Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
“Smart Cities”
	

INNOVARE GLI AMBIENTI URBANI
	

CULTURA, ORGANIZZAZIONE,
	

METODOLOGIE
!
I modelli organizza
“top down”
	

impediscono
	

l’innovazione
!

nternet, il web 2.0 il cloud computing, i social network...
“La Smart City” è un

percorso non una destinazione

finale
!
La pianificazione

lla Città è stata ed
è ancora

concepita come
’organizzazione

di spazi,

di attività,

di orari.
!

Ogg...
Il “fordismo” è finito

ma la città è ancora “fordista”.

!
“Le nostre città s
stanno trasformand
velocemente in

ecosistemi artificia
composti da organis
digitali interdipende
ed int...
SUOI	
  VECCHI	
  CONTENITORI
	
  
	
  
INTERNET	
  È	
  QUEL	
  CHE	
  SI	
  HA	
  IN	
  UNA
	
  
SITUAZIONE	
  IN	
  CUI...
Smart	
  CiLes	
  è
	
  
una	
  ci"à	
  di
	
  
“PROSUMER”

!
l’inizio del XXI secolo,
’e-government si farà
da a partire dai Governi
sistenti come una loro
paggine, oppure stiamo
iste...
I.C.T.

!

Gli strumenti
nostra
disposizione..
ovvero dei
“veicoli”

nella Smart
City

the “Nexus of
per gestire la “tempesta
perfetta”??? (Nexus of Force
“Come è accaduto per la
stampa,
le trasformazioni maggio
dovute
al computer e a internet s
sono
verificate quando la gente...
2017!
6,6 miliardi

2017!
2,1 miliardi

2011!
2,1 miliardi

2011!
69 milioni
?????
	
  
SOCIAL	
  NETWORK?
	
  
SOCIAL	
  
NETWORKING?
	
  
CIVIC	
  MEDIA?
!
h"p://staLgr.am/viewer.php!
WIKI

!
http://www.everydaysexism.com/!
h"ps://www.bayciLzen.org/data/bikes/bike-­‐accident-­‐
tracker/!
h"ps://sciencegallery.com/hackthecity/!
Everything	
  

Over 50% of Internet connections are things
2011: 15+ billion permanent, 50+ billion intermi
2020: 30+ bil...
LE
	
  
INFINITE	
  
PPORTUNITÀ	
  
OFFERTE	
  DA
	
  
NTERNET	
  OF	
  
THINGS
!
vengono postati
510.000
commenti
!

vengono caric
600
filmati
!

vengono scaricate
13000
apps
!

9800
Tweets

!
maggiori costi
!

insicurezza
	

nella custodia
dei dati
!

più difficile la condivisione
	

dell’informazione e	


Michele...
Ciò che vale non è

il “dato” in sé, ma

l’aggregazione, il
mashup di “dati”
!
“THE	
  BIG	
  
DATA”
!
DATA”

!

cui	
  dimensioni	
  superano	
  l
capacità	
  di	
  acquisizione,
	
  
memorizzazione,	
  gesLone
analisi	
  de...
social network

!

BIT!!!!

gioco
!

!

CONOSCENZA

!

BIT!!!!

!

ità istituzionali

!

attività lavorative

!
Cari Sindaci
	

dobbiamo gestire luoghi
Smart Cities
	

Città Intelligente?

!

CAPACITÀ DI GOVERNARE
	

QUESTI PROCESSI METTENDO
	

AL CENTRO L’ESSERE UMANO
	

U...
Digitale dell’Ent
e dei City user.	


Internet of Things,
Cloud Computing
(public cloud).	


Precondizioni 	

INFRASTRUTTU...
Ad es. condivisione dei dati per verificare l’efficienza delle
	

reti energetiche, la dispersione dell’acqua potabile,
	

i...
Proprietà e
gestione del
CED.	


Architettura	

del sito	

Istituzionale	


Modalità di
organizzazione dei
Data Base 	


I...
(CITTADINO) CLOUD ORIENTED, SOCIAL ORIENTED, OPEN
ORIENTED, GEOLOCATION ORIENTED
	


SERVIZI
	

ON	

LINE
	

(PAGAMENTI,
	...
dei city user, dalle
scuole. Indagine
sulle imprese.	


digitale dell’Ente,
degli Stakeholders
dei City user.	

Livello di...
MIO
	


NOSTRO
	


FORMA
	


OBIETTIVI
	


AUTOREFERENZIA
LITÀ
	


CITTADINANZA
	


UNICITÀ
	


COMPLESSITÀ
ISTITUTI EDUCATIVI
	

INSEGNANTI
	


ASMETTERE IL
	

SAPERE
	


FRASTRUTTURE
I.T.
	


CITY USER
	

CONSAPEVOLEZZA
	


COND...
riorganizzare l’Ente e a
condividere i dati in
formato open	


dell’Ente, Rapporti co
la Istituzione Regional
gli altri Co...
RGANIZZARE
I TERRITORI
	

PER
OTTIMIZZARE
	

LE RISORSE
	


USO DEL
	

CLOUD
	

COMPUTING
	


CONDIVIDERE
STRUTTURE
	

VIR...
VITABILMEN
TE
	

ALCUNI
EMENTI SI
NDERANNO
A DI LORO
	

SSESSMENT
	

DAGHERÀ LE
	

TERAZIONI
	


People	


Mobility	


Gov...
MMINISTRAZION
COMUNALE E
	

TTÀ. FUNZIONA
SE VIENE A
CONSOLIDARSI
NA CONTINUA
RELAZIONE	


ATTEGGIAMENTO
CULTUALE
DELL’AMM...
ostenibilità
mbientale	


Smart Economy	


Innovazione
nell’economia	


Attrattivit
del territo
interazioni
	


Ecosistemi di innnovazione!
Cambiamento del sistema degli orari di vita!
Cambiamento dell’organizzazione s...
o di app o di social
er la gestione della
mobilità	


Smart Mobility	

Uso di mezzi alternativi	

ad es. auto elettriche o...
Smart Environment	


one delle utilities	

bliche e private
lica, Acqua, Rifiuti,
a Elettrica, Gas)	


Green buiding	

atti...
Smart People/Smart Living	

Welfare locale	


Sanità	


Inclusione	

Sicurezza	

Vivibilità	

Fruibilità	

Orari	


Assist...
Smart Cities Innovare gli ambienti urbani cultura, organizzazione, metodologie
Smart Cities Innovare gli ambienti urbani cultura, organizzazione, metodologie
Smart Cities Innovare gli ambienti urbani cultura, organizzazione, metodologie
Smart Cities Innovare gli ambienti urbani cultura, organizzazione, metodologie
Smart Cities Innovare gli ambienti urbani cultura, organizzazione, metodologie
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Smart Cities Innovare gli ambienti urbani cultura, organizzazione, metodologie

1,553 views

Published on

Le slide della mia lezione all'Università di Palermo 21 febbraio 2014

Published in: Technology

Smart Cities Innovare gli ambienti urbani cultura, organizzazione, metodologie

  1. 1. “Smart Cities” INNOVARE GLI AMBIENTI URBANI CULTURA, ORGANIZZAZIONE, METODOLOGIE !
  2. 2. I modelli organizza “top down” impediscono l’innovazione ! nternet, il web 2.0 il cloud computing, i social network, consentono oggi di afferm modelli di conoscenza e di “innovazione” orizzontali, multidisciplinari “aperti”. !
  3. 3. “La Smart City” è un percorso non una destinazione finale !
  4. 4. La pianificazione lla Città è stata ed è ancora concepita come ’organizzazione di spazi, di attività, di orari. ! Oggi: lo spazio è valo la produzione immateriale h maggior valore quella material l’innovazione veloce. !
  5. 5. Il “fordismo” è finito ma la città è ancora “fordista”. !
  6. 6. “Le nostre città s stanno trasformand velocemente in ecosistemi artificia composti da organis digitali interdipende ed interconnessi” William J.Mitchel
  7. 7. SUOI  VECCHI  CONTENITORI     INTERNET  È  QUEL  CHE  SI  HA  IN  UNA   SITUAZIONE  IN  CUI  TUTTI  SONO   REDATTORI  E  TUTTO  È  COLLEGATO”!
  8. 8. Smart  CiLes  è   una  ci"à  di   “PROSUMER” !
  9. 9. l’inizio del XXI secolo, ’e-government si farà da a partire dai Governi sistenti come una loro paggine, oppure stiamo istendo a un momento fondante in cui l’eovernment emerge dai nuovi cittadini?” David Weinberger
  10. 10. I.C.T. ! Gli strumenti nostra disposizione.. ovvero dei “veicoli” nella Smart City the “Nexus of
  11. 11. per gestire la “tempesta perfetta”??? (Nexus of Force
  12. 12. “Come è accaduto per la stampa, le trasformazioni maggio dovute al computer e a internet s sono verificate quando la gente potuto portare il web con invece di dover andare da qualch parte per utilizzarlo.” !
  13. 13. 2017! 6,6 miliardi 2017! 2,1 miliardi 2011! 2,1 miliardi 2011! 69 milioni
  14. 14. ?????   SOCIAL  NETWORK?   SOCIAL   NETWORKING?   CIVIC  MEDIA? !
  15. 15. h"p://staLgr.am/viewer.php!
  16. 16. WIKI !
  17. 17. http://www.everydaysexism.com/!
  18. 18. h"ps://www.bayciLzen.org/data/bikes/bike-­‐accident-­‐ tracker/!
  19. 19. h"ps://sciencegallery.com/hackthecity/!
  20. 20. Everything   Over 50% of Internet connections are things 2011: 15+ billion permanent, 50+ billion intermi 2020: 30+ billion permanent, >200 billion interm sensing of objects ironment! Building and infrastructure management! Audio $0.5! Cameras and microphones widely deployed! New routes to market via intelligent objects! Everything has a URL! 2 GB flash $3! ntent and services via connected products! LTE! Augmented reality! Situational decision support!
  21. 21. LE   INFINITE   PPORTUNITÀ   OFFERTE  DA   NTERNET  OF   THINGS !
  22. 22. vengono postati 510.000 commenti ! vengono caric 600 filmati ! vengono scaricate 13000 apps ! 9800 Tweets !
  23. 23. maggiori costi ! insicurezza nella custodia dei dati ! più difficile la condivisione dell’informazione e Michele  Vianello  #nom http://www.michel
  24. 24. Ciò che vale non è il “dato” in sé, ma l’aggregazione, il mashup di “dati” !
  25. 25. “THE  BIG   DATA” !
  26. 26. DATA” ! cui  dimensioni  superano  l capacità  di  acquisizione,   memorizzazione,  gesLone analisi  dei  mercaL  soewar per  i  data  base” ! CREAZIONE  DEL  VALORE:   reazione  di  trasparenza;   avorire  la  sperimentazione  per  scoprire  le  necessità,  svelar  variabilità,  e  migliorare  le  prestazioni;   a  segmentazione  della  popolazione  per  individuare  le  azion ersonalizzabili  (nel  pubblico  la  fine  dell’eguale  per  tui);   osLtuire/sostenere  i  processi  decisionali  umani  con  algoritm utomaLci;  
  27. 27. social network ! BIT!!!! gioco ! ! CONOSCENZA ! BIT!!!! ! ità istituzionali ! attività lavorative !
  28. 28. Cari Sindaci dobbiamo gestire luoghi
  29. 29. Smart Cities Città Intelligente? ! CAPACITÀ DI GOVERNARE QUESTI PROCESSI METTENDO AL CENTRO L’ESSERE UMANO UN MODELLO DI ASSESSMENT !
  30. 30. Digitale dell’Ent e dei City user. Internet of Things, Cloud Computing (public cloud). Precondizioni INFRASTRUTTURALI Precondizioni: situazione organizzativa, ! stituzionale, relazionale, infrastrutturale. ! Precondizioni CULTURALI Precondizioni ISTITUZIONALI •  Organizzazione dell’Ente. Rapporti c la Istituzione regiona con altri Comuni.
  31. 31. Ad es. condivisione dei dati per verificare l’efficienza delle reti energetiche, la dispersione dell’acqua potabile, il livello di emissione di CO2/Nox ecc. OGGETTO: DISPONIBILITÀ DEI DATI, FORMATO DEI DATI
  32. 32. Proprietà e gestione del CED. Architettura del sito Istituzionale Modalità di organizzazione dei Data Base Informatica Comunale (hardware e gestione dati) PC e device mobili in dotazione Interoperabilità dei sistemi
  33. 33. (CITTADINO) CLOUD ORIENTED, SOCIAL ORIENTED, OPEN ORIENTED, GEOLOCATION ORIENTED SERVIZI ON LINE (PAGAMENTI, ISCRIZIONI, CUSTOMER) OPEN DATA SOCIAL NETWORKING MEDIA CIVICI
  34. 34. dei city user, dalle scuole. Indagine sulle imprese. digitale dell’Ente, degli Stakeholders dei City user. Livello di alfabetizzazione digitale di alcuni settori della popolazione Precondizioni CULTURALI Livello di alfabetizzazione digitale del personale dell’Ente •  Indagine a partire da dipendenti URP, uffici di front office, figure apica
  35. 35. MIO NOSTRO FORMA OBIETTIVI AUTOREFERENZIA LITÀ CITTADINANZA UNICITÀ COMPLESSITÀ
  36. 36. ISTITUTI EDUCATIVI INSEGNANTI ASMETTERE IL SAPERE FRASTRUTTURE I.T. CITY USER CONSAPEVOLEZZA CONDIVIDERE LA COSTRUZIONE DEL SAPERE PIATTAFORME WIKI CROWDSOURCING SERVIZI ON LINE CROWDSOURCING SOCIAL NETWORKI
  37. 37. riorganizzare l’Ente e a condividere i dati in formato open dell’Ente, Rapporti co la Istituzione Regional gli altri Comuni. Riorganizzazione! dell Ente! Precondizioni ISTITUZIONALI Costruzione di un cluster territoriale Smart •  Rapporti con le altre Amministrazioni comun contermini (soprattutto piccoli Comuni)
  38. 38. RGANIZZARE I TERRITORI PER OTTIMIZZARE LE RISORSE USO DEL CLOUD COMPUTING CONDIVIDERE STRUTTURE VIRTUOSE (COWO) POLITICHE DEL DATO COMUNI VERSO I GESTORI DI PUBLIC UTILITIES SCAMBIO CONTINUO DI NUOVE PRATICHE INCENTIVI E “ROTTAMAZIONE” DELLE STRUTTURE TRADIZIONALI CED
  39. 39. VITABILMEN TE ALCUNI EMENTI SI NDERANNO A DI LORO SSESSMENT DAGHERÀ LE TERAZIONI People Mobility Governance Smart City Environment Economy Living
  40. 40. MMINISTRAZION COMUNALE E TTÀ. FUNZIONA SE VIENE A CONSOLIDARSI NA CONTINUA RELAZIONE ATTEGGIAMENTO CULTUALE DELL’AMMINISTRAZION E RIVOLTO ALLA DISINTERMEDIAZIONE CITY USER, STAKEHOLDERS CULTURA E UTILIZZO DEGLI OPEN DATA DA PARTE DELL’AMINNISTRAZIO NE MA ANCHE DA PARTE DEGLI STAKEHOLDERS DOTAZIONE ORGANICA RIVOLTA AI CITY USER… I NUOVI SPORTELLI VIRTUALI ABBANDONARE LA CULTURA DEL “NON È DI MIA COMPETENZA” E DEL “RIVOLGERSI AGLI ENTI PREPOSTI” FAR PREVALERE IL LAVORO PER OBIETTIVI SUL LAVOR ORIENTATO AL RISPETTO DELLA PROCEDURA
  41. 41. ostenibilità mbientale Smart Economy Innovazione nell’economia Attrattivit del territo
  42. 42. interazioni Ecosistemi di innnovazione! Cambiamento del sistema degli orari di vita! Cambiamento dell’organizzazione sociale della città! Riqualificazione tessuto urbano;! Conferimento dei dati al PUM online;! Utilizzo reti energetiche e idriche;! Cittadini come sensori di sostenibilità;! Raccolta differenziata e sistemi di ! smaltimento dei rifiuti;! Risparmi economici e! SMART ambientali conseguenti a queste! SMART politiche;! MOBILITY ENVIRONMENT Profilazione e ottimizzazione del ! sistema di trasporto;! Educazione alla sostenibilità ambientale! Incentivazione all’uso di mezzi di! trasporto alimentati da energie! alternative;! Migliore distribuzione del traffico!
  43. 43. o di app o di social er la gestione della mobilità Smart Mobility Uso di mezzi alternativi ad es. auto elettriche o sistemi car sharing, carpooling Modalità di monitoraggio livello emissioni (co2, nox, ecc.) Sistemi di bigliettazione (uso del dato)
  44. 44. Smart Environment one delle utilities bliche e private lica, Acqua, Rifiuti, a Elettrica, Gas) Green buiding attività/progetti della P.A. e degli Stakeholders Modalità del monitoraggio livello emissioni (co2, Uso del social networking per responsabilizzare i city user
  45. 45. Smart People/Smart Living Welfare locale Sanità Inclusione Sicurezza Vivibilità Fruibilità Orari Assistenza Scuola (nidi/materne) Livelli di Istruzione Frequenza scolastica. Livelli di diffusione dei device fissi e

×