Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Caratteristiche e razionale            biochimico dei nutraceutici          dermotrofici: il punto di vista del           ...
NUTRIZIONE CUTE
MEDIUM INTERNOCUTE (ESTERNO-AMBIENTE)
Le caratteristiche della pelle sono influenzate da una serie di fattoriendogeni ed ambientali come l’età, raggi ultraviole...
BIODISPONIBILITA’• La biodisponibilità è un termine che  indica sia la quantità di farmaco che  entra nell’organismo dopo ...
BIODISPONIBILITA’• Siamo davvero sicuri che gli integratori  alimentari che assumiamo oltre a  essere innocui siano anche ...
MECCANISMI FISIOLOGICI CHE OSTACOLANO    L’ASSORBIMENTO INTESTINALE DI PRINCIPI ATTIVI•   Lo spessore delle secrezioni muc...
BIODISPONIBILITA’• Alcuni esempi:   – PROTEINE: ben assorbite solo se pool     enzimatico intatto (attenzione ai pazienti ...
RESVERATROLOACIDI GRASSI ESSENZIALILE PROTEINE
RESVERATROLOACIDI GRASSI ESSENZIALILE PROTEINE
RESVERATROLO• Questa molecola si estrae fondamentalmente dalle spermatofite (uva  rossa) e rappresenta una “molecola segna...
AZIONI• Induzione dell’Apoptosi cellulare (Caspasi);• Inibizione della Ciclossigenasi (COX) I, II e LOX;• Inibizione dei t...
AZIONI• Downregolation espressione gene di intercellular adhesion molecule-1 (ICAM-1)• Downregolation espressione gene NF-...
Opie eLH and Lecour S European Heart Journal (2007) 28, 1683–1693
Opie eLH and Lecour S European Heart Journal (2007) 28, 1683–1693
Opie eLH and Lecour S European Heart Journal (2007) 28, 1683–1693
AZIONE ESTROGENO-AGONISTA• Il Trans-Resveratrolo si lega ai recettori ERa ed ERb agendo in  senso agonista;• Può essere di...
Kuiper et al Endocrinology 139: 4252-4263, 1998
•*        Resveratrol Stimulates the Proliferation and Differentiation of          Osteoblastic MC3T3-E1 Cells•   Kenichi ...
AZIONE ANTI-AGE• Riduzione delle forme radicaliche ossigenate (NO);• Aumento della perfusione tissutale;• Riduzione della ...
Cos’è l’invecchiamento?
Le ROS hanno la capacità di attivare una serie di reazioni a    catena che direttamente o indirettamente (By- & end -  pro...
aAzione delle specie enzimatiche (1 barriera )                         +   1   *-Superossidodismutasi: 2H + O2  H2O2     ...
Specie concorrenti alla Capacità antiossidante plasmatica                            totale• di origine endogena : Albumin...
-   I meccanismi di molte malattie ed i conseguenti approcci terapeutici    sono ricondotti allo squilibrio fra la produzi...
La fontana della giovinezza (1546), Lucas Cranach
procynanidins e proanthocyanidins? HSP70?
Paoli et al et al Riv Pal Sci Mot 1:105-113 2009
INTEGRARE?     Sali minerali e…Baile CA et al Effect of resveratrol on fat mobilization Ann. N.Y. Acad.Sci. 1215 (2011) 40...
Perché impiegare il Trans-Resveratrolo in Medicina?-Azione estrogeno agonista;-Riduzione della demineralizzazione ossea in...
FARMACOCINETICA• In seguito ad assunzione orale il Trans-Resveratrolo da  luogo ad assorbimento enterico;• Vasta metaboliz...
NutraceuticiMM Resvera VitisSemi dUva e.s. (Vitis vinifera semi); gelatina             vegetale;antiagglomerante: biossido...
RESVERAVITIS• Associazione tra polifenoli antocianosidici  da vite e trans-Resveratrolo;• Metodo di estrazione brevettato ...
• Flavonoids from a grape seed extract interact with digestive  secretions and intestinal cells as assessed in an in vitro...
RESVERATROLOACIDI GRASSI ESSENZIALILE PROTEINE
Olii & Grassi                     ACIDI GRASSI           SATURI   Mono-INSATURI   Poli-INSATURI                    Estremi...
COOH               acido palmitico (16:0)H3C                     acido palmitoleico (16:1 n-7: cis-Δ9)H 3C   COOH         ...
STRUTTURA DEI PUFA (POLINSATURED FATTY ACID)                          6                                                  ...
Anche se i termini PUFA ed EFA non sono sinonimi(solo LA ed ALA sono essenziali da un punto di vistabiochimico e nutrziona...
Biosintesi dei PUFA       Serie                               Serie        3                                    6       ...
Dietary n S 6 and n S 3 polyunsaturated fatty acids: From biochemistry to clinicalimplications in cardiovascular preventio...
COOH                                           CH3  Acido diomo-γ-linolenico (20:3 n-6)                                   ...
Acidi G Essenziali come Precursori delle famiglie di Prostaglandine   diomo-γ-linolenico (20:3 n-6) ;                     ...
Sono gli alimenti di origine animalead apportare le indispensabili quantità diac. grassi polinsaturinella forma diAc. Eico...
Fabbisogno giornaliero di Omega 3     Apporto giornaliero di PUFA  3 Raccomandato (BNF 1992)                             ...
COME MAI QUESTA CARENZA?• Ridotta assunzione di pesce• Carne di animali allevati a cereali e non ad erba   Although the co...
Particolarmente ricche ne appaiono le carnifresche dei pesci d’acqua fredda e i c.d. pesciazzurri : aringa, salmonidi (sal...
Composizione in lipidi delle carni di pescato               trota           salmone fr.   aringa fr sarda fr.     sardina ...
Acido Eicosapentaenoico          Acido docosaesaenoico      EFFETTI                     (EPA)                          (DH...
Russo GL Biochem Farmacol 77, 2009, 937-946
Funzioni dei PUFA                Funzioni                      Funzioni strutturali                metaboliche            ...
Una membranacon caratteristicheottimali necessitadi quantitàadeguate di PUFA     La loro presenza nell’organismo       dip...
Rubin et al Lipids in health and diseases 2008 7-36Subject photo before use of omega-3             Subject photo after use...
Eicosapentaenoic Acid, a n-3 Polyunsaturated Fatty AcidDifferentially Modulates TNF-a, IL-1a, IL-6 and PGE2Expression in U...
I MECCANISMI?Gli O3 (EPA) ma anche il gamma linolenico (GLA) inibisconola conversione dell’acido arachidonico in LTB4(proi...
McDaniel et al et al Wound Repair and Regeneration 200816:337-345
PERCHE’ USARE GLI EFA IN MEDICINA ESTETICA?• Riduzione dei processi infiammatori cutanei e sistemici(acne, psoriasi, derma...
PERCHE’ USARE GLI EFA IN MEDICINA ESTETICA?•Agiscono in senso antinfiammatorio e soprattutto da “efficaciidratanti della p...
DOSAGGI? Fino a 3 g/die in fase acuta(infiammazione, acne, processiriparativi dopo interventiestetici)1 g/die di mantenime...
NutraceuticiMM Double Omega 3Olio di pesce concentrato, Gelatina (non bovina), Glicerina,Acqua.Idrossipropilmetilcellulosa...
PLUS DEL PRODOTTO• Formulazione principalmente pensata per la salute della  pelle:    – Alto dosaggio per cps di EPA e DHA...
TECNOLOGIA PER MIGLIORARE LA                   BIODISPONIBILITA’• Le classiche capsule molli, una volta giunte nello stoma...
POSOLOGIA CONSIGLIATA• 4-6 CPS/die durante il pasto o meglio con un  po’ di latte in caso di:   – Trattamento dell’acne at...
RESVERATROLOACIDI GRASSI ESSENZIALILE PROTEINE
Forbes RM, Cooper AR, Mitchell HH. The composition of the adult human body asdetermined by chemical analysis. J Biol Chem....
SUPPLEMENTAZIONEPROTEICAMentre vi sono innumerevoli ricerchesull’effetto della supplementazioneproteica sul metabolismo mu...
Il collagene e le proteine della gelatina essendo carenti in alcuni aminoacidi essenziali sono sempre stati considerati un...
Vi sono varie ricerche che hanno dimostrato l’elevatabiodisponibilità del collagene dopo somministrazioneorale (circa il 9...
Iwai et al 2005 hanno identificato un piccolo peptide Prolina-Idrossiprolinacaratteristico dell’ingestione sia di collagen...
Anche il peptide Prolina-Idrossiprolina-Glicinaha una ruolo importante ed è una sequenzaparticolarmente presente nel colla...
Per verificare se l’effetto sulla cute del collagene sia specifico osemplicemente legato alle proteine Matsuda (2006) ha a...
Matsuda N, Koyama Y, Hosaka Y, Ueda H, Watanabe T, Araya T, Irie S, Takehana K. Effects of ingestion ofcollagen peptide on...
Mentre le proteine del collagene sembrano avere un ruolo specifico sui fibroblasti esulla matrice extracellulare del colla...
Met Phe Ser Val Asp Leu Arg Ala Thr His Gly Gln Glu Ile Pro Cys Lys TrpEssenziali:                     Van Vught 2010ISOLE...
• Il valore biologico di una proteina dipende dalla  sua composizione in amminoacidi: infatti una  proteina è utilizzata m...
Kurpad AV and Vaz M Eur J ClinQUANTE PROTEINE?         Nutr 54:S131-142 20000,8/1 G kg PESO IDEALEMA AUMENTOFABBISOGNO:ANZ...
IPERPROTEICO?Cosa consideriamo come iperproteica?Superiore al regime consigliato del 15% apporto calorico?Allora una dieta...
DOSAGGI? Integrare con almeno 20 g di proteine derivate dalcollagene nel caso di rilassamento cutaneo e/otrattamenti estet...
NutraceuticiINTEGRATORE DI PROTEINE AD ALTO V.B.PRODEMIXCollagene, Proteine da siero del latte, Albuminada uovo in polvere...
Mix AlbuminMM MIX ALBUMINAlbumina da uovo in polvere, Collagene, Proteine da siero dellatte, Proteine da soia isolate, Lat...
BEFORE           1988   BEFORE                              1988                        AFTER 2 MONTHSAFTER 3 MONTHS      ...
BEFORE                              1988                          AFTER 120 DAYS   Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
OP Biorepair PlusOP BIOREPAIR PLUSFruttosio, Aromi, Vitamina C, Maltodestrine da Mais,Acidificante: Acido Citrico, Glucosa...
•   J Agric Food Chem. 2008 Nov 26;56(22):10582-93.•   Absorption, uptake and tissue affinity of high-molecular-weight hya...
Case History        Le associazioni        nutraceutiche e     cosmetologiche MyCli
Case history• Paziente 1:  – Giovane donna di 22 anni con acne severa, la    terapia con antibiotici le provoca cute molto...
Case HistoryPaziente 2:– Donna di 46 anni, aspetto stanco del viso, occhiaie, lassità del  tessuto cutaneo specie a livell...
Case History• Paziente 3:  – Uomo di 35 anni, soffre di cute estremamente    secca, intollerante a tutti i detergenti e   ...
Case HistoryPaziente 4:– Donna di 53 anni vorrebbe migliorare la qualità  della pelle, notevolmente deteriorata dopo la  m...
Case HistoryPaziente 5:– Donna di 37 anni con cicatrici acneiche, pigmentazioni  post-infiammatorie:   • PEELING CHIMICO D...
1997   1997      2007                            MAINTENANCE                               PROGRAM                        ...
42 Y.O – 20                                             YEARS OF                                            LOW PROTEIN   ...
Rômulo Mêne, MD Rio de Janeiro - Braz
BEFORE    AFTER 4 YEARS85 Y.O.         Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Braz
BEFORE 80 Y.O.1992AFTER                                    AFTER  Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
BEFORE                        AFTER 60 DAYSRômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
ANTESBEFORE           BEFOREAFTER 2 MONTHS             AFTER 4 MONTHS                    Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro ...
91 Y.O.84 Y.O.
1988        FACIAL GYMNASTICS              1985 / 1989                                       BEFORE                      A...
1997   2007   Rômulo Mêne, MD Rio de Janeiro - Braz
BEFORE                     AFTER 120 DAYSRômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
AFTER PROTEIN DIET         TREATMENT FOR CELLULITEBEFORE         Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
BEFORE                                            1988AFTER 2 MONTHSRômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Nutraceutici fpm
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Nutraceutici fpm

2,003 views

Published on

  • Be the first to comment

Nutraceutici fpm

  1. 1. Caratteristiche e razionale biochimico dei nutraceutici dermotrofici: il punto di vista del formulatore e del fisiologo Andrea Fratter Pharm. D, Specialista in Scienze CosmetologicheConsulente Scientifico Industria Farmaceutica, Cosmetica e Nutrizione Funzionale Antonio Paoli Dip. di Anatomia e Fisiologia Umana – Università di Padova
  2. 2. NUTRIZIONE CUTE
  3. 3. MEDIUM INTERNOCUTE (ESTERNO-AMBIENTE)
  4. 4. Le caratteristiche della pelle sono influenzate da una serie di fattoriendogeni ed ambientali come l’età, raggi ultravioletti, ormoni e cibo(Paoli & Fratter JPD 2009)Cosgrove at al (2007) recentemente ha studiato la relazione traassunzione di nutrienti e aspetto cutaneo dimostrando come un maggiorapporto di vitamina C ad acido linoleico ed un minor introito di grassi ecarboidrati siano associati con un miglior aspetto della pelle.Diete sbilanciate, vecchiaia e fumo, influenzando la salute dell’individuo,agiscono anche sulla pelle.La supplementazione orale di vitamine, minerali, acidi grassi e proteinepuò modulare la funzione della pelle (Barel et al 2005, Chiu et al 2005,Kieffer et al 1998, Skovgaard et al 2006, Thom 2001, Thom 2005) mentrel’azione foto protettiva di miscele di antiossidanti è largamentedocumentata (Heinreich et al 2006)
  5. 5. BIODISPONIBILITA’• La biodisponibilità è un termine che indica sia la quantità di farmaco che entra nell’organismo dopo la somministrazione, sia la facilità con cui è assorbito nell’organismo ed è quindi la misura con cui è disponibile per esercitare l’attività terapeutica;• Tale parametro farmacologico non si deve applicare solo ai Farmaci, ma a qualsiasi preparato in grado di veicolare sostanze capaci di produrre un effetto biologico;
  6. 6. BIODISPONIBILITA’• Siamo davvero sicuri che gli integratori alimentari che assumiamo oltre a essere innocui siano anche efficaci?• Il Ministero della Salute verifica solo che le sostanze introdotte non rechino danno all’uomo se assunte in forma quotidiana e che i dosaggi (RDA, LARN) siano compatibili con gli scopi “integrativi” del prodotto, ma non si occupa di verificare se tali sostanze siano ben veicolate e quindi efficaci;
  7. 7. MECCANISMI FISIOLOGICI CHE OSTACOLANO L’ASSORBIMENTO INTESTINALE DI PRINCIPI ATTIVI• Lo spessore delle secrezioni mucose che possono intrappolare il principio attivo e renderlo indisponibile alla penetrazione;• La metabolizzazione ad opera dell’enzima CYP3A (presente nell’enterocita dei villi);• L’estrusione da parte della P-glicoproteina (presente nell’enterocita dei villi);• La natura peptidica delle sostanze (idrolisi acido-proteolitica gastrica);• Ridotto flusso trans-murale da tight junctions enterica; Fig. 1. Modello di assorbimento enterico di sostanze assunte per OS.
  8. 8. BIODISPONIBILITA’• Alcuni esempi: – PROTEINE: ben assorbite solo se pool enzimatico intatto (attenzione ai pazienti vegetariani); – EPA+DHA: ben assorbiti solo se in forma pre-emulsionata (facilitazione dell’emulsionamento biliare); – RESVERATROLO: ben assorbito se veicolato insieme ai polifenoli (fitocomplesso vitis vinifera o poligonum cuspidatum, pompelmo), mal assorbito se assunto da solo tramite via intestinale (alternativa la via sublinguale);
  9. 9. RESVERATROLOACIDI GRASSI ESSENZIALILE PROTEINE
  10. 10. RESVERATROLOACIDI GRASSI ESSENZIALILE PROTEINE
  11. 11. RESVERATROLO• Questa molecola si estrae fondamentalmente dalle spermatofite (uva rossa) e rappresenta una “molecola segnale” che viene sintetizzata dalla pianta in caso di danni come stress, infezioni ed eccessiva irradiazione UV;• Il Resveratrolo manifesta notevoli proprietà antiossidanti e scavenger dei ROS (pubblicazioni su Nature, Lancet, Science) e le sue proprietà furono scoperte quando dai risultati di uno studio epidemiologico condotto in Francia (Clinica Chim. Acta, 237, 155, 1995; Ann. Intern. Med., 117, 646, 1992; Lancet, 338, 464; 1991) si scoprì che la bassa incidenza di patologie cardiovascolari nella popolazione francese (che notoriamente consuma forti quantità di grassi) era legata al consumo di vino rosso;• Il Resveratrolo manifesta importanti attività venotoniche, antiinfiammatorie (inibizione della 5-lipossigenasi) e antiallergiche;
  12. 12. AZIONI• Induzione dell’Apoptosi cellulare (Caspasi);• Inibizione della Ciclossigenasi (COX) I, II e LOX;• Inibizione dei tre principali eventi oncogenetici (iniziazione, promozione, progressione);• Inibizione delle proteine kinasi;• Soppressione dell’espressione di Grow Factor;• Attivazione del gene oncosoppressore p53;• Inibizione dell’espressione dei citocromi P450;• Quenching delle forme radicaliche ossigenate più aggressive (riduzione del danno tissutale);
  13. 13. AZIONI• Downregolation espressione gene di intercellular adhesion molecule-1 (ICAM-1)• Downregolation espressione gene NF-k-B (biomarker indiretto di stress ossidativo)• Riduzione dell’attivazione di NFkB via TNFα e riduzione dell’attivazione piastrinica• Inibizione attivazione angiotensina II• Aumento sensibilità all’insulina• Diminuzione FFA• Diminuzione IGF-1• Aumento AMPK• Aumento attività peroxisome proliferator activated receptor-gamma coactivator-alpha PGC-1α• Aumento numero mitocondri• Aumento attività eNOS Opie eLH and Lecour S European Heart Journal (2007) 28, 1683–1693
  14. 14. Opie eLH and Lecour S European Heart Journal (2007) 28, 1683–1693
  15. 15. Opie eLH and Lecour S European Heart Journal (2007) 28, 1683–1693
  16. 16. Opie eLH and Lecour S European Heart Journal (2007) 28, 1683–1693
  17. 17. AZIONE ESTROGENO-AGONISTA• Il Trans-Resveratrolo si lega ai recettori ERa ed ERb agendo in senso agonista;• Può essere di fatto considerato un fitoestrogeno;• Agisce come cardio e onco-protettivo grazie all’interazione con ER;
  18. 18. Kuiper et al Endocrinology 139: 4252-4263, 1998
  19. 19. •* Resveratrol Stimulates the Proliferation and Differentiation of Osteoblastic MC3T3-E1 Cells• Kenichi Mizutani, Katsumi Ikeda, Yasuhiro Kawai and Yukio Yamori• -Department of Environmental Preservation and Development, Graduate School of Human and Environmental Studies, Kyoto University, Yosida Nihonmatu-cho Sakyo- ku, Kyoto, 6068501, Japan -Otsuka Department of International Preventive Nutritional Medicine, Graduate School of Human and Environmental Studies, Kyoto University, Yosida Nihonmatu-cho Sakyo-ku, Kyoto, 6068501, Japan -Health & Care R&D Department, Research Division, Sunstar Incorporated Company, Kamihamuro 5- 30-1, Takatsuki, 5691044, Japan• Abstract• Nutritional and pharmacological factors are needed to prevent bone loss that occurs with increasing age. The chemical compounds that act on bone metabolism as nutrients in food, however, are poorly understood. The effect of resveratrol, a natural phytoestrogen, on the proliferation and differentiation of osteoblastic MC3T3-E1 cells was studied. Resveratrol dose-dependently increased DNA synthesis (10−9−10−7M) of MC3T3-E1 cells. In addition, resveratrol increased alkaline phosphatase (ALP) activity and prolyl hydroxylase activity of MC3T3-E1 cells (10−6−10−5M). Moreover, the antiestrogen tamoxifen eliminated the stimulation of MC3T3-E1 cells on the proliferation and ALP activity by resveratrol. On the other hand, resveratrol inhibited prostaglandin E2production in MC3T3-E1 cells (10−8−10−6M). Our present study is the first to demonstrate that resveratrol directly stimulates cell proliferation and differentiation of osteoblasts.
  20. 20. AZIONE ANTI-AGE• Riduzione delle forme radicaliche ossigenate (NO);• Aumento della perfusione tissutale;• Riduzione della degenerazione delle membrane mitocondriali;
  21. 21. Cos’è l’invecchiamento?
  22. 22. Le ROS hanno la capacità di attivare una serie di reazioni a catena che direttamente o indirettamente (By- & end - products) creano, se non “terminate”, uno specifico danno tissutale a carico delle specie molecolari costituenti le strutture cellulari. Qualunque specie: proteica, glucidica e lipidica può subirel’insulto radicalico; tuttavia per la maggior facilità di indagine chimico clinica l’osservazione si è appuntata sul dannoperossidativo delle specie lipidiche e delle strutture in cui tali specie sono caratteristiche.
  23. 23. aAzione delle specie enzimatiche (1 barriera ) + 1 *-Superossidodismutasi: 2H + O2  H2O2  1 *-Catalasi: H2O2  H2O + O2 (Se)-Glutationeperossidasi: 2SGH + H2O2  GSSH + H2O 2SGH + ROOH  GSSH + ROH* + H2O
  24. 24. Specie concorrenti alla Capacità antiossidante plasmatica totale• di origine endogena : Albumina, Proteine vettrici e leganti i metalli transizionali (Fe, Cu, Cr) come: Ferritina, Transferrina, Aptoglobina, Ceruloplasmina e i pigmenti respiratori; Ac Urico, Enzimi,• di origine sia endogena che esogena: Amino Acidi , Tioli e AAcidi solforati, Vitamine idrosolubili (Ascorbato), liposolubili (Carotenoidi, Tocoferoli, Chinoni), RESVERATROLO
  25. 25. - I meccanismi di molte malattie ed i conseguenti approcci terapeutici sono ricondotti allo squilibrio fra la produzione di radicali liberi dell’ossigeno ed i fattori biochimici di difesa.- E’ in questo contesto che gli antiossidanti, sostanze apportate dall’alimentazione, giocano un ruolo cruciale poiché riconducono i radicali nella loro strada, cioè nella giusta via che è rappresentata dalla catena respiratoria dove l’ossigeno viene trasformato in acqua.- E’ giusto sottolineare che non tutto quello che è antiossidante (cioè riducente) fa bene per la salute dell’individuo e non tutto cio’ che e’ ossidante fa necessariamente male. Non dimentichiamoci che le specie reattive dell’ossigeno sono coinvolte certamente in processi patologici ma anche in quelli fisiologici (queste specie sono coinvolte nella regolazione redox della trasduzione del segnale, nella fagocitosi ecc.)
  26. 26. La fontana della giovinezza (1546), Lucas Cranach
  27. 27. procynanidins e proanthocyanidins? HSP70?
  28. 28. Paoli et al et al Riv Pal Sci Mot 1:105-113 2009
  29. 29. INTEGRARE? Sali minerali e…Baile CA et al Effect of resveratrol on fat mobilization Ann. N.Y. Acad.Sci. 1215 (2011) 40–47
  30. 30. Perché impiegare il Trans-Resveratrolo in Medicina?-Azione estrogeno agonista;-Riduzione della demineralizzazione ossea in menopausa*;-Perfusione dermica;-Riduzione del rischio cardiovascolare;-Forte azione antiossidante e trofica del tessuto vascolare;-Riduzione del rischio di Alzheimer e dello sviluppo di neoplasie;
  31. 31. FARMACOCINETICA• In seguito ad assunzione orale il Trans-Resveratrolo da luogo ad assorbimento enterico;• Vasta metabolizzazione nei microsomi epatici;• Reazioni di fase II (Glucuronidazione e solfatazione);• Il Trans-Resveratrolo si accumula preferenzialmente in intestino, stomaco, reni, vasi;• Escrezione principale con l’emuntorio renale;
  32. 32. NutraceuticiMM Resvera VitisSemi dUva e.s. (Vitis vinifera semi); gelatina vegetale;antiagglomerante: biossido di silicio, magnesio stearato.AttiviOPC da Vitis Vinifera e Resveratrolo ad alto dosaggio;Ogni capsula 570 mg di principi attivi di cui 538 mg diPolifenoli antocianosidici e 100 ppm/cps di Trans-Resveratrolo-Trofismo venoso;-Azione antiossidante sistemica;-Prevenzione patologie cardiovascolari;-Terapia di supporto in menopausa;-Azione rivascolarizzante cutanea;
  33. 33. RESVERAVITIS• Associazione tra polifenoli antocianosidici da vite e trans-Resveratrolo;• Metodo di estrazione brevettato (mantenimento del fitocomplesso);• I polifenoli da vite rossa riducono l’attività di alcuni citocromi e microsomi epatici che presiedono alla biotrasformazione del trans-Resveratrolo (effetto succo di pompelmo);
  34. 34. • Flavonoids from a grape seed extract interact with digestive secretions and intestinal cells as assessed in an in vitro digestion/Caco-2 cell culture model• Caroline Laurent, a, , Pierre Besançona and Bertrand Caporiccioa• aEquipe d’Accueil Nutrition 3762, CC 023, Université Montpellier II, Place Eugéne Bataillon, 34095 Montpellier Cedex 05, France• Abstract Although the bioactivity of flavonoids is related to their bioavailability, little is known about pre-absorption events in the gastrointestinal tract and their possible interactions with digestive constituents and intestinal cells. Using an in vitro digestion/Caco-2 cell culture model, we investigated the effect of digestive secretions on the stability of (+)-catechin (CAT), (−)-epicatechin (EC) and B2 and B3 dimers from a procyanidin-rich grape seed extract (GSE). The availability of phenolic compounds was not affected by salivary and gastric incubations but decreased during intestinal digestion in the absence of Caco-2 cells due to interactions with pancreatic proteins, unmasked by acetonitrile extraction. Then, in the presence of cells, about 43.9% of CAT, 85.3% of EC and all dimers disappeared at the end of 2 h of intestinal incubation. The stability of all compounds at intestinal pH was demonstrated as well as interactions with proteins, associated with a decrease of some cells enzyme activities, e.g., alkaline phosphatase (−79.8%), sucrase-isomaltase (−60.9%) and aminopeptidase N (−60.7%). Moreover, no compounds were detected in the basal compartment of transwells or in cell monolayers.
  35. 35. RESVERATROLOACIDI GRASSI ESSENZIALILE PROTEINE
  36. 36. Olii & Grassi ACIDI GRASSI SATURI Mono-INSATURI Poli-INSATURI Estremità carbossilica metilica COOHSATURIMONOINSATURI COOHPOLIINSATURI COOH
  37. 37. COOH acido palmitico (16:0)H3C acido palmitoleico (16:1 n-7: cis-Δ9)H 3C COOH COOH acido stearico (18:0)H3C acido oleico (18:1 n-9; cis-Δ9)H3C COOH COOH acido linoleico (18:2 n-6; cis-Δ9,12)H3C acido α-linolenico (18:3 n-3; cis-Δ9,12,15)H3C COOH
  38. 38. STRUTTURA DEI PUFA (POLINSATURED FATTY ACID) 6 3 2 5 8 11 13 15 17CH3 3 5 8 11 13 15 17 CH3 3 4 6 7 9 10 12 14 16 COOH 2 4 6 7 9 10 12 14 16 COOH AGE C18:2 6 AGE C18:3 3 PUFA serie  -6 PUFA serie  -3 Acido Arachidonico 20:4  6
  39. 39. Anche se i termini PUFA ed EFA non sono sinonimi(solo LA ed ALA sono essenziali da un punto di vistabiochimico e nutrzionale) sono spesso usati inmaniera intercambiabile poiché molte funzionibiologiche degli EFA sono svolte dai PUFa derivatidagli EFA come ad esempio l’acido arachidonico (AA20:4n 6), DHA ed EPADas UN. Essential fatty acids – a review. Curr Pharm Biotechnol 2006;7:467–82.Dietary n S 6 and n S 3 polyunsaturated fatty acids: From biochemistry to clinicalimplications in cardiovascular prevention. Russo GL Biochem Farmacol 77, 2009,937-946
  40. 40. Biosintesi dei PUFA Serie  Serie  3 6 ACIDO - -6 DESATURASI ACIDO LINOLEICO LINOLENICO 18:2 18:3 18: ELONGASI ACIDO - LINOLENICO 4 18:3 20: -5 DESATURASI ACIDO DI-OMO - LINOLENICO 4 20:3ACIDO EICOSAPENTAENOICO ELONGASI ACIDO ARACHIDONICO (EPA) 20:5 (AA) 20:4 22:5 ELONGASI 22:4 24:5 -6 DESATURASI 24:4 24:6 -OSSIDAZIONE 24:5 ACIDO DOCOSAESANOICO ACIDO DOCOSAPENTAENOICO (DHA) 22:6 22:5
  41. 41. Dietary n S 6 and n S 3 polyunsaturated fatty acids: From biochemistry to clinicalimplications in cardiovascular prevention. Russo GL Biochem Farmacol 77, 2009,937-946
  42. 42. COOH CH3 Acido diomo-γ-linolenico (20:3 n-6) COOH CH3 Acido arachidonico (20:4 n-6) COOH CH3Acido eicosapentaenoico (20:5 n-3)
  43. 43. Acidi G Essenziali come Precursori delle famiglie di Prostaglandine diomo-γ-linolenico (20:3 n-6) ; COOH arachidonico (20:4 n-6) eicosapentaenoico (20:5 n-3) CH3 Le Prostaglandine possono essere raggruppate in sei classi designate da una sigla PG, seguita da una lettera (A, B, C, D, E, F) e da un numero indicante i doppi legami presenti. PGD1Acido PGG1 PGE1 TXA1 PGI1diomo-γ-linolenico PGH1 PGF1α PGD2Acido PGG2 PGE2 TXA2 PGI2arachidonico PGH2 PGF2α PGD3Acido PGG3 PGE3 TXA3 PGI3eicosapentaenoico PGH3 PGF3α
  44. 44. Sono gli alimenti di origine animalead apportare le indispensabili quantità diac. grassi polinsaturinella forma diAc. Eicosapentenoico ( EPA) C20: 5  3Ac. Arachidonico ( AA) C20: 4  6Ac. Docosaesenoico ( DHA) C22: 6  6che il progressivo deficit funzionale della Δ 6 desaturasiconsiglia di assumere preformate
  45. 45. Fabbisogno giornaliero di Omega 3 Apporto giornaliero di PUFA  3 Raccomandato (BNF 1992) "Gap" Nutrizionale Medio 0 0.25 0.5 0.75 1 1.25 Apporto di EPA + DHA (g)
  46. 46. COME MAI QUESTA CARENZA?• Ridotta assunzione di pesce• Carne di animali allevati a cereali e non ad erba Although the concentrations of the C 20 and C,, PUFA are much lower than in fish, maintaining high n-3 levels in ruminant meats through grass feeding may be advantageous in human nutrition since meat is more widely consumed.
  47. 47. Particolarmente ricche ne appaiono le carnifresche dei pesci d’acqua fredda e i c.d. pesciazzurri : aringa, salmonidi (salmone, trota)sgombro, sarda, sardina.****************************************e tanto meglio, quando provenienti daacquacultura se alimentati con mangimiparticolarmente curati (xantenoidi)
  48. 48. Composizione in lipidi delle carni di pescato trota salmone fr. aringa fr sarda fr. sardina t.iridea fr. acqacult.fr.ac grassi% 3.0 -- 4.1 12.0 16.7 4.5 5.0saturi 0.70 -- 1.02 2.97 3.33 1.02 2.95 ( C16 & C18 ) ( C16 ) (C16) ( C16 ) ( C16 )monoinsaturi 0.77 -- 1.58 4.6 ( C18:1 ) 8.63 1.20 1.05 (C18:1) ( C 16:1 ( C18:1 ) ( C18:1 ) C 18:1 C 20:1 C 22 :1)polinsaturi 1.17 -- 1.06 3.05 ( C20:5 2.61 1.77 1.00 (C 22:6 ) -C22:6 ) ( C20:5 - ( C22:6 ) ( C22:6 ) C22:6 )
  49. 49. Acido Eicosapentaenoico Acido docosaesaenoico EFFETTI (EPA) (DHA) Prevenzione del rischio In piccola parte SI cardiovascolare In associazione con il DHA. SI Prevenzione del Aumenta il grado di diabete insaturazione delle Modifica la sensibilità membrane allinsulina delle membrane cellulariSviluppo del Sistema NO SI Nervoso Centrale e in pratica assente nei lipidi ( >60% grassi tot.) della retina delle cellule nervose SIPerformance atletica Favorisce indirettamente la SI produzione di GH
  50. 50. Russo GL Biochem Farmacol 77, 2009, 937-946
  51. 51. Funzioni dei PUFA Funzioni Funzioni strutturali metaboliche SNC RETINA aggregazione piastrinica arteria a rischio EPIDERMIDE sicura parete sono mediatori dell’infiammazione regolano il tono vasale e MEMBRANA CELLULARE l’aggregazione piastrinica stimolano il sistema immunitario
  52. 52. Una membranacon caratteristicheottimali necessitadi quantitàadeguate di PUFA La loro presenza nell’organismo dipende dall’alimentazione
  53. 53. Rubin et al Lipids in health and diseases 2008 7-36Subject photo before use of omega-3 Subject photo after use of omega-3 poly-poly-nutrient capsules nutrient capsules
  54. 54. Eicosapentaenoic Acid, a n-3 Polyunsaturated Fatty AcidDifferentially Modulates TNF-a, IL-1a, IL-6 and PGE2Expression in UVB-Irradiated Human KeratinocytesPupe et al J Invest Dermatol 118:692-698, 2002
  55. 55. I MECCANISMI?Gli O3 (EPA) ma anche il gamma linolenico (GLA) inibisconola conversione dell’acido arachidonico in LTB4(proinfiammatorio e favorente produzione sebo) Ma sono realmente anti infiammatori?
  56. 56. McDaniel et al et al Wound Repair and Regeneration 200816:337-345
  57. 57. PERCHE’ USARE GLI EFA IN MEDICINA ESTETICA?• Riduzione dei processi infiammatori cutanei e sistemici(acne, psoriasi, dermatiti allergiche, artrite reumatoide epsoriasica);• Normalizzazione della secrezione sebacea (seborrea);•Ripristino della barriera cutanea (ceramidi e acidi grassi dibarriera)
  58. 58. PERCHE’ USARE GLI EFA IN MEDICINA ESTETICA?•Agiscono in senso antinfiammatorio e soprattutto da “efficaciidratanti della pelle per os”;•Promuovono l’aumento dell’acqua epidermica e un effettocompattante•Migliorano i risultati del peeling chimico specie se associati aProteine (componente connettiva) e Resveratrolo(componente vascolare e ormonale) Ziboh VA, Miller CC, Cho Y. Metabolism of polyunsaturated fatty acids by skin epidermal enzymes: generation of antiinflammatory and antiproliferative metabolites. Am J Clin Nutr. 2000 Jan;71(1 Suppl):361S-6S.
  59. 59. DOSAGGI? Fino a 3 g/die in fase acuta(infiammazione, acne, processiriparativi dopo interventiestetici)1 g/die di mantenimento (quodvitam) Da 250g a 750g Da 100 a 300 g
  60. 60. NutraceuticiMM Double Omega 3Olio di pesce concentrato, Gelatina (non bovina), Glicerina,Acqua.Idrossipropilmetilcellulosa, Gliceryl Monostearato,Polisorbato 60, Propilen Glicole, Triacetina, Etil VanillinaAttiviEPA+DHA da pesce azzurro;Ogni opercolo 470+268 mg di EPA+DHA;Innovativa tecnologia di veicolazione degliomega-3 che prevede un pre-emulsionamento degli stessi el’introduzione dell’emulsione in unacapsula polimerica rigida gastro-resistente;Elevata biodisponibilità ed elevatodosaggio;
  61. 61. PLUS DEL PRODOTTO• Formulazione principalmente pensata per la salute della pelle: – Alto dosaggio per cps di EPA e DHA (410+275 mg); – Tocoferolo; – Attività di ripristino della barriera cutanea (sono sostanze idratanti per via orale!); – Aumento dell’idratazione epidermica (precursori delle ceramidi, i lipidi che compongono per il 50% la barriera lipidica); – Azione elasticizzante; – Formula dermatologica per intervenire su dermatiti come eczema atopico, psoriasi, dermatiti allergiche e cute atrofica; – Formulazione ad elevato assorbimento enterico grazie al rivestimento;
  62. 62. TECNOLOGIA PER MIGLIORARE LA BIODISPONIBILITA’• Le classiche capsule molli, una volta giunte nello stomaco si disgregano nell’ambiente acido-proteolitico dello stomaco liberando nei succhi gastrici gli acidi grassi che vengono in parte degradati e perossidati;• Grazie al particolare polimero di rivestimento dell’opercolo, DOUBLE OMEGA è in grado di passare l’ambiente gastrico senza che vi sia liberazione degli acidi grassi i quali saranno assorbiti solo a livello del tenue;• DOUBLE OMEGA veicola gli omega-3 non come semplice olio introdotto nell’opercolo, ma in forma pre-emulsionata;• Grazie a questo innovativo dispositivo tecnologico l’emulsionamento con gli acidi biliari viene agevolato garantendo un completo e rapido assorbimento anche in caso di ridotta funzionalità epato-biliare;
  63. 63. POSOLOGIA CONSIGLIATA• 4-6 CPS/die durante il pasto o meglio con un po’ di latte in caso di: – Trattamento dell’acne attiva (per almeno 2 mesi); – Trattamento delle dermatiti su base infiammatoria e allergica (psoriasi, atopia, xerosi cutanea);• 2-4 CPS/die durante il pasto o meglio con un po’ di latte in caso di: – Miglioramento dell’idratazione cutanea; – Prevenzione delle patologie cardio- vascolari; – Preparazione ai trattamenti di medicina estetica (peeling chimico);
  64. 64. RESVERATROLOACIDI GRASSI ESSENZIALILE PROTEINE
  65. 65. Forbes RM, Cooper AR, Mitchell HH. The composition of the adult human body asdetermined by chemical analysis. J Biol Chem. 1953 Jul;203(1):359-66
  66. 66. SUPPLEMENTAZIONEPROTEICAMentre vi sono innumerevoli ricerchesull’effetto della supplementazioneproteica sul metabolismo muscolare esu quel tipo di proteine sia il piùadatto a questo scopo (ad esempioLemon et al 1997, Evans 1997, Evans2001, Fern et al 1991) pochi studisono stati eseguiti sull’effettodell’integrazione orale proteica e sultipo di proteine più efficaci.Ancora dallo studio classico del 1973di Blackburn è noto il ruolofondamentale delle proteine nellaricostruzione tissutale Blackburn GL Flatt JP, Clowes GHA, O‘Donnell TF, T. Hensle TE Protein sparing therapy during periods of starvation withsepsis or trauma Ann Surg 1973, May 177(5), 588-593.
  67. 67. Il collagene e le proteine della gelatina essendo carenti in alcuni aminoacidi essenziali sono sempre stati considerati una seconda scelta nellasupplementazione proteica per gli atleti e quindi nella supplementazioneproteica in generale.In realtà la gelatina essendo altamente digeribile è una buona fonte diproteine (Baziwane et al 2003) ed ancor di più gli idrolizzati del collagene(IdC) che contengono peptidi con un peso molecolare di 3-6 kDa (Nematiet al 2004).Vi sono anche studi che dimostrano effetti benefici dell’assunzione di IdCsu capelli e unghie (Rushton 2002).L’effetto sembra esplicarsi tramite l’azione di peptidi bioattivi con diversee importanti azioni biologiche come quella antiossidante edantipertensiva (Zague 2008)
  68. 68. Vi sono varie ricerche che hanno dimostrato l’elevatabiodisponibilità del collagene dopo somministrazioneorale (circa il 95% del IdC viene assorbito nelle prime12 ore) (Oesser et al 1999).Il trasferimento alla cute del collagene ingerito èrapido (raggiunge il picco dopo 12 ore) ed è curiosonotare come i peptidi del collagene siano assorbitianche con pesi molecolari più elevati (fino a 10 kDa) diquelli normalmente associati con il superamento dellabarriera intestinale.
  69. 69. Iwai et al 2005 hanno identificato un piccolo peptide Prolina-Idrossiprolinacaratteristico dell’ingestione sia di collagene I che II.L’aumento sostanziale di questo peptide è spiegabile con l’abbondanza dellasequenza Pro-Hyp nel collagene, peptide che non sembra venir attaccato inmaniera efficace dalle peptidasi rimanendo quindi inalterato per il 75%anche dopo 24 ore nel siero umano (Iwai et al 2005).Contrariamente alla comune assunzione che i peptidi vengano idrolizzati neltratto gastrointestinale ad aminoacidi per passare la barriera intestinale visono molte evidenze che dimostrano come anche i peptidi venganoagevolmente assorbiti.L’idrossiprolina viene assorbita sia nella forma aminoacidica che peptidica.Anche se il peptide contenente Hyp varia da gelatina a gelatina Pro-Hypsembra essere comunque il maggior peptide presente nel plasma umanodopo ingestione di collagene.
  70. 70. Anche il peptide Prolina-Idrossiprolina-Glicinaha una ruolo importante ed è una sequenzaparticolarmente presente nel collagene (cosìcome la Glicina è un aminoacidoparticolarmente presente nell’involucroproteico dei cheratinociti – Steven e Steiner1994)I peptidi Pro-Hyp-Gly hanno un azionechemotattica sui fibroblasti umani(Postlethwaite et al 1978), sui neutrofili emonociti (Laskin et al 1996, Postlethwaite et al1976). Anche i tripeptidi sintetici sembranoesercitare la stessa azione suggerendo quindiun’azione chemotattica che serve a stimolare lariparazione ed il rimaneggiamento tissutaleagendo come messaggero e segnale per lasintesi di nuove fibre collagene e per lariorganizzazione della matrice extracellulare Steven AC, Steinert PM. J Cell Sci. Protein composition of cornified cell envelopes of epidermal keratinocytes. 1994 Feb;107 ( Pt 2):693-700.
  71. 71. Per verificare se l’effetto sulla cute del collagene sia specifico osemplicemente legato alle proteine Matsuda (2006) ha analizzato ladifferenza su fibroblasti e matrice extracellulare della somministrazione dilattoalbumine e collagene (in maiali) dimostrando che che la densità deifibroblasti e il diametro e la densità delle fibrille di collagene erano piùelevate nel gruppo collagene.Anche il rapporto del dermatan solfato era più elevato nel gruppocollagene.Sumida nel 2004 ha analizzato in umani l’effetto dell’ingestione quotidianadi IdC (10g) dimostrando un aumento dell’idratazione della pelle.Anche Koyama et al (2006) ha evidenziato un effetto specifico dellasomministrazione orale del collagene sulla pelle.
  72. 72. Matsuda N, Koyama Y, Hosaka Y, Ueda H, Watanabe T, Araya T, Irie S, Takehana K. Effects of ingestion ofcollagen peptide on collagen fibrils and lycosaminoglycans in the dermis. J Nutr Sci Vitaminol (Tokyo).2006 Jun;52(3):211-5.
  73. 73. Mentre le proteine del collagene sembrano avere un ruolo specifico sui fibroblasti esulla matrice extracellulare del collagene non si può negare il ruolo fondamentale dialtre fonti proteiche sulle strutture del derma ma anche (albumina) sulla pressioneoncotica capillare ( e relativo ruolo antiedemigeno) e il ruolo delle proteine del sierodel latte come peptidi antinfiammatori (Neri, Bargossi e Paoli 2004)Fondamentale poi il ruolo delle proteine nel promuovere e mantenere la massamagra, requisito fondamentale per il tono muscolare e cutano e l’ossidazione deilipidi (Bouthegourd et al 2002) Bouthegourd JC, Roseau SM, Makarios- Lahham L, Leruyet PM, Tomé DG, Even PC. A preexercise alpha-lactalbumin-enriched whey protein meal preserves lipid oxidation and decreases adiposity in rats. Am J Physiol Endocrinol Metab. 2002 Sep;283(3):E565-72
  74. 74. Met Phe Ser Val Asp Leu Arg Ala Thr His Gly Gln Glu Ile Pro Cys Lys TrpEssenziali: Van Vught 2010ISOLEUCINA, LEUCINA, LISINA,METIONINA, FENILALANINA,TREONINA, TRIPTOFANO, VALINA.
  75. 75. • Il valore biologico di una proteina dipende dalla sua composizione in amminoacidi: infatti una proteina è utilizzata meglio tanto più la sua composizione amminoacidica si avvicina a quella della proteina da sintetizzare da parte dellorganismo animale. Le proteine animali hanno una composizione amminoacidica molto più vicina a quella del corpo animale (e quindi anche umano) di quanto non abbiano le proteine vegetali. La carenza di un solo amminoacido rispetto alla quantità richiesta (amminoacido limitante) è responsabile del basso valore biologico di una proteina alimentare, valore che può quindi essere migliorato integrando con lamminoacido mancante. In generale il valore biologico è alto nelle proteine animali (il valori più alti sono quelli delluovo e del latte crudo), minore in quelle batteriche e basso in quelle vegetali.
  76. 76. Kurpad AV and Vaz M Eur J ClinQUANTE PROTEINE? Nutr 54:S131-142 20000,8/1 G kg PESO IDEALEMA AUMENTOFABBISOGNO:ANZIANIBAMBINIGRAVIDANZASPORTINTERVENTI CHIRURGICI
  77. 77. IPERPROTEICO?Cosa consideriamo come iperproteica?Superiore al regime consigliato del 15% apporto calorico?Allora una dieta ipocalorica sarà per forza di cose sotto alfabbisogno minimo di proteineEsempio: 1200 Kcal  15% pro = 180 Kcal= 45 g pro per unpeso di 70 Kg = 0.64 g*Kg-1*die-1NETTAMENTE SOTTO IL LIVELLO MINIMOQuindi una dieta ipocalorica sarà necessariamenteiperproteica in senso relativo
  78. 78. DOSAGGI? Integrare con almeno 20 g di proteine derivate dalcollagene nel caso di rilassamento cutaneo e/otrattamenti estetici invasiviIntegrare con 20-40 g di proteine whey o derivate dalatte e uova per migliorare il trofismo del sottocute e/omuscolo o nei casi di aumentato fabbisogno (malattie,ecc)
  79. 79. NutraceuticiINTEGRATORE DI PROTEINE AD ALTO V.B.PRODEMIXCollagene, Proteine da siero del latte, Albuminada uovo in polvere, Latte in polvere liofilizzato edelipidizzato, Bromelaina, Papaina, Vitamina A,Vitamina C, Vitamina D, Vitamina E, Vitamina K,Vitamina B-1, Vitamina B-2, Niacinamide,Vitamina B-6, Vitamina B-12, Biotina, AcidoPantotenico, Ferro, Iodio, Zinco Rame,Maltodestrine, Aromi Naturali e artificiali,Sucralosio.Grazie all’introduzione di specifici enzimi proteolitici come la bromelinae la papaina il prodotto viene ben assimilato senza provocare alcunfenomeno di intolleranza intestinale;
  80. 80. Mix AlbuminMM MIX ALBUMINAlbumina da uovo in polvere, Collagene, Proteine da siero dellatte, Proteine da soia isolate, Latte in polvere liofilizzato edelipidizzato, Bromelaina, Papaina, Vitamina A, Vitamina ,Vitamina D, Vitamina E, Vitamina K, Vitamina B-1, Vitamina B-2,Niacinamide, Vitamina B-6, Vitamina B-12, Biotina, AcidoPantotenico, Ferro, Iodio, Zinco Rame, Maltodestrine, AromiNaturali e artificiali, Sucralosio.Frazioni proteiche ad alto valore biologico estratteda carne bovina, latte e uovo. L’elevato contenutoin collagene, lattosieroglobuline e albumina dauovo, unitamente al complesso vitaminico e aglioligoelementi ne fanno un integratore di proteinenobili utile per il recupero dermo-plastico emuscolare.Grazie all’introduzione di specifici enzimiproteolitici come la bromelina e la papaina ilprodotto viene ben assimilato senza provocarealcun fenomeno di intolleranza intestinale;
  81. 81. BEFORE 1988 BEFORE 1988 AFTER 2 MONTHSAFTER 3 MONTHS Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
  82. 82. BEFORE 1988 AFTER 120 DAYS Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
  83. 83. OP Biorepair PlusOP BIOREPAIR PLUSFruttosio, Aromi, Vitamina C, Maltodestrine da Mais,Acidificante: Acido Citrico, Glucosammina Solfato 2KCl,Antiagglomerante: biossido di silicio, Acido -Lipoico,Niacina, Taurina, Vitamina E acetato 50%, Glutatione,Licopene al 6% (da estratto secco di Pomodoro –Licopersicum lesculentum frutto), succo di meloneconcentrato (Cucumis melo polpa), Acido Folico eVitamina B12.Attivi-Glutatione: enzima peptidico necessario alla neutralizzazionedei perossidi e azione depigmentante melanica;-SOD, enzima citosolico cellulare necessario a neutralizzarel’anione superossido; utile nello sforzo fisico e come tonicoimmunitario;-Glucosamina: mattone fondamentale per la sintesi di acidojaluronico;-Acido Lipoico: fattore enzimatico e molecola antiage edermo-rigenerante;-Complesso vitaminico B: azione rivitalizzante cellulare;-Licopene: molecola epidermo-protettiva e antiossidante;
  84. 84. • J Agric Food Chem. 2008 Nov 26;56(22):10582-93.• Absorption, uptake and tissue affinity of high-molecular-weight hyaluronan after oral administration in rats and dogs.• Balogh L, Polyak A, Mathe D, Kiraly R, Thuroczy J, Terez M, Janoki G, Ting Y, Bucci LR, Schauss AG.• Source• Department of Applied Radioisotopes, National FJC Research Institute for Radiobiology and Radiohygiene, Fodor Jozsef National Center of Health, Budapest, Hungary, .• Abstract• The purpose of this study was to determine the absorption, distribution and excretion of (99m)technetium-labeled, high-molecular-weight hyaluronan (((99m)Tc-HA) and (99m)technetium pertechnetate ((99m)Tc-P) after single dose, oral administration to Wistar rats and Beagle dogs. A pilot study utilized (99m)Tc-HA alone, and a second confirmatory study compared uptake of labeled (99m)Tc-HA with (99m)Tc-P. Urinary and fecal excretion after (99m)Tc-HA ingestion by rats showed 86.7-95.6% of radioactivity was recovered, almost all in feces. All tissues examined showed incorporation of radioactivity from (99m)Tc-HA starting at 15 min and persisting for 48 h, in a pattern significantly different from (99m)Tc-P. Whole-body scintigraphs and close-ups of the ventral chest region showed nonalimentary radioactivity from (99m)Tc-HA concentrated in joints, vertebrae and salivary glands four hours after administration. Autoradiography of skin, bone and joint tissue pieces after 24 h showed incorporation of radioactivity from (99m)Tc-HA, but not from (99m)Tc-P. Conversely, absorption, distribution and excretion of (99m)Tc was completely different from (99m)Tc-HA, showing an expected pattern of rapid absorption and excretion in urine, with accumulation in thyroid glands, stomach, kidney and bladder. This report presents the first evidence for uptake and distribution to connective tissues of orally administered, high-molecular-weight HA.
  85. 85. Case History Le associazioni nutraceutiche e cosmetologiche MyCli
  86. 86. Case history• Paziente 1: – Giovane donna di 22 anni con acne severa, la terapia con antibiotici le provoca cute molto secca, senso di tensione, a volte dolore: • Consiglio giusto: DOUBLE OMEGA 4 CPS/DIE ai pasti associato a SKIN RENU’ POST PEEL RECOVERY FORMULA (formulazione a base di soli acidi grassi polinsaturi da Emù Oil con Ceramidi, Betaglucano e Colesterolo);
  87. 87. Case HistoryPaziente 2:– Donna di 46 anni, aspetto stanco del viso, occhiaie, lassità del tessuto cutaneo specie a livello della zona malare e sottomandibolare e scarso turgore: • APPROCCIO NUTRIZIONALE PROPEDEUTICO: per 2 mesi assumere PRODEMIX un misurino raso la sera con 250 ml di latte e insieme 2 cps di DOUBLE OMEGA ; • PEELING LEGGERO DI RINNOVAMENTO: FACE&BODY CLEANSER per la detersione mattina e sera (applicare su cute asciutta, massaggiare fino ad assorbimento, lasciare agire per 10-15 minuti e rischiacquare con abbondante acqua); • SIERO CONTORNO OCCHI: dopo il FACE&BODY CLEANSER applicare SERUM P, complesso lipidico attivo da Emù, complesso fito-drenante, schiarenti (2 gtt fino ad assorbimento);
  88. 88. Case History• Paziente 3: – Uomo di 35 anni, soffre di cute estremamente secca, intollerante a tutti i detergenti e cosmetici, reattiva e desquamante; notevole discomfort cutaneo e ha provato tantissimi prodotti idratanti e lenitivi senza successo (precedente diagnosi: eczema costituzionale): • APPROCCIO NUTRIZIONALE: per 2 mesi assumere durante i pasti o con del latte 4 cps di DOUBLE OMEGA; successivamente proseguire per altri due mesi con 2 cps/die; • APPROCCIO COSMETOLOGICO: detersione con OP DETERGENTE LIQUIDO VISO E CORPO, idratare la pelle del viso la mattina con M&M ENDLESS FACIAL MOISTURIZER e la sera con POST PEEL RECOVERY FORMULA; in caso di prurito o senso di discomfort applicare OP CREMA LENITIVA;
  89. 89. Case HistoryPaziente 4:– Donna di 53 anni vorrebbe migliorare la qualità della pelle, notevolmente deteriorata dopo la menopausa e ridurre, senza farmaci, i sintomi fastidiosi associati come le vampate, la sudorazione profusa notturna e prevenire l’osteoporosi: • APPROCCIO NUTRIZIONALE: per 3 mesi 2 cps/die di RESVERAVITIS (potente fitoestrogeno, in grado di ridurre i sintomi associati alla menopausa e di prevenire le patologie cardiovascolari associate) e 1 bustina al giorno di BIOREPAIR PLUS per almeno due mesi (prevenzione aging, trofismo osteo- cartilagineo, difesa antiossidante); • APPROCCIO COSMETOLOGICO: SKIN RENU’ FACE&NECK la mattina e FACIAL C LOTION la sera; per idratare il corpo OP HYDRA SVELT;
  90. 90. Case HistoryPaziente 5:– Donna di 37 anni con cicatrici acneiche, pigmentazioni post-infiammatorie: • PEELING CHIMICO DI STIMOLO: YELLOW PEEL, 3 applicazioni mensili (protocollo acne-cicatrici acneiche); • APPROCCIO COSMETOLOGICO: FACIAL C LOTION (la sera), OP PLURIATTIVO 3 VISO* (la mattina); • APPROCCIO NUTRIZIONALE: PRODEMIX da un mese prima dei cicli di YELLOW PEEL fino a 2 mesi dopo l’ultimo trattamento con YELLOW PEEL (stimolo di ripristino connettivo dermico); * Emulsione a cristalli liquidi con Centella asiatica cellule staminali ad azione inibente la jaluronidasi e associazione tra Glucosamina SO4 e Niacinamide per il recupero della matrice e un effetto schiarente;
  91. 91. 1997 1997 2007 MAINTENANCE PROGRAM 1- PRODEMIX , RESVERA-VITIS 2- FACE BODY CLEANSER ADVANCED CREAM C SILK TOUCH POST PEEL R. FORMULA Rômulo Mêne, MD2007 2005 Rio de Janeiro - Brazil
  92. 92. 42 Y.O – 20 YEARS OF LOW PROTEIN DIET BEFORE 1 WEEK AFTER (YELLOW PEEL AND PROTEIN DIET)Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
  93. 93. Rômulo Mêne, MD Rio de Janeiro - Braz
  94. 94. BEFORE AFTER 4 YEARS85 Y.O. Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Braz
  95. 95. BEFORE 80 Y.O.1992AFTER AFTER Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
  96. 96. BEFORE AFTER 60 DAYSRômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
  97. 97. ANTESBEFORE BEFOREAFTER 2 MONTHS AFTER 4 MONTHS Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
  98. 98. 91 Y.O.84 Y.O.
  99. 99. 1988 FACIAL GYMNASTICS 1985 / 1989 BEFORE AFTER 2 MONTHS BEFORE - 8 KG AFTER 2 MONTHS Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Braz
  100. 100. 1997 2007 Rômulo Mêne, MD Rio de Janeiro - Braz
  101. 101. BEFORE AFTER 120 DAYSRômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
  102. 102. AFTER PROTEIN DIET TREATMENT FOR CELLULITEBEFORE Rômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil
  103. 103. BEFORE 1988AFTER 2 MONTHSRômulo Mêne, MD - Rio de Janeiro - Brazil

×