Successfully reported this slideshow.
Un tè con l’Europa
Gli insegnanti oggi

http://www.youtube.com/watch?v=W2j9qw-A0NM

2
Lo sviluppo professionale

3
4
5
6
7
8
9
10
Le scuole diventano globali
Per stare aggiornate e per fornire agli studenti le abilità di
cittadini in un mondo globale, ...
Le scuole diventano globali
Per stare aggiornate e per fornire agli studenti le abilità di
cittadini in un mondo globale, ...
Le scuole diventano globali
Per stare aggiornate e per fornire agli studenti le abilità di
cittadini in un mondo globale, ...
Le scuole diventano globali
Per stare aggiornate e per fornire agli studenti le abilità di
cittadini in un mondo globale, ...
L’apprendimento in un contesto autentico in
collaborazione tra pari, rende l’apprendimento stesso
significativo, crea un s...
L’apprendimento in un contesto autentico in
collaborazione tra pari, rende l’apprendimento stesso
significativo, crea un s...
L’apprendimento in un contesto autentico in
collaborazione tra pari, rende l’apprendimento stesso
significativo, crea un s...
L’apprendimento in un contesto autentico in
collaborazione tra pari, rende l’apprendimento stesso
significativo, crea un s...
Con il mondo che cambia, le tecnologie che si
sviluppano con passo accelerato, “le buone vecchie
pratiche” devono essere m...
Con il mondo che cambia, le tecnologie che si
sviluppano con passo accelerato, “le buone vecchie
pratiche” devono essere m...
Con il mondo che cambia, le tecnologie che si
sviluppano con passo accelerato, “le buone vecchie
pratiche” devono essere m...
Con il mondo che cambia, le tecnologie che si
sviluppano con passo accelerato, “le buone vecchie
pratiche” devono essere m...
Con il mondo che cambia, le tecnologie che si
sviluppano con passo accelerato, “le buone vecchie
pratiche” devono essere m...
Con il mondo che cambia, le tecnologie che si
sviluppano con passo accelerato, “le buone vecchie
pratiche” devono essere m...
L’apprendimento informale degli studenti deve essere
riconosciuto e utilizzato.
Gli studenti imparano sempre di più al di ...
?

Condivisione, al centro del
nuovo modo di apprendere
> Come l’internazionalizzazione delle scuole e
l’istruzione global...
Il ruolo degli insegnanti
L’insegnante, tradizionalmente, ha agito da filtro nella
trasmissione della conoscenza, ha pesat...
Il ruolo degli insegnanti
L’insegnante, tradizionalmente, ha agito da filtro nella
trasmissione della conoscenza, ha pesat...
Il ruolo degli insegnanti
L’insegnante, tradizionalmente, ha agito da filtro nella
trasmissione della conoscenza, ha pesat...
Il ruolo degli insegnanti
L’insegnante, tradizionalmente, ha agito da filtro nella
trasmissione della conoscenza, ha pesat...
Il ruolo degli insegnanti
L’insegnante, tradizionalmente, ha agito da filtro nella
trasmissione della conoscenza, ha pesat...
Il sistema-rete
Nel sistema-rete l’informazione procede in tutte le
direzioni.

32
Gli studenti e gli insegnanti formano una rete in cui
informazione, messaggi e conoscenza, scorrono
secondo interessi e bi...
Condivisione della conoscenza
> Un insegnamento basato sui testi non incoraggia gli
insegnanti a condividere.
> I contenut...
> I testi scritti dovrebbero essere integrati con
materiale prodotto collaborativamente dagli
studenti applicando le fasi ...
> I testi scritti dovrebbero essere integrati con
materiale prodotto collaborativamente dagli
studenti applicando le fasi ...
> I testi scritti dovrebbero essere integrati con
materiale prodotto collaborativamente dagli
studenti applicando le fasi ...
> I testi scritti dovrebbero essere integrati con
materiale prodotto collaborativamente dagli
studenti applicando le fasi ...
> I testi scritti dovrebbero essere integrati con
materiale prodotto collaborativamente dagli
studenti applicando le fasi ...
> I testi scritti dovrebbero essere integrati con
materiale prodotto collaborativamente dagli
studenti applicando le fasi ...
Progetti internazionali
I progetti non si basano solo sulle informazioni fornite
dai testi, ma l’informazione è ricercata,...
La scuola come
comunità di apprendimento
Insegnanti e studenti lavorano insieme condividendo
esperienza e conoscenza al di...
Rete per l’Innovazione Sostenibile

43
Rete eTwinning
> 216.000 insegnanti europei, oltre 100.000 scuole
connesse.
> Connessione e collaborazione oltre i confini...
Innovazione
> Gli eTwinners sono pionieri del cambiamento, sono
alla ricerca d nuovo modi di apprendere e di aprire
la cla...
Sostenibilità
> Nel mondo globale con problemi globali
(inquinamento, povertà, risorse limitate, ecc...)
gli studenti devo...
L’Erasmus +
Un programma unico per l’istruzione,
la formazione, la gioventù e lo sport
(2014 – 2020)

47
Rethinking education

Ripensare l’istruzione, investire nelle abilità
per migliori risultati socio-economici
«La missione ...
6 priorità per gli Stati Membri
1. Promuovere l’eccellenza nell’Istruzione e formazione professionale
2. Migliorare le per...
Un’architettura semplificata e
ottimizzata: 3 Azioni chiave
Programmi esistenti

LIFELONG
LEARNING
PROGRAMME
Comenius
Eras...
Obiettivi specifici
Istruzione e formazione
 Migliorare livello delle competenze e abilità fondamentali
(cooperazione for...
3 Azioni chiave
che si completano e si
rafforzano a vicenda
Azione chiave 1

Azione chiave 3

Mobilità individuale
per app...
Attività chiave 1 : mobilità di apprendimento

• Docenti e staff
istruzione superiore

•Studenti istruzione
superiore

•St...
Cosa c’è da fare?

Personale della scuola:
- Mobilità di breve termine (5gg./2 mesi)
Attività chiave 1 mobilità per
l’appr...
Erasmus +
Ampliare l’accesso
 Migliore preparazione linguistica dei partecipanti alla
mobilità
 Maggiore supporto a part...
Grazie per
l’attenzione
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Un tè con l'Europa - MT Rughi

448 views

Published on

Presentation from Gubbio 7 nov. 2013 by Maria Teresa Rughi

Published in: Education
  • Be the first to comment

Un tè con l'Europa - MT Rughi

  1. 1. Un tè con l’Europa
  2. 2. Gli insegnanti oggi http://www.youtube.com/watch?v=W2j9qw-A0NM 2
  3. 3. Lo sviluppo professionale 3
  4. 4. 4
  5. 5. 5
  6. 6. 6
  7. 7. 7
  8. 8. 8
  9. 9. 9
  10. 10. 10
  11. 11. Le scuole diventano globali Per stare aggiornate e per fornire agli studenti le abilità di cittadini in un mondo globale, le scuole hanno bisogno di: 11
  12. 12. Le scuole diventano globali Per stare aggiornate e per fornire agli studenti le abilità di cittadini in un mondo globale, le scuole hanno bisogno di: > Essere sempre più connesse con la società circostante a livello locale, nazionale e mondiale. 12
  13. 13. Le scuole diventano globali Per stare aggiornate e per fornire agli studenti le abilità di cittadini in un mondo globale, le scuole hanno bisogno di: > Essere sempre più connesse con la società circostante a livello locale, nazionale e mondiale. > Contatti internazionali e reti. 13
  14. 14. Le scuole diventano globali Per stare aggiornate e per fornire agli studenti le abilità di cittadini in un mondo globale, le scuole hanno bisogno di: > Essere sempre più connesse con la società circostante a livello locale, nazionale e mondiale. > Contatti internazionali e reti. > Classi partners e diverse tipologie di progetti di apprendimento. 14
  15. 15. L’apprendimento in un contesto autentico in collaborazione tra pari, rende l’apprendimento stesso significativo, crea un senso di coinvolgimento e potenzia l’impegno. 15
  16. 16. L’apprendimento in un contesto autentico in collaborazione tra pari, rende l’apprendimento stesso significativo, crea un senso di coinvolgimento e potenzia l’impegno. > Nascono idee creative 16
  17. 17. L’apprendimento in un contesto autentico in collaborazione tra pari, rende l’apprendimento stesso significativo, crea un senso di coinvolgimento e potenzia l’impegno. > Nascono idee creative > Le capacità di ragionamento si sviluppano in un ambiente aperto. 17
  18. 18. L’apprendimento in un contesto autentico in collaborazione tra pari, rende l’apprendimento stesso significativo, crea un senso di coinvolgimento e potenzia l’impegno. > Nascono idee creative > Le capacità di ragionamento si sviluppano in un ambiente aperto. > Culture, lingue e punti di vista diversi si incontrano. 18
  19. 19. Con il mondo che cambia, le tecnologie che si sviluppano con passo accelerato, “le buone vecchie pratiche” devono essere messe in discussione. Gli insegnanti, individualmente, non possono più essere responsabili per lo sviluppo degli studenti. 19
  20. 20. Con il mondo che cambia, le tecnologie che si sviluppano con passo accelerato, “le buone vecchie pratiche” devono essere messe in discussione. Gli insegnanti, individualmente, non possono più essere responsabili per lo sviluppo degli studenti. Occorrono: 20
  21. 21. Con il mondo che cambia, le tecnologie che si sviluppano con passo accelerato, “le buone vecchie pratiche” devono essere messe in discussione. Gli insegnanti, individualmente, non possono più essere responsabili per lo sviluppo degli studenti. Occorrono: > Responsabilità collettiva. 21
  22. 22. Con il mondo che cambia, le tecnologie che si sviluppano con passo accelerato, “le buone vecchie pratiche” devono essere messe in discussione. Gli insegnanti, individualmente, non possono più essere responsabili per lo sviluppo degli studenti. Occorrono: > Responsabilità collettiva. > Competenze condivise. 22
  23. 23. Con il mondo che cambia, le tecnologie che si sviluppano con passo accelerato, “le buone vecchie pratiche” devono essere messe in discussione. Gli insegnanti, individualmente, non possono più essere responsabili per lo sviluppo degli studenti. Occorrono: > Responsabilità collettiva. > Competenze condivise. > Co-insegnamento. 23
  24. 24. Con il mondo che cambia, le tecnologie che si sviluppano con passo accelerato, “le buone vecchie pratiche” devono essere messe in discussione. Gli insegnanti, individualmente, non possono più essere responsabili per lo sviluppo degli studenti. Occorrono: > Responsabilità collettiva. > Competenze condivise. > Co-insegnamento. > Lavoro di squadra. 24
  25. 25. L’apprendimento informale degli studenti deve essere riconosciuto e utilizzato. Gli studenti imparano sempre di più al di fuori della scuola. I contenuti di apprendimento non possono più essere strettamente delimitati e idee innovative, percorsi di apprendimento e tecnologie in sviluppo, devono trovare il loro spazio. 25
  26. 26. ? Condivisione, al centro del nuovo modo di apprendere > Come l’internazionalizzazione delle scuole e l’istruzione globale sostengono la cultura della condivisione e aiutano ad abbattere le barriere tra differenti discipline e le mura scolastiche? > Come si può gradualmente cambiare le strategie di insegnamento-apprendimento in modo che gli studenti possano portare avanti un apprendimento basato sul curriculum nella nuova era? 26
  27. 27. Il ruolo degli insegnanti L’insegnante, tradizionalmente, ha agito da filtro nella trasmissione della conoscenza, ha pesato e scelto le informazioni da distribuire agli studenti. 27
  28. 28. Il ruolo degli insegnanti L’insegnante, tradizionalmente, ha agito da filtro nella trasmissione della conoscenza, ha pesato e scelto le informazioni da distribuire agli studenti. La conoscenza segue una direzione dall’alto 28
  29. 29. Il ruolo degli insegnanti L’insegnante, tradizionalmente, ha agito da filtro nella trasmissione della conoscenza, ha pesato e scelto le informazioni da distribuire agli studenti. La conoscenza segue una direzione dall’alto > insegnante 29
  30. 30. Il ruolo degli insegnanti L’insegnante, tradizionalmente, ha agito da filtro nella trasmissione della conoscenza, ha pesato e scelto le informazioni da distribuire agli studenti. La conoscenza segue una direzione dall’alto > insegnante >>> al basso 30
  31. 31. Il ruolo degli insegnanti L’insegnante, tradizionalmente, ha agito da filtro nella trasmissione della conoscenza, ha pesato e scelto le informazioni da distribuire agli studenti. La conoscenza segue una direzione dall’alto > insegnante >>> al basso > studente 31
  32. 32. Il sistema-rete Nel sistema-rete l’informazione procede in tutte le direzioni. 32
  33. 33. Gli studenti e gli insegnanti formano una rete in cui informazione, messaggi e conoscenza, scorrono secondo interessi e bisogni individuali. In una scuola interconnessa si diventa ciò che si condivide. Gli insegnanti diventano discenti insieme con gli studenti. 33
  34. 34. Condivisione della conoscenza > Un insegnamento basato sui testi non incoraggia gli insegnanti a condividere. > I contenuti dei testi non sono sufficienti a favorire l’acquisizione di abilità necessarie nella vita quotidiana e nel lavoro. 34
  35. 35. > I testi scritti dovrebbero essere integrati con materiale prodotto collaborativamente dagli studenti applicando le fasi chiave del processo di condivisione della conoscenza: 35
  36. 36. > I testi scritti dovrebbero essere integrati con materiale prodotto collaborativamente dagli studenti applicando le fasi chiave del processo di condivisione della conoscenza: 1. Ricerca 36
  37. 37. > I testi scritti dovrebbero essere integrati con materiale prodotto collaborativamente dagli studenti applicando le fasi chiave del processo di condivisione della conoscenza: 1. Ricerca 2. Valutazione critica 37
  38. 38. > I testi scritti dovrebbero essere integrati con materiale prodotto collaborativamente dagli studenti applicando le fasi chiave del processo di condivisione della conoscenza: 1. Ricerca 2. Valutazione critica 3. Costruzione 38
  39. 39. > I testi scritti dovrebbero essere integrati con materiale prodotto collaborativamente dagli studenti applicando le fasi chiave del processo di condivisione della conoscenza: 1. Ricerca 2. Valutazione critica 3. Costruzione 4. Presentazione 39
  40. 40. > I testi scritti dovrebbero essere integrati con materiale prodotto collaborativamente dagli studenti applicando le fasi chiave del processo di condivisione della conoscenza: 1. Ricerca 2. Valutazione critica 3. Costruzione 4. Presentazione 5. Condivisione della conoscenza 40
  41. 41. Progetti internazionali I progetti non si basano solo sulle informazioni fornite dai testi, ma l’informazione è ricercata, costruita (presentazioni, gallerie foto e video, ecc...), condivisa (incontri su forum via skype, discussioni e chat, domande, racconti, ecc...). 41
  42. 42. La scuola come comunità di apprendimento Insegnanti e studenti lavorano insieme condividendo esperienza e conoscenza al di là del perimetro della classe. Gli studenti condividono ciò che hanno imparato nel progetto (mostre, gallerie di foto, blog, e-books, workshops, giornate a tema, ecc...) invitando anche genitori e stakeholders. Condividere si impara attraverso il fare. 42
  43. 43. Rete per l’Innovazione Sostenibile 43
  44. 44. Rete eTwinning > 216.000 insegnanti europei, oltre 100.000 scuole connesse. > Connessione e collaborazione oltre i confini. > Comprensione di culture diverse. > Potenziamento delle abilità del XXI secolo (comunicazione, ICT, lavoro di squadra, creatività, ecc...). 44
  45. 45. Innovazione > Gli eTwinners sono pionieri del cambiamento, sono alla ricerca d nuovo modi di apprendere e di aprire la classe al futuro. > Favoriscono la creazione di un’atmosfera in cui intuizione e innovazione siano le parole chiave. > L’innovazione avviene solo lavorando, imparando e conoscendo la conoscenza insieme. 45
  46. 46. Sostenibilità > Nel mondo globale con problemi globali (inquinamento, povertà, risorse limitate, ecc...) gli studenti devono comprendere le conseguenze dell’impatto ambientale delle loro azioni. > Attraverso eTwinning e l’internazionalizzazione, si potenziano i valori contenuti nell’istruzione globale, ma si sostengono anche dei modi di vita offrendo la possibilità di lavorare insieme, trovare amici in rete, promuovere la cooperazione e la collaborazione virtuale. 46
  47. 47. L’Erasmus + Un programma unico per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 – 2020) 47
  48. 48. Rethinking education Ripensare l’istruzione, investire nelle abilità per migliori risultati socio-economici «La missione generale dell'istruzione e della formazione comprende obiettivi quali la cittadinanza attiva, lo sviluppo personale e il benessere. Benché questi obiettivi siano indissociabili dalla necessità di migliorare le abilità funzionali all'occupabilità, è certo che le sfide più urgenti che gli Stati membri devono affrontare riguardano le esigenze dell'economia e la ricerca di soluzioni alla disoccupazione giovanile in rapido aumento.» COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI Ripensare l'istruzione: investire nelle abilità in vista di migliori risultati socioeconomici /* COM/2012/0669 final 48
  49. 49. 6 priorità per gli Stati Membri 1. Promuovere l’eccellenza nell’Istruzione e formazione professionale 2. Migliorare le performance di studenti a rischio di abbandono scolastico e con basse qualifiche di base 3. Rafforzare le competenze trasversali per l’occupabilità (spirito di iniziativa, competenze digitali e linguistiche) 4. Ridurre il numero di adulti con basse qualfiche 5. Sfruttare appieno le ICT, ampliare l'accesso e uso di risorse educative aperte in tutto il percorso dell’istruzione. 6. Rafforzare il profilo professionale di tutti i ruoli di insegnamento. - partnership tra pubblico e privato - sinergie tra scuole, mondo universitario e imprese - alta qualità VET - work based learning 49 PROGRAMMA ERASMUS+
  50. 50. Un’architettura semplificata e ottimizzata: 3 Azioni chiave Programmi esistenti LIFELONG LEARNING PROGRAMME Comenius Erasmus Leonardo Grundtvig PROGRAMMI INTERNAZIONALI PER L’ISTRUZIONE SUPERIORE Erasmus mundus, Tempus, Alfa, Edulink, Programmi bilaterali Gioventù in Azione 50 Un unico programma integrato ERASMUS + 2014-2020 Mobilità di apprendimento Progetti di cooperazione Attività specifiche: Jean Monnet Sport Riforme Politiche
  51. 51. Obiettivi specifici Istruzione e formazione  Migliorare livello delle competenze e abilità fondamentali (cooperazione forte tra istruzione, formazione e lavoro)  Promuovere qualità, innovazione, eccellenza, internazionalizzazione per Istruzione e Formazione  Realizzare uno Spazio europeo dell’apprendimento permanente, integrare riforme politiche nazionali e strumenti di trasparenza e riconoscimento; diffusione buone prassi  Favorire la cooperazione fra Istituti europei nel settore IFP e istruzione superiore; rendere più attraente il sistema IF europeo e sostenere cooperazione e mobilità con Paesi partner  Promuovere la diversità linguistica e la consapevolezza interculturale dell’Ue  Promuovere l’eccellenza nelle attività di Insegnamento e ricerca sull’integrazione europea (Jean Monnet) 51
  52. 52. 3 Azioni chiave che si completano e si rafforzano a vicenda Azione chiave 1 Azione chiave 3 Mobilità individuale per apprendimento 52 Azione chiave 2: Cooperazione per l’innovazione e le buone pratiche Sostegno alla riforma delle politiche
  53. 53. Attività chiave 1 : mobilità di apprendimento • Docenti e staff istruzione superiore •Studenti istruzione superiore •Studenti istruzione superiore • Insegnanti e personale della scuola •Istruzione/formazione professionale •Istruzione e formazione professionale • Formatori • Operatori giovanili Qualità insegnamento metodi innovativi 53 •Apprendisti, assistenti, tirocinanti >>20% degli studenti in mobilità EU e oltreconfine. circolazione dei talenti e attrattiva dei sistemi europei >>titoli di studio alto livello Garanzie per i prestiti a studenti • Operatori giovanili •animatori •Scambi di giovani nel volontariato (Servizio volontario europeo) Apprendimento non formale, informale, inclusione sociale, cittadinanza attiva
  54. 54. Cosa c’è da fare? Personale della scuola: - Mobilità di breve termine (5gg./2 mesi) Attività chiave 1 mobilità per l’apprendimento - Mobilità di lungo termine (fino ad 1 anno) Attività chiave 2 partenariati strategici - Partenariati strategici Attività chiave 2 - eTwinning 54
  55. 55. Erasmus + Ampliare l’accesso  Migliore preparazione linguistica dei partecipanti alla mobilità  Maggiore supporto a partecipanti da e contesti socioeconomici difficili e gruppi svantaggiati  Maggiore flessibilità in risposta a varie esigenze  Nuove forme di mobilità (blended: fisica + virtuale)  Miglior utilizzo delle ICT 55
  56. 56. Grazie per l’attenzione

×