Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
SEO e   architetturadell’informazione
SEO e architettura dell’informazione    . introduzione        . desktop         . mobile          . errori         . esemp...
introduzioneai + usabilità + user      xperience          =    utente
introduzione perché usabilità e SEO insieme sonoimportanti per una  strategia web?
introduzione#1 il motore di ricerca   è contento quanto l’utente è contento (il rischio è che l’utente cambi motore di    ...
introduzione#2 il motore di ricerca premia le risorse che    fanno contentol’utente (meno quantità e più qualità;         ...
introduzione         qualità?      . velocità di caricamento      . facilità di navigazione. struttura di link interna “fa...
introduzionema (se dovessi scegliere) chi è più importante?
introduzione
introduzione20122008
introduzione          [sembra esserci confusione]      sono discipline diverse:SEO > legato al (search) mktgux > correlato...
introduzione            [sembra esserci confusione]   ma si stanno scambiando i ruoli:  SEO > ha implicazioni          tec...
introduzionesi intravede anche la figura professionale del SEO didomani: sempre più attentoall’utente, senza perdere di  v...
introduzione“Find a usability professional  with knowledge of search marketing, in my opinion, is  a must”, Kim Krause Ber...
introduzione
introduzione          [non dirò mai di averlo detto :)] dò una priorità al SEO:#1 se non ti trovano, non ti  visitano (sop...
SEO e architettura dell’informazione    . introduzione        . desktop         . mobile          . errori         . esemp...
desktop[road map]. obiettivi
desktop  [road map]   . obiettivi. target (path)
desktop      [road map]       . obiettivi    . target (path). contenuti (risposta)
desktop         [road map]         . obiettivi      . target (path)  . contenuti (risposta). priorità > architettura      ...
desktop
desktop
desktopaspetti da considerare     in termini di ottimizzazione lato  SEO e lato utente
desktop  . chiedete al vostrofornitore di ospitare il  sito web presso un      server veloce
desktop. se vendete all’estero,    “mandate a quel  Paese” anche TLD e      spazio web :) usabilità nelle                 ...
desktop      . definite    un’alberatura“comoda” per utente e motore di ricerca (in    quest’ordine)
desktop         usabile.it/392009.htmsurl.org/usabilitynews/42/hypertext.asp
desktop .     utilizzate anche  [alberatura] gli strumenti forniti     da google perdeterminare categorie   e sottocategorie
desktop.     è l’opportunità di  [alberatura]ottimizzare per la long    tail (sia la testa che la coda)
desktop. stampate nell’URL le     parole chiave    1. non migliora il ranking
desktop. stampate nell’URL le     parole chiave      1. non migliora il ranking  2. aiuta google a contestualizzare
desktop. stampate nell’URL le     parole chiave      1. non migliora il ranking  2. aiuta google a contestualizzare  3. mi...
desktop. utilizzate path/  breadcrumbs
desktop
desktop      . differenze          path  “sei qui: home > cat > sub cat”    breadcrumbs“sei qui: step#1 > step#2 > step#3”
desktop. path/breadcrumbs e       usabilità1. aiutano l’utente a posizionarsi all’interno dell’alberatura                 ...
desktop. path/breadcrumbs e       usabilità1. aiutano l’utente a posizionarsi all’interno dell’alberatura                 ...
desktop. path/breadcrumbs e       usabilità1. aiutano l’utente a posizionarsi all’interno dell’alberatura                 ...
desktop. path/breadcrumbs e       usabilità1. aiutano l’utente a posizionarsi all’interno dell’alberatura                 ...
desktop. path/breadcrumbs e       usabilità1. aiutano l’utente a posizionarsi all’interno dell’alberatura                 ...
desktop. path/breadcrumbs e       usabilità1. aiutano l’utente a posizionarsi all’interno dell’alberatura                 ...
desktop. path/breadcrumbs e         SEO1. sono un’opportunità per inserire parole chiave e termini                        ...
desktop. path/breadcrumbs e         SEO1. sono un’opportunità per inserire parole chiave e termini                        ...
desktop . path/breadcrumbs e          SEO 1. sono un’opportunità per inserire parole chiave e termini                     ...
desktop
desktop. path/breadcrumbs:     linee guida1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale
desktop. path/breadcrumbs:     linee guida1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale     2. meglio il path ...
desktop. path/breadcrumbs:     linee guida 1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale       2. meglio il pa...
desktop. path/breadcrumbs:     linee guida 1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale       2. meglio il pa...
desktop. path/breadcrumbs:     linee guida 1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale       2. meglio il pa...
desktop. path/breadcrumbs:     linee guida 1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale       2. meglio il pa...
desktop. path/breadcrumbs:     linee guida 1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale       2. meglio il pa...
desktop  . pensate ad unasoluzione nel caso il     prodotto sia temporaneamente   non disponibile
desktopNO!
desktop  . pensate ad unasoluzione nel caso il     prodotto siadefinitivamente non     disponibile
desktop
desktop. allineate i contenuti      ai markup di       schema.org1. comprensione dei contenuti più marcata          (anche...
desktop
desktop    . i contenuti più strategici dovrebbero essere posti “sopra la     piega”: googleapprezzerà (http://goo.gl/9sMzp)
desktop1280x800  +80%
desktop           [let me be more confident]   . implementaterecensioni/commenti degli utenti (non registrati):  google ap...
desktop
desktop         [let me be more confident]. implementate (non troppo!)    i pulsanti social: google ha confermatoche ne te...
desktop
desktop. utilizzate contenutimedia (img/video): valgonopiù di mille parole egoogle images porta un sacco di traffico!
desktop. utilizzate i contenuti        correlati
desktop
desktop. utilizzate i contenuti        correlati: 1. ottimizza la matrice di link   2. aiuta a contestualizzare   3. favor...
desktop. ottimizzate i filtri di    visualizzazione
desktop
desktop. ottimizzate i filtri divisualizzazione: sono   utili ma possono  generare contenuti   duplicati (rel=”canonical”)
desktop. ottimizzate la  paginazione
desktop
desktop     . ottimizzate lapaginazione: è utile (la spiderizzazione) ma generacontenuti duplicati/di    valore inferiore
desktop . paginazione: maquanti link ci dovrei  mettere? e quantirisultati per pagina?
desktop        [paginazione]    1. “1, 2, 3, ...” lo spider potrebbemetterci troppi clickper spiderizzare fino  all’ultima...
desktop              [paginazione] 2. “risultati 1-5 di 50”sottoinsiemi piccoli di risultati aumentano il  numero di pagin...
desktop         [paginazione]         quindi?. restituite un numero     ragionevole di  risultati per pagina
desktop             [paginazione]         quindi?  . create, in caso, unlivello “extra” (sottocategorie?)  per circoscrive...
desktop          [paginazione]        quindi?  . linkate in cima airisultati le risorse più“fresche”/strategiche
desktop              [paginazione]       quindi?   . non superate illimite “certificato” da  google: 100 link/ pagina (non...
desktop         [paginazione]        quindi?. utilizzate i comandi  “noindex, follow”
desktop            [paginazione]              quindi?. variate i meta tag (title, description) di pagina 1, 2,            ...
desktop          [paginazione]         quindi?. permettete all’utentedi variare il numero di  risultati visualizzati      ...
desktop. non abusate dei tag:  Panda is watching        you!
desktop
desktop    . linkate dalla homepage le paginepiù strategiche (la homepagedovrebbe aiutare anche ad individuare da         ...
desktop         . rendete l’informazione facile     da trovare nellapagina: google sa se si    torna nella SERP
desktop      . ottimizzate le       informazioni  “nascoste” (alt/title per link/img): pensate agli utenti   diversamente ...
desktop   . ottimizzate le    informazioni“nascoste” (alt/title per link/  img): forniscono a google più dettagli
desktop
desktop. sviluppate il codicesecondo gli standardW3C: utente e googleapprezzeranno (ma lui non      favorirà il ranking!)
desktop . utilizzate gli header  di formattazione (H1,H2, ..., Hx): aiutate l’utente (e google) a comprendereda subito l’a...
desktop
desktop  [header di formattazione: linee guida]. un H1 per pagina
desktop      [header di formattazione: linee guida]      . un H1 per pagina. l’H1 è quello che dovrebbe    essere visto pe...
desktop      [header di formattazione: linee guida]       . un H1 per pagina. l’H1 è quello che dovrebbe     essere visto ...
desktop        [header di formattazione: linee guida]         . un H1 per pagina  . l’H1 è quello che dovrebbe       esser...
desktop         [header di formattazione: linee guida]           . un H1 per pagina    . l’H1 è quello che dovrebbe       ...
desktop  . per i testi con gli    “effetti speciali”[NI] sIFR (http://goo.gl/ygXF1)[SI] google fonts (http://          goo...
desktop
desktop. il logo del brand                  (in alto a       : lato utente è  sinistra) quasi uno standard,   ottimizzatel...
desktop
desktop. il link dovrebbe favorire il click?      dipende!
desktop   . il link dovrebbe    favorire il click?[lato utente] dovrebbe considerare una call     to action (poco SEO)
desktop  . il link dovrebbe   favorire il click?   [SEO] dovrebbeconsiderare la parola  chiave (poco accattivante)
desktop. il link dovrebbe favorire il click?   [mix] “ordina%nome_prodotto        oggi!”
desktop . ottimizzate i metatag (e le label, http://goo.gl/w7y7A) ditutte le pagine: creare   degli snippet più  usabili n...
desktop    . considerate/ottimizzate il motore di ricerca interno!
desktop . motore di ricerca      interno:[lato utente] utile araffinare la ricerca (è       tracciabile!)
desktop  . motore di ricerca       interno:   [SEO] impedite a google di indicizzare“queste” SERP (es. robots.txt)
SEO e architettura dell’informazione    . introduzione        . desktop         . mobile          . errori         . esemp...
mobileai, ux, usabilità e SEO    differiscono nel    contesto mobile    rispetto a quello        desktop
mobile. necessità, momenti e   luoghi sono diversi  . le parole chiave di  ricerca sono diverse
mobile. ricerca e fruzione dei     contenuti sono     diversi: rapida,   impaziente, che si   “consuma” prima
mobile  . le performance       (tecnologiche)potenzialmente sono  inferiori (3G vs ADSL)
mobile. le pagine dei risultati     di ricerca sono  differenti (Google considera le  risorse sviluppate per smartphone pe...
mobile  . esiste un mobile search engine scoreper il posizionamento
mobile. nel contesto mobile   l’usabilità e la ux     richiedono piùattenzioni: c’è meno         spazio!
mobile. il layout dovrebbeessere rivisto anchenell’ottica di pesare  (kbyte) meno: google        apprezzerà
mobile. va data più enfasi   (quindi posta più in alto) all’informazioneprincipale: google    apprezzerà
mobile. va data meno enfasi    (quindi posta più in basso)  all’informazioneridondante (header, menu): google apprezzerà
mobile. path/breadcrumbsdiventano ancora più  importanti perché non c’è il menu che aiuta ad orientarsi
mobile
SEO e architettura dell’informazione    . introduzione        . desktop         . mobile          . errori         . esemp...
errori#1              pensare che un   (quando si ridisegna un sito web)sito più piccolo         sia più       (con meno p...
errori#2 label ridondanti negli    insiemi di link :                  (menu)   . keyword stuffing!       . ux negativa
errori
SEO e architettura dell’informazione    . introduzione        . desktop         . mobile          . errori         . esemp...
esempi (negativi)
esempi (negativi)troppi elementi di distrazione nella pagina che “parlano” a    troppi target insieme:                   ....
esempi (negativi)
esempi (negativi)    . difficile da utilizzare  . difficile da vedere (Flash            required)   . non c’è una “direzio...
esempi (positivi)
esempi (positivi) . design ed interfaccia semplici    . (molta) attenzione al copy  . navigazione ed orientamento       ne...
esempi (positivi)
esempi (positivi). design ed interfaccia         pulite   . percorsi/target    distinti e chiari
SEO e architettura dell’informazione    . introduzione        . desktop         . mobile          . errori         . esemp...
risorse consigliateagenzie:. About User/Doralab (Italia). Cre8pc (US)tool:. Loop11blog:. Usabile.it/Mucignat.com. Useit.co...
SEO e architettura dell’informazione    . introduzione        . desktop         . mobile          . errori         . esemp...
conclusionicome dovrebbe essere  quindi un sito webottimizzato (lato SEO     ed utente)?
conclusioni            . usabile       . comprensibile. orientato alla conversione      . ben posizionato    . che generi ...
SEO e architettura dell’informazionenow youknow ;)
SEO e architettura dell’informazionemake itwork ;)
SEO e architettura dell’informazioneMarco Ziero  @marcoziero
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

SEO per Architettura dell'Informazione, Usabilità ed Esperienza Utente

2,142 views

Published on

Vuoi ricevere i prossimi contenuti e slide? Iscriviti alla newsletter. È gratis. :) bit.ly/mocanewsletter

Slide presentate con l'occasione del workshop "RankingLab Advanced SEO" organizzato da Digital Accademia utili ad affrontare l'argomento "SEO ed Architettura dell'Informazione" con approfondimenti circa l'usabilità e l'esperienza utente (con riferimenti al mobile, con esempi positivi e negativi, best practices e risorse consigliate).

Published in: Technology

SEO per Architettura dell'Informazione, Usabilità ed Esperienza Utente

  1. 1. SEO e architetturadell’informazione
  2. 2. SEO e architettura dell’informazione . introduzione . desktop . mobile . errori . esempi. risorse consigliate . conclusioni
  3. 3. introduzioneai + usabilità + user xperience = utente
  4. 4. introduzione perché usabilità e SEO insieme sonoimportanti per una strategia web?
  5. 5. introduzione#1 il motore di ricerca è contento quanto l’utente è contento (il rischio è che l’utente cambi motore di ricerca)
  6. 6. introduzione#2 il motore di ricerca premia le risorse che fanno contentol’utente (meno quantità e più qualità; Pagerank > Trustrank)
  7. 7. introduzione qualità? . velocità di caricamento . facilità di navigazione. struttura di link interna “facile” . no contenuti duplicati . contenuti rilevanti . layout di pagina
  8. 8. introduzionema (se dovessi scegliere) chi è più importante?
  9. 9. introduzione
  10. 10. introduzione20122008
  11. 11. introduzione [sembra esserci confusione] sono discipline diverse:SEO > legato al (search) mktgux > correlato allo sviluppo
  12. 12. introduzione [sembra esserci confusione] ma si stanno scambiando i ruoli: SEO > ha implicazioni tecnicheux > correlato all’incrementodi conversioni e performance
  13. 13. introduzionesi intravede anche la figura professionale del SEO didomani: sempre più attentoall’utente, senza perdere di vista i motori di ricerca
  14. 14. introduzione“Find a usability professional with knowledge of search marketing, in my opinion, is a must”, Kim Krause Berg (searchengineland.com)
  15. 15. introduzione
  16. 16. introduzione [non dirò mai di averlo detto :)] dò una priorità al SEO:#1 se non ti trovano, non ti visitano (soprattutto in Italia, soprattutto per l’ecommerce) #2 Google premia i sitiusabili, ma non penalizza quelli non usabili
  17. 17. SEO e architettura dell’informazione . introduzione . desktop . mobile . errori . esempi. risorse consigliate . conclusioni
  18. 18. desktop[road map]. obiettivi
  19. 19. desktop [road map] . obiettivi. target (path)
  20. 20. desktop [road map] . obiettivi . target (path). contenuti (risposta)
  21. 21. desktop [road map] . obiettivi . target (path) . contenuti (risposta). priorità > architettura . tone of voice
  22. 22. desktop
  23. 23. desktop
  24. 24. desktopaspetti da considerare in termini di ottimizzazione lato SEO e lato utente
  25. 25. desktop . chiedete al vostrofornitore di ospitare il sito web presso un server veloce
  26. 26. desktop. se vendete all’estero, “mandate a quel Paese” anche TLD e spazio web :) usabilità nelle SERP
  27. 27. desktop . definite un’alberatura“comoda” per utente e motore di ricerca (in quest’ordine)
  28. 28. desktop usabile.it/392009.htmsurl.org/usabilitynews/42/hypertext.asp
  29. 29. desktop . utilizzate anche [alberatura] gli strumenti forniti da google perdeterminare categorie e sottocategorie
  30. 30. desktop. è l’opportunità di [alberatura]ottimizzare per la long tail (sia la testa che la coda)
  31. 31. desktop. stampate nell’URL le parole chiave 1. non migliora il ranking
  32. 32. desktop. stampate nell’URL le parole chiave 1. non migliora il ranking 2. aiuta google a contestualizzare
  33. 33. desktop. stampate nell’URL le parole chiave 1. non migliora il ranking 2. aiuta google a contestualizzare 3. migliora l’usabilità nelle SERP
  34. 34. desktop. utilizzate path/ breadcrumbs
  35. 35. desktop
  36. 36. desktop . differenze path “sei qui: home > cat > sub cat” breadcrumbs“sei qui: step#1 > step#2 > step#3”
  37. 37. desktop. path/breadcrumbs e usabilità1. aiutano l’utente a posizionarsi all’interno dell’alberatura informativa
  38. 38. desktop. path/breadcrumbs e usabilità1. aiutano l’utente a posizionarsi all’interno dell’alberatura informativa2. permettono di accedere a pagine di livello superiore con un click
  39. 39. desktop. path/breadcrumbs e usabilità1. aiutano l’utente a posizionarsi all’interno dell’alberatura informativa2. permettono di accedere a pagine di livello superiore con un click 3. non hanno mai causato “problemi” durante i testi di usabilità
  40. 40. desktop. path/breadcrumbs e usabilità1. aiutano l’utente a posizionarsi all’interno dell’alberatura informativa2. permettono di accedere a pagine di livello superiore con un click 3. non hanno mai causato “problemi” durante i testi di usabilità 4. occupano poco spazio nella pagina
  41. 41. desktop. path/breadcrumbs e usabilità1. aiutano l’utente a posizionarsi all’interno dell’alberatura informativa2. permettono di accedere a pagine di livello superiore con un click 3. non hanno mai causato “problemi” durante i testi di usabilità 4. occupano poco spazio nella pagina 5. riducono il bounce rate
  42. 42. desktop. path/breadcrumbs e usabilità1. aiutano l’utente a posizionarsi all’interno dell’alberatura informativa2. permettono di accedere a pagine di livello superiore con un click 3. non hanno mai causato “problemi” durante i testi di usabilità 4. occupano poco spazio nella pagina 5. riducono il bounce rate 6. sono facilmente comprensibili dall’utente
  43. 43. desktop. path/breadcrumbs e SEO1. sono un’opportunità per inserire parole chiave e termini correlati
  44. 44. desktop. path/breadcrumbs e SEO1. sono un’opportunità per inserire parole chiave e termini correlati2. aiutano il motore nell’attività di contestualizzazione del contenuto
  45. 45. desktop . path/breadcrumbs e SEO 1. sono un’opportunità per inserire parole chiave e termini correlati 2. aiutano il motore nell’attività di contestualizzazione del contenuto3. in alcuni casi vengono stampate nelle SERP e favoriscono il CTR
  46. 46. desktop
  47. 47. desktop. path/breadcrumbs: linee guida1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale
  48. 48. desktop. path/breadcrumbs: linee guida1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale 2. meglio il path piuttosto che le breadcrumbs
  49. 49. desktop. path/breadcrumbs: linee guida 1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale 2. meglio il path piuttosto che le breadcrumbs3. se le pagine del sito sono allo stesso livello, sono inutili
  50. 50. desktop. path/breadcrumbs: linee guida 1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale 2. meglio il path piuttosto che le breadcrumbs3. se le pagine del sito sono allo stesso livello, sono inutili 4. dovrebbero essere pubblicate sopra la piega
  51. 51. desktop. path/breadcrumbs: linee guida 1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale 2. meglio il path piuttosto che le breadcrumbs3. se le pagine del sito sono allo stesso livello, sono inutili 4. dovrebbero essere pubblicate sopra la piega 5. non dovrebbero essere troppo grandi (pixel)
  52. 52. desktop. path/breadcrumbs: linee guida 1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale 2. meglio il path piuttosto che le breadcrumbs3. se le pagine del sito sono allo stesso livello, sono inutili 4. dovrebbero essere pubblicate sopra la piega 5. non dovrebbero essere troppo grandi (pixel) 6. dovrebbero partire dalla homepage e chiudersi con la pagina visualizzata
  53. 53. desktop. path/breadcrumbs: linee guida 1. non dovrebbero sostituirsi alla navigazione principale 2. meglio il path piuttosto che le breadcrumbs3. se le pagine del sito sono allo stesso livello, sono inutili 4. dovrebbero essere pubblicate sopra la piega 5. non dovrebbero essere troppo grandi (pixel) 6. dovrebbero partire dalla homepage e chiudersi con la pagina visualizzata 7. consistenza in termini di label tra menu e path/ breadcrumbs
  54. 54. desktop . pensate ad unasoluzione nel caso il prodotto sia temporaneamente non disponibile
  55. 55. desktopNO!
  56. 56. desktop . pensate ad unasoluzione nel caso il prodotto siadefinitivamente non disponibile
  57. 57. desktop
  58. 58. desktop. allineate i contenuti ai markup di schema.org1. comprensione dei contenuti più marcata (anche per gli spider) 2. rich snippet > +CTR
  59. 59. desktop
  60. 60. desktop . i contenuti più strategici dovrebbero essere posti “sopra la piega”: googleapprezzerà (http://goo.gl/9sMzp)
  61. 61. desktop1280x800 +80%
  62. 62. desktop [let me be more confident] . implementaterecensioni/commenti degli utenti (non registrati): google apprezzerà (contenuti “freschi”)
  63. 63. desktop
  64. 64. desktop [let me be more confident]. implementate (non troppo!) i pulsanti social: google ha confermatoche ne terrà conto per la visibilità
  65. 65. desktop
  66. 66. desktop. utilizzate contenutimedia (img/video): valgonopiù di mille parole egoogle images porta un sacco di traffico!
  67. 67. desktop. utilizzate i contenuti correlati
  68. 68. desktop
  69. 69. desktop. utilizzate i contenuti correlati: 1. ottimizza la matrice di link 2. aiuta a contestualizzare 3. favorisce la navigazione
  70. 70. desktop. ottimizzate i filtri di visualizzazione
  71. 71. desktop
  72. 72. desktop. ottimizzate i filtri divisualizzazione: sono utili ma possono generare contenuti duplicati (rel=”canonical”)
  73. 73. desktop. ottimizzate la paginazione
  74. 74. desktop
  75. 75. desktop . ottimizzate lapaginazione: è utile (la spiderizzazione) ma generacontenuti duplicati/di valore inferiore
  76. 76. desktop . paginazione: maquanti link ci dovrei mettere? e quantirisultati per pagina?
  77. 77. desktop [paginazione] 1. “1, 2, 3, ...” lo spider potrebbemetterci troppi clickper spiderizzare fino all’ultima pagina
  78. 78. desktop [paginazione] 2. “risultati 1-5 di 50”sottoinsiemi piccoli di risultati aumentano il numero di pagine daindicizzare (poco valore aggiunto)
  79. 79. desktop [paginazione] quindi?. restituite un numero ragionevole di risultati per pagina
  80. 80. desktop [paginazione] quindi? . create, in caso, unlivello “extra” (sottocategorie?) per circoscrivere la questione
  81. 81. desktop [paginazione] quindi? . linkate in cima airisultati le risorse più“fresche”/strategiche
  82. 82. desktop [paginazione] quindi? . non superate illimite “certificato” da google: 100 link/ pagina (non dimenticate il menu!)
  83. 83. desktop [paginazione] quindi?. utilizzate i comandi “noindex, follow”
  84. 84. desktop [paginazione] quindi?. variate i meta tag (title, description) di pagina 1, 2, 3, ...
  85. 85. desktop [paginazione] quindi?. permettete all’utentedi variare il numero di risultati visualizzati per pagina
  86. 86. desktop. non abusate dei tag: Panda is watching you!
  87. 87. desktop
  88. 88. desktop . linkate dalla homepage le paginepiù strategiche (la homepagedovrebbe aiutare anche ad individuare da : google subito i contenuti top) capirà
  89. 89. desktop . rendete l’informazione facile da trovare nellapagina: google sa se si torna nella SERP
  90. 90. desktop . ottimizzate le informazioni “nascoste” (alt/title per link/img): pensate agli utenti diversamente abili
  91. 91. desktop . ottimizzate le informazioni“nascoste” (alt/title per link/ img): forniscono a google più dettagli
  92. 92. desktop
  93. 93. desktop. sviluppate il codicesecondo gli standardW3C: utente e googleapprezzeranno (ma lui non favorirà il ranking!)
  94. 94. desktop . utilizzate gli header di formattazione (H1,H2, ..., Hx): aiutate l’utente (e google) a comprendereda subito l’argomento
  95. 95. desktop
  96. 96. desktop [header di formattazione: linee guida]. un H1 per pagina
  97. 97. desktop [header di formattazione: linee guida] . un H1 per pagina. l’H1 è quello che dovrebbe essere visto per primo
  98. 98. desktop [header di formattazione: linee guida] . un H1 per pagina. l’H1 è quello che dovrebbe essere visto per primo . prima dell’H3 c’è l’H2
  99. 99. desktop [header di formattazione: linee guida] . un H1 per pagina . l’H1 è quello che dovrebbe essere visto per primo . prima dell’H3 c’è l’H2. considerate nell’H1 la parola chiave
  100. 100. desktop [header di formattazione: linee guida] . un H1 per pagina . l’H1 è quello che dovrebbe essere visto per primo . prima dell’H3 c’è l’H2 . considerate nell’H1 la parola chiave. Hx semanticamente vicini ad H1
  101. 101. desktop . per i testi con gli “effetti speciali”[NI] sIFR (http://goo.gl/ygXF1)[SI] google fonts (http:// goo.gl/vDIXe)
  102. 102. desktop
  103. 103. desktop. il logo del brand (in alto a : lato utente è sinistra) quasi uno standard, ottimizzatelo per google (alt/title)
  104. 104. desktop
  105. 105. desktop. il link dovrebbe favorire il click? dipende!
  106. 106. desktop . il link dovrebbe favorire il click?[lato utente] dovrebbe considerare una call to action (poco SEO)
  107. 107. desktop . il link dovrebbe favorire il click? [SEO] dovrebbeconsiderare la parola chiave (poco accattivante)
  108. 108. desktop. il link dovrebbe favorire il click? [mix] “ordina%nome_prodotto oggi!”
  109. 109. desktop . ottimizzate i metatag (e le label, http://goo.gl/w7y7A) ditutte le pagine: creare degli snippet più usabili nelle SERP
  110. 110. desktop . considerate/ottimizzate il motore di ricerca interno!
  111. 111. desktop . motore di ricerca interno:[lato utente] utile araffinare la ricerca (è tracciabile!)
  112. 112. desktop . motore di ricerca interno: [SEO] impedite a google di indicizzare“queste” SERP (es. robots.txt)
  113. 113. SEO e architettura dell’informazione . introduzione . desktop . mobile . errori . esempi. risorse consigliate . conclusioni
  114. 114. mobileai, ux, usabilità e SEO differiscono nel contesto mobile rispetto a quello desktop
  115. 115. mobile. necessità, momenti e luoghi sono diversi . le parole chiave di ricerca sono diverse
  116. 116. mobile. ricerca e fruzione dei contenuti sono diversi: rapida, impaziente, che si “consuma” prima
  117. 117. mobile . le performance (tecnologiche)potenzialmente sono inferiori (3G vs ADSL)
  118. 118. mobile. le pagine dei risultati di ricerca sono differenti (Google considera le risorse sviluppate per smartphone per ricerche fatte da smartphone)
  119. 119. mobile . esiste un mobile search engine scoreper il posizionamento
  120. 120. mobile. nel contesto mobile l’usabilità e la ux richiedono piùattenzioni: c’è meno spazio!
  121. 121. mobile. il layout dovrebbeessere rivisto anchenell’ottica di pesare (kbyte) meno: google apprezzerà
  122. 122. mobile. va data più enfasi (quindi posta più in alto) all’informazioneprincipale: google apprezzerà
  123. 123. mobile. va data meno enfasi (quindi posta più in basso) all’informazioneridondante (header, menu): google apprezzerà
  124. 124. mobile. path/breadcrumbsdiventano ancora più importanti perché non c’è il menu che aiuta ad orientarsi
  125. 125. mobile
  126. 126. SEO e architettura dell’informazione . introduzione . desktop . mobile . errori . esempi. risorse consigliate . conclusioni
  127. 127. errori#1 pensare che un (quando si ridisegna un sito web)sito più piccolo sia più (con meno pagine) facile:. visite da long tail a rischio! . il numero di risorse a db concorre a determinare il “peso” di una risorsa
  128. 128. errori#2 label ridondanti negli insiemi di link : (menu) . keyword stuffing! . ux negativa
  129. 129. errori
  130. 130. SEO e architettura dell’informazione . introduzione . desktop . mobile . errori . esempi. risorse consigliate . conclusioni
  131. 131. esempi (negativi)
  132. 132. esempi (negativi)troppi elementi di distrazione nella pagina che “parlano” a troppi target insieme: . menu a sinistra. promozione di Kindle (posizionamento aziendale) . selezione di prodotti per la donna . fotocamere in promozione . advertising . “deal of the day”
  133. 133. esempi (negativi)
  134. 134. esempi (negativi) . difficile da utilizzare . difficile da vedere (Flash required) . non c’è una “direzione”. troppi punti di interazione
  135. 135. esempi (positivi)
  136. 136. esempi (positivi) . design ed interfaccia semplici . (molta) attenzione al copy . navigazione ed orientamento nell’architettura “facile” . chiare call to action. ottimo utilizzo di spazi bianchi, immagini e pulsanti
  137. 137. esempi (positivi)
  138. 138. esempi (positivi). design ed interfaccia pulite . percorsi/target distinti e chiari
  139. 139. SEO e architettura dell’informazione . introduzione . desktop . mobile . errori . esempi. risorse consigliate . conclusioni
  140. 140. risorse consigliateagenzie:. About User/Doralab (Italia). Cre8pc (US)tool:. Loop11blog:. Usabile.it/Mucignat.com. Useit.comlibri:. Information Architecture for the WWW. Don’t make me think
  141. 141. SEO e architettura dell’informazione . introduzione . desktop . mobile . errori . esempi. risorse consigliate . conclusioni
  142. 142. conclusionicome dovrebbe essere quindi un sito webottimizzato (lato SEO ed utente)?
  143. 143. conclusioni . usabile . comprensibile. orientato alla conversione . ben posizionato . che generi entrate/ conversioni
  144. 144. SEO e architettura dell’informazionenow youknow ;)
  145. 145. SEO e architettura dell’informazionemake itwork ;)
  146. 146. SEO e architettura dell’informazioneMarco Ziero @marcoziero

×