitori di servizi linguistici (LSP) e dei traduttori in luogo o a integrazione dei sistemi di gestione della qualità.

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
905
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
27
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Quello che vi proponiamo è il risultato di una ricerca il cui obiettivo è dimostrare l‘applicabilità del metodo scientifico alla traduzione tramite l’utilizzo di modelli metodologici universali.
  • Applicabilità del CMMI all’industria della traduzione

    1. 1. Applicabilità del CMMI all’industria GILT Valeria Cannavina & Arabella Rosati
    2. 2. EN 15038 Freelancer
    3. 3. Livelli di maturità 1 5 -3 -2 -1 0 2 3 4 Ripetibile Gestito Ottimizzato Reattivo Trascurato Sprezzante Ostile Scoraggiante Trasparente
    4. 4. La catena del valore Logistica in entrata Esercizio Logistica in uscita Marketing e vendite Margine Attività di supporto Attività primarie Infrastruttura Risorse umane Sviluppo tecnologico Approvvigionamenti Servizi
    5. 5. Perché adottare il CMMI <ul><li>Analisi delle attività </li></ul><ul><ul><li>Eliminazione fonti di spreco </li></ul></ul><ul><ul><li>Individuare generatori di valore </li></ul></ul><ul><li>Attività svolte per stadi </li></ul><ul><ul><li>Visione d’insieme </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Rimozione di sovrapposizioni e inefficienze </li></ul></ul></ul><ul><li>Ottimizzazione dei processi  maggiore efficienza ed efficacia </li></ul><ul><li>Linguaggio condiviso </li></ul><ul><ul><li>È noto a priori il modus operandi </li></ul></ul>
    6. 6. Adozione del CMMI Livello 1 Livello 2 Livello 3 Livello4 Livello 5 Processi definiti in parte Svolgimento attività sulla base di best practice Soddisfazione requisiti cliente Documentazione definizione e controllo dei processi Aderenza a guide di stile e metriche della qualità Misurazione della soddisfazione del cliente Prevenzione dei difetti e pronta risoluzione di eventuali problemi Piena esecuzione del progetto Obiettivi generici di progetto Esecuzione processi in base alla pianificazione Gestione e controllo dei processi Processo automatizzato Implementazione degli standard di qualità Innovazione Formazione continua Strategia di condotta flessibile orientata agli obiettivi

    ×