Presentazione Live Backup 2010 Remota

390 views

Published on

live backup

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
390
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione Live Backup 2010 Remota

  1. 1. Live Backup Una nuova opportunità nell’area Desktop/Notebook Danilo Chiavari Project Engineer [email_address]
  2. 2. Perdita dei dati: un rischio dell’IT <ul><li>Le cause... </li></ul><ul><li>Guasto dell’Hard Disk </li></ul><ul><li>Smarrimento/Furto di un PC </li></ul><ul><li>Modifica/Cancellazione per errore di dati </li></ul><ul><li>Effetti di virus, spyware, modifiche software </li></ul><ul><li>... e le conseguenze </li></ul><ul><li>Gravi danni in caso di perdita di progetti, documenti confidenziali, informazioni vitali per il business dell’azienda </li></ul><ul><li>È difficile dare un valore alla perdita dei dati </li></ul><ul><li>E’ assolutamente certa la perdita di operatività </li></ul>
  3. 3. Cosa si fa oggi <ul><li>Backup totale o incrementale di tutto l’Hard Disk </li></ul><ul><li>Richiede una grande quantità di storage e di banda </li></ul><ul><li>Ricorso a “immagini” </li></ul><ul><ul><li>Difficile mantenere immagini ragionevolmente aggiornate </li></ul></ul><ul><ul><li>Distribuzione dei software modificati o installato dopo l’immagine </li></ul></ul><ul><ul><li>Perdita di dati utente </li></ul></ul><ul><li>La minima perdita di dati raggiungibile è quella dall’ultima operazione di backup </li></ul>
  4. 4. Come funziona Live Backup <ul><li>Un agente viene installato sui PC da proteggere (Web deployment via Internet/Intranet, SMS, Batch, Group Policy, ecc.) </li></ul><ul><li>Tecnologia Continuous Data Protection (CDP) : </li></ul><ul><ul><li>Ad ogni creazione/modifica di un file, esegue copia compressa su Cache locale </li></ul></ul><ul><li>Se il PC è in connessione con il Server o alla prossima connessione: </li></ul><ul><ul><li>Controlla se il file esiste già nell’archivio di backup (per nome, size, versione, data di ultima modifica) </li></ul></ul><ul><ul><li>Se esiste già, informa il Server della presenza del file anche su questo PC </li></ul></ul><ul><ul><li>In caso di file esistente ma modificato, crea una versione successiva e la trasferisce sul Server </li></ul></ul><ul><ul><li>Trasferimento intelligente dei soli blocchi modificati </li></ul></ul><ul><ul><li>Il traffico è compresso e può essere crittografato </li></ul></ul>
  5. 5. Architettura Live Backup Tutto il traffico viene trasmesso sulla porta TCP 80 con protocollo HTTP
  6. 6. Per ogni creazione/copia di file copia in cache Se non esiste Trasferimento sul DB se esiste nel DB Nessun trasferimento ! se un file viene modificato Soltanto le differenze vengono trasferite Host 2 Host 3 LIVE BACKUP SERVER SQL DB check se il file esiste nel DB check se il file esiste nel DB Host 1
  7. 7. Disaster Recovery facile e veloce Adverse System Change <ul><li>Recovery via rete da: </li></ul><ul><li>Attacchi virali </li></ul><ul><li>Corruzione di Applicazioni </li></ul><ul><li>Upgrades falliti </li></ul>System Rollback <ul><li>Recovery da scratch: </li></ul><ul><li>Perdita di portatili </li></ul><ul><li>Guasti Hard Disk </li></ul><ul><li>Sistemi che “non partono” </li></ul>One-Step Disaster Recovery Boot Boot Restore system Partition drive Format drive Install OS Configure IP stack Install recovery app Restore system/data Live Backup Traditional Rollback LiveBackup Server Run !
  8. 8. Interoperabilità <ul><li>Soluzione multipiattaforma: integrazione nativa con ambienti Windows e Mac OS X </li></ul>Full System Protection User Data Protection Mac OS X 10.5 Leopard Mac OS X 10.6 Snow Leopard
  9. 9. Vantaggi della soluzione <ul><li>Notevolissimo risparmio di storage di backup </li></ul><ul><ul><li>Windows XP con Office 2003: circa 100.000 files, di cui il 95% sono comuni fra client </li></ul></ul><ul><ul><li>Storage condiviso e deduplicato </li></ul></ul><ul><li>Minore utilizzo possibile di banda </li></ul><ul><li>Allineamento più recente, situazione all’ultimo “save” sul server di backup </li></ul><ul><li>Possibilità di lavorare disconnessi </li></ul><ul><li>Assoluta trasparenza </li></ul><ul><ul><li>L’utente finale continua a lavorare nel modo in cui è abituato, senza variazioni </li></ul></ul><ul><ul><li>In caso di necessità può recuperare i suoi dati in modo autonomo e guidato </li></ul></ul>
  10. 10. Cosa può fare l’utente finale? <ul><li>Eseguire una preview di un file ad una versione precedente ed eventualmente ripristinarlo </li></ul><ul><li>Recuperare velocemente files e cartelle eliminati o perduti/corrotti </li></ul><ul><li>Richiedere il riposizionamento totale del sistema ( rollback ) ad un certo punto nel tempo </li></ul><ul><ul><li>Ad es. dopo l’installazione di un software che ne ha compromesso la funzionalità </li></ul></ul><ul><li>Richiedere al supporto la creazione dei CD/DVD per la ricostruzione totale </li></ul>
  11. 11. E gli amministratori Live Backup? <ul><li>Automazione dei task e possibilità di effettuarli via interfaccia web </li></ul><ul><li>Definizione delle policy di backup e dei tempi di conservazione dei dati </li></ul><ul><li>Assegnazione di privilegi a utenti o gruppi per il recupero dei dati e/o la gestione dei client </li></ul><ul><li>Controllo degli eventi generati dal sistema e supporto alle richieste degli utenti </li></ul>
  12. 12. Nuove funzionalità <ul><li>Recovery bare-metal direttamente da rete </li></ul><ul><ul><li>Boot con CD basato su Windows PE o PXE agent </li></ul></ul><ul><ul><li>Recupero diretto dell’immagine di sistema </li></ul></ul><ul><li>Amministrazione e recupero dati via browser </li></ul><ul><li>Migrazione, import/export, redirect dei client </li></ul><ul><li>Recupero su hardware diversi e su macchine virtuali </li></ul>

×