Corso di Formazione SIVE Confindustria 13 gennaio 2012 parte seconda

1,087 views

Published on

Corso di Formazione parte seconda

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,087
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • La classe è molta interessante perchè gli studenti studiano diverse cose come engeneria, architettura, commerializzazione, etc, e quindi è un’ambiente pluridisciplinare.\n
  • Anche, gli studenti lavorano insieme e fanno le sessione di ‘brainstorm’ e quindi e un ambiente di collaborazione.\n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • INTERACTIVE ARCHITECTURE usa il ‘Fun Theory’ che è il idea che quando si cambia una cosa semplice, si puo avere un impatto più grande, e in questo caso, quando lavoro è piu divertente è piu produttivo. Il studente vuole creare le scale di media che possono visualizzare il ‘carbon footprint’ delle persone chi lavorana a Pandora. \n\nFilm\n
  • \n
  • COLAB DESK è un banco per lavoro collaborativo. Con COLLAB DESK le persone possono cambiare lo stato del banco a essere piu comodo per i numeri di persone. E anche possono distrubuire informazione con la tecnologia del banco.\n
  • \n
  • TELEPRESENCE ROBOTS sono un sistema di interazione che representa il futuro di collaborazione con video. Con TELEPRESENCE ROBOTS puoi avere un conversazione con qualcuno a Pandora quando non stai la. \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • \n
  • Corso di Formazione SIVE Confindustria 13 gennaio 2012 parte seconda

    1. 1. I “nuovi mondi”: crowdsourcing, coworking... pria pro oca re la ell’ep rma ità n A ffe ssio nal 2.0p rof e EB d el W PARTE SECONDAI nuovi sistemi di marketinge di comunicazione digitale Michele Vianello-Direttore Generale del VEGA http://www.michelecamp.it
    2. 2. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    3. 3. UN MONDO IN VELOCISSIMA TRASFORMAZIONE... Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    4. 4. “Siamo circondati da miracoli, che scaturiscono dalla forza e dalle scelte create da 10.000 anni di crescita della produttività. C’é da sorprendersi se siamo viziati dalle possibilità di scelta, se ce le aspettiamo, anzi Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it le pretendiamo?”
    5. 5. “Come è accaduto per la stampa, le trasformazioni maggiori dovute al computer e a internet si sono verificate quando la gente ha potuto portare il web con sé invece di dover andare da qualche parte per utilizzarlo.” Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    6. 6. Avventure tra le nuvole: il cloud computingslide di Michele Vianello Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    7. 7. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    8. 8. ... ognuno possiede la “sua” informazione, la “sua” memoria, il “suo” CED, il “suo” personal computer, è l’epoca dei grandi mainframe...... Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    9. 9. In troppe aziende/P.A. c’éancora questa situazione Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    10. 10. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    11. 11. maggiori costi insicurezza nella custodia dei dati più difficile la condivisione dell’informazione e delle conoscenze in azienda Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    12. 12. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    13. 13. Definiamo il Cloud Computing: una modalità di utilizzo delle risorse IT, in cui le capacità scalabili ed elastiche rese possibili dal IT sono erogate come servizio ai clienti mediante le tecnologie Internet . Gartner Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    14. 14. Definiamo il Cloud Computing: una modalità di utilizzo delle risorse IT, in cui le capacità scalabili ed elastiche rese possibili dal IT sono erogate come servizio ai clienti mediante le tecnologie Internet . Gartner Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    15. 15. Definiamo il Cloud Computing: una modalità di utilizzo delle risorse IT, in cui le capacità scalabili ed elastiche rese possibili dal IT sono erogate come servizio ai clienti mediante le tecnologie Internet . Gartner Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    16. 16. Definiamo il Cloud Computing: una modalità di utilizzo delle risorse IT, in cui le capacità scalabili ed elastiche rese possibili dal IT sono erogate come servizio ai clienti mediante le tecnologie Internet . Gartner Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    17. 17. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    18. 18. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    19. 19. 2015 2020 2030 proiezioni Intel Michele Vianello pubblicate da Novahttp://www.michelecamp.it 24
    20. 20. 2015 2020 2030 “datacenter”...luso estensivodella fotonica nei grandi data center ridurrà il loro consumo energetico e icosti. La fotonica a centinaia di gigabit avrà quindi unnotevole impatto anche ambientale su queste installazioni,tipiche dellera di Internet, che consumano energia spesso come aeroporti. proiezioni Intel Michele Vianello pubblicate da Novahttp://www.michelecamp.it 24
    21. 21. 2015 2020 2030 “datacenter” “reti locali”...luso estensivodella fotonica nei Cloud computing. grandi data Una rete locale a centinaia di center ridurrà il gigabit/sec. loro consumo fotonici rifarà energetico e i larchitettura deicosti. La fotonica sistemi a centinaia di informatici. La gigabit avrà disponibilità di risorse remote quindi un sarà istantanea,notevole impatto dimensionando i anche sistemi locali ambientale su quando servono, queste salvo poi installazioni, accedere, per casi particolari, atipiche dellera di risorse Internet, che specializzate o consumano remote, su energia spesso domanda. come aeroporti. proiezioni Intel Michele Vianello pubblicate da Novahttp://www.michelecamp.it 24
    22. 22. 2015 2020 2030 “datacenter” “reti locali” “pc e...luso estensivo apparecchidella fotonica nei Cloud computing. consumer Una rete locale a connessi” grandi data centinaia di center ridurrà il gigabit/sec. Dal 2020, loro consumo fotonici rifarà quando la energetico e i larchitettura dei fotonica su chipcosti. La fotonica sistemi ibridi o su silicio a centinaia di informatici. La sarà gigabit avrà disponibilità di consolidata la risorse remote trasmissione a quindi un sarà istantanea,notevole impatto un terabit/sec dimensionando i diverrà una anche sistemi locali commodity. ambientale su quando servono, Ogni device queste salvo poi digitale installazioni, accedere, per connesso in casi particolari, atipiche dellera di risorse fibra potrà Internet, che specializzate o accedere a consumano remote, su risorse energia spesso domanda. istantanee di rete. come aeroporti. proiezioni Intel Michele Vianello pubblicate da Novahttp://www.michelecamp.it 24
    23. 23. 2015 2020 2030 “datacenter” “reti locali” “pc e...luso estensivo apparecchidella fotonica nei Cloud computing. consumer Una rete locale a connessi” Cloud computing generalizzato grandi data centinaia di center ridurrà il gigabit/sec. Dal 2020, Un link ottico universale a un loro consumo fotonici rifarà quando la terabit al secondo di fatto renderà energetico e i larchitettura dei fotonica su chip tutta la rete un immenso computercosti. La fotonica sistemi ibridi o su silicio virtuale riconfigurabile in milioni di a centinaia di informatici. La sarà istanze particolari, aziendali come gigabit avrà disponibilità di consolidata la personali. risorse remote trasmissione a Ogni risorsa di un computer attuale quindi un sarà istantanea, un terabit/sec diverrà estendibile a domanda connotevole impatto dimensionando i la rete fotonica. Il trasferimento di diverrà una anche sistemi locali grandi database un fatto normale, commodity. ambientale su quando servono, Ogni device anche per lutente personale e così queste salvo poi luso di cloud computing per digitale installazioni, accedere, per applicazioni ancora da sviluppare. connesso in casi particolari, atipiche dellera di risorse fibra potrà Internet, che specializzate o accedere a consumano remote, su risorse energia spesso domanda. istantanee di rete. come aeroporti. proiezioni Intel Michele Vianello pubblicate da Novahttp://www.michelecamp.it 24
    24. 24. The Big Data ovvero mettere i Bit generati dalle conversazioni in relazione tra di loro per generare conoscenza e valore Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    25. 25. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    26. 26. social network BIT!!!! gioco CONOSCENZA BIT!!!!attività istituzionali attività lavorative Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    27. 27. Michele Vianelloslide di Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    28. 28. MA, DOVE CI STA PORTANDO LO SVILUPPO DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA??? Michele Vianelloslide di Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    29. 29. MA, DOVE CI STA PORTANDO LO SVILUPPO DELLE TECNOLOGIE DELLA CONOSCENZA??? Michele Vianelloslide di Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    30. 30. La “strana storia” dei Milkshake di McDonald’s e di Mr. Gerald Berstell Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    31. 31. Una domanda? Chi sta al centro: il milkshake di McDonald’s o i consumatori? Chi sta al centro: le piattaforme WEB 2.0 o le persone che le utilizzano? Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    32. 32. 17 Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    33. 33. 17 Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    34. 34. ...MA, CHI E’ IL PROTAGONISTA DELLA RIVOLUZIONE??? 17 Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    35. 35. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    36. 36. USERGENERATED CONTENT Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    37. 37. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    38. 38. Domanda: che cos’hanno in comune il trifoglio le orchestre sinfoniche, le gazzelle, le federazioni. gli astronauti. gli atomi e le molecole. le scuole per manager, le reti virtuali, il rafting tra le rapide, i gruppi jazz, i diamanti e le colonia di formiche? Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    39. 39. Domanda: che cos’hanno in comune il trifoglio le orchestre sinfoniche, le gazzelle, le federazioni. gli astronauti. gli atomi e le molecole. le scuole per manager, le reti virtuali, il rafting tra le rapide, i gruppi jazz, i diamanti e le colonia di formiche? Risposta: non molto. Eppure tutte queste cose sono state evocate per descrivere le proprietà di un nuovo modello di organizzazione che sostituiscono le vecchie macchine burocratiche gerarchizzate. Rosabeth Moss Kanter Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    40. 40. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    41. 41. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    42. 42. Le tecnologie della conoscenza stanno rivoluzionando i modi di produrre e di organizzare le imprese COWORKING CROWDSOURCING NOMADIC WORK Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    43. 43. Nuovi modelli di organizzazione del lavoro...... Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    44. 44. Nuovi modelli di organizzazione del lavoro...... Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    45. 45. slide di Michele Vianello Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    46. 46. Nell’epoca del WEB innovare è anche essere disponibili e condividere e a regalare.Il WEB 2.0 non è per coloroche a scuola nascondevano ai compagni la soluzione dei problemi. slide di Michele Vianello Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    47. 47. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    48. 48. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    49. 49. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    50. 50. “Quando dici collaborazione, il quaranticinquenne medio pensa di sapere ciò di cui stai parlando -un team che si siede attorno a un tavolo e conduce una bella conversazione, con qualche bell’obiettivo e un bell’atteggiamento. ...oggi la collaborazione corrisponde a un approccio profondamente nuovo all’orchestrazione della capacità di innovare, creare prodotti/servizi e risolvere problemi. Il social networking sta diventando social production, una produzione sociale in base a cui gruppi paritari autorganizzati possono progettare e produrre di tutto, dal software alle motociclette.” Eric Schmidt CEO di Google Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    51. 51. “L’accesso a strumenti economici e flessibili elimina molte delle barriere che impediscono l’accesso a strade nuove. Non serve un computer dell’ultima generazione per sfruttare il surplus cognitivo ....una volta che siate riusciti a sfruttare il surplus in modo che interessi alla gente, altri potranno replicare la vostra tecnica, ripetutamente, in tutto il mondo.” Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    52. 52. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    53. 53. Ogni anno nel mondo abbiamo a disposizione un trilione di ore da dedicare al tempo libero!!! Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    54. 54. Ogni anno nel mondo abbiamo a disposizione un trilione di ore da dedicare al tempo libero!!! Una persona nata nel 1960, a oggi ha guardato circa 50.000 ore di televisione. Prima di morire ne guarderà altre 30.000. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    55. 55. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    56. 56. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    57. 57. CONSUMER EDILETTANTE Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    58. 58. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    59. 59. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    60. 60. ????????? nell’epoca del WEB 2.0? Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    61. 61. ... e se per 80.000 ore della nostra vita ci trasformassimo in PROSUMER? Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    62. 62. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    63. 63. “SURPLUS COGNITIVO” Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    64. 64. “SURPLUS COGNITIVO” Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    65. 65. “SURPLUS COGNITIVO” Ognuno di noi, collabora produce, dialoga, condivide, regala produce reddito e ricchezza. Vale per gli esseri umani vale, ancor di più, per le imprese!!!! Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    66. 66. DOMANDA: QUALE E’ LA PIU’IMPORTANTE PIATTAFORMA DI CROWDSOURCING ESISTENTE AL MONDO???slide di Michele Vianello Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    67. 67. Wikipedia = 3,5 milioni di articoli; 380 milioni di lettori; 25 edizioni in lingue diverse; 78 milioni di visitatori al mese; VI° sito più visitato al mondo. 100.000 collaboratori volontari 1800 amministratori volontari. Jimmi Wales: “E’ volontariato allo stato puro entusiasta e disinteressato.”slide di Michele Vianello Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    68. 68. slide di Michele Vianello http://ushahidi.com/ Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    69. 69. slide di Michele Vianello Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    70. 70. http://www.innocenti ve.com/ slide di Michele Vianello Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    71. 71. slide di Michele Vianello Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    72. 72. Jay Rogers - Local Motorsslide di Michele Vianello Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    73. 73. slide di Michele Vianello Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    74. 74. Local Motors = una comunità on line di 5000 ingegneri di 121 Paesi. http://www.local-motors.com/slide di Michele Vianello Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    75. 75. L’incredibile storia di Mr. Rob McEwen e delle miniere d’oro Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it slide di Michele Vianello http://www.ideaconnection.com/open-innovation-success/Open-Innovation-Goldcorp-Challenge-00031.html
    76. 76. L’incredibile storia di Mr. Rob McEwen e delle miniere d’oro http://www.goldcorp.com/ Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it slide di Michele Vianello http://www.ideaconnection.com/open-innovation-success/Open-Innovation-Goldcorp-Challenge-00031.html
    77. 77. slide Michele VianelloVianello di Michele http://www.michelecamp.it
    78. 78. http://www.raccoltadifferenziata.name/slide Michele VianelloVianello di Michele http://www.michelecamp.it
    79. 79. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    80. 80. http://www.architizer.com/en_us/ Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    81. 81. slide Michele VianelloVianello di Michele http://www.michelecamp.it
    82. 82. slide Michele VianelloVianello di Michele http://www.michelecamp.it
    83. 83. Testo http://mystarbucksidea.force.com/slide Michele VianelloVianello di Michele http://www.michelecamp.it
    84. 84. slide Michele VianelloVianello di Michele http://www.michelecamp.it
    85. 85. Ricordiamo: abbiamo parlato di“piattaforme” e non di “portali” o di “siti internet”. Il CROWDSOURCING presuppone una cultura del “dialogo”, dello “scambio” e tanta “bidirezionalità”.slide Michele VianelloVianello di Michele http://www.michelecamp.it
    86. 86. RIEPILOGHIAMO 1- LE PIATTAFORME WEB 2.0 5- IL CROWDSOURCING E’ UNAE INTERNET HANNO CONSENTITO LO FORMA DI ESTERNALIZZAZIONE SVILUPPO DEL CROWDSOURCING DA PARTE DELLE AZIENDE DELLE ATTIVITA’ DI RICERCA E/O SVILUPPO PER ATTINGERE 2- LE PIATTAFORME WEB 2.0 ALLE RISORSE INFINITE DEL HANNO CONSENTITO LO “SAPERE” IN TUTTO IL MONDO SVILUPPO DELL’OPEN INNOVATION 6- IL CROWDSOURCING E’ UNO 3- IL CROWDSOURCING E’ UNA STRUMENTO DI AGGREGAZIONE FORMA DI OPEN INNOVATION “UNA TANTUM” 4- IL CROWDSOURCING E’ UNA 7- NON ESISTE PIU’ IL LUOGO FORMA DI PARTECIPAZIONE DI LAVORO. ESISTONO LUOGHI GRATUITA E VOLONTARIA DOVE SI CONCENTRANO LE CONOSCENZE DA UTILIZZAREslide Michele VianelloVianello di Michele http://www.michelecamp.it
    87. 87. slide Michele VianelloVianello di Michele http://www.facebook.com/groups/intervistato/ http://www.michelecamp.it
    88. 88. I “LUOGHI” DELL’INNOVAZIONEslide Michele VianelloVianello di Michele http://www.michelecamp.it
    89. 89. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it slide di Michele Vianello
    90. 90. “Sarà una città sradicata da qualsiasi punto definito sulla superficie della terra, configurata dalle limitazioni della connettività e dell’ampiezza di banda, più che dall’accessibilità e dal valore di posizione delle proprietà, ampiamente asincrona nel suo funzionamento, abitata da soggetti incorporei e frammentati che esistono come collezioni di alias e di agenti elettronici. I suoi luoghi saranno costruiti virtualmente dal software e non più fisicamente da pietre e legno; questiluoghi saranno collegati da legami logici al posto di porte, passaggi e strade ” Michele Vianello http://www.michelecamp.it slide di Michele Vianello
    91. 91. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it slide di Michele Vianello
    92. 92. 8 ore 8 ore di sonnodi lavoro 8 ore per fare quello che ci va Michele Vianello http://www.michelecamp.it slide di Michele Vianello
    93. 93. giorno/attività Il lavoro/La mobilità/Gli orari “Coworker-Nomadic Worker” versus “La nostra vita di ogni giorno” notte-dormire Michele Vianello slide di Michele Vianello http://www.michelecamp.it slide di Michele Vianello
    94. 94. te sto te sto con c ongiorno/attività Il lavoro/La mobilità/Gli orari “Coworker-Nomadic Worker” versus “La nostra vita di ogni giorno” notte-dormire te sto sto te sto con te con con Michele Vianello slide di Michele Vianello http://www.michelecamp.it slide di Michele Vianello
    95. 95. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    96. 96. Se la “conoscenza” è disponibile ovunque ... se è il web che ti segue ovunque... Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    97. 97. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    98. 98. DECONTESTUALIZZAZIONE NEL LAVOROE’ SCINDERE IL LUOGO DALLA PERSONA, DAL TEMPO Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    99. 99. DECONTESTUALIZZAZIONE NEL LAVOROE’ SCINDERE IL LUOGO DALLA PERSONA, DAL TEMPO E’ l’epoca dei lavoratori nomadi. bla- bla bla-bla- blabla Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    100. 100. slide di Michele Vianello http://coworkingproject.com/ Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    101. 101. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    102. 102. http://milan.the-hub.net/public/ Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    103. 103. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    104. 104. http://www.avanzi.org/ Michele Vianello http://www.michelecamp.it
    105. 105. Onur Breanna Hayoun Sue Dennis, Jenny, and Elliot AlanMultidisciplinaryNancy Fai Sneha
    106. 106. Collaborative
    107. 107. Michele Vianello http://www.micheleca mp.it
    108. 108. NOMADIC WORKER - COWORKER la nuova tecnologia, ubiquità esige ICT consente: “ubiquitous” flessibilità virtualizzazione, degli degli pervasività, oggetti spazi lavorativi connettività in e delle persone movimento... Maggiore produttività del lavoro Maggiore integrazione delle conoscenze Maggiore sostenibilità ambientaleMichele Vianello http:// Minori costi per le aziendewww.micheleca mp.it
    109. 109. PANDORA: un “non edificio” Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    110. 110. Lo spazio si adatta alle caratteristiche di chi ci lavora. PANDORA: un “non Nuove classi di lavoratori emergenti... trattano numeri, immagini simboli. PANDORA: edificio” Analisti simbolici. Ciò genera il valore. officina creativa, spazio mobile, instabile, Prodotto: immateriale. plurale. Sistemi di condivisione e vendita basati su Internet. Nuove forme di ODL. Modalità lavorativa prevalentemente improntata al team working Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    111. 111. COWORKER NOMADIC WORKER & ARCHITETTURA COLLABORATIVA Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    112. 112. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    113. 113. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    114. 114. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    115. 115. Interactive Architecture: Media Stair Breanna RossmanWith Fun Theory, simple machines can do simple things for dynamic results. In this case, a media stair couldincrease moral, productivity, and awareness.In addition to a media stair projecting outward toward the users, the users could impact the stairs. Throughsocial data mining of a user’s mobile phone, a carbon footprint could be generated and visualized on the stairs,with the intensity of the footprint varying based on the user’s consumption rankings. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    116. 116. COWORKER NOMADIC WORKER & NON MOBILIO/COLLABORAZIONE Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    117. 117. Collab Desk Alan LuA highly flexible workstation solution that allows for collaborative environments both locally and globally.Through dynamic systems integration and a high level of customization and flexibility, users will be able to worktogether seamlessly and efficiently. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    118. 118. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    119. 119. Telepresence Robots Jennifer MilneA new generation of robots is making it possible to be, in effect, in two places at once. They allow remoteworkers to literally knock on their boss’ door, and are the perfect solution for more informal conversation andsocial interaction.There are many solutions on the market; however, we propose to develop a low cost telepresence robot whichalso features a gestural arm and additional tablet for live media collaboration. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    120. 120. Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    121. 121. Le aziende dove sognerei di lavorare Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    122. 122. Testo Innovation Program Center Suwon Primo piano dedicato alla formazione sui valori dell’innovazione; secondo, terzo, quarto piano dedicati ai team che lavorano ai vari progetti innovativi; quinto piano è un hotel dedicato ai team che di occupano di innovazione Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    123. 123. L’Azienda ha solo associati DABBLE TIME: 10% della giornata lavorativa è dedicata a sviluppare idee e progetti di interesse personale. Le sconfitte sono celebrate per incoraggiare il rischio. http://www.gore.com/it_it/aboutus/ culture/index.html Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    124. 124. “Google is not a conventional company. We do not intend to become one.” Larry Page & Sergey Brin, Google founders Michele Vianellohttp://www.michelecamp.it
    125. 125. grazie per l’attenzione!!! michele.vianello@vegapark.ve.it michele.vianello0@aliceposta.it il mio blog http://www.michelecamp.it e, ovviamente, Facebook, Twitter, Linkedin, FourSquare ecc.ecc.slide di Michele Vianello

    ×