Domotica legata all'accessibilità

521 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
521
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Domotica legata all'accessibilità

  1. 1. Domotica legata all’accessibilità Francesco Misserotti (mat. 269216)
  2. 2. Ho fatto il sogno…di una vita autonoma <ul><li>Nella sua definizione pi ù estesa, la domotica costituisce la disciplina che si occupa dell ’i n tegrazione dei dispositivi e degli impianti presenti in un edificio, facilitandone l ’a u tomazione ed incrementando la capacit à di controllo da parte dell’u t ente. Oltre ai vantaggi in termini di comfort, sicurezza, risparmio energetico, sempre pi ù evidente l ’i n teresse sociale del suo impiego a favore di anziani e disabili , al fine di migliorarne la qualit à della vita e soprattutto in termini di grado di autonomia , aiutandoli a superare le difficolt à motorie, sensoriali e intellettive: queste persone, oltre al bisogno di comunicare, necessitano di strumenti (ausili) per recuperare autonomia nella vita quotidiana e capacit à produttiva in campo lavorativo. L ’e v oluzione tecnologica di questi ultimi anni ha permesso di migliorare sempre pi ù le possibilità di partecipazione attiva delle persone disabili anche in situazioni di estrema gravit à e di dipendenza. Gli ausili tecnici possono consentire una maggiore autonomia a disabili e anziani, nel senso sia dell’a u tomazione della casa (facilitazione al comando e controllo dei vari dispositivi e apparati domestici) sia dell ’i n tegrazione con sistemi di teleassistenza e telecontrollo. </li></ul>
  3. 3. <ul><li>La società attuale si sta sempre più confrontando com l’esigenza di definire e mettere in atto percorsi di integrazione delle persone disabili, secondo modalità di intervento personalizzate e flessibili che consentano a ciascuno di ricoprire un ruolo attivo all'interno del mondo. </li></ul><ul><li>Esistono varie forme di disabilità: </li></ul><ul><li>- anziani , L ’i n vecchiamento può essere causa sia di limitazioni di movimento degli arti sia di problemi a carattere intellettivo, come difficoltà visiva, perdita di memoria; </li></ul><ul><li>- paraplegia , paralisi esclusivamente degli arti inferiori; </li></ul><ul><li>- tetraplegia , parali degli arti inferiori e superiori; </li></ul><ul><li>- disabilità neurosensoriale , danni permanenti all’udito, vista, parola. </li></ul>
  4. 4. <ul><li>L’apporto che può offrire la tecnologia per rendere migliore la vita in casa è divisibile entro due parametri: </li></ul><ul><li>-le attrezzature d’ambiente , con dispositivi che facilitano la gestione di luci, persiane, allarme, irrigazione, telefonia, televisione, rete di comunicazione, rete informatica ( gestione computerizzata degli impianti tecnologici ). </li></ul>
  5. 5. <ul><li>- attrezzature per fornire ausilio , che permettono il ripristino totale o parziale delle funzioni del disabile per consentire l’interazione dell’ambiente in cui si vive. </li></ul><ul><li>Il sistema computerizzato di gestione (centralizzato o distribuito) può essere installato sulla carrozzina del disabile, per permettere una costante comunicazione con ogni ambiente della casa. </li></ul><ul><li>Per chi non ha capacità motorie (tetraplegici ) può utilizzare un impianto vocale che ha le stesse potenzialità di un impianto normale. </li></ul>
  6. 6. <ul><li>Nel caso invece di una persona che non possieda la mancanza di capacità neurosensoriali (parola) e limitate capacità motorie è utilizzabile una gestione delle periferiche attraverso l’utilizzo di una “cannuccia” e di un comando attivabile con il movimento della testa, attraverso rispettivamente la quantità di aria soffiata nella cannuccia o movimenti della bocca e azioni del capo. </li></ul>
  7. 7. <ul><li>Per rendere un ambiente più funzionale possibile bisogna che esso sia accessibile e semplifichi la vita di chi ci abita: alcuni arredi spesso non sono raggiungibili per persone con handicap, come ad esempio dispense, scrivanie e lavandini. </li></ul><ul><li>Questi oggetti di uso quotidiano vengono dotati di un impianto motorizzato che permette lo spostamente di essi attraverso delle guide. </li></ul>

×