Il valore della vita
<ul><li>Uno dei luoghi che esprime la diversità tra giovani e adulti è senz’altro la discoteca, tappa obbligatoria dei wee...
<ul><li>La discoteca dai ragazzi viene vista come il luogo dove si può incontrare l’anima gemella. Una volta arrivato dava...
<ul><li>Il deejay una volta salito in consolle iniziò a mixare la musica, tutti si lanciarono in pista per ballare, una mu...
<ul><li>La cosa più buffa che ricordo di quella serata è che quando ero fuori dalla discoteca, anche senza aver bevuto, la...
<ul><li>A  risollevarli fu la notizia che l’incidente non era stato grave e che nessuno era rimasto ferito. La cosa più br...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Il valore della vita

2,440 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Il valore della vita

  1. 1. Il valore della vita
  2. 2. <ul><li>Uno dei luoghi che esprime la diversità tra giovani e adulti è senz’altro la discoteca, tappa obbligatoria dei week-end, segnati da incidenti i più delle volte mortali. Le vittime solitamente sono giovani, per cui si è cominciato a parlare di “stragi del sabato sera”. Vorrei raccontarvi la mia prima esperienza in discoteca. Avevo 15 anni: la prima cosa che ricordo di quella serata fu che passai ore, prima di uscire, davanti allo specchio, perché non sapevo cosa indossare per fare colpo sulle ragazze. </li></ul>
  3. 3. <ul><li>La discoteca dai ragazzi viene vista come il luogo dove si può incontrare l’anima gemella. Una volta arrivato davanti alla discoteca con i miei amici, incominciai a vedere un flusso di giovani inspiegabile! Quando finalmente riuscii ad entrare, la prima cosa che vidi fu una fitta nebbia di fumo di sigarette, non vedevo niente inciampavo addosso ai ragazzi che erano già ubriachi prima che iniziasse la serata. </li></ul>
  4. 4. <ul><li>Il deejay una volta salito in consolle iniziò a mixare la musica, tutti si lanciarono in pista per ballare, una musica assordante, continua, praticamente la tecno house che martella nel cervello. Le uscite di sicurezza erano aperte per fa cambiare l’aria ed era in pieno inverno. Naturalmente vidi scorrere fiumi di alcool anche tra i minorenni e coppiette ai tavolini che si sbaciucchiavano. Quando la serata stava per terminare, i ragazzi incominciarono ad andarsene. </li></ul>
  5. 5. <ul><li>La cosa più buffa che ricordo di quella serata è che quando ero fuori dalla discoteca, anche senza aver bevuto, la testa girava come se lo avessi fatto. La colpa sicuramente era l’alto volume della musica. Fino a qui la serata era trascorsa abbastanza bene ma ecco che iniziò il brutto. I ragazzi che stavano fuori vennero a conoscenza che alcuni loro amici usciti di lì, avevano avuto un incidente. Tutti erano turbati, non si sentiva una mosca volare. </li></ul>
  6. 6. <ul><li>A risollevarli fu la notizia che l’incidente non era stato grave e che nessuno era rimasto ferito. La cosa più brutta però di quella serata, che ancora ricordo come se fosse appena accaduta, è che tornando a casa trovammo un altro incidente. Ad essere coinvolta era l’auto di un nostro amico: con lui c’erano altri ragazzi e, purtroppo, uno di loro perse la vita in quel maledetto sabato sera! </li></ul><ul><li>Gabriele Troisi IV D </li></ul>

×