Newsletter Novembre 2011

193 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
193
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
57
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Newsletter Novembre 2011

  1. 1. L’inizio dell’autunno è per molte aziende un momento di pre-consuntivi e di budget per l’annoprossimo. Quasi tutti i nostri clienti in questo momento sono coinvolti in questo processo, reso piùcomplesso del solito dall’incertezza nella quale stiamo vivendo e dove gli scenari che potrebberoragionevolmente essere presi in considerazione spaziano dal moderato ottimismo per una crescitache ha già portato alcuni a recuperare quasi tutto il terreno perso rispetto al 2008, alla catastrofelegata ad una serie di default a catena dove come tessere del domino falliscono stati sovrani, banchee aziende. In questo contesto di così grande incertezza si ripropongono come semprecomportamenti sani e virtuosi ed altri patologici, dove la differenza vera la fa la caratura morale eprofessionale di chi esercita la leadership. In questo contesto il vertice delle aziende, il managemente gli azionisti.Da sempre al centro di processi di cambiamento EIM ha un osservatorio privilegiato ed è testimonedi realtà - a volte dolorose a volte entusiasmanti - che condividono il fatto di essere italiane, e cioèesposte allo stesso sistema economico, politico e giuridico. Che condividono lo stesso governo, lestesse infrastrutture nazionali, lo stesso sindacato, ma che sono capaci di reagire in maniera del tuttodiversa. In un ambiente che la crisi ha reso particolarmente “darwiniano”, chi fugge dalla realtà, chinon reagisce, chi imputando le proprie difficoltà esclusivamente a fattori esterni si creagiustificazioni e scuse per non affrontare problemi noti o facilmente identificabili, oggi rischia lachiusura. Se fino a ieri ci si immaginava un progressivo e lungo declino, si accettavano performanceinadeguate, e risultati insoddisfacenti, oggi chi non ha raggiunto livelli di eccellenza, o perlomenodi competitività, in tutti i processi aziendali ed è esposto alla concorrenza nazionale edinternazionale rischia di non poter più accedere al credito e di chiudere con sorprendente rapidità.In questo contesto, difficile e per certi versi mai sperimentato prima, i manager e gli imprenditoriche accettano la sfida e si attrezzano per usare questa crisi per diventare più competitivi, dandosi dafare in modo innovativo per costruire un futuro migliore per la propria azienda e per sé, sono più diquanto non si creda.L’elenco che segue, che fotografa il più accuratamente possibile i principali progetti cha hannovisto coinvolti i nostri Interim Manager ed i nostri Consulenti durante gli ultimi 12 mesi, in qualchemodo testimonia questa realtà; speriamo possa servire da esempio e da stimolo a chi ci legge epossa illustrare, a chi ha meno familiarità con EIM, come i nostri servizi possano contribuire asuperare momenti come questo e a migliorare le prospettive future dell’azienda.Siamo ovviamente a disposizione per ogni approfondimento o chiarimento fosse d’interesse.Michele Bruno Lorenzo Prampolini Guido Tarizzo

×