Il sistema nervoso autonomo (sna)

4,460 views

Published on

vbftf

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
4,460
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
36
Actions
Shares
0
Downloads
41
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il sistema nervoso autonomo (sna)

  1. 1. <ul><li>Il SNA innerva i seguenti organi e tessuti effettori: </li></ul><ul><li>Il muscolo cardiaco, le cellule muscolari lisce dei vasi ematici, il canale alimentare (cellule muscolari lisce e ghiandole), le vie respiratorie, la vescica, le ghiandole sudoripare, alcune ghiandole endocrine (pancreas, midollare del surrene), il tessuto adiposo. </li></ul><ul><li>L’attività del SNA si svolge in modo subconscio, pertanto viene considerato involontario </li></ul>
  2. 2. Duplice innervazione del SNA <ul><li>Il SNA consta di due divisioni: </li></ul><ul><li>Il Sistema Nervoso Simpatico </li></ul><ul><li>e il Sistema Nervoso Parasimpatico </li></ul><ul><li>La maggior parte degli organi riceve la duplice innervazione, i cui effetti sono tra loro antagonisti , salvo qualche eccezione </li></ul><ul><li>Le due divisioni sono attivate in modo complementare, quando l’una è attiva, l’altra non lo è. </li></ul>
  3. 3. La suddivisione del SNA <ul><li>La funzione principale del SNA è quella di regolare le funzioni degli </li></ul><ul><li>organi effettori al fine di regolare l’OMEOSTASI </li></ul><ul><li>Il Sistema Nervoso Parasimpatico è attivo e prevale durante le condizioni di riposo , quando stimola i processi digestivi e </li></ul><ul><li>l’assorbimento dei nutrienti, e inibisce l’attività cardiaca (frequenza </li></ul><ul><li>cardiaca) </li></ul><ul><li>Il Sistema Nervoso simpatico è attivo e prevale nelle condizioni di eccitazione e intensa attività fisica e coordina le risposte note come reazioni di attacco o fuga . </li></ul><ul><li>Queste reazioni sono caratterizzate da : </li></ul><ul><li>aumento della frequenza e della forza di contrazione del cuore, aumento </li></ul><ul><li>del flusso ematico ai muscoli scheletrici e al cuore e diminuzione agli </li></ul><ul><li>organi digestivi, mobilizzazione dei depositi energetici: </li></ul><ul><li>l’organismo può affrontare intense attività fisiche, come risposta a situazioni </li></ul><ul><li>pericolose. </li></ul>
  4. 4. I riflessi autonomi sono importanti per il mantenimento dell’omeostasi <ul><li>Il SNA lavora in stretta collaborazione con il sistema endocrino, i </li></ul><ul><li>centri nervosi per le risposte comportamentali </li></ul><ul><li>(guidate dalle motivazioni: fame, sete, temperatura) ed emotive (es. rossore, svenimento, sudorazione). </li></ul><ul><li>Il controlli superiori del SNA si trovano nell’ipotalamo, ponte e </li></ul><ul><li>bulbo </li></ul><ul><li>Le informazioni somato e viscerosensoriali arrivano ai centri </li></ul><ul><li>omeostatici nell’ipotalamo, nel ponte e nel bulbo, </li></ul><ul><li>questi regolano funzioni quali ad es. la frequenza cardiaca, la </li></ul><ul><li>pressione arteriosa, la temperatura corporea, il bilancio </li></ul><ul><li>idroelettrolitico, fame, sazietà. </li></ul><ul><li>L’ipotalamo contiene recettori centrali, come gli osmorecettori e i </li></ul><ul><li>termocettori per il controllo rispettivamente dell’osmolarità e dell’ </li></ul><ul><li>equilibrio idroelettrolitico, e della temperatura corporea e il centro </li></ul><ul><li>per l’assunzione di cibo. Le vie efferenti dall’ipotalamo </li></ul><ul><li>determinano le risposte autonome, comportamentali, endocrine ed </li></ul><ul><li>emotive </li></ul>
  5. 5. Omeostasi e SNA
  6. 6. Riflessi viscerali <ul><li>La maggior parte delle modificazioni dell’attività del SNA si realizza attraverso cambiamenti delle funzioni degli organi che avvengono in risposa a mutate condizioni dell’organismo. </li></ul><ul><li>Il ponte e il bulbo contengono centri regolatori per le funzioni cardiovascolare e respiratoria,per l’accomodazione dell’occhio, per il riflesso pupillare alla luce, per quelli della deglutizione e del vomito e della minzione; </li></ul><ul><li>Il midollo spinale integra i riflessi spinali della minzione, defecazione, erezione, eiaculazione. </li></ul>
  7. 7. Centri encefalici del controllo autonomo
  8. 8. Neurotrasmettitori e neuromodulatori utilizzati dal SNA <ul><li>Tutti i neuroni pregangliari (il primo neurone) secernono acetilcolina (ACh) che si lega ai recettori chiamati nicotinici per l’ACh </li></ul><ul><li>La maggior parte dei neuroni simpatici postgangliari ( secondo neurone) secerne noradrenalina che si lega ai recettori chiamati adrenergici </li></ul><ul><li>I neuroni parasimpatici postgangliari (secondo neurone) rilasciano ACh che si lega ai recettori per l’ACh chiamati muscarinici. </li></ul>
  9. 9. Vie simpatiche e parasimpatiche, neurotrasmettitori e recettori

×