Prima stesura

233 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
233
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Prima stesura

  1. 1. Project Work 30 novembre 2012 Claudia Avitabile, Federico D’Ercole, AnnaidaMari, Cristina Mauri, Camilla Pagliano, Michele Perna
  2. 2. Slide con le nostre foto• Nome della società
  3. 3. Ideas to Real• Società che gestisce e progetta eventi culturali• Mission della società: fornire full service di organizzazione, allestimento e promozione dell’evento.• La committenza: Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano. Ha affidato alla società, ITR, lo studio per la definizione e realizzazione di un progetto per una mostra sulla stampa d’arte originale e sulla figura di Giorgio Upiglio.
  4. 4. L’antico ècontemporaneoGiorgio Upiglio ela stampa d’arteoriginale
  5. 5. Giorgio Upiglio: un artista che lascia il segno• Autodidatta, a trentanni fonda la stamperia Grafica Uno, dove crea stampe originali per i più grandi artisti del ‘900.• Collaborazioni eccellenti, alcuni esempi: Emilio Vedova, Giorgio De Chirico, Lucio Fontana, Alberto Giacometti, Enrico Della Torre, Mimmo Paladino, Giò e Arnaldo Pomodoro, Pietro Cascella.
  6. 6. Il segno di Giorgio Upiglio: la stampa d’arte originale• E’ la riproduzione di immagini in una o più copie da una matrice. In questa tipologia di stampa l’artista esegue direttamente il lavoro (incisione o disegno litografico) su una lastra che, una volta inchiostrata, dà vita all’opera.
  7. 7. • video
  8. 8. Fasi del lavoro1. Concezione e definizione del progetto MONITORAGGIO mostra2. Pianificazione e progettazione3. Prospettiva di andamento4. Esecuzione5. Chiusura6. Valutazione dei risultati
  9. 9. 1. CONCEZIONE: Le ragioni di una mostra• Riconoscere il ruolo di Giorgio Upiglio nella storia dellarte del 900 e nella sua città, Milano• Valorizzare e diffondere un sapere artigianale che rischia di essere dimenticato: la stampa darte originale• Creare un confronto tra la stampa originale ed i linguaggi multimediali contemporanei
  10. 10. 2. Pianificazione. Analisi di Mercato: Sistema informativo Fonti:1. Dati interni al Museo: tipologia dell’offerta. Caratteristiche e qualità del cd. “visitatore medio” e livello di frequentazione dei laboratori didattici.2. Dati secondari presso l’Istituto Nazionale per la Grafica, Palazzo Poli di Roma. Analisi del rapporto di valutazione conclusivo della mostra del 2007: Incidere ad arte 1958-2007. Giorgio Upiglio e il suo atelier.3. Dati secondari. Sulla fruizione degli intrattenimenti culturali: Rapporto Federcultura anno 2012; Rapporto Istat anno 2011 Infanzia e vita quotidiana.
  11. 11. 2. PIANIFICAZIONE: Analisi di Mercato: Target di riferimento1. Studenti Scuola primaria e secondaria2. Studenti Accademie di Belle Arti e Università;3. Adulti tra i 55 ed i 64 anni (assidui frequentatori di mostre ed eventi culturali in genere);4. Operatori del settore e iscritti alle associazioni “di categoria” (principalmente Germania e Svizzera).5. Studenti Paesi Europei (principalmente Germania e Svizzera) delle scuole di grafica e di stampa d’arte;
  12. 12. 2. Progettazione1. Attività core2. Attività complementari3. Mappatura dei rischi4. Piano di comunicazione5. Budget6. Timeline
  13. 13. 2.1 PROGETTAZIONE: Attività core Sezioni1. Originalità e riproduzione: le fasi, i materiali e le tecniche della stampa originale2. Collaborazioni eccellenti: esposizione stampe e libri d’artista3. Il futuro della stampa: confronto con nuove tecnologie di stampa e con giovani artisti che utilizzano questa tecnica nelle loro opere
  14. 14. 2.2 PROGETTAZIONE: Attività complementari: laboratori didattici "Come si fa?"• divulgare il sapere grafico alle giovani generazioni attraverso la conoscenza dei diversi processi di stampa: Acquaforte, Acquatinta, Biffatura, Calcografia, Lit ografia, Maniera Nera, Morsura, Puntasecca, Xilografia.• Il laboratorio parte dall’analisi delle emozioni che le opere degli artisti suscitano ai bambini durante la visita guidata (realizzata ad hoc per la loro età) e si completa con un’esperienza creativa in cui i bambini realizzano piccole opere d’arte.
  15. 15. 2.2 PROGETTAZIONE: Attività complementari: laboratori didattici "Impara la stampa":• Far scoprire la molteplicità dei materiali della stampa originale: carta, pelle, pietra, rame, zinco, alluminio.• Le opere e gli argomenti affrontati nella mostra costituiranno il punto di partenza per la progettazione di attività che coinvolgono i ragazzi attraverso modalità di lavoro in gruppo. Ricerca, scoperta e sperimentazione dei vari materiali attraverso la loro lettura tattile.
  16. 16. 2.2 PROGETTAZIONE: Attività complementari• CICLO CONFERENZE: Convegni con storici dell’arte e operatori del settore (gallerie, fondazioni e istituti nazionali), artisti affermati ed emergenti, docenti universitari, Giorgio Upiglio• Location: Museo Scienza e Tecnologia LdV, studi d’artista (Ciaccio), gallerie e fondazioni (Fondazione Marconi)• Frequenza: 9 conferenze
  17. 17. 2. 3 Mappatura del RischioNo prestito opere dal Fondo Upiglio di Mendrisio 4 No conclusione accordi con i finanziatori 3 RISCHIO No sdoganamento opere 2 Mancato rispetto accordi con Museo Scienza 2 Danneggiamento opere durante il trasporto 1 No accordi istituzionali 1
  18. 18. 2.3 Contingency Plan No prestito opere Autorizzazione 4 dal Fondo di dell’artista Mendrisio No conclusione Monitoraggio 3 degli accordi con i costanteRISCHIO finanziatori No sdoganamento Accordo con 2 delle opere dalla UBS, Libretto ATA Svizzera Alta Danneggiamento 1 delle opere durante specializzazione della società di il trasporto trasporto
  19. 19. 2.4 PROGETTAZIONE: Il Piano di ComunicazioneInterna alla mostraEsterna alla mostra
  20. 20. 2.4 PROGETTAZIONE: Comunicazione interna• Durante la visita: utilizzo di materiali multimediali (video, QR code, laboratori didattici)- la visita diventa un’ESPERIENZA• Dopo la visita: accesso dal sito web della mostra a materiali inediti; distribuzione di un kit alle classi che partecipano ai laboratori; catalogo (due tipologie: collezionisti e low cost) la visita diventa un RICORDO
  21. 21. 2.4 PROGETTAZIONE:Comunicazione esterna • Internet • Carta stampata • Tv • Radio • Affissioni • Ufficio stampa
  22. 22. 2.5 PROGETTAZIONE: Budget• Budget• Grafico baseline (così si vede l’andamento dei costi. Stai zitto. Nn contraddire clà)
  23. 23. 2.6 PROGETTAZIONE: Timeline
  24. 24. 3. PROSPETTIVA DI ANDAMENTO Affluenza
  25. 25. 4. ESECUZIONEInaugurazione: 1 Febbraio 2013Orari: martedì - venerdì : 9.30 - 17.00 sabato - domenica : 9.30 - 18.30Aperti il Primo Maggio e durante le festività Pasquali
  26. 26. 5. CHIUSURA• Disallestimento• Conferenza conclusiva• Rassegna stampa
  27. 27. 6. VALUTAZIONE DEI RISULTATI Valutazione budget Numero visitatori Analisi aspettative visitatori (focus group, sondaggi online e all’uscita) Possibilità di esportare la mostra/creare altri eventi e laboratori collaterali Analisi aspettative stakeholder
  28. 28. • Slide conclusiva

×