Sentinel

540 views

Published on

Sentinel - diario di viaggio

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
540
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
9
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Sentinel

  1. 1. Sentinel: cosa mi ha spinto ad avventurarmi qui? <br /> -diario di viaggio di Jimbo- <br />gio ott 04, 2007 11:23 pm Tomba 35<br />-29210627380Hanno preso mia sorella.....ed ora dovrò avventurarmi all'interno di questa maledetta tomba per cercare....Cosa? Non ho idea di ciò che mi aspetterà ma, fin da subito, mi sono sentito come osservato.....Ho cominciato gironzolando qua e la e mi sono trovato poco dopo a parlare con la guardiana della tomba: un'apparizione mica male ma cos'è? Una specie di ologramma o qualcosa di più "tangibile"? Non riesco a toccarla, posso solo cercare di rispondere alle sue strane parole: si chiama Dormeuse e sembra, da cosa dice, che debba mantenere alta l'attenzione, sia verso l'ambiente che mi circonda, sia verso di lei.....Che strano:mi sono sentito sfidato a far luce in quel buio, a far brillare qualcosa.....<br />Se ne va, poco dopo, lasciandomi di nuovo solo: freddo, sento freddo lì dentro e solo camminando ed esplorando quello strano ambiente riesco a trovare un poco di calore ma sinora, oltre alla guardiana, ho ascoltato solo il rumore dei miei passi...Rumore di gocce d'acqua sullo sfondo....Ci sono tre porte e sopra vedo dei simboli. Meno male che mi sono portato dietro un bel po’ di carta, così riesco ad annotarli e poco più in là, salendo nella tomba, noto una specie di teca, vuota, che riporta gli stessi segni su una specie di pannello.......un brivido: che fare? <br />Spingo quei "bottoni" ma non farò scattare mica qualche trappola? Che fare?<br />Alla fine mi decido e, pigiando i tasti, vedo apparire in fondo una specie di fuoco blu che, come se mi attirasse, illumina sia la tomba che me. Ma non ho terminato l'esplorazione del luogo: scendendo in basso noto una specie di organo...ma non lo posso raggiungere: parchè? Ho sbirciato all'interno di varie stanze e ho notato altri due "fuochi blu" accesi...Sì proprio quelli situati nelle stanze che sullo stipite riportavano i simboli che ho inserito nel pannello....Li ho accesi io, allora, muovendo i tasti del pannello!E ora? Dormeuse sembra scomparsa. Devo decidere cosa fare e in fretta...Tutto intorno a me sembra spiarmi, osservarmi, e un improvviso stato d'ansia mi pervade: cosa mi attenderà oltre quelle porte?<br />E' questa la strada da seguire? Mi sembra di impazzire ma non ho altra scelta: devo buttarmi! Ho deciso: sceglierò il primo dei fuochi blu e mi getterò al suo interno!<br />Sperando bene........Chiudo gli occhi mentre passo nella prima stanza e quando li riapro.......Non sono più nella tomba! Un nuovo mondo si apre davanti a me: ma dove sono? Che cosa mi attenderà qui, ora? Dalla strana luce blu in cui mi trovo faccio qualche passo e.............<br />ven ott 05, 2007 12:52 am<br />Mare...Grida di gabbiani....le onde sembrano cullare un sogno.....Mi ritrovo su una specie di palafitta e intorno a me ne scorgo molte altre.<br />Dormeuse mi parla, dice di guardare, di osservare tutto, mi sembra di conforto, ora come ora..... Cammino sulle tavole e i miei passi rimbombano nel vuoto che mi circonda. Non capisco che cosa fare: inizierò ad esplorare per bene la zona. Noto che davanti a me, e poi più in là sulla mia destra, ci sono delle strane corde colorate che escono da delle specie di scatole in legno:tre, quattro, cinque corde...Che significa? Sotto a queste delle specie di ponticelli, ma sono troppo in basso per raggiungerli...Questo spazio sembra un villaggio di pescatori, ma di loro sembrano rimaste solo le reti....Più avanti, delle specie di casette e, all'interno, delle conchiglie colorate con un pulsante:provo a pigiarne uno e, da una conchiglia gigante posta in mezzo al mare, vedo uscire dell'acqua! Il rumore di questa mi conforta: qualcosa di vivo, qualcosa si muove.... Cammino sempre sulle tavole di legno e giungo sino all'estremità del pontile e qui vedo un'altra cassetta. Ha un numero di corde come la prima!Ma allora, forse.......Mi occorre della carta e una matita...Sì, se riesco a....Esatto! E' proprio così! <br />190500Riecco Dormeuse; sembra scocciata del fatto che sia già riuscito a.... La vedo come in una specie di salotto: ma come è possibile? Qui siamo in mezzo al mare! Dopo poco scompare e ora, anche se mi guardo in giro, non vedo altre cassette come l'ultima ma proverò a vedere se con la prima riuscirò a capire bene...... Più avanti una specie di torre: devo salire fino in cima e lì trovo un'altra conchiglia: premuto il tasto altra acqua scorre dalla conchiglia gigante in mezzo al mare! Che vista da quassù: abbraccio tutto il mondo intorno e mi rendo conto, da qui, di dover ancora esplorarne la maggior parte: ma come raggiungere le altre casupole?Torno indietro e, con gli appunti presi, riesco a far sollevare il pontile che vedo dinnanzi a me: mi porta ad un'altra casupola e qui c'è un altra di quelle conchiglie. Premuto il tasto l'acqua nella conchiglia aumenta.....Bene, forse la strada è questa ma ora? Il vento mi accarezza il viso mentre torno indietro lungo la strada che ho percorso poco prima: oltre la prima conchiglia che ho trovato (quella col primo tasto che mi ha permesso di far sgorgare il primo getto d'acqua della conchigliona al centro) girando a sinistra trovo delle ruote, forse delle valvole, e più avanti una specie di ponte incredibile:non credo ai miei occhi ma sembra fatto con la spina dorsale di un pesce antidiluviano.....<br />190502449830Chi mai l'avrà pescato? Ma di qui non si passa a meno che.....Il tubo che è posto dietro le valvole sembra molto vecchio, è tutto arrugginito, trasuda secoli......Queste valvole si muoveranno? Il tubo è appoggiato a delle casette in legno e da uno dei tubi sgorgano....Ma è vero? Sembrano bolle, bolle di sapone.....Forse Dormeuse si sta divertendo con il sapone, lì dentro? Niente, non capisco......Mi ritrovo a girare sui pontili senza venire a capo di nulla......Mi gira la testa: che fare, che fare? La frustrazione mi sta prendendo con le sue dita di arpia, ma non devo cedere! Devo pensare, pensare.....Torno alle valvole ed al tubo:lì deve esserci qualcosa che mi possa aiutare! Poi li vedo: i segni, quegli strani segni sulle casette, posti sopra ogni valvola: ma che vorranno dire? Il sole sembra calare alle mie spalle e una strana ombra si avvicina mentre, sconfortato, guardo i segni e il mio foglio di carta pieno di appunti che non sembrano portare a nulla.......Mi tornano in mente le parole di Dormeuse: guarda, rifletti...ragiona! Ed ecco il lampo: sì, occorre sommare in quel punto e poi ancora per quell'altro volantino.....Deve essere così. Felicità nel mio cuore quando, tirata la leva al fondo del pontile quella specie di scheletro mi permette di passare dall'altra parte!Una strana euforia mi pervade. comincio a correre sulle piattaforme che ora posso percorrere, trovo un'altra cassetta, quella per la scatola con le quattro corde colorate e un'altra conchiglia.......Ma queste conchiglie andranno sempre toccate? Riesco a sollevare l'altro pontile, ora il codice è chiaro, e mi tocca percorrere, a schiena piegata, degli strani cunicoli costruiti con delle vecchi reti.......Proprio un villaggio di pescatori, a quanto sembra........ Il mare continua a sbattere sulle palafitte che reggono tutti i pontili e gli uccelli di mare, senza tregua, volteggiano sopra di me, come danzatori dell'Opera.....Sto quasi per perdermi in questa parte del villaggio: scalette, pontile, scalette, pontile.......Le vecchie nasse dei pescatori, infine, mi portano prima a trovare la cassetta col segreto delle cinque corde colorate e poi......Mi ritrovo ancora di fronte la grande conchiglia, dalla quale continua a uscire l'acqua, e un'altra più piccola, simile alle precendenti, ancora con un pulsante nel suo interno.....Sotto, però, mi sembra di scorgere qualcosa...... L'istinto mi dice che forse è meglio prima.......Torno indietro e vado deciso a far salire, agendo sulla cassetta con le cinque corde, l'ultimo pontile e qui poco più avanti.....Interviene Dormeuse: dice che in realtà il suo nome è Tamara e che questo è il suo mondo preferito, Eska lo chiama, e qui racconta che si divertiva a "perdersi" tra le onde del mare e il volo degli uccelli....Mi chiede se mi piace....Provo una strana sensazione, un misto di amore/odio verso di lei....Perché deve farmi questo? Girare per ore in questo mondo strano, come sospeso dal tempo, che sembra passare e poi sembra fermarsi, non concedendo nulla alla mia fantasia se non decifrare segni e schiacciare pulsanti....Che cosa vuole da me e che cosa faccio qui? Perché questo posto in cui sono finito mi rende così ansioso, così desideroso di portare a termine la mia missione? E qual è, in verità, la mia missione? Altra acqua fuoriesce dalla conchiglia gigante: ora sento di essere vicino al dunque....Corro, letteralmente volo verso gli ultimi pulsanti da premere: sì, ci siamo: dall'acqua vedo uscire un'altro pontile e all'interno.........Un cristallo......Ecco, ore e ore passate qui per un cristallo....Questo occorre per salvare mia sorella? Questo e basta? Lo prendo, lo ripongo al sicuro dentro la mia borsa e mi trovo a pensare a mia sorella, a Dormeuse e quel mondo, Eska, che, finalmente, si è svelato del tutto ai miei occhi. Sono sfinito, dal pensare, dal correre, dal mare che soffia qui sotto, dal gridare dei gabbiani......Finalmente sorridendo, quasi con sollievo, trattengo il fiato e mi ributto nel fuoco azzurro (penso ormai che lo posso chiamare trasporto, vero?) non senza timore di non poterne uscire più, di nuovo senza una meta precisa.....Dove ritornerò? Indietro alla tomba di Tamara o forse in un nuovo mondo senza tempo?<br />Chiudo gli occhi e, come in sogno, tutto attorno a me sembra svanire......<br />sab ott 06, 2007 2:17 pm <br />Di nuovo nella tomba 35! <br />19050478155Dopo qualche passo, girandomi, mi accorgo che il trasportatore si è spento...Nessuna possibilità di tornare a Eska, dunque....Il mio lavoro laggiù è terminato con la scoperta del cristallo....Sarà così anche per gli altri trasportatori ancora accesi? E del cristallo che ne devo fare? Di Tamara neppure l'ombra....Sono solo, come all'inizio di tutto....Penso che sarebbe meglio cercare di capire che farne del cristallo: mi avvicino, sempre sentendo solo i miei passi riecheggiare nella tomba, al pannello che mi aveva permesso l'ingresso ad Eska: e lì mi è chiaro che devo lasciare il cristallo; incastonandolo all'interno del pannello questo rilascia un raggio di luce che si proietta sulla volta della tomba. Un simbolo! Già sembra proprio un simbolo: ma che sarà? Non mi resta che passeggiare sino alla porta che trovo davanti a me, per gettarmi nel prossimo trasportatore.<br />Chissà dove mi porterà........ Uno strano senso di inquietudine accompagna la mia decisione, ma non ho altra scelta. Avanti allora! E che il tutto mi porti a qualche conclusione........<br />sab ott 06, 2007 3:13 pm<br />Sì la via da seguire è proprio questa: i vari trasportatori mi portano in mondi sempre nuovi e diversi, allora! E qui non dovrò forse cercare un altro cristallo? Ma perchè? Cosa mi nasconde Tamara?<br />Tregett.....Questo è il mondo di Tregett.... <br />Tamara mi informa, comparendo alla mia sinistra, che è un bel mondo...Complesso, afferma, ma "semplice" dopo tutto: che significa il suo discorso? Mi appare come in un salotto, quasi svestita ora, ma non mi attira più di tanto il suo sorriso....Scompare augurandomi di riuscire nel mio intento.....<br />Mi riprendo dalla sorpresa del nuovo incontro con la mia "insegnante" (mi sembra che tenga questo atteggiamento con me) e decido di muovermi con estrema cautela: vedo un panorama costellato di fiori, giganti e nani, con strane foglie e ancor più strani petali.... La torre! Davanti a me, ora, si para una specie di Babele, alla cui base trovo una passerella in ferro (o acciaio, che è?) ma non riesco a salire su di essa in alcun modo. Giro gli occhi attorno ma solo la base della torre e i fiori.....Alzo lo sguardo e mi sembra di vedere una specie di "trampolino" che svetta nel cielo: dovrò arrampicarmi fin lassù? Ma come? Come??<br />Mi sento completamente spaesato.....Anzi, abbandonato, direi......Non posso fare altro che cominciare ad esplorare i dintorni. Stupido che sono: ecco alla mia sinistra un sentiero: decido di percorrerlo ma, alla base di una pianta, finisce in una specie di pedana. Appena salito vengo proiettato in cielo, all'altezza del punto più alto della torre che rivedo, ora, dinnanzi a me..... Bene, un piccolo passo avanti....Non sento altri rumori in questo mondo: ascolto attentamente ma mi sembra di sentire, da lontano, solo il rumore di scariche elettriche.....<br />Un pannello, un altro......A che serve? Provo a pigiare sugli strani tasti che lo compongono e la torre inizia a muoversi: posso muoverla in senso rotatorio e in altezza, ma per un numero limitato di volte....Poi tutto torna all'inizio. Ad un certo punto vedo che emette, al termine del movimento, un raggio, come un faro...Sì, sembra proprio un faro: ma cosa illumina? <br />Il mare tutto intorno (sì mi sembra un mare. Forse quello dall'altra parte di Eska?) o l'assoluto silenzio che si trova tutto intorno a me? Però.....Perché quei fiori giganti lì dintorno alla torre? <br />190504445E' qui la soluzione? Devo confessare che niente mi è parso senza senso così sinora, ma la presenza di quei fiori deve avere un significato. Ed infatti, quasi per caso lo confesso, muovendo la torre/faro, uno di quei fiori viene colpito dal raggio emesso e si "illumina"....Allora, forse ci siamo! Occorre forse .....Sì! E' così! Occorre illuminarli tutti nel limite delle mosse permesse e collegarli ( sì, si collegano tra loro!) col raggio della torre......Mi sembrava più difficile ed invece, concentrando l'attenzione su cosa vedevo dalla piattaforma e con un minimo di raziocinio, ho centrato l'obiettivo! Tamara, stavolta.....Un grido di trionfo mi esce dalle labbra quando, sulla base della torre, si accendono (sì, l'effetto è proprio questo) tre nuovi meccanismi e si muove un altro ascensore....Contento,sì sono contento: bravo, mi dico, eccoti pronto per qualcos'altro.......Sceso alla base della torre/faro noto subito un pulsante rosso: cribbio, Dormeuse, devo pigiarlo? Dove si è ficcata? Niente aiuto da parte sua .....Mi decido a premerlo e , rapidissimo, mi trasporta in alto: qui c'è una specie di balaustra che mi permette di osservare tutto il panorama di Tregett ma non riesco a notare altro che fiori dappertutto.....Girato attorno alla torre noto altri pannelli: quattro addirittura, stavolta! Mi avvicino e, azionando i vari tasti che li compongono, si attivano strane luci su una specie di scalinata (?).......Una scalinata elettrica.......Non trovo altro: qui non ci sono né simboli, né disegni che mi permettano di capire qualcosa....Vorrei urlare, gridare al vento di Tregett che questo è impossibile: come fare per capire la giusta sequenza???<br />1905038100Mi accascio di fronte ai pannelli, senza speranza. Ma come, sembrava tutto così semplice....Esatto, Dormeuse non vuole rendere le cose semplici: devo impegnarmi per passare, lo devo fare per la salvezza di mia sorella! Ma cosa devo riuscire a compiere per passare di là? La via è bloccata da quell'enigma.....Muovendo gli interruttori sembra che si vadano ad accendere dei fasci di luce elettrica se all'estremità del ponte si illuminano dei fari blu.......Non mi resta che armarmi della pazienza necessaria ed annotare sui miei fogli cosa si accende a seconda dei tasti che sposto: ballo vorticosamente tra un pannello e l'altro, sino a che.......Accipicchia, si sono accesi tutti! <br />Ma come ho fatto? Sono sincero. La giusta combinazione è apparsa quasi a caso ma, alla fine, bastava annotare che...........Salgo quasi correndo, lasciandomi alle spalle la torre, mi ritrovo a percorrere una galleria sino a sbucare su una specie di prato, con davanti a me altri fiori giganti e una specie di pozzo....Ah, Dormeuse riappare: sempre nel suo salotto.....Si congratula con me ma altro non afferro nel suo discorso: la mia voglia di cercare il cristallo di Tregett è troppo forte! Laggiù, in basso! Ecco il cristallo! Devo scendere, presto! Ma prima, e mi sento un poco preso in giro da chi ha architettato tutto questo, un altro problema! Come scendere? I grossi fiori attorno a me e il pozzo, intorno ad esso una specie di timoni (mi passate il termine?) con strani disegni attorno. I fiori giganti lì vicino alla piattaforma girano, girano, con uno strano fruscio, come di libellule guizzanti....Davanti ad ognuno una leva: tirandola, il fiore relativo si blocca....Ah, Tamara, stavolta penso di averti battuto rapidamente: noto infatti che il disegno posto sui timoni posti all'esterno del pozzo si può collegare a quello dei fiori e questi hanno dei petali, più grandi e più piccoli.....Proviamo a tirare quei piccoli aggeggi sui lati dei timoni? No, stavolta non era difficile, devo confessare che sono rimasto anche un poco deluso da te, Tamara......Forse mi hai preso sottogamba, ah ah ah! La risata mi scappa improvvisa: ora, vedendo comparire un'altra piattaforma, non mi resta che calarmi in basso, mia cara, e andare a recuperare il cristallo! Eccolo, è nelle mie mani! E ora via, di corsa, al trasportatore: stavolta non ho dubbi su dove mi farà tornare e su cosa dovrò fare arrivato là........<br />lun ott 08, 2007 9:28 pm<br />RITORNO ALLA TOMBA 35<br />Ed eccomi tornato all'inizio di tutto....ma ora so che devo fare: corro al pannello, inserisco il cristallo trovato su Tregett, un altro simbolo compare sulla volta..... Non intendo, per ora, fermarmi qui a pensare a cosa vuol dire...... Subito mi lancio alla rincorsa del prossimo trasportatore: devo scendere più in basso, giro per i corridoi fremendo, come fossi inseguito da qualcosa, da qualcuno....Eccolo! Non penso a niente mentre entro in quella specie di fuoco azzurro: non mi sfiora nemmeno il pensiero su quello che troverò ora, al di là........<br />IL MONDO CHIAMATO MARU<br />NON CREDO AI MIEI OCCHI, NON POSSO CREDERCI!<br />190501802765Mi trovo sospeso in cielo, immerso nell'azzurro più incredibile.......Sono su una specie di piattaforma e, appena esco dal fuoco blu del trasportatore, riesco a distinguere una specie di passerella di fronte a me ma tutt'intorno.....Solo il cielo! SONO in cielo! Sotto intravedo le cime di montagne innevate, un territorio sconosciuto si affaccia alla mia mente: che sarà? Mi sembra di vedere un punto rosso di fronte a me.... Accompagnato dal fischiare del vento mi incammino, lentamente, sulla passerella sino ad arrivare davanti ad un pulsante. E' il suo colore rosso (sì un rosso fuoco rubino...) che mi aveva attirato: più in là una porta d'acciaio... Pigio il pulsante una prima volta, qualcosa devo pur fare: ormai in questi mondi non mi resta, all'inizio, che "provare" a fare qualcosa.... La porta, o meglio il muro d'acciaio di fronte a me, inizia a girare ma altro non compare.....Pigio ancora sul tasto, pigio ancora altre volte sino a che un'apertura mi si para di fronte: ecco, devo azionare tante volte il pulsante rosso fino a far apparire un'apertura, ma poi?<br />Mi inoltro all'interno delle pareti di acciaio e muovendomi con circospezione sulla mia sinistra passo altri pannelli ed altre aperture sino a che un muro di metallo non mi costringe a tornare sui mie passi! Ma che accidenti.....Torno indietro e ritrovo un altro pulsante......Mi accingo a far ripartire il meccanismo, ormai mi è chiaro che sono all'interno di una specie di labirinto, ma più in là di pochi "giri" di quello strano meccanismo... Non mi aiutano ad avanzare più di tanto.... Ecco, ora qualcosa in più si è mosso e, girando prima a sinistra e poi in avanti, raggiungo, finalmente!, il centro della costruzione. <br />Alzo gli occhi verso l'alto e una specie di torre (sì, era quella che dalla passerella sembrava irraggiungibile) troneggia sopra di me! E' una costruzione mozzafiato....Archi di acciaio, travi, metallo dappertutto.... Il vento, a quell'altezza, rumoreggia e brontola tutto intorno......<br />190502992755Tamara riappare, sempre in quello strano salottino che si mescola all''immagine del mondo in cui mi trovo. Mi informa che questo è il mondo di Maru.....Strano discorso: parla di suoni, di luci, di visioni......Scompare lasciandomi, come sempre, solo ad affrontare l'ignoto che mi si para di fronte..... Mi avvicino al centro della costruzione ed un ascensore, silenziosamente, mi porta al livello più alto di quella costruzione sospesa nel cielo...... E qui, per la prima volta, vedo già il cristallo! E' posto in alto, per me irraggiungibile, come prigioniero di enormi braccia meccaniche, racchiuso in una teca trasparente.... Mi è subito chiaro che dovrò cercare di raggiungerlo in qualche modo per impadronirmene.... Quattro passerelle d'acciaio partono dal centro della costruzione: decido di percorrere la prima, sino alla balaustra che si affaccia sull'infinito tutto intorno a me; c'è un binocolo vicino alla balaustra: guardo dentro e, spostandolo, noto che inquadra una specie di "satellite" posto proprio di fronte: c'è una luce al di sotto.... Lampeggio di colori diversi: bianco, verde, blu.....Vari colori: forse a questi accennava il discorso di Tamara? Salgo su una scaletta poco oltre e mi trovo ad osservare una specie di strumento. Sembra un corno...Se clicco sui pulsanti che lo compongono si sentono dei suoni, come delle note musicali:alta, bassa, stridente, grave....... Anche tutti gli altri ponti di quel livello mi portano ad osservare altri "satelliti" e a scoprire altri strumenti....Sempre altri colori vedo dai binocoli, sempre altri suoni prorompono da quegli strumenti..... No, non ci siamo! Non riesco ad afferrarne il senso.....Non mi resta, per ora che aggirarmi, come sempre, in cerca di altri indizi, per quella costruzione: con un altro ascensore posso scendere a visitare altri piani: sempre in giro , sempre in circolo su quella costruzione che vola nel cielo azzurro..... Mi affaccio alla balaustra: addirittura un dirigibile vola in quel cielo così azzurro da abbagliare gli occhi: vorrà dire qualcosa? Dovrò volare anch'io più in là, per trovare la soluzione? Dovrò trasformarmi in un gabbiano? O un'aquila sarebbe meglio? Poi.....Un momento: che cos'è quello? Come non ho potuto notarlo prima? Sul bordo del corridoio metallico c'è una specie di palo con sopra....Un colore! Annoto, subito, ma che segno o cos'altro devo scrivere? C'è una manovella: ed emette un suono.....Un lampo mi attraversa la mente: il colore ed il suono....Esatto! Deve essere così!<br />Mi butto alla ricerca di altri paletti con colori alla loro sommità e ne trovo altri, su quel piano ma non bastano...... I tasti su quei corni sono sei: dunque devo trovare sei colori.... Scendo di un altro piano ma ne ho trovati tre sinora......Dove sono gli altri? Eppure mi sembra di aver guardato dappertutto....No, un attimo: sul piano più in alto....Risalgo velocemente ed eccone un altro proprio lì..... Come ho fatto a non vederlo all'inizio....Sono quattro....Solo quattro....Tamara, maledizione, possibile che un' aiuto da parte tua non ci sia mai? Solo monosillabi o frasi, per me, senza senso..... Niente, devo aver tralasciato qualcosa....Torno giù con l'ascensore e, stupido che sono!, mi accorgo che posso anche passare da un'altra parte....Mi trovo all'esterno della costruzione e, poco più in là, un altro ascensore! Ma accidenti stai attento! Adopera quel poco di cervello che ti è rimasto, ormai, visitando questi mondi-enigma.....Lo sai, puoi perderti, Tamara te l'ha detto, per un niente....<br />Che strano.....Quest'ascensore è posto proprio sul bordo della balaustra e ha tre tasti ma quello più in basso, illuminato anch'esso, sembra volermi portare più in giù.......Mi scaraventerà nel blu infinito? Girandomi verso l'esterno noto come una specie di teleferica sospesa...nel nulla! E più sotto mi sembra di notare due luci, due colori...Pigio il tasto inferiore e l'ascensore si trasforma in una navicella che, dolcemente, mi trasporta nel vuoto! Lascio così la costruzione sospesa nel cielo e, anch'io sospeso come un'aquila (sì un'aquila mi pare d'essere!) volo direttamente su una piattaforma posta lateralmente alla costruzione e qui, appena sbarcato, posso vedere...I due colori che mancavano! Ci siamo! Perfida Dormeuse: addirittura al di fuori della parte centrale li avevi posizionati! Ma tutta questa difficoltà, poi a che servirà? Mi sa tanto di trappolone finale.......Annoto tutto ciò che mi serve, ascolto i suoni, non voglio più precipitare sin qui....Un viaggio è bastato e ......Il vento che mi fischia attorno mi spinge a sbrigarmi: risalgo sulla piattaforma e torno, pigiando il tasto superiore, alla costruzione principale. <br />Ora ho ciò che mi serve: da qui torno al livello superiore, quello dei binocoli e mi accingo a.....Già, a che fare? Va bene, possiedo i colori, ho ascoltato i suoni, ma poi? Ci deve essere ancora qualcosa, eppure sono certo di aver "visto" la soluzione ma, come un pensiero che attraversa la mente ma da questa non è recepito, un soffio di intuito, proprio un soffio che non sono riuscito a cogliere, mi abbandono vicino alla balaustra, sconfitto.... No, maledetta, no! Non puoi vincere tu! Questa forza che mi viene da non so cosa, forse il ricordo di mia sorella, mi costringe a ricercare, ad azzerare tutto e a riprendere la mia ricerca. Allora: ho 4 satelliti, 4 strumenti, 6 colori......Ma l'ordine del tutto com'è? Ecco..L'ordine....Già....L'ORDINE!!! Questo mondo deve proprio avermi affascinato in modo tale da essermi completamente rincitrullito! Ma è troppo bello essere sospesi a questa altezza e sentire come il vento fischia tra l'anima di metallo della stazione sospesa tra le nuvole....<br />19050635L'ordine dei colori: corro ad uno dei binocoli ed osservo nuovamente i colori come appaiono...Devo prestare la massima attenzione: segno il loro ordine di apparizione e poi....noto una piccola sfumatura...un piccolo momento di attesa tra un colore e l'altro...Quello significa che... Già il Primo dei colori è quello che.... Sì da quello parte tutta la sequenza che ordina i suoni! "Geniale", mi sorprendo a commentare.... Ma tutto questo è un parto di Dormeuse? O qualcun'altro sta manovrando dietro le quinte? Possibile che la Custode della Tomba 35 sia riuscita, da sola, a costruire tutto ciò? Finalmente sono giunto al capolinea di Maru: inserisco le note sugli strumenti, quegli strani corni, e.....Il satellite di fronte a me RISPONDE! Sì, risuona la stessa melodia stranissima e, all'improvviso, un fascio di luce dal suo vertice svetta in cielo e ricade sulla punta della costruzione in cui mi trovo e tutto ciò.....Riesce a smuovere il supporto del cristallo che, lentamente, discende verso terra! Mi precipito a tutti gli altri binocoli e poi su, agli altri corni e una serie di melodie risuona in quel mondo silenzioso disturbato solo dalla voce del vento...... Da ognuno la sequenza del raggio si ripete ed infine il cristallo discende a terra, pronto per essere ghermito dalle mie mani! Perfetto, non mi rimane che tornare indietro.....Già, indietro ma....Cribbio: i muri rotanti! Un senso di sconforto mi attanaglia il cuore: devo di nuovo affrontare la sequenza dei muri d'acciaio per riuscire a tornare al trasportatore! Tamara....Una esclamazione di rabbia esce dalla mia gola: anche qui, ora che tutto sembrava risolto, devo ricominciare! Non devo abbattermi: se prima ho già risolto questo problema devo anche ora riuscire ad uscire di lì..... Torno in basso, al centro della costruzione e schiaccio il primo pulsante rosso che mi si para di fronte: tutto torna a ruotare, tutto gira....Devo ritrovare la giusta sequenza....Devo uscire da qui! Ho terminato, ho il cristallo, Dormeuse, fammi uscire! Niente, non funziona niente: mi ritrovo al centro....Devo andare sull'esterno, devo cambiare direzione...Niente, sempre lì....Mi abbandono ad una rabbia cieca, ad una furia che mi porta a correre tutto intorno, a vuoto, come un cieco.....Poi eccola! L'uscita: ho sbagliato a far girare troppo il meccanismo e quasi non la vedevo: stai calmo, mi dico, stai calmo! Qui la fretta ti porta alla rovina, stai calmo! Mi impongo un comportamento freddo e distaccato per gli ultimi attimi su Maru: vedo l'uscita, percorro tranquillo la rampa d'accesso al trasportatore...Prima di gettarmi dentro di esso e tornare alla Tomba 35 mi trovo a pensare che cosa succederà adesso là dentro, visto che i tre portali iniziali che mi hanno fatto viaggiare in questi mondi sono stati usati.....Che succederà quando inserirò il cristallo trovato su Maru dentro al pannello? Se ne apriranno altri o....Tutto svanirà come in un sogno?<br />Tenendo la gemma stretta al mio petto mi lascio cullare dal blu del trasportatore, verso l'ignoto che mi attende..........<br />ven ott 12, 2007 8:32 am <br />Non mi dilungo a descrivere il ritorno alla Tomba 35: metto il cristallo, compare un altro simbolo sulla volta, corro ed entro nell'altro teletrasportatore acceso..... E mi ritrovo su..<br />CORABANTI: l'isola ed il vulcano<br />Balla tutto...Il terreno sembra sconvolto da...un terremoto? Sì è proprio così! Un continuo tremore del terreno mette i brividi addosso.... Mi ritrovo su un' isola, di nuovo tutto attorno a me vedo uno strano mare....Va bene, con calma: occorre esplorare.....Subito alla mia destra noto una specie di sistema di passerelle....in fondo vedo degli altri isolotti con sopra strane cose...Che sono? Ah, c'è una specie di binocolo, lì sulla sinistra...Se guardo dentro questo mi permette di vedere che là in fondo su uno degli isolotti c'è una specie di torretta con davanti una ruota, tipo un timone....Non posso raggiungerla perchè esiste una serie di passerelle che, però, sono girate in senso opposto alla direzione che devo percorrere per arrivare in fondo...Sopra di ognuna dei cartelli con degli strani simboli...Cribbio, tra un po’ finirò la carta per gli appunti....La terra continua a tremare...Poi lo vedo: un enorme vulcano su di un'isola di fronte, sta eruttando lapilli e lava, con un'incredibile nuvola nera che , tra non molto, raggiungerà l'isola in cui mi trovo...Accidenti che posto! Mi appare Tamara che mi esorta a fare presto e poi mi lascia con una domanda sibillina su come mai le tombe siano di meno del numero degli abitanti.....Come mai sono rimasti solo in 35 o 85 (non ricordo il numero esatto)? Cosa significa? Perché queste domande....Provo inutilmente a cercare una risposta ma non riesco a darmela....Sarà importante?<br />Lentamente mi avvio all'intorno per esplorare quest'isola. Trovo altre tre locazioni come la prima, tutte poste sul limitare della costa, e una di queste è proprio davanti alla bocca eruttante del vulcano....Mi volto e, dalla vegetazione, scorgo una costruzione! E' un'alta torre...Mi sembra posta proprio al centro dell'isola...Corro veloce, girando tutto intorno, per cercare una posta, un'apertura ....E la vedo: mi fiondo dentro, scendo delle scalette perchè ho notato che....Sì, il cristallo è lì dentro! Ma accidenti! E' chiuso al di là di un cancello! Irraggiungibile, per ora....Dunque dovrò cercare di aprire quel passaggio....La terra continua a tremare....<br />Mi guardo attorno e vedo una luce fioca di una lampada su di un tavolino: c'è qualcuno qui? Qualcuno oltre a me e Tamara? Ma chi? Un libro aperto attira la mia attenzione: su di esso strani disegni di macchinari (uno sembra simile a quello alle mie spalle vicino al cancello) e poi dei colori (ancora!) che vedo raffigurati in numero diverso....Questo è da interpretare, senz'altro.... Ma la freccia sul penultimo...Che vorrà dire? Decido di fare tutto con calma: mi appresto a disegnare tutta l'isola per potermi dirigere con precisione ai vari luoghi: la presenza della vegetazione mi impone di fare così....Passo molto tempo a fare questo e, cercando appunto la precisione, devo dire che mi sento molto stanco: andrò a riposare dentro alla torre....(questo mondo mi ha costretto a vari giorni di investigazione: nella mia cronaca dirò di esser andato a dormire nella torre così avrete idea della Dannazione che mi ha preso qui su Corabanti) <br />1905040005Quando riapro gli occhi ho davanti a me la mappa: un'isola e altre 4 che la circondano...Ma c'è qualcosa che non va....Non riesco a vedere cosa, per ora, ma qualcosa non mi convince....Ragioniamo: ho delle passerelle da spostare, dei simboli, e dei binocoli che mi hanno permesso di osservare sia i simboli che le mete da raggiungere (quegli strani timoni)...Ma, caspita, come azionare quelle passerelle? Mi deve essere sfuggito qualcosa....<br />Guarda, guarda bene dappertutto, dannazione! DEVE esserci qualcosa...Cos'è quello? un pulsante?? Proprio all'entrata della torre un qualcosa di rosso che lampeggia...Sì premilo, idiota! <br />E subito volo verso l'alto della torre e da qui vedo......<br />ven ott 12, 2007 9:20 am<br />...Sì da quassù vedo tutto!<br />Tutta l'isola appare sotto ai miei occhi, ora! E un pannello alquanto strano mi si para di fronte....Su di esso ritrovo i simboli segnati con precisione da me sulla mia mappa che ora acquistano un significato!<br />Bene quattro isole e relativi "comandi" per spostare le passerelle. Non mi resta che armarmi di pazienza e provare a muovere il tutto...ma sono troppo stanco: scenderò a dormire e proverò domani......<br />Appena sveglio mi fiondo al piano superiore e provo a muovere le passerelle: ecco, così! Sì, non è complicato: con i simboli annotati (per ogni isola ho preparato uno schema 3x3 così da averli a portata di mano.... E tutto si muove: bingo! Con attenzione a non spostarne altri ma solo quelli che centrano per ogni isola, riesco in breve tempo a permettere i vari collegamenti (divertente tra l'altro) per raggiungere i timoni...<br />Bene, tutto fatto. Scendo dalla torre e mi precipito al primo dei collegamenti: raggiungo finalmente i timoni e qui trovo una specie di torre che mostra diversi colori a seconda di come muovo/giro quel timone....<br />Percorro tutte le isole e anche sulle altre vedo questi colori, diversi a seconda dell'isola in cui mi trovo...Ma qualcosa sembra non andare per il verso giusto.... Non succede nulla, anzi sembra che il tremolio dovuto al vulcano aumenti sempre più!<br />Cosa ho sbagliato? Dove ho sbagliato? Niente, provo diverse combinazioni, che ho estratto dal libro in cui sono segnati i colori, ma niente....Non funziona niente! Il cristallo resta intrappolato all'interno del cancello della torre.....Non ho letto qualcosa d'importante, mi dico....Non mi resta che tornare alla torre e ricercare qualcos'altro: appena giunto lì mi ritrovo ad esplorare come un dannato un qualcosa...che non c'è! Non c'è altro, qui! Ma allora? Cosa non ho visto?<br />Non lo so...Sono stanco....Vado a dormire.....Maledizione, era troppo facile!<br />Quando riapro gli occhi penso....Mi ritrovo a riguardare il libro e....Ma quanti sono i colori? Li conto di nuovo e sono quelli visti sulle torrette....Poi.....un lampo.....Ma contali...Contali un po’..... Come sarebbe a dire cinque verdi??? Ma le isole sono quattro.... Ma, boccheggio, ....C'è un'altra isola???? Questa possibilità mi getta a terra: come, esiste un'isola che non ho visto? Come è possibile?<br />Risalgo in cima alla torre e mi costringo ad osservare bene le isole e, al fianco di una......Un'altra passerella! Rapido discendo dalla torre verso questa e, di fianco ad essa.....Sì, un'altra isola, nascosta da una specie di scoglio, un altro timone, un'altra torretta ....E non posso raggiungerla, mi tocca rispostare le passerelle.......NO! QUESTO NO! Maledetta Dormeuse! Cos'è quest'incubo???? Come posso identificare i simboli, di qui non li vedo.... Ed eccoli, altri binocoli su altre isolette lì vicino: nooooooo! No, non ci posso credere! Come è stato possibile inventare un tale incubo?<br />No, ci rinuncio....Troppo lungo...No, per oggi basta: la sorpresa e la rabbia mi impongono di riposare. Mentre torno alla torre mi maledico pensando a questo folle sogno in cui mi sono lanciato così....Era un divertimento ma adesso......<br />ven ott 12, 2007 9:34 am <br />Sono stanco, confuso, amareggiato......Sì, ero quasi arrivato a considerarmi soddisfatto di questa avventura e invece... Mi ritrovo qui, solo, desolato, sconfitto........<br />Era dai tempi della mia avventura su Riven che non provavo niente di simile...... Come avevo risolto, allora? E' passato troppo tempo per ricordare....Ma là ce l'avevo fatta, mentre qui....Sì, lo sconforto è enorme, mi sta quasi costringendo a gettare la spugna...<br />Devo confessarvi che se non era per l'impegno preso a raccontare tutta questo qui nel forum avrei veramente rinunciato a Sentinel<br />Dai, ritenta, mi provo a dire..... Ci deve essere una soluzione, solo che ora non appare di fronte ai tuoi occhi.....Dedico tutta la giornata a riprogrammare, dalla torre, le passerelle, sino a raggiungere, col metodo iniziale degli appunti e segnando attentamente i vari simboli, il timone della quinta isola. Prima di giungere qui ho già inserito i vari colori nella altre, sperando che il tutto finisca qui sulla quinta......<br />Il mio cuore batte forte, quasi come il vulcano che erutta vicino a me, mentre inserisco il colore che credo vada bene lì........ Succede qualcosa? Si muove qualcosa?<br />No.....Non succede niente.....<br />Dopo molto tempo, mi trovo a essere seduto su una passerella di ferro, in mezzo al mare, con un vulcano che sembra esplodere da un momento all'altro, senza sapere che fare........Mi viene da piangere, lo confesso senza ritegno......Vorrei piangere e che le mie lacrime riuscissero a spegnere quella maledetta bocca eruttiva! E che tutto sprofondasse in quel mare, tutto! Me compreso.......<br />Mi addormento qui, davanti al quinto timone, senza speranza alcuna.....<br />ven ott 12, 2007 10:02 am<br />Quando mi risveglio il sapore della sconfitta è amaro nella mia bocca....<br />Provo ad alzarmi, le mie gambe tremano e corro all'improvviso, verso la torre, forse per gettarmi dalla sua sommità.....<br />Cosa non ho capito? Questa domanda mi urta, mi rimbalza nella mente, mi corrompe all'interno del mio animo, mi getta nello sconforto più assoluto..... COSA.....<br />Mi ritrovo nella torre....Mi siedo su una sedia posta vicino al tavolino che regge quel libro maledetto......La terra continua a tremare...Tutto trema intorno a me.....Solo il cristallo continua a brillare da dietro quel cancello che, ostinatamente, resta chiuso ai miei assalti....<br />COSA NON HO CAPITO????<br />Questa domanda continua a tormentarmi.... Mi ritrovo a osservare quella pagina aperta.....Cerco, ormai disperato, un qualcosa...I colori.....Sono in numero diverso...Ma cosa vuol dire quel numero....da uno a cinque.....da UNO a CINQUE.......<br />1905023495Mi scatta un'imprecazione .........Da UNO a CINQUE.....Ma brutta testa quadra (diciamo così, ma l'epiteto era un altro...)<br />Quante SONO le isole???? Ma sono CINQUE!!!<br />Allora c'è un legame tra i colori e le isole.....E deve essere molto stretto....E poi: perchè quella freccia che indica il secondo foro dal basso delle torrette?<br />L'evidenza mi appare come una folgorazione.....Lì va messo UN colore che mi viene indicato a seconda del numero......Ma che numero accidenti! Che numero??? Le isole sono CINQUE........<br />Lo sguardo mi cade sulla mappa di quel mondo che, sin dall'inizio, mi ero preparata........CINQUE isole attorno alla principale.....I numeri, l'Uno ed il Cinque....Il vulcano erutta, la terra continua a tremare...... I numeri e le isole....Questo pensiero mi perseguita.....I numeri e le isole....Poi....Come sempre.....Ma non è possibile.....Deve essere un pensiero contorto della mia mente......Vuoi dire che....Devo NUMERARE le isole? Nooooo.....No, questo è terribile....E poi, come numerarle?.......<br />Forse.....Devo avere una visione più ampia.... Risalgo in cima alla torre e, subito, di fronte a me c'è l'isola con vicino il teletrasporto....Proviamo a chiamarla UNO.....A sinistra vedo la DUE? A destra la TRE? O sarà il contrario? Se mi giro vedo quella del vulcano e questa la chiamo QUATTRO? E quella nascosta è la CINQUE? Allora i colori che devo mettere, e devo metterli nella finestrella in basso, sono......segnati COSI' sul libro?<br />Sono stanco ma questo è il mio tentativo estremo per fuggire da qui....<br />Sposto di nuovo tutte le passerelle, ma ormai ne conosco a memoria i vari simboli...... Ecco la prima...Inserisco QUEL colore...poi la seconda....via via tutte le altre....<br />Sono di fronte nuovamente alla quinta...Che succederà ora? Se neanche questa va bene.........FUNZIONA! FUNZIONA! Un rumore di cancelli che si aprono, tutto si spalanca.......CI SIAMO! Stremato da Corabanti, rubo il cristallo, fuggo, corro, mi getto nel blu del trasportatore, lontano dal vulcano, lontano da quell'incubo.....<br />dom ott 14, 2007 12:01 pm<br />TOMBA 35<br />Sono stremato.....Non riesco quasi a respirare....Corabanti mi ha tolto qualche anno di vita, come diciamo qui da noi....Appoggio il cristallo nella teca, compare il nuovo simbolo sulla volta, ma non so se ce la faccio... per oggi basta.....<br />Crollo, davanti al prossimo trasportatore acceso, in un sonno senza sogni......<br />Il mondo nella neve: Sanselard<br />Ahhh ...Mi sento meglio, ora.....Dovevo cercare un poco di ristoro e ritemprare le mie stanche e vecchie ossa.......Andiamo, adesso: cosa ci aspetterà, lì di fronte?<br />Neve......Vento urlante.......Ancora sospesi nel cielo! Altro spettacolo, altro senso di smarrimento più totale..... Tutto intorno solo vento e un bianco abbagliante.... Mi ritrovo su una specie di isoletta volante, più una specie di pietra gigante direi, e tutto intorno, altre "isole" che galleggiano nel vento e nell'azzurro del cielo.....Cos'è tutto questo? Tamara mi parla da vicino e mi ricorda il mistero degli 85.....Dove sono finiti tutti gli altri? Ma cosa vuoi che ne sappia! Mi interessa uscire da qui, che altro! Silenziosa come è arrivata scompare.... Resto solo su questa pietra che sembra aspettare un mio cenno, una mia decisione........<br />19050629285Va bene, mi dico, cerca di guardare bene dappertutto, di non commettere l'errore di presunzione (o di vanità, forse?) che ho commesso su Corabanti.....Guardiamo , prima di tutto, di non perderci nel bianco che ci circonda....... Vicino a me c'è uno strano apparecchio con delle ruote che girano: se cerco di spingere una specie di scudo al suo centro, questi emette degli strani suoni....Nebbia assoluta, per ora....<br />Mi incammino su un ponte, sembra di legno, posto davanti a me: dal suo bordo riesco a vedere che questo mondo è composto su due livelli: tutto attorno a me altre isole come quella in cui mi trovo, di cui una centrale, e, al di sotto, riesco a intravedere qualcos'altro, ma l'insieme mi sfugge, per ora. Fermiamoci qui a osservare il livello superiore: altre tre isole laterali, con delle torri alte, intravedo altre apparecchiature più basse, mi pare di scorgere degli strani riflessi dorati.....Una torre alta al centro di un'isola emette dei raggi che colpiscono, a casaccio mi pare, le torri alte laterali....Quattro raggi....Passeggio sulle tavole e mi avvicino alla prima isola sulla sinistra:la torre alta è composta da un traliccio con delle ruote che girano, forse spinte dal vento....In basso altri apparecchi più bassi, con altre ruote....Ecco poi i pannelli che , dorati, brillavano in distanza: se premo gli strani segni che compaiono su di essi, questi emettono altri strani suoni....Ah, ecco: i suoni....Stavolta Dormeuse, ti batto in velocità.....Stai calmo: non correre troppo! Sì, quella può essere una possibilità ma rallenta, non correre.....Tiro fuori la carta che ancora mi rimane: devo cercare di rappresentare tutto ciò che mi circonda: comincio, pertanto, una lunga camminata che mi porta sulle varie isole sparse in quello strano cielo, segno ogni posizione, ogni tipo di simbolo che vedo sulle tavole dorate...Addirittura una galleria che passa all'interno dell'isola centrale....Anche qui un paio di simboli (ma sono uguali!) da segnare....Arrivato vicino al faro che lancia i quattro lampi verso le torri più alte, si nota una specie di buco al suo interno....Dovrò calarmi di lì? Anche l'alpinista mi toccherà fare? Già ho provato molto in Sentinel.....Soffro di vertigini, Tamara....Ti prego....Eccola: mi parla di questo luogo, di Sanselard, mi dice che tante volte passava qui molto del suo tempo, ad ascoltare il vento che fischiava tra le ruote e tra i mulini (mi sembra li abbia chiamati così...) e sentiva, e vedeva.....ascoltava.... va bene......Ecco: ascoltare, osservare. Qui occorre fare questo: la mia supposizione iniziale sembra corretta... Al centro dello schema, nell'isola volante con la galleria, trovo uno disegno in terra: come interpretarlo? Le torri grandi sono collegate a...quelle piccole? Come? AH, forse vedo un nesso....Anche i raggi sembrano che......Se la mia idea è esatta devo cercare in giro e a lungo. Non abbatterti.....Cerca e non pensare ad altro....Sì, le torri alte sembrano avere qualcosa al loro interno: davanti a questo una specie di pannello: se clicco i segni cambiano....Chiaro, finalmente! Devo sentire e posizionare il giusto! Non difficile come idea. sembra lungo portarla a compimento.... Ho sonno: decido di schiacciare un pisolino qui, vicino al trasportatore che mi ha permesso di giungere sin qui.....<br />Ben, andiamo! <br />Comincio da qui....Ascolto i suoni di tutte le torri più basse.....Devo cercare un collegamento con quelle più alte.....Poi vado ad inserire i simboli.....No, non funziona....Calma....Calma....Devo aver sbagliato qualcosa, ma non deve essere complicato....Riguardo il disegno per terra...Sì, un attimo....Le ruote girano ma devono essere abbinate a quelle....contrarie? Ho visto ma non ho interpretato, dunque.....Facciamo un giro di prova: esatto! Ci sono delle torri più piccole che hanno le ruote che "girano" al contrario di quelle.... E altre che sono nello stesso senso di 19050238125rotazione....Provo con quelle ruotanti nello stesso senso e mi porto vicino alla terza torre da sinistra che si incontra andando avanti dal trasportatore: i simboli dovrebbero essere questi, hanno lo stesso suono che....Un rumore, un sibilo.....ESATTO! Ecco che compare, come dal nulla, una specie di ascensore.......Salgo e mi trovo a rimirare tutta Sanselard dall'alto....Che spettacolo! Dunque, il problema si riduce, infine, a cercare i giusti simboli per ognuna delle torri più alte.... Dai andiamo! Corro alla torre incontrata in precedenza, la seconda da sinistra (poi capirete perchè preciso questo numero...), e anche qui....Tutto ok! Compare l'ascensore.... Mi rimangono due torri....Ma su queste trovo difficoltà. non riesco a vedere un giusto indizio: le due torri di prima avevano come riscontro, quattro torri piccole che ruotavano nella stessa direzione....Qui trovo dei sistemi che ruotano o tutto al contrario o inversamente al senso di qualche ruota più piccola....Qui è più complicato.......Cerco un abbinamento e provo....Vado un poco a casaccio......Niente......Decido di salire sulle piattaforme delle due torri risolte: in cima un apparecchio...Clicco e noto che il fascio di luce gettato dalla torre centrale verso le torri laterali può essere modificato! Vuoi vedere che.... Sposto il cursore fino a che il raggio emesso dalla torre in cui mi trovo si "sincronizza" con quello di un'altra......Sarà così? Servirà questo? Sono stanco......Mi addormento sopra questa torre, nel cielo di Sanselard......<br />Un freddo pungente mi ridesta...Dai dobbiamo completare questo lavoro.,siamo vicini alla soluzione....Mi diverte, ogni tanto, darmi una scossa da solo: la paura provata su Corabanti è ancora viva nella mia mente.....<br />Allora, restano due torri: dopo essere andato a sincronizzare il raggio sulla torre già aperta, mi dirigo verso la prima che ho incontrato venendo dal trasportatore. proverò con questa.... E, miracolo!, si arriva a qualcosa! Ecco l'ascensore, ecco la possibilità di sincronizzare un altro raggio....salgo su e mi accingo a registrare il lampo.....Due già ok, mancano gli altri due....Ma....Accipicchia: dopo aver smanettato un poco col pannello riesco a sincronizzare TUTTI I QUATTRO RAGGI!! Ho aperto solo TRE torri e sono riuscito a sincronizzare tutto! Non mi è servito andare a trovare la simbologia per la quarta torre: con tre sole, ripeto le prime tre nell'ordine andando avanti dal trasportatore, sono riuscito a sistemare il tutto!!! Vicino al luogo dove ho trovato il disegno col collegamento tra le torri alte e le piccole, compare una specie di...ascensore? Corro sin là, nella neve e nel vento, e salito sopra quel meccanismo, questo mi porta velocemente, passando tra le radici delle piante che ornano l'isola, fino in fondo, in quello strano fondo che dall'alto nemmeno appariva... Scendo, mi aggiro lì intorno, fino trovare un altro pannello e una porta chiusa.......Una specie di timone e una leva....provo a ruotare il primo e un pannello ruota sulla porta che ho di fronte....Uhmmm.....<br />Non difficile, questo: devo cercare la giusta posizione dei pannelli di fronte a me che mi permetta di aprire quella specie di porta...Una porta su cosa?....Avanti, ruota e leva.....Leva e ruota....Tutto gira, sì ecco, sembra aprirsi uno spiraglio....Vedo ora all'interno qualcosa che brilla:...Mi avvicino all'oblò e...Sì, lo vedo: il cristallo! Torno al volano e alla leva...Ora, torna indietro con la rotazione..... Sì mi è chiaro il sistema.....Ed ecco...Tutto è aperto! Corro quasi urlando di felicità ed afferro il cristallo davanti a me:Sanselard Ti ho battuto! Dormeuse compare al mio fianco: sembra divertita del mio comportamento....Mi ricorda che tutto è vano, qui, che tutto finirà, prima o poi.....Mi chiede ancora del numero, degli 85...Dove sono finiti gli altri?<br />Le rispondo scocciato, di lasciarmi perdere: ho altro da pensare.... Se ne và...Mi lascia lì solo a rimirare il cristallo che tengo tra le mani....Risalendo per l'uscita da Sanselard mi ritrovo a pensare a lei....A quegli strani mondi, o "sistemi", inventati da qualcuno per il nostro divertimento...O per la nostra sconfitta? Gettandomi nel blu del trasportatore, sorrido: stavolta sconfitto si sentirà qualcun altro, non io...........<br />dom ott 14, 2007 10:46 pm<br />TOMBA 35<br />E se stavolta non mettessi il cristallo al suo posto?<br />Succederà qualcosa di diverso nel prossimo mondo che andrò a visitare?<br />Proviamo un po’.........<br />SOTTO IL MARE: GODA<br />Un tunnel......Acqua tutto attorno a me.....Ma...Sono in fondo al mare???<br />Vedo nuotare delle tartarughe......O forse è solo un parto della mia fantasia ormai allucinata?<br />1905028575NO....Dormeuse mi parla appena uscito dal primo corridoio: mi raccomanda di pensare a quegli 85.....Gli Ultimi, li chiama....<br />Li abbiamo creati noi o sono loro ad averci creati..... Gli Ultimi difensori di un tempo che fu.....Mi lascia sempre più smarrito.... Vado avanti, il corridoio che attraversa quel mare mi avvicina ad una torre con una piattaforma: entro dentro la porta aperta di fronte a me e trovo un macchinario composto da 4 leve centrali più una tastiera laterale...Numeri da uno a cinque...Se alzo lo sguardo vedo che la torre è cava all'interno e dunque composta da vari piani. Provo a spingere il primo tasto: si parte ma subito ci si ferma. Dietro alle mie spalle compare un piccolo corridoio con una porta in fondo: chiusa, maledizione! Torno indietro, risalgo su questa specie di piattaforma e provo sugli altri numeri.... Si sale ma, ad ogni fermata, solo il muro della torre: niente altre aperture.... Giungo infine al quinto piano e qui lo scenario cambia. Una grande volta trasparente mi butta quasi in mezzo a quell'oceano misterioso. Anche dai finestroni laterali vedo galleggiare strane piante acquatiche e continuano, imperterrite, a nuotare tartarughe e pesci di varia forma....Sono al centro di un sistema di pedane: di fronte e sugli altri lati delle passerelle alzate.<br />Mi avvicino a queste ma non c'è un meccanismo per azionarle....Posso solo vagare lì intorno. Se cerco di gettare uno sguardo al di sotto posso scorgere altre piattaforme alzate, altri livelli: gli altri piani della torre? Ma come raggiungerli? Deve esserci qualcosa nel meccanismo che mi ha portato sin qui.... Aziono una leva e sento un rumore: se mi volto vedo che una delle passerelle si è mossa, permettendomi di raggiungere una specie di pedana più all'infuori......Ma da qui non posso fare altro...Vedo che la struttura, ai piani inferiori, ricalca quella del quinto piano. Provo a manovrare le altre leve del macchinario: posso azionarle solo a due a due...Ma una......Mi permette di scendere! Sì, una permette di camminare su una specie di corridoio aereo che mi porta al piano inferiore e di lì noto che da quel piano, si può arrivare alle altre passerelle che sono anch' esse tutte alzate....Ho capito! Occorre manovrare le passerelle a mezzo del macchinario, scendendo piano per piano.....Torno su e scendo al quarto, pigiando il tasto 4. Ma quello sarà l'esatto ordine da seguire? Inoltre la zona che contiene il macchinario ruota su se stessa mentre scende<br />e ciò è abbastanza da mandarmi in confusione....Occorre provare e controllare....Fatto, azionate due leve: torno su al quinto e percorro la strada di prima verso il quarto....No, non va: sono scese altre due passerelle ma non quella che mi interessa. Da cosa sono collegate? In cosa sono collegate al macchinario? Occorre uno schema.... Ecco, disegno le passerelle del quinto piano, si ruota scendendo al quarto e.....Già si ruota di 90 o 180 gradi, non mi è chiaro.....Allora quelle da aprire, conoscendo la posizione di quelle del quinto piano sono....Corro di nuovo al macchinario, discendo, aziono.....Torno su e stavolta è tutto ok! Bravo, mi dico, è proprio così! Bene ora posso scendere al terzo, avendo aperto la passerella che porta giù.... Devo fare così sino ad arrivare al piano più basso....Ma sono stanco....Mi assopisco lì, al terzo piano, prima di provare a scendere ancora di più.......<br />014605Quando mi risveglio so cosa devo fare e questo è già un buon inizio di giornata.... Riesco a calibrare la macchina sino a che, contando per bene le rotazioni da effettuare, giungo al piano inferiore.... Alla base della torre.....Una specie di ringhiera mi separa da una parte più interna e, tra me e questa, un fossato.....Non posso passare! Vediamo un po’ in giro: tutto intorno alla ringhiera conto dodici macchinari. Hanno una specie di regolatore minimo-massimo e una leva, più sotto, con segnati i valori zero e uno. Tra due di questi un altro apparecchio, coperto da un pannello trasparente e non manovrabile, con una leva rossa.....Che fare?<br />-34480501827530Disegno una sezione circolare e pongo nel giusto ordine i vari macchinari, compreso quello con la manovella....Poi inizio: aziono i primi cinque e noto che si accende una luce rossa su un macchinario posto al di là del fossato: bene, allora....Vado avanti ad accendere altri di quei meccanismi e poi quello con la manovella ora è raggiungibile! Aziono subito il tutto e, dall'acqua, emerge una passerella che mi porta dall'altra parte! Corro sin lì ma.... Nooo ! E' troppo alta: emerge troppo dall'acqua...Non posso passare! Dove ho sbagliato? Spengo tutti i macchinari.....Devo pensare a qualcos' altro...Era troppo facile......Allora, ho dodici macchinari e quello della manovella: di nuovo riprovo a azionare i primi a destra della scaletta da cui sono arrivato e poi in sequenza uguale quelli a sinistra, sino a che la manovella è di nuovo raggiungibile.... Aziono quest''ultima e la passerella si rialza.. Ancora troppo in alto, però, troppo in alto! Ma come... Ma che accidenti....No, la serie è un' altra.....Ma guarda: i macchinari con la luce rossa posti dall'altra parte sono due....Uno non lo avevo notato....Forse uno per i macchinari Pari e uno per i Dispari? Sì, se numero i macchinari in senso orario partendo da quello a sinistra della scala....Non mi resta che provare anche se non capisco ancora il senso delle leve poste al di sotto...Sì, sembra ok: i due macchinari si accendono....Ora le leve ...Via da quelle pari, poi le disp ....No, la manovella si è aperta...Corro, aziono.....No, ancora troppo alta la passerella......Mi arrendo, per ora, sono sfinito di correre qui e là......Mi addormento sognando di correre una maratona, rincorso da luci rosse e da dodici manovelle.......<br />Sono qui, bloccato al fondo di Goda.....L' Enigma della passerella è veramente tosto....Ho sbagliato a azionare qualche meccanismo, è chiaro....Sono partito dai pari, poi i dispari......Maledizione e se una serie è invertita, diciamo, cioè in qualche punto subito dopo un dispari devo azionare un pari? Non mi resta che ritentare... Da un dispari opposto alla leva rossa (la vedo al di là del livello) cambio e manovro un pari....Ora cambiamo anche le leve al di sotto: tutte le dispari e.......Scelgo a caso un pari.......La leva si aziona, non corro stavolta e attendo l'elevarsi della passerella, col cuore in gola......Eureka! Stavolta ce l'ho fatta! Esatto: non serve la serie sicura, diciamo, dei pari/dispari, ma opposta alla leva rossa occorre cambiare......Ma mi reputo fortunato: potevo impiegare molto più tempo...I fogli che ho adoperato per segnare le varie sequenze cadono in acqua mentre attraverso la passerella.......(nel mondo reale la mia gatta ha pensato bene di passarci sopra con le sue zampine...) Peccato, un ricordo dovevo portarmelo dietro.... Mi accorgo solo ora di non sentire alcun rumore in quel mondo, su Goda.......Forse un blup blup dall'oceano al di fuori......Solo meccanismi? Eppure le piante.....Di cosa vivono? Chi le nutre? Tamara mi dice, apparendo come al solito. che si divertiva a venire su Goda, a restare incantata davanti a quelle piante, a quel silenzio......<br />Non voglio distrarmi, ora.......Davanti a me una strana parete con delle linee rosse e un altro pannello....Ci sono degli aghi rossi sui due lati....Se provo ad azionarli, delle luci rosse sulla parete si spostano.....A due a due.... Provo a far coincidere col centro tutte le luci......Facile, stavolta: pochi movimenti e la parete si apre.....Un sibilo scuote la torre...Ehi, ma quella è la piattaforma che avevo preso appena arrivato! Ho forse aperto la prima porta che all'inizio era chiusa? Salgo sopra la pedana e questa mi proietta in alto, più in alto di dove ero arrivato sino ad allora e.......Eccolo, ecco il cristallo! Di lato un trasportatore che fiammeggia di blu......Finito.....Finito anche Goda.... Ma ho quasi terminato i mondi? Dormeuse, ho quasi finito?.....Questa domanda troverà risposta tra poco? Oppure il mio vagare sarà ancora lungo, dentro la sua Tomba?<br />Nessuna risposta, per ora, giunge sino a me... Solo un silenzio assordante mi circonda........<br />mar ott 16, 2007 10:18 pm<br />TOMBA 35<br />Pongo nel pannello i due cristalli......Sei simboli sulla volta.....Ora cosa mi attenderà nel prossimo mondo? Ancora spazi silenziosi e irreali? Questa volta parto con un po’ di speranza in più....Andiamo, vediamo che succede ora.....<br />ARGANNAS, la città vuota<br />Una città! Qualcosa che ricorda ciò che vedo ogni giorno!<br />Finalmente un ambiente che ricorda la mia vita, quella di tutti i giorni!<br />-38100349885Non posso crederci: stavolta mi sento più a mio agio, qui.... Anche se sento solo grida di uccelli e solo i miei passi rimbombano sugli assiti di legno che percorro, appena uscito dal trasportatore.... Un edificio e una torre che svetta nel cielo...Mi avvicino e noto una porta con alcuni pannelli: su di essi strani simboli...Solo il più alto a destra è aperto....Più a sinistra un'altra porta con un altro pannello aperto ma questo riporta nove altri simboli, completamente diversi.....Se provo a spingerli non succede nulla....Non posso correre il rischio di perdermi qui: devo disegnare una planimetria della zona....Gli uccelli che volano in cielo continuano a lanciare strane grida: sono gli unici abitanti della città? Non vedo nessuno in giro....Cos'è quel palo? Sembra che alla sua cima ci sia una specie di nido....Un uccelliera? Forse, quando stanchi di gridare nel cielo topazio, i volatili si riposano qui? Comincio a gironzolare sino ad arrivare ad una specie di chiesa: sì , pare una chiesa gotica, anche se in legno....All' interno diverse colonne ed ognuna riporta un simbolo: dove li ho già visti? Sì, sono quelli riportati sulla seconda porta! A fianco di ogni pilastro una manovella: se l' aziono si sente un suono: noto che tre sono uguali. Mi sembra interessante copiare questi simboli: mi serviranno? Esco dalla chiesa e mi ritrovo, dopo un vicolo, a ritornare sulla strada principale: rivedo il trasportatore, là in fondo....Ma guarda: un' altra porta con 9 simboli, ma è chiusa...... Non c' è possibilità di aprirla...Torno verso il trasportatore e discendo dalla rampa di fronte a me: in fondo un altro nido per uccelli ma questo, oltre al pannello con i simboli simili a quello della porta centrale della casa con la torre,vedo un pulsante: se lo premo, un verso di uccelli risuona tutto intorno.... Che legame c'è? Non posso fare altro che tornare alla porta che possiede i 9 simboli, quella aperta.... Ma come devo agire, ora? Calma, rifletti: abbiamo solo due elementi certi, sinora: questi simboli e quelli simili trovati nella chiesa.....Qual è il loro legame?.......Un attimo: i tre simboli che erano collegati allo stesso suono...Possibile che.....Li ho segnati e li riporto sulla tastiera...Niente....Eppure.....Forse centra anche l'ordine in cui li ho ascoltati: torno alla chiesa e li riascolto...Ecco, così....Alla porta,ora: schiaccio i tasti corrispondenti e un cigolio mi avverte di aver centrato l'obiettivo! Dall'altra parte uno spiazzo con altre case...Sono stanco: domani affronterò questa zona...Mi addormento sotto un altro di quei nidi, cullato dalle grida degli uccelli nel cielo.......<br />gio ott 18, 2007 2:37 pm<br />Appena sveglio vedo un portico di fronte a me....Delle campane sotto il portico e riportano, anch'esse, dei simboli...Simili a quelli nella chiesa....A sinistra una nuova porta con a fianco il pannello, aperto, e i pulsanti....Bene, deve esserci di nuovo una combinazione, penso: accarezzo le campane e, tra queste, tre suonano uguali......Segnati i simboli relativi, mi avvicino alla porta e li inserisco sul pannello....Sì, ormai è chiaro: devo cercare qualcosa di simile, nel suono o nella forma, e inserire i simboli relativi nei pannelli....ma quanti ne dovrò trovare? Avanzo nel corridoio che si è appena aperto e giungo di fronte a delle botti...Poco più in là un altro palo con un pannello riportante i simboli a fianco della porta dell'edificio principale...Anche in uno spiazzo laterale trovo altri due pali e altri due cartigli....Mah...Che accadrà se provo a spostare le botti? Ecco, ognuna ha un simbolo.....Già, se le faccio rotolare si sentono suoni diversi ma qui, accidenti, sono più di tre....Mi sembrano quattro....E dove si trova l'altra porta dove devo inserire il codice?....Segnati i simboli relativi alle botti mi metto in cerca della prossima porta ....Passate le -28575247650campane noto una scaletta che mi porta su in alto e da lì posso osservare il panorama esterno alla città: una immensa prateria, degli strani animali fermi in mezzo ad essa....Tamara appare e mi confessa di aver amato tanto Argannas (sarà il nome della città?) e di non aver mai permesso a nessuno di visitarla....Allora, io sarei il primo ad essere arrivato qui? Ma....e Ramirez, allora? Non ha mai posto piede in questo luogo? Si è forse perso in qualche altro dei mondi che ho visitato e non sono riuscito a vederlo? Ma come è possibile? Non ho mai incontrato nessuno, a parte Tamara, sinora....... Dopo aver trovato un altro palo e un altro cartiglio salgo su una balconata, giro attorno a delle case e una scalinata mi porta sino a....Eccola, l'altra porta! Inserisco i simboli delle botti, rigorosamente nell'ordine in cui le ho fatte rotolare, e.....Esatto! Anche questa porta si apre e, lontano, odo il cigolio di un altro pannello posto vicino ad un altro uscio che si apre..... Lì vicino un altro palo...Un altro pannello con quei simboli.....Che faccio? Noto una scalinata in legno che si spinge sino in cima....Col cuore in gola decido di salire sin lassù......<br />gio ott 18, 2007 2:58 pm<br />Sempre più in alto......I miei passi risuonano sulle assi....In cima, di nuovo Tamara....<br />Mi chiede se sono soddisfatto del mio lavoro, se sono affascinato da Argannas....E gli 85? Mi ricordo degli 85?? Ma che vorrà dire?<br />Beh, sono arrivato sin quassù, ho ascoltato da altri due pali altri suoni simili a grida di uccelli, o dei cinguettii?, ho visto altri cartigli con altri segni...Ma ora? Mi sono perso qualcosa....Torno sui miei passi e, dopo due rampe, appena svoltato l'angolo, lo vedo! Sì, il simbolo: ecco dove erano...A fianco di ogni rampa di scale...Ma allora...Che devo ascoltare.....I miei passi, forse? E' proprio così: salendo sulle varie rampe di quelle scale gli scalini emettono suoni diversi, scricchiolii più o meno chiari, più o meno profondi o acuti....Ma quanti simili ce ne sono? Accidenti, sono di più che le volte precedenti.....Infatti mi ritrovo a segnare 5 simboli....La carta è quasi finita: spero di riuscire a finire questa mia avventura senza dover prendere appunti sui miei abiti....Bene, ora devo cercare il nuovo pannello aperto.....E se fosse quello che avevo notato chiuso all'inizio del mio giro per la città, quello dopo i simboli che avevo trovato nella chiesa? Corro, stavolta, e riesco anche a non farmi prendere dall'ansia...Calmo, sempre calmo...Non devo dare la soddisfazione a Dormeuse di sembrare agitato o preoccupato....Eccolo! Sì E' proprio questo, che si è aperto.......Inserisco i simboli.....<br />Accidenti, è troppo facile! Troppo facile! Dove è la fregatura, Tamara? Mentre nella mente mi rimbomba questa domanda apro la porta che si trova di fronte a me, appena entrato nel corridoio buio.....Toh! Un altro simbolo! Adesso procederò con attenzione, andando a segnarli subito e cerchiando quelli uguali, cioè quelli che "stridono" in ugual maniera....Accidenti...Sono sette! Altri pali, altri cartigli....Ecco l'altra porta....Simboli inseriti rapidamente e il tutto...Per arrivare ad un altro palo, ad un altro cartiglio......Ora, facciamo un punto della situazione: Ho aperto varie porte per mezzo del meccanismo dei rumori e dei simboli, ma cosa ho ottenuto? Qualcosa di tangibile? No, affatto.....Ho solo potuto trovare altri di quei pali, tipo uccelliere, e altri simboli simili a quelli della porta centrale.....Dunque, tutto questo camminare per annotare la bellezza di dozzine di simboli, quando nella porta al massimo saranno otto per pannello? Mi deve essere sfuggito qualcosa.....Niente, per oggi basta....Torno di fronte al trasportatore e rimpiango la mia vita tranquilla precedente, ciò che facevo prima di essermi avventurato in tutto questo.......Ce la farò?....<br />gio ott 18, 2007 3:36 pm<br />Mi risveglio di fronte al grande portone e ai suoi pannelli, di cui uno solo è aperto....Non so che fare....Proviamo a fare due passi, mi dico, forse mi aiuterà a "sgranchire", oltre che le gambe, anche la mia mente..... Mi ritrovo, dopo poco tempo, a fianco del trasportatore...La sua luce blu mi sembra come vivido fuoco mentre ripenso all'inizio della mia "gita" per i mondi di Dormeuse...La Tomba 35....Gli 85.....Ma che significa? Mi volto e mi ritrovo di fianco al primo di quegli strani pali con i cartelli, il primo che emetteva un suono tramite il suo pulsante....Fermo! Alcuni emettono suoni, altri no.....C'è qualcosa di particolare in questi che emettono suoni? Scendo velocemente sino al palo e.....Per la prima volta alzo lo sguardo e noto la forma di quella specie di nido, attaccato lassù......Ma.....Ma....L'ho già vista! Sì, ne sono certo: l'ho già vista...E su un altro palo! Ecco! Ci sono! Finalmente mi è chiaro il legame: devo cercare i pali che hanno sopra gli stessi nidi...E controllare i simboli.....Fermo, fermo...Stai correndo troppo.....Un attimo: ricordo che il pulsante rosso sul pannello aperto della porta principale emette un suono.....Un suono simile al grido di un uccello...Ma cretino che non sei altro! Non è lo stesso emesso da questo palo? Per prova lo vado di corsa a risentire: certo, è proprio questo! Un lampo di comprensione attraversa la mia mente: ecco il nesso! Occorre trovare sì tutti i pali che hanno sopra di loro gli stessi tipi di nidi ma, punto focale, occorre cercare in primis tutti quelli che emettono gli stessi tipi di richiami! Ecco perchè era necessario aprire tutte quelle porte. per trovare i vari pali...<br />Beh.......Geniale, direi...... E abbastanza rompiscatole visto che devo di nuovo gironzolare per tutta la città.....Ma non è che mi dispiaccia più di tanto......E' come farsi un giro per la strada del mio paese, dopotutto....Sì, prendiamola così......<br />015240Certo, osservando bene i pali mi accorgo delle somiglianze dei nidi: prima non mi era passata per la mente questa connessione... Passa un poco di tempo prima che abbia trovato il tutto necessario, ma eccomi di nuovo di fronte alla grande porta: nel primo pannello inserisco in alto i simboli del palo con il richiamo uguale a quello ascoltato pigiando il bottone rosso lì vicino e poi, al di sotto, quelli trovati sul palo con il nido simile.....Perfetto! Il primo pannello aperto scatta, si richiude e fa aprire, quello sotto. Ripeto tutte le volte la stessa operazione e, alla fine, alla chiusura del quarto pannello, il portone si apre.....Bene, bravo...Ottimo lavoro! Già, ormai mi ritrovo a complimentarmi da solo.....Vista l'affluenza di gente in questi mondi...Chissà se Ramirez ci sarebbe riuscito? La pedana sulla quale poggio i piedi dopo la soglia mi solleva sino ad un livello superiore della torre. Qui posso anche vedere i tetti della città: Argannas è proprio strana, così vuota e immersa in quella desolata prateria: certamente, un luogo molto tranquillo.... Da un corridoio sulla destra discendo e.....Ma, sono in una stanza arredata! <br />Ed ecco Tamara....Ma...Ma...E' in carne e ossa? Posso toccarla?......Mi dice di essere felice della mia presenza nella sua casa (la sua casa?), di non aver mai permesso a nessuno di mettere piede lì dentro (allora è vero: Ramirez non è mai arrivato sin qui...),, e poi......Afferma che Ramirez ha lasciato la sua firma, in quel luogo!........No, c'è qualcosa che non va.....Sono l'unico ad essere arrivato sin lì e Ramirez ha lasciato lì... La sua firma? Tamara, che cosa significa tutto ciò? Niente, è già scomparsa..... Mi trovo a gironzolare per quella casa, una soffice brezza di vento accarezza le tende alle finestre.....Ma...QUEI SIMBOLI! Dei segni rossi sulla parete....<br />Ma SONO UGUALI a quelli che i cristalli proiettano sulla volta della Tomba 35.....Ma cosa.......Un attimo..... Tamara ha detto che Ramirez ha lasciato lì un segno.....Sono forse quelli? Ma li ritrovo sulla volta della Tomba.....Di nuovo, un 'intuizione attraversa la mia mente, mentre noto che DUE di quei simboli sono gli stessi...R-A-M-I-R-E-Z....SETTE lettere.....la prima e la quinta identiche...lettera R, dunque? Dunque quei simboli sono il nome Ramirez lasciato sia su quella parete, in rosso, che proiettato sulla volta della Tomba? Può essere....Ho attraversato sette mondi.....<br />Trovato sei, per ora, cristalli....Attivato sei immagini.....Qui troverò il settimo? Torno all' ascensore e, infatti, questo mi solleva ancora più in alto, sui tetti di Argannas, e mi porta al settimo cristallo.....Ho forse quasi terminato la mia avventura? Sono quasi sul punto di liberare mia sorella?<br />Corro in basso e, quasi con un tuffo, mi getto nel trasportatore certo, ormai, di essere vicino alla mia meta....l<br />TOMBA 35: l'incredibile conclusione!<br />Ci siamo, ci siamo.......Ho tutto ora, ho tutto! Posiziono il cristallo sul pannello e il settimo simbolo, che è lo stesso visto nella casa di Tamara su Argannas, compare sulla volta....Certo, è il nome Ramirez!<br />029845Ed ecco che accade qualcosa di inaspettato: dall'acqua, di fronte a quella specie di organo che sinora non ho potuto avvicinare, si eleva un'altra costruzione.....Un'altra Tomba???<br />Corro, anzi volo, fin laggiù e mi getto nell'apertura appena sollevata.....Percorro un buio corridoio e.....Ma.......Ma...... Sono tornato all'inizio....All'ingresso...Che accade? Rientro di nuovo ma è tutto lo stesso...Torno davanti a quella specie di organo...Ora è calato un gradino e posso arrivare al suo pannello...Ma ecco, come solito, comparire Tamara.....Mi illustra che ormai, il mio viaggio è finito, e che finalmente,....SONO TORNATO! Un brivido percorre la mia schiena...Che vuol dire, che sono tornato? Certo che lo sono, lo so, ho aperto tutti i mondi, ho trovato tutti i cristalli, vuoi che non lo sappia? Sorride e scompare...Come sempre, del resto....<br />Non posso fare altro che salire sino al nuovo pannello: qui uno strano disegno, delle forme di vario tipo, da trapezi a delle specie di rombi , a quadrilateri di ogni foggia, mi compaiono di fronte. A lato, sotto due simboli, uno con cerchi e uno con linee, due incavi.;se schiaccio uno dei poligoni fuoriescono delle palline....Due di qua....Tre di là....Si accendono anche dei pulsanti, sopra quel tipo di tastiera.....Se li conto.....<br />Accidenti: sono SETTE!!! <br />Mi volto, e dalla grotta dove sono proiettati i simboli dei sette mondi, è come se qualcuno mi sorridesse.....Certo, è chiarissimo! Devo completare la sequenza del nome.....Del nome di Ramirez.... Ogni simbolo è formato da linee e da cerchi....Quante linee e quanti cerchi compongono ogni "lettera"? Tutto qui....Tutto qui, sì.......Sono arrivato, lo sento, sono realmente alla fine del mio viaggio.....Devo disegnare lo schema poligonale, provare una volta con tutti i simboli che possono essere premuti per vedere cosa compare nei due incavi di fianco........<br />E, finalmente, compongo il nome.....QUEL NOME......RAMIREZ.............................................................................<br />Tamara. sei tu? Che succede? Che accade, ora? Mi sta chiamando, mi sta rivolgendo uno splendido sorriso, dice che è ora di tornare al mio mondo, è ora di uscire da quella fantasia che per tanto tempo, mi ha tenuto lì prigioniero.....Mi manda un bacio e mi saluta.......<br />Addio, RAMIREZ, mi dice...............IO SONO RAMIREZ, già.........Sono RAMIREZ!!!<br />Sono tornato da quei mondi...Ecco parchè quelle sensazioni....Quei momenti in cui mi sembrava di conoscere.....Sì, sono riuscito ad uscire.........<br />Il mio viso è solcato da lacrime, mentre vedo, da lontano, arrivare correndo una bambina che grida il mio nome, che mi chiama papà..........................<br />

×