Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Sunny on Foody

311 views

Published on

This presentation is the final product of a school project. it is intended only for educational purposes.

Published in: Education
  • Be the first to comment

Sunny on Foody

  1. 1. SunnysuFoodyColori e sapori
  2. 2. Sunny scese dal suo veicolo e si rese conto di essere atterrato suun altro pianeta. Si guardò intorno. Il cielo era di un colore verdeintenso, e qua e là qualche nuvola rosa si mostrava timida efaceva da cornice ad un brillante sole di colore arancione.Intorno a lui si stendeva un enorme pratorosso chiaro, con strani alberi tutti intorno,dal tronco verde e foglie violette.
  3. 3. In lontananza vide arrivare due creature, unaalta e longilinea, l’altra bassa e tozza; maquello che lo colpì fu la loro testa. Certo, anchela sua era abbastanza singolare, ma non neaveva mai viste così; sembravano frutti comequelli che il nonno gli aveva mostrato: unaforma allungata dal colore marrone chiaro euna rotonda di un giallo intenso. In entrambi ivolti si aprivano occhi brillanti e un sorrisoallegro, rassicurante.
  4. 4. Sunny si avvicinò. Voleva attivare il solitopulsante multifunzione per parlare con idue, ma si accorse che qualcosa nonandava, il suo pulsante non attivava latraduzione simultanea. Forse latmosfera diquel pianeta aveva creato uninterferenza.“Hello. Who are you, my friend?” disse unodei due sconosciuti.
  5. 5. Sunny si rilassò: per fortuna su questo pianeta parlavano una linguamolto simile a quella che aveva studiato a scuola, l’inglese. Inqualche modo, pensò fiducioso, sarebbe riuscito a farsi capire.“Hello! My name’s Sunny. I’m from Arret, what’s your name?”“Hello! My name’s Cool Banana and this is my friend, Cute Orange.Welcome to our planet, Foody. We are from the Fruity tribe andover there you can see our village, near the river Juicy in theHappy Forest”.
  6. 6. Queste strane creature, i Fruities, avevano l’aspetto di tutti i tipi difrutta: mandarini, arance, mele e banane. Vivevano in una valle conalberi pieni di frutti dai colori vivacissimi, attraversata da un fiume dicolor arancione.“What a nice place!”, disse Sunny.“Yes, we’re lucky. We have a simple life, we eat vegetables andfruits.”“Now I see!“. Sunny capì che il loro aspetto dipendeva da ciò chemangiavano.“Yes, we are what we eat!”
  7. 7. Mentre facevano conoscenza, videro avvicinarsi un altropersonaggio. Era simile ai due, ma aveva un aspetto un po’diverso: era più basso e la sua testa somigliava a un enormecavolfiore. Correva verso di loro e sembrava avere molta fretta. Inuovi amici di Sunny notarono la sua espressione preoccupata egli dissero che era tutto a posto: era un loro amico, membro diuna tribù vicina e alleata, quella dei Veggies, che si nutrivanoprincipalmente di verdura e legumi.“But why is he so worried?” chiese Sunny.“That’s a long story”, rispose Cool Banana.
  8. 8. Si chiamava Joyful Cauliflower ed era molto preoccupatoperché le sentinelle avevano notato strani rumori e movimentinella foresta proibita, il luogo nel quale viveva la misteriosa eterrificante tribù dei Junkies.Nel frattempo lamico dei Fruities era arrivato e Sunny fece la suaconoscenza.Queste creature si nutrivano solo di patatinefritte, hamburger, hot dog, caramellegommose, gomme da masticare e bevandegassate.
  9. 9. “I want to help you. Youare so nice!” disse Sunny,sorridendo al pensieroche questa tribù di cuitanto si preoccupavanoaveva l’abitudine diruttare e fare altri rumorimolesti.“They aren’t friendly because on this planet you are what you eat:they only eat junk food. They sometimes make terrifying noises.They burp a lot.”
  10. 10. Sembrava tanto uno degli hamburger che riempivano i ristoranti diArret. Burghy, questo era il suo nome, ammise che forse nonfacevano tanto bene alla salute, ma che sicuramente erano piùdeliziosi di loro e concluse il suo intervento dicendo: “Children likeus. They don’t like you!”“That’s not true”, si sentì qualcuno urlarein lontananza.Dopo qualche minuto, si era avvicinatoun altro personaggio strano; il corpo eracircolare e di colore marrone scuro.
  11. 11. I quattro abitanti di Foody iniziarono una lunga discussione su cosa,come e perché era meglio mangiare l’una o l’altra cosa. Sunnydecise che li avrebbe aiutati. Ma come fare? All’improvviso ilcolore della sua testa diventò più brillante: era arrivata l’idea checercava. Chiese ai suoi nuovi amici di nominare un rappresentanteper ogni tribù; ognuno di loro doveva assaggiare i prodotti dellealtre popolazioni.
  12. 12. I Fruities indicarono Green Apple,il loro capo, i Veggies scelseroJolly Cucumber, il loro chef piùprestigioso, mentre i Junkies, noncompletamente entusiastiall’idea di assaggiare frutta everdura, affidarono il tristecompito a Doggyhot, una stranacreatura marrone che aveval’aria di un cane bassottoverticale.
  13. 13. Giunta l’ora della prova, si riunirono tutti in territorio neutrale,davanti alla leggendaria Milky Fountain, la sorgente da cuisgorgava un liquido candido, che aveva proprietà curative.
  14. 14. Attorno a un tavolo circolare ognuno dei tre assaggiatori avevadavanti a sé due piatti con le pietanze preparate dalle altre duepopolazioni. Sunny decise che avrebbe documentato tutto conle sue foto.
  15. 15. Il primo ad iniziare fu Green Apple che assaggiò una zucchinaripiena con mozzarella filante ed esclamò: “It’s delicious!”, poipassò a un piatto di patatine fritte. Dal suo viso traspariva un certostupore. “They are good!” disse, ma iniziò a sentirsi più pesante delsolito.
  16. 16. Toccò poi a Jolly Cucumber, che assaggiò per prima un’invitantemacedonia di frutta tutta colorata. Non appena l’ebbe mangiatala sua pelle diventò più liscia e morbida e l’umore sempre piùallegro. “This fruit salad is fantastic!”, commentò.Subito dopo, bevve un sorso dello strano liquidoscuro servitogli dai Junkies. Sull’etichetta c’era scritto“Fizzy”; la bevanda era dolce e piacevole da berema, mentre tutti erano in attesa della sua reazione,Jolly Cucumber iniziò a emettere strani rumori dallabocca. Tutti scoppiarono a ridere e il poverocetriolone si sentì in imbarazzo.
  17. 17. L’ultimo alla prova dell’assaggio fu Doggyhot che avevadavanti a sé una ciotola di insalata mista multicolore conlattuga, mais, pomodori, carote, rucola, finocchi e tante altrespecialità dei Veggies. All’inizio, l’assaggiatore spiluccavatimidamente il contenuto del suo piatto, diffidente nei confrontidi tutto quel cibo; mano a mano che assaggiava, però, il suoritmo aumentava e il viso si distendeva in un largo sorriso: “Notbad. It’s fresh, light and tasty.” Concluse con una bevandacoloratissima preparata dai Fruities; ne fu talmente entusiasta dachiedere il bis: “What is it? It’s really sweet and yummy!” Glispiegarono che era uno Smoothie, preparato frullando tanti tipi difrutta fresca.
  18. 18. “Your food is really delicious and healthy. I feel wonderful!”esclamò Doggyhot, senza riprendere fiato.“Thank you. Your food is good too but its a bit heavy. We canteat it every day.” gli rispose Jolly Cucumber, che fece poi unaproposta: “Lets meet here every week to eat together.” “Greatidea”, furono daccordo gli altri.I termini del patto furono chiari in qualche secondo: i Junkiesavrebbero ricevuto ogni giorno qualche specialità dalle altre duetribù per migliorare la loro alimentazione e ogni domenica tutti sisarebbero riuniti presso la Milky Fountain. Ognuno avrebbeportato il proprio cibo per condividerlo con gli altri.
  19. 19. Si passò, infine, ai festeggiamenti. Avrebberocelebrato il patto con una competizione; siprepararono gli atleti: Cool Banana, Crunchy Carrote Burghy. La prova consisteva in una corsa: ognunodei tre doveva riempire un secchio con il lattemagico della fontana e trasportarlo fino altraguardo senza rovesciarne neanche una goccia.Non appena vide gli atleti pronti ai blocchi di partenza, Sunnydiede il via e Crunchy Carrot schizzò velocemente in testa,seguito a ruota da Cool Banana; non fecero fatica araggiungere la folla che li aspettava al traguardo. Ansimante giàdopo pochi metri, per ultimo arrivò anche il grasso e goffoBurghy, che aveva rovesciato metà del suo secchio.
  20. 20. “I am the winner” esclamò Crunchy Carrot, mentre Burghycommentava sconsolato “No, I am too fat!”.Tutti corsero a consolarlo e la festa riprese, più gioiosa che mai.
  21. 21. Sunny decise che era giunto il momento di ripartire. “Goodbye,my friends. It’s time to go!”, disse.A queste parole Green Apple gli si avvicinò, seguito da molti altri:“Thank you for your help, Sunny. This is a present for you!”Aveva con sé un sacchetto di stoffa sul quale era disegnato unarcobaleno e tanti semi colorati. “These are the seeds of life”,disse, spiegandogli che conteneva alcuni semi che potevausare per ritrovare, ovunque andasse, un po della natura edellatmosfera di gioia e vitalità di Foody.
  22. 22. Sunny prese il sacchetto, ringraziò e salutò i suoi nuovi amici con ungrande sorriso.Quale sarebbe stata la sua prossima destinazione?

×