Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Upcoming SlideShare
What to Upload to SlideShare
Next
Download to read offline and view in fullscreen.

Share

Expomar caorle 2014

Download to read offline

Condividere per Competere : la diffusione del Territorial
Sharing
Lo sharing agevola la messa in rete e l’effetto rete, dunque
l’organizzazione territoriale e turistica
Con la condivisone virtuale (app) e reale si risparmiano soldi, territorio, energie ed
altre risorse.
Il « Territorial sharing « è un insieme di servizi pubblici e/o privati in condivisione –
Blablacar, Blablagondola, Co working, Bikesharing, : connessione di uomini, risorse,
servizi e prodotti
Il boom di una nuova cultura che poggia sulla condivisione di servizi e beni condivisi

Related Books

Free with a 30 day trial from Scribd

See all

Related Audiobooks

Free with a 30 day trial from Scribd

See all
  • Be the first to like this

Expomar caorle 2014

  1. 1. © Murielle Drouille-Scarpa FIERA DELL’ALTO ADRIATICO- EXPOMAR CAORLE (2014) Territorio, Immagini, Promozione Murielle Drouille-Scarpa Coinvolgere gli abitanti in un progetto di promozione e sviluppo territoriale? Quali benefici e per chi? Come migliorare la promozione turistica?
  2. 2. © Murielle Drouille-Scarpa Coinvolgimento degli abitanti e Benefici POLITICI SOCIALI EconomiciECOLOGICI
 PAESAGGISTICI CULTURALI
  3. 3. © Murielle Drouille-Scarpa BENEFICI SOCIO_CULTURALI
  4. 4. © Murielle Drouille-Scarpa 1. Rafforzamento dell’appartenenza territoriale e dell’identità locale 2. Miglioramento della coesione sociale e culturale 3. Agevolazione della divulgazione di un progetto culturale autentico L’abitante è portatore di conoscenze storiche e di saper fare. E’ il garante della memoria di un luogo. L’uomo viene rimesso al centro del territorio. Si punta sul “design umano”: Il successo e la reputazione territoriale sono frutti degli abitanti e lavoratori Es. della Silicon Valley negli USA = un gruppo di persone/professionisti open mind che ha saputo reinventare un territorio
  5. 5. © Murielle Drouille-Scarpa 4. Diffusione della cultura dell’accoglienza territoriale su macroscala L’accoglienza territoriale-colla ad un’immagine culturale dell’Italia fondata sulla famiglia e la casa – I turisti si aspettano a quest’accoglienza “made in Italy” - che va oltre la soglia dell’albergo Coinvolgere la comunità in un percorso di condivisione di una « cultura territoriale dell’accoglienza”, significa gestire l’accoglienza e reintegrare gli abitanti nel paesaggio locale - Il turista trascorre la vacanza in un territorio abitato. - Gli abitanti scandiscono il tempo di un luogo e ne creano lo spirito l’atmosfera - 5. Re equilibrio abitanti/turisti Non c’è più chi sfrutta (ricava un reditto) il turismo e chi subisce il turismo - cala la tensione turisti/abitanti - I conflitti diminuiscono - L’abitante protagonista che accoglie/in contrapposizione al turista che invade e disturba
  6. 6. © Murielle Drouille-Scarpa Condividere per Competere : la diffusione del Territorial Sharing Lo sharing agevola la messa in rete e l’effetto rete, dunque l’organizzazione territoriale e turistica Con la condivisone virtuale (app) e reale si risparmiano soldi, territorio, energie ed altre risorse. Il « Territorial sharing « è un insieme di servizi pubblici e/o privati in condivisione – Blablacar, Blablagondola, Co working, Bikesharing, : connessione di uomini, risorse, servizi e prodotti Il boom di una nuova cultura che poggia sulla condivisione di servizi e beni condivisi
  7. 7. © Murielle Drouille-Scarpa BENEFICI ECONOMICI
  8. 8. © Murielle Drouille-Scarpa 1. Risparmiare tempo e soldi in promozione Stimolare gli investimenti degli abitanti in loco permette di risparmiare sulla spesa pubblica: l’abitante investe i suoi risparmi con fiducia 2. Creazione di opportunità professionali e reditto tramite la diffusione del crowfunding ( processo di raccolta fondi, banca cittadina…) E’ una questione di numeri: quanti abitanti? Effetto rete… per muovere una massa di liquidità La promozione diventa un progetto territoriale della comunità responsabile in grado di attrarre anche investimenti economici esterni a secondo delle esigenze locali.
  9. 9. © Murielle Drouille-Scarpa 3. Diventare concorrenziale, distinguersi dai vicini In numerose e recenti campagne di comunicazione (per attrarre investitori ed investimenti) i testimonial sono degli abitanti 4. Agevolare l’integrazione operatori turistici/comunità per creare maggiori opportunità lavorativi e investimenti nel territorio
  10. 10. © Murielle Drouille-Scarpa 5. Fidelizzazione territoriale del turista L’abitante fa parte di un progetto ampio di promozione/accoglienza (dal benzinaio all’uscita dell’autostrada all’albergatore) L’accoglienza territoriale è un valore aggiunto apparentemente invisibile. Vincere la concorrenza con la messa in rete delle risorse significa offrire uno spazio territoriale accogliente, di qualità ed accessibile
  11. 11. © Murielle Drouille-Scarpa 6. qualificare l’atmosfera di un luogo L’atmosfera ha un alto valore economico (è fatta di storia, cultura, memoria, paesaggi, temperature, ect): la formazione dell’atmosfera deriva da molti elementi (naturali e artificiali) di cui la presenza degli abitanti 7. Rispondere a nuove richieste ospitalità casalinga Dagli agriturismi, ai bed and breakfast, alla camera in una famiglia, il turista è anche in cerca di una vacanza più informale e ancorata “nel territorio” che implica l'abitante
  12. 12. © Murielle Drouille-Scarpa L’ospitalità casalinga si sta sviluppando per tre fattori: 1- Tecnologico: l’offerta si sta ampliando a gran velocità sul Web. Il servizio si svolge online con semplicità e tutela della Privacy, l’offerta incontra la domanda senza la presenza di un terzo. 2- Economico: permette un’integrazione del reditto delle famiglie - sta nascendo questa nuova era economica fondata sul risparmio collettivo e la condivisione. La rete rende l’individuo imprenditore 3. Socio-Culturale: dal Grande fratello a Facebook - Creazione di legami locali/ globali
  13. 13. © Murielle Drouille-Scarpa BENEFICI ECOLOGICI PAESAGGISTICI
  14. 14. © Murielle Drouille-Scarpa - Reintegrazione dell’uomo nel suo ambiente - Riscoperta del territorio da parte dell’abitante - Cura e tutela del territorio - Riappropriazione del territorio = prolungamento della casa - Senso di appartenenza territoriale - Diffusione della nozione di valore territoriale - Passaggio da una bassa autostima territoriale ad un’alta autostima territoriale
  15. 15. © Murielle Drouille-Scarpa BENEFICI POLITICI - Equilibrio fra i vari “utilizzatori” ed il territorio - Governance

Condividere per Competere : la diffusione del Territorial Sharing Lo sharing agevola la messa in rete e l’effetto rete, dunque l’organizzazione territoriale e turistica Con la condivisone virtuale (app) e reale si risparmiano soldi, territorio, energie ed altre risorse. Il « Territorial sharing « è un insieme di servizi pubblici e/o privati in condivisione – Blablacar, Blablagondola, Co working, Bikesharing, : connessione di uomini, risorse, servizi e prodotti Il boom di una nuova cultura che poggia sulla condivisione di servizi e beni condivisi

Views

Total views

51

On Slideshare

0

From embeds

0

Number of embeds

0

Actions

Downloads

0

Shares

0

Comments

0

Likes

0

×