Domotica def medical

605 views

Published on

La domotica è la scienza che si occupa di studiare i modi per rendere migliore la vita in casa, attraverso l’utilizzo di dispositivi intelligenti. questa è una presentazione utilizzata all'interno di un convegno per illustrare tecnologie e tecniche per rendere una casa davvero intelligente.

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
605
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
25
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Domotica def medical

  1. 1. DomoticaLa tecnologia che migliora la vita nella tua casa
  2. 2. “Domos” + “Ticos”Domos ( )δ ο μ ο∫ = casaTicos ( )τ ι κ ο∫ = discipline di applicazioneLa domoticaè la scienza che si occupa di studiare i modi per renderemigliore la vita in casa, attraverso l’utilizzo di dispositiviintelligenti.
  3. 3. Invecchiamento di successo
  4. 4. Domotica per chi?
  5. 5. Invecchiamento delle abilità
  6. 6. Anziani fragiliPersone molto spesso non più completamente autonomeche hanno bisogno di sostegno ed aiuto.Per poter progettare un ambiente di vita confortevole,sicuro, su misura per il diverso tipo di esigenza di assistenzaal miglioramento della vita ci vengono in soccorso:AUSILI o TECNOLOGIE ASSISTIVE
  7. 7. Un esempio virtuosoVideo tratto da Youtube - Casa sicura: tele-medicina, video-conferenza, sicurezza, domotica e sensori
  8. 8. Insieme si può…Famiglia e Istituzionisi trovano a dover far fronte ad un aumento aumento dellemalattie croniche tipiche dell’età.
  9. 9. Famiglie e Istituzionilavorare ad un progetto disviluppo condivisonel campo della domoticamigliorare la qualitàdella vita degli anziani edi chi se ne prende cura quotidianamenteObiettivo:Finalità:
  10. 10. Punti di forzaPer ottenere un servizio efficace ed economicamentesostenibile, è necessario che tutti i servizi richiesti, siamedico-sanitari che socio-assistenziali, siano garantitinell’ambito di un progetto armonico, e non siano frutto diazioni isolate. Migliorare la vita dell’anziano e di chi lo circonda Ridurre le ospedalizzazioni Garantire un’assistenza sanitaria più efficace
  11. 11. Tutto intorno a te
  12. 12. Domotica assistenzialePer domotica assistenziale intendiamo l’applicazione deiprincipi della domotica all’esigenza di creare degli spazi divita autonoma a persone anziane e disabili, riducendo, così,il numero degli ingressi nelle strutture protette.
  13. 13. Domotica assistenzialeLo sviluppo della tecnologia, allo stato attuale puògarantire, un efficace collegamento tra il Servizio SanitarioNazionale ed il domicilio, con evidenti vantaggi per gliassistiti e per le aziende sanitarie.
  14. 14. Comprendere a fondo le reali esigenze dell’utentereali esigenze dell’utentenel proprio ambiente di vitaLe sfide della domotica
  15. 15. Mettere a fuoco i fattori tecnici, organizzativi,tecnici, organizzativi,personali, familiari e socialipersonali, familiari e socialiLe sfide della domotica
  16. 16. Modellizzare i protocolli di lavoro per laprotocolli di lavoro per lavalutazione degli ausili e delle tecnologievalutazione degli ausili e delle tecnologieLe sfide della domotica
  17. 17. La domotica
  18. 18. Gli ausili tecnologiciCOMANDI DOMOTICIdispositivi tecnologici istallati in casa checonsentono gli utilizzi quotidiani degli impiantianche in caso di disabilità, sono questi:pulsanti tradizionali ma di dimensioni opportunesensori di movimento che gestisconoporte, luci e altro ancoraCOMANDI VOCALI – telecomando vocale per il controllo di tutte le funzioniimpiantistiche di casa, compresi il telefono, il citofono, la televisione, la musica,ecc. E’ a tecnologia ad infrarossi, è dotato di un controllo visivo ed acusticomediante un display multifunzionale grazie alla ripetizione dei comandi vocalitramite un altoparlante integrato. I comandi sono semplici e riferiti all’ambiente incui ci si trova. 
  19. 19. Gli ausili tecnologiciCOMANDI ASPIRA SOFFIA – dispositivo per il comandotramite aspirazione e soffio. COMANDI A PRESSIONE – dispositivo per il comando apressione (Buddy Button). JOYSTICK – dispositivo per il comando a leva 
  20. 20. Gli ausili tecnologiciTELECOMANDI – si possono utilizzaretelecomandi, tipicamente ad infrarosso, dedicatialle capacità di azionamento da parte di undisabile. Esistono poi ausili dedicati a specifichefunzioni, quali ad esempioTELEFONO – può avere un ricevitore adinfrarossi per il comando vocale, può averepulsanti per comando semplificato, può esserevivavoce (anche la risposta viene attivatavocalmente) azionabile tramite telecomando otramite comandi a soffio od a cuscino;
  21. 21. Gli ausili tecnologiciPERSONAL COMPUTER – esistono software particolari ed ausili per ilcomando, quali joystick o comandi palmari; per quanto riguarda la tastiera,si può considerare una maschera per facilitare la pressione di un unicotasto. E’ possibile prevedere hardware e software in funzione della specificadisabilità, ad esempio per comandare il PC tramite il movimento della testa.versione mobile(client touch screen portatile)Domiciliare (set-top-box) Versione messenger(per pc)
  22. 22. Comunicazione,Accesso ambientale,Accesso al computer,Mettere al centro del progettola persona e non il prodotto,Cercare la soluzione adeguataper risolvere le problematiche,La domotica puo’ essere semplice ed anche poco costosa,Si deve poter effettuare con semplicita’ interventi su impiantigia’ esistenti, andando a modificare solo le parti che servonoper renderlo gestibile dal sistema domotico.
  23. 23. La Telemedina domiciliareLa Telemedicina domiciliare è lo strumento che in modo semplice aiuta ilpaziente ad eseguire una terapia domiciliare, abbattendo i costi e cercando lasoluzione più vicina ai bisogni del malato:ricordandogli e fornendogli i farmaci prescrittisorvegliandolo costantemente chiedendo aiuto (se necessario)registrando i dati clinici ed inviandoli a familiari e/o medico.Il sistema di gestione, raccolta ed invio dei dati è composto da un’applicazioneper la Telemedicina Domiciliare per tablet (iOS ed Android) e di una serie(opzionale) di dispositivi medici interfacciati wireless come bilancia, termometro,glucometro, misuratore di pressione etc.
  24. 24. La Telemedina domiciliarea chi è destinatapazienti normalmente autosufficienti che necessitano diun remind delle terapie e dei test diagnostici da eseguirepazienti autosufficienti che necessitano di monitoraggioperiodico da parte di un familiare o di operatoredomiciliarepazienti diabetici, in terapia anticoagulante orale o affettida patologie che richiedono un monitoraggio costante
  25. 25. La Telemedina domiciliaree le sue funzionalità Remind terapeutico, opzionalmente integrabile con dispenser automatico difarmaci Rilevazione dei parametri clinici manuale o con strumenti collegati via wireless Memorizzazione: l’applicazione registra la storia di tutti i test e delle terapie con irelativi valori, nonché la storia delle mancate registrazioni (e quindi dellepossibili/presunte mancate misure e/o terapie) Storico: le misurazioni effettuate sono rivedibili in qualsiasi momento direttamentedalla stazione che fornirà anche un utile visualizzazione grafica dell’andamento deivalori nel tempo Download dati sul PC: i dati sono scaricabili dall’APP per essere caricati sul PC delpaziente, di un familiare, del medico curante o di un centro di assistenza domiciliarepubblico o privato, in modo da monitorare il paziente in maniera adeguata alleesigenze dettate dalla patologia
  26. 26. La Telemedina domiciliaree le sue funzionalità Comunicazione telefonica viva voce: grazie al modulo GSM integrato nel dispositivomobile, l’APP può attivare la comunicazione telefonica viva voce, grazie alla quale gli operatorisanitari, il medico curante e i familiari possono, in caso di necessità, comunicare con il paziente indifficoltà Gestione di più pazienti: è possibile gestire più pazienti (ad esempio padre, madre, figli, etc)attraverso la profilazione di ciascun utente tramite password di accesso Invio automatico di dati clinici via SMS o Email ai familiari e/o al medico o al centro diassistenza domiciliare Teleassistenza: un pulsante ben visibile sullo schermo trasforma il sistema in un cellulare vivavoce. Vengono chiamati (in sequenza prestabilita) i numeri da un elenco preimpostato fino allarisposta di uno di questi Telemonitoraggio passivo: invio SMS di avviso ai familiari su mancata osservazione dellaterapia o dei test diagnostici.  I familiari, possono telefonare al sistema che attiva il vivavoce perentrare in contatto con il paziente
  27. 27. La Telemedina domiciliare:i dispositivi da collegareBilanciaDispenser farmaciTermometroGlucometroMisuratore pressioneOssimetroECGMisuratore di colesterolo e trigliceridiSensore di movimentoetc.
  28. 28. La Telemedicina domiciliare “home care”Gli elementi del sistema:ClientLive modulehttp/https serverApplicationserverDBMSFilesystemVideo AudioSensorimedicaliServerSMTPSMSgatewayclientPresence serverMediation serverReflector serverRegistry RepositoryHL7interfaceDICOMnodeWADOgatewaySAFEstoragecheck-incheck-outservicesFirmadigitaleStreamingmoduleSensoriambientaliTriggersicurezzaTerzi
  29. 29. La Telemedicina domiciliare “home care”Struttura e ruoli del sistema:Assistenzadomiciliare MedicocuranteFarmacieOperatoreSpecialistaOspedaleHome carePaziente
  30. 30. La Telemedicina domiciliare “home care”Il Client:Versione messenger(per pc)versione mobile(client touch screen portatile)I clients possono essere di diverso tipo, ad esempio:Domiciliare (set-top-box)versione ambientepubblico (es. farmaciee/o supermercati)
  31. 31. La Telemedicina domiciliare “home care”Domiciliare:Comunicazione sincrona – MessengerL’applicativo messenger può esserescaricato via web per essere installato edutilizzato su PC.
  32. 32. La Telemedicina domiciliare “home care”Comunicazione sincrona Call-center:Il client messenger prevede una serie difunzionalità pensate appositamenteperché il sistema possa facilmenteinterfacciarsi con i call-centers (es.selezione dei devices di playback e audio,possibilità di sospensione della postazione,notifica di presenza assenza o temporaneaindisponibilità dell’operatore,instradamento della chiamata,fidelizzazione del chiamante, ecc.). Ilsistema inoltre prevede un proxy dainstallare nella DMZ di un call-centerqualora si voglia ottimizzare lutilizzo dellarete e mantenere tutte le policy disicurezza presenti nelle ACL dei firewalls.
  33. 33. La Telemedicina domiciliare: “home care”Auto-somministrazione, dati privati:SENSORI MEDICALIGrazie alla interfaccia semplificata,Home-Care consente con facilità divedere sullo schermo della tv lemisurazioni effettuate con leapparecchiature elettromedicali.
  34. 34. La Telemedicina domiciliare: “home care”Somministrazione assistita, dati privati:ESAMI MULTIMEDIALIHome Care è dotato diriconoscimento automatico diinserimento scheda SD, grazieal quale è possibile creare studidi immagini (ciascunaintegrabile con annotazioni).Le immagini sono ad altissimarisoluzione e “navigabili”grazie a funzionalità di zoomdinamico.Un modello 3D interattivo del corpo umano consente di individuare conprecisione la zona del corpo cui fa riferimento ogni singola immagine (bodymapping).
  35. 35. La Telemedicina domiciliare: “home care”Assistenza fuori dalle mura domestiche: Geofencing & MobileIl dispositivo Home CareMobile tramite utilizzo di unacomune sim, anche prepagata,consente di muoversi inesterno nella più totaletranquillità.Dal dispositivo possono essereattivate chiamate vivavoce diemergenza oppure inviati inautomatico messaggi SMS conle coordinate satellitari delpunto di invio del messaggio.Le stesse possono esserevisualizzate attraversoGooglemaps grazie adelaborazioni svolte server-side.Il sistema integra inoltre funzionalitàgeofencing che permettono l’invio disegnalazioni qualora vengano superati ilimiti geografici predefiniti.
  36. 36. La Telemedicina domiciliare: “home care”Segreteria personale multimediale:MESSAGGIMULTIMEDIALIE’ possibile inviare messaggi testuali, video, foto in modalità asincrona. Ladisponibilità di nuovi messaggi privati viene notificata al destinatario almomento della connessione a Home Care
  37. 37. La Telemedicina domiciliare: “home care”Broadcast in base al profilo utente:UNO A MOLTIBROADCASTMULTIMEDIALEE QUESTIONARIE’ inoltre possibile l’erogazione di questionari a scelta multipla o risposta aperta(numerica) la cui compilazione può essere fatta dall’utente direttamente attraverso iltelecomando.E’ possibile distribuire in modofunzionale e semplicecontenuti multimediali (siaregistrati che live) cherispondano ad esigenzediverse, per esempio filmati dinatura informativa, a scopo diprevenzione addestra-mento,o altro.
  38. 38. Esempio di una casa domoticacucina cameraIngresso e disimpegnobagno
  39. 39. e con l’ausilio delle tecnologie domotiche e di sicurezza, degli strumenti diausilio ed dei servizi informatici, è possibile rendere più sicura ed agibile lacasa anche per chi presenti disabilità.  La soluzione ottimale passaattraverso un progetto, cheprenda in considerazionetutte le problematiche dianziani, disabili motori ecognitivi, andando oltre alpur fondamentale concettodi abbattimento dellebarriere architettoniche,La soluzione ottimale
  40. 40. In generale, gli ausilitecnologici realizzati esperimentati in diversesoluzioni di residenze peranziani e disabili, specie nelnord Europa, si possonoclassificare su due livelli: 1°livello – sicurezza e gestioneambientale semplificata 2°livello – monitoraggioparametri vitali ed abitudinidi vita La soluzione ottimale
  41. 41. Progetto per un Centro Alzheimer
  42. 42. Progetto per un Centro Alzheimer
  43. 43. Leonardo dixit“Chi vole vedere come lanima abitaChi vole vedere come lanima abitanel suo corpo, guardi come esso corpo usa lanel suo corpo, guardi come esso corpo usa lasua cotidiana abitazione,sua cotidiana abitazione,cioè se quella è sanza ordine e confusa,cioè se quella è sanza ordine e confusa,disordinato e confuso fia il corpodisordinato e confuso fia il corpotenuto dalla su animatenuto dalla su anima.”Leonardo da Vinci, Codice Atlantico, 1478-1518
  44. 44. Grazie per l ‘attenzione!

×