Successfully reported this slideshow.
Your SlideShare is downloading. ×

Regolamento torneo dei borghi

Ad

PARROCCHIA ARCIPRETALE
                                                     “SAN GIORGIO MARTIRE”
                        ...

Ad

Ciascun partecipante può gareggiare in più giochi/discipline sportive purché già iscritto nella LISTA PARTECIPANTI di
cui ...

Ad

Valgono di norma le regole nazionali salvo quanto previsto da questo Regolamento e/o da accordi precedenti l’inizio
delle ...

Ad

Ad

Ad

Loading in …3
×

Check these out next

1 of 6 Ad
1 of 6 Ad
Advertisement

More Related Content

Advertisement

Regolamento torneo dei borghi

  1. 1. PARROCCHIA ARCIPRETALE “SAN GIORGIO MARTIRE” LUCINICO (Gorizia) “Torneo dei Borghi” manifestazione sociale, sportiva e ricreativa REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE La Parrocchia Arcipretale “San Giorgio Martire” di Lucinico (Go), d’ora in poi denominata Organizzazione, organizza nell’ambito della “Festa di San Rocco” il “Torneo dei Borghi”, manifestazione sociale, sportiva e ricreativa senza fini di lucro che si svolgerà all’interno degli spazi/aree dell’Oratorio Parrocchiale in Via Giulio Cesare n. 23 a Lucinico (Go). Art. 2 – SCOPO DEL TORNEO Scopo del “Torneo dei Borghi” è quello di creare un momento di ritrovo per gli abitanti del paese ed è quindi fondamentale uno spirito di armonia e di amicizia. Non saranno pertanto accettati atteggiamenti eccessivamente aggressivi che possano ledere l’incolumità dei partecipanti e/o danneggiare lo spirito del torneo. Art. 3 - DEFINIZIONE DEI BORGHI Il territorio di Lucinico (Go) è stato suddiviso in quattro zone identificate da confini dettagliati. Ciascuna zona è denominata BORGO. I Borghi sono i seguenti: PLAZA, PRAT, RONSIC e TIROL. La suddivisione del territorio sarà esposta al pubblico su una piantina del paese. Art. 4 - CAPITANI Per ogni Borgo verranno scelti un capitano ed un suo vice, che farà le veci nel caso di assenza. I capitani hanno la facoltà di valutare violazioni ed atteggiamenti scorretti, decidendo a maggioranza eventuali provvedimenti. Art. 5 - PARTECIPANTI AI GIOCHI / DISCIPLINE SPORTIVE Possono partecipare al “Torneo dei Borghi” i residenti e/o ex residenti di Lucinico (Go). L’eventuale possibilità di far partecipare non residenti, ma frequentanti la Parrocchia di Lucinico (Go), viene autorizzata dall’Organizzazione che deciderà, a suo insindacabile giudizio, in quale Borgo inserire l’interessato/a. La residenza anagrafica/domicilio eletto dei partecipanti determina la “naturale” appartenenza ad un determinato Borgo in base alla suddivisione di cui all’art. 3. Ai residenti a Lucinico (Go) che si sono spostati di Borgo, viene concessa, per motivi affettivi, la facoltà di scegliere con quale Borgo partecipare, sotto l’approvazione dell’Organizzazione. Art. 6 - LISTA PARTECIPANTI AI GIOCHI / DISCIPLINE SPORTIVE Saranno formate delle liste di partecipanti per ciascun Borgo e gli iscritti potranno gareggiare solo per il Borgo in cui sono stati inseriti, secondo le modalità di cui all’art. 5. Art. 7 - VERIFICA DELLE LISTE E' facoltà dell’Organizzazione verificare la posizione regolare dei partecipanti ed intervenire insindacabilmente in presenza di violazioni alle norme. Art. 8 - DIRITTO ALLA PARTECIPAZIONE I vari giochi saranno suddivisi in due fasce d’età: ragazzi dai 10 ai 14 anni compresi; over 14. Fanno eccezione i tornei di basket e pallavolo, dove è prevista la sola fascia d’età degli over 14. L’Organizzazione può comunque decidere, di propria iniziativa ed in casi limite, di assegnare un quattordicenne alla categoria superiore.
  2. 2. Ciascun partecipante può gareggiare in più giochi/discipline sportive purché già iscritto nella LISTA PARTECIPANTI di cui all' art. 6. Se un giocatore partecipa a più discipline e non si presenta a quella per cui è iscritto, sarà considerato perdente. Art. 9 - QUOTA DI PARTECIPAZIONE La partecipazione ai giochi/discipline sportive è libera/gratuita. Art. 10 - LIBERATORIA RESPONSABILITA' Ogni singolo individuo che decide autonomamente di partecipare a qualsiasi gioco, competizione, sport ed iniziativa inerente alla manifestazione “Torneo deii Borghi” si assume la responsabilità per eventuali danni a cose e/o persone causate a se stessi e/o verso terzi. Ogni singolo individuo nel momento in cui decide di partecipare alla manifestazione, deve sottoscrivere una autodichiarazione di stato di buona salute ed una liberatoria con la quale si assume la responsabilità e solleva quindi l’Organizzazione, ed i suoi responsabili, per danni a persone e/o cose causati verso se stessi e/o verso terzi. In caso di minore età del partecipante le suddette dichiarazioni dovranno essere firmate da un genitore o da chi ne esercita la potestà genitoriale. Art. 11 - DECISIONI DELL’ORGANIZZAZIONE L’Organizzazione in caso di eventi straordinari come maltempo, impossibilità varie, ecc, può decidere in qualsiasi momento di modificare il calendario presentato; non è obbligatorio recuperare giochi, competizioni, e sport eventualmente rinviati e/o sospesi. Art. 12 - COLORI E MAGLIE Ciascun Borgo assume un proprio colore assegnato dall’Organizzazione, diverso da quello degli altri. E' fatto obbligo a ciascun partecipante gareggiare indossando la maglietta del proprio Borgo. Art. 13- GIOCHI e DISCIPLINE SPORTIVE Nel “Torneo dei Borghi” si svolgeranno i seguenti giochi/discipline sportive: Pallacanestro; Pallavolo femminile; Calcetto; Calcio Balilla; Ping Pong; Scacchi; Tiro alla fune; Altri eventuali giochi approvati dall’Organizzazione. Le discipline potranno essere annullate nel caso l’Organizzazione non ravvisi la presenza di un numero minimo di partecipanti. Art. 14 – SELEZIONE DEI GIOCHI Per i seguenti giochi/discipline sportive: Ping Pong, Calcio Balilla, Scacchi, Tiro alla Fune sono previste delle selezioni all’interno del Borgo a cui seguirà un girone finale con un rappresentante/una squadra rappresentante per ogni Borgo. Art. 15 - CLASSIFICHE Per ogni gioco/disciplina sportiva sarà stilata una classifica ed assegnati i relativi riconoscimenti. Verrà infine compilata una CLASSIFICA GENERALE per l'assegnazione del “TROFEO DEI BORGHI DI LUCINICO”, che sarà rimesso in palio la successiva edizione e mai pertanto assegnato definitivamente. Alle discipline sportive di PALLACANESTRO, CALCETTO e PALLAVOLO FEMMINILE saranno assegnati: 7 punti al primo classificato; 5 punti al secondo; 3 punti al terzo; 1 punto al quarto. Ai giochi di CALCIO BALILLA, PING PONG, SCACCHI e/o ALTRI GIOCHI saranno assegnati: 5 punti al primo classificato; 3 punti al secondo; 2 punti al terzo; 1 punti al quarto; La somma dei punti dei partecipanti di ogni Borgo stilerà poi la classifica del relativo gioco (con l’assegnazione dei punti per la classifica finale). Art. 16 - PALLACANESTRO Le partite si svolgeranno in 3 (tre) tempi da 10 (dieci) minuti ciascuno. Le squadre di Pallacanestro possono essere miste, composte cioè sia da maschi che da femmine. E’ consentito un numero illimitato di sostituzioni effettuate durante una partita. Un giocatore sostituito può partecipare nuovamente al gioco, sostituendo a sua volta un altro giocatore.
  3. 3. Valgono di norma le regole nazionali salvo quanto previsto da questo Regolamento e/o da accordi precedenti l’inizio delle partite con l’Organizzazione, validi per tutte le partite in programma. Le due squadre di Pallacanestro vincenti il primo incontro, effettueranno la finale per il primo e secondo posto. Le due squadre perdenti il primo incontro effettueranno la finale per il terzo e quarto posto. Art. 17 - PALLAVOLO FEMMINILE Le partite si svolgeranno in 3 (tre) set da 15 (quindici) punti ciascuno. E’ consentito un numero illimitato di sostituzioni effettuate durante una partita. Un giocatore sostituito può partecipare nuovamente al gioco, sostituendo a sua volta un altro giocatore. Valgono di norma le regole nazionali salvo quanto previsto da questo Regolamento e/o da accordi precedenti l’inizio delle partite con l’Organizzazione, che saranno validi per tutte le partite in programma. Le due squadre di Pallavolo vincenti il primo incontro, effettueranno la finale per il primo e secondo posto. Le due squadre perdenti il primo incontro effettueranno la finale per il terzo e quarto posto. Art. 18 - CALCETTO Le partite si svolgeranno in due tempi da 20 minuti ciascuno. E’ consentito un numero illimitato di sostituzioni effettuate durante una gara. Un calciatore sostituito può partecipare nuovamente al gioco, sostituendo a sua volta un altro calciatore. Per sostituzione s’intende quella effettuata quando il pallone non è in gioco. Valgono di norma le regole nazionali salvo quanto previsto da questo Regolamento e/o da accordi precedenti l’inizio delle partite con l’Organizzazione, che saranno validi per tutte le partite in programma. Le due squadre vincenti il primo incontro, effettueranno la finale per il primo e secondo posto. Le due perdenti il primo incontro effettueranno la finale per il terzo e quarto posto. Art. 19 - CALCIO BALILLA, PING PONG, SCACCHI, ALTRI GIOCHI Valgono di norma le regole nazionali o le regole del gioco, salvo accordi precedenti con l’Organizzazione, che saranno validi per tutte le partite in programma. Art. 20 - NOTA FINALE All’Organizzazione, di cui al precedente art. 1, è riservata altresì la possibilità, in qualsiasi momento ed a proprio giudizio insindacabile, d’intervenire a modificare ogni norma sia del presente Regolamento che dei regolamenti delle singole gare. L’OBIETTIVO DELLA “SFIDA TRA I BORGHI” E’ DIVERTIRSI, PARTECIPARE E STARE INSIEME Qualora si verificassero episodi che vanno contro a quello che è lo spirito di questa manifestazione, l’Organizzazione interverrà escludendo dalla manifestazione le persone ree di atteggiamenti violenti/offensivi e penalizzando il punteggio del Borgo. Si richiede pertanto, tenuto conto del carattere del tutto amatoriale della competizione, la cortese collaborazione e l’applicazione del giusto spirito di sportività tra i partecipanti. F.to IL PARROCO don Valter MILOCCO
  4. 4. TORNEO DEI BORGHI LUCINICO 2011 MAXI PAROLIERE REGOLAMENTO MATERIALE – Gioco del MAXI PAROLIERE (1 per ogni tavolo), fogli, penne, clessidra da tre minuti o cronometro, vocabolario della lingua italiana. Il MAXI PAROLIERE è formato da una plancia con griglia, 25 dadi con lettere, cupola trasparente. SCOPO DEL GIOCO – Riuscire a vedere ed annotare, in tre minuti, il maggior numero di parole e del maggior valore possibile (cioè le più lunghe) che si scoprono nei 25 dadi, disposti a caso sul vassoio. SQUADRE – Giocano 5 giocatori per ogni borgo. I venti giocatori sono disposti su 5 tavolini e in ogni tavolino c’è un giocatore per ogni borgo. I giocatori dovranno indossare la maglietta con il colore del proprio borgo. ELIMINATORIE – Nel caso in cui si siano iscritti più di 5 giocatori per borgo, questi si scontreranno in tre partite dirette da tre minuti. I 5 migliori punteggi si qualificano per il torneo. RISCALDAMENTO E PROVA – Vengono concessi 15 minuti per riscaldamento e giri di prova. FORMAZIONE DEI TAVOLI – I nomi dei giocatori che si scontreranno verranno estratti da quattro urne del colore dei borghi. PREPARAZIONE – In ogni tavolo il giudice di gara introduce i dadi nel mescolatore, lo agita bene finchè i dadi si sono sistemati nelle cavità della plancia, toglie la cupola e aziona il cronometro. SILENZIO! – Le partite si svolgono in assoluto silenzio per permettere ai giocatori la massima concentrazione. COME SI GIOCA – Al via ogni giocatore deve annotare, senza farsi vedere dagli altri, le parole che scopre nei 25 dadi. Devono essere parole compiute della lingua italiana, di 4 o più lettere. Le parole vengono formate unendo tra loro lettere contigue, ossia vicine; i salti non sono permessi, ogni lettera deve essere vicina a quella successiva. Le lettere devono essere unite nella loro giusta sequenza, in modo tale da poter leggere correttamente le parole scoperte. Le parole scoperte possono essere lette orizzontalmente, verticalmente e diagonalmente. Lo stesso dado non può essere utilizzato più di una volta per formare la stessa parola. PAROLE AMMESSE – Sono ammessi vocaboli di ogni tipo, sostantivi, verbi, aggettivi, avverbi, ecc., a condizione che siano reperibili nel vocabolario a disposizione della giuria. Sono ammessi i sostantivi al plurale e tutti i tempi dei verbi. Sono ammesse le parole che sono all’interno di altre parole come “vela” e “svelare”. Sono ammesse le sigle a condizione che siano reperibili nel vocabolario a disposizione della giuria.
  5. 5. PAROLE NON AMMESSE – Non sono ammessi nomi propri e geografici, abbreviazioni, contrazioni, parole unite da un trattino e parole straniere e sigle che non si trovino nel vocabolario della lingua italiana a disposizione della giuria. NON possono essere mossi né i dadi né la plancia dopo che il giudice ha dato il via. NON contano i significati multipli di una stessa parola, ai fini del punteggio conta un solo significato. SE una parola compare più volte sulla plancia, conta una volta sola. Il dado con Qu conta come due lettere. La lettera Z ha una lineetta e non deve confondersi con N o IN. Ai fini del punteggio, lo stesso sostantivo può contare due volte se è stato scoperto sia al singolare che al plurale, purchè il giocatore li abbia scritti nella propria lista come parole separate. COME SI CALCOLANO I PUNTI – Terminati i 3 minuti di gioco, il giudice di gara copre la plancia con i dadi e ogni giocatore deve cessare di scrivere. Quindi ogni giocatore, a turno, legge ad alta voce la lista delle parole che ha scoperto. Ogni parola scritta da più di un giocatore deve essere cancellata da tutte le liste. Le parole che restano vengono convertite in punti secondo la seguente graduatoria: PAROLA DI 4 LETTERE 1 PUNTO PAROLA DI 5 LETTERE 2 PUNTO PAROLA DI 6 LETTERE 3 PUNTO PAROLA DI 7 LETTERE 5 PUNTO PAROLA DI 8 O PIU’ LETTERE 11 PUNTI FINE DEL GIOCO – Vengono effettuate cinque partite da tre minuti, al termine delle quali si calcola il punteggio totale ottenuto con le parole. ASSEGNAZIONE PUNTEGGIO FINALE – I quattro giocatori di ogni tavolo, dopo aver calcolato il proprio punteggio totale, stilano la graduatoria e viene assegnato il seguente punteggio finale: 1° CLASSIFICATO 5 PUNTI 2° CLASSIFICATO 3 PUNTI 3° CLASSIFICATO 2 PUNTI 4° CLASSIFICATO 1 PUNTO PARITA’ – In caso di parità viene assegnato il punteggio più alto alla squadra che ha ottenuto il maggior punteggio totale nelle cinque partite.
  6. 6. CONSIGLIO DEI GIUDICI - I giudici di gara formano il Consiglio dei Giudici. Ogni controversia, non chiarita dai punti precedenti del presente regolamento, è rimessa all’insindacabile giudizio del Consiglio dei Giudici. DURATA DEL TORNEO – Circa 90 minuti. LUOGO E DATA – Giovedì 18 agosto 2011 ore 20.00, Ciasa “Pre Pieri”, Sala Feste. TORNEO UNDER 14 – Giovedì 18 agosto 2011 ore 18.00, Ciasa “Pre Pieri”, Sala Feste.

×