Le Competenze Imprenditoriali

4,211 views

Published on

quali sono le competenze imprenditoriali? chi può essere imprenditore?

0 Comments
8 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
4,211
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
32
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
8
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Le Competenze Imprenditoriali

    1. 1. Le competenze personali per fare impresa
    2. 2. Di cosa parliamo? <ul><li>Lo scenario </li></ul><ul><li>Domande frequentemente evitate </li></ul><ul><li>L’imprenditrice </li></ul><ul><ul><li>Le caratteristiche attitudinali dell’imprenditrice </li></ul></ul><ul><ul><li>Da sola o con delle socie? </li></ul></ul><ul><ul><li>Competenze tecniche e manageriali </li></ul></ul><ul><ul><li>Fare rete </li></ul></ul>
    3. 3. Lo scenario <ul><li>Economia caotica  non si capisce più nulla, in molti settori </li></ul><ul><li>Accessibilità globale  la rete consente a tutti di accedere alle informazioni. A tutte. </li></ul><ul><li>Infedeltà basica  la fedeltà del cliente non è mai acquisita, anzi il dato di partenza è l’infedeltà </li></ul><ul><li>Miniaturizzazione temporale  con la rete, tutto è sempre più veloce </li></ul><ul><li>Certezza dell’incertezza  l’unica cosa sicura! </li></ul>
    4. 4. Crea significato <ul><li>CREA SIGNIFICATO </li></ul><ul><li>Non ho mai pensato di scrivere per la reputazione o l’onore. Quello che ho nel mio cuore deve venire fuori: ecco la ragione per cui compongo. </li></ul><ul><li>— Ludwig van Beethoven </li></ul>
    5. 5. Crea significato <ul><li>Puoi lavorare molte ore per poco? </li></ul><ul><li>Puoi convivere con rifiuto dopo rifiuto? </li></ul><ul><li>Puoi prenderti la responsabilità dei tuoi dipendenti? </li></ul>Molti libri sull’imprenditoria iniziano con test di autovalutazione tipo questi. In realtà, non servono. Affermare che lo farai, non vuol dire che lo farai. D’altra parte, ammettere che hai dubbi e paure non vuol dire che non sarai in grado.
    6. 6. Crea significato <ul><li>La realtà è che nessuna sa se saprà essere un’imprenditrice finché non ci prova. L’unica vera domanda che dovete porvi è: </li></ul><ul><li>Voglio creare qualcosa? Creare significato? </li></ul><ul><li>Non soldi, potere e prestigio. Ma, ad esempio: </li></ul><ul><li>Rendere il mondo un posto migliore </li></ul><ul><li>Aumentare la qualità della vita </li></ul><ul><li>Impedire la fine di qualcosa di buono </li></ul><ul><li>Correggere qualcosa di sbagliato. </li></ul>
    7. 7. Crea significato <ul><li>Avere questi desideri, non vi garantisce il successo. Ma almeno, se non funzionerà, avrete provato qualcosa che valeva la pena di provare. </li></ul>COMPLETATE QUESTA FRASE: Se la vostra impresa non esistesse, il mondo sarebbe peggio perché ______________________________________________________________
    8. 8. Domande frequentemente evitate <ul><li>D. Lo ammetto: ho paura. Non posso permettermi di lasciare il mio lavoro. Vuol dire che non ho le caratteristiche che servono? Che non mi impegno? </li></ul>D. Dovrei condividere il mio segreto con qualcuno? O deve restare segreto? D. Quando dovrei iniziare a parlare con qualcuno di ciò che voglio fare? D. Quando sai che è meglio rinunciare, piuttosto che continuare su una avventura destinata al fiasco?
    9. 9. Domande frequentemente evitate <ul><li>D. Penso di avere una grande idea . Ma non ho esperienza di impresa. Cosa devo fare?. </li></ul>D. Quando dovrei iniziare a preoccuparmi di sembrare un’impresa vera? Con biglietti da visita, carta intestata, un ufficio? D. Ho bisogno di un sito web?
    10. 10. Le caratteristiche attitudinali   È PREDISPOSTA A COGLIERE E A PROMUOVERE IDEE INNOVATIVE  HA UNA DISPOSIZIONE POSITIVA VERSO IL CAMBIAMENTO SA PRENDERE DECISIONI È IN GRADO DI COINVOLGERE I COLLABORATORI  È CAPACE DI CONVIVERE CON ANSIA, RISCHIO E INCERTEZZA SA PIANIFICARE, GESTIRE E CONTROLLARE CAPACITÀ MANAGERIALI E DI LEADERSHIP per gestire con successo l'impresa  ATTEGGIAMENTI determinanti in epoche in cui i mercati sono in rapido cambiamento come quelli di oggi CAPACITÀ PERSONALI  potere essere serena e tempestivo nella valutazione dei dati e delle informazioni che ispireranno le sue decisioni
    11. 11. Le caratteristiche attitudinali Per creare un'impresa è necessario che l’imprenditrice sia: MANAGER E ORGANIZZI L'AZIENDA PIONIERE ED ABBIA L’IDEA CAPITALISTA E METTA I SOLDI PER REALIZZARE L’AZIENDA E GESTIRE L’IMPRESA. 
    12. 12. SE PREVALE LA FUNZIONE DI PIONIERE: POSSIBILI SQUILIBRI FRA LE FUNZIONI SE PREVALE LA FUNZIONE DEL MANAGER, INFINE, SE PREVALE LA FIGURA DEL CAPITALISTA, l’impresa corre il rischio di avventure pericolose e poco fondate.  l’impresa corre il rischio di essere gestita in maniera troppo formale e di risultare poco disposta ad adeguarsi ai cambiamenti. l’impresa rischia di essere concentrata quasi esclusivamente su obiettivi di breve periodo, che dovrebbero consentire una più veloce remunerazione dei capitali.  Le caratteristiche attitudinali
    13. 13. Le caratteristiche attitudinali Il ruolo dell'imprenditrice si caratterizza per l'innovazione e la leadership Attraverso L’INNOVAZIONE l'imprenditrice combina i fattori della produzione in modo tale da ottimizzare la produzione e da procurarsi un vantaggio competitivo rispetto ai concorrenti.   Attraverso la LEADERSHIP integra la propria visione dell'impresa con le motivazioni e le competenze dei collaboratori, imprimendo un senso condiviso all'azione comune. 
    14. 14. Da sola o con delle socie? <ul><li>Ho bisogno di socie? Perché? Di che tipo? Le mie amiche? </li></ul><ul><li>POSSIBILI MOTIVI: </li></ul><ul><li>- FINANZIARI ? </li></ul><ul><li>- DI MERCATO ? </li></ul><ul><li>- PER NECESSITA' STRATEGICO/STRUTTURALI ? </li></ul><ul><li>(il socio ha ad esempio esperienza e conoscenze nel settore </li></ul><ul><li>- ALTRO </li></ul>Motivazioni nella scelta : perché servono socie? Cosa devono portare? Come ci organizziamo ? Rapporti tra le persone: attenzione alla confusione di rapporti, amicizia/lavoro
    15. 15. Da sola o con delle socie? <ul><li>POSSIBILI CONFLITTI TRA SOCIE! </li></ul><ul><li>Mancanza di chiarezza </li></ul><ul><li>Differenze di coinvolgimento personale </li></ul><ul><li>Mancanza di definizione delle funzioni </li></ul><ul><li>Obiettivi diversi </li></ul>
    16. 16. Da sola o con delle socie? <ul><li>OBIETTIVI </li></ul><ul><li>AREE DI RESPONSABILITA’ </li></ul><ul><li>COINVOLGIMENTO </li></ul><ul><li>Prima di scegliere una socia con il quale dovrai passare molte ore della tua giornata per anni verifica con attenzione che: </li></ul><ul><li>- sia realmente desiderosa di essere coinvolta nell'affare </li></ul><ul><li>- le tue aree di responsabilità e le sue siano ben definite, anche sulla carta </li></ul><ul><li>- i suoi obiettivi siano compatibili con i tuoi. </li></ul><ul><li>Non dimenticare di verificare che la tua socia sia disposta ad accettare i sacrifici ed a fornire lo sforzo necessario per la sua partecipazione e la sua responsabilizzazione nell'impresa. </li></ul><ul><li>Infine, non sottovalutare l'affinità dei suoi interessi con i tuoi, altrimenti potrebbe verificarsi una pericolosa divergenza di obiettivi a lungo termine </li></ul>
    17. 17. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>Competenze tecniche: che significa? </li></ul><ul><li>Le competenze tecniche sono le competenze tipiche del vostro mestiere, del vostro settore e sono diverse da lavoro a lavoro. </li></ul><ul><li>Competenze di grafica per un grafico, di meccanica per un meccanico, competenze teoriche apprese a scuola o competenze pratiche apprese nella prassi quotidiana. </li></ul><ul><li>Ma per essere imprenditrice non bastano. </li></ul>
    18. 18. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>Le competenze manageriali: quali sono? </li></ul><ul><li>ORIENTAMENTO AL CLIENTE </li></ul><ul><li>Abilità a costruire rapporti, basata soprattutto sull’ascolto, il riconoscimento e la soddisfazione dei bisogni dell’altro (il cliente), risolvendo le resistenze e mediando le conflittualità che possono sorgere </li></ul>
    19. 19. (Orientamento al cliente)
    20. 20. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>LAVORO IN TEAM </li></ul><ul><li>Contribuire con le proprie competenze specifiche al raggiungimento di un risultato durante un lavoro di gruppo. Comporta anche il riconoscimento dei ruoli, dei compiti e dell’interazione delle attività di tutti i componenti del team </li></ul>
    21. 21. (lavoro di squadra)
    22. 22. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>SOLUZIONE DEI CONFLITTI </li></ul><ul><li>Abilità di guidare gruppi o persone a risolvere conflitti sia di tipo relazionale che operativo, ponendosi in posizione di terzo. </li></ul>
    23. 23. (Soluzione dei conflitti)
    24. 24. (Soluzione dei conflitti)
    25. 25. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>ORIENTAMENTO AL RISULTATO </li></ul><ul><li>Massimizzare il risultato per unità di risorse impiegate, sia per criteri di efficacia che di efficienza. </li></ul><ul><li>Spesso ciò significa privilegiare il buono e subito rispetto all’ottimo in un futuro indefinito…. </li></ul>
    26. 26. (Orientamento al risultato)
    27. 27. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>INIZIATIVA </li></ul><ul><li>È la capacità di intraprendere azioni per ottenere un risultato, una soluzione a un problema o per creare un’opportunità senza che questo sia richiesto dalla situazione, ma solo dal proprio colpo d’occhio nel cogliere il bisogno </li></ul>
    28. 28. (Iniziativa)
    29. 29. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>DECISIONE </li></ul><ul><li>Capacità di scegliere tra diverse alternative con prontezza, lucidità, tempestività, anche in condizione di incertezza e complessità. </li></ul>
    30. 30. (Decisione)
    31. 31. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>PERSUASIONE </li></ul><ul><li>L’abilità di portare una persona o un gruppo ad accettare e sostenere il proprio punto di vista, condividendo i vantaggi della posizione comune individuata </li></ul>
    32. 32. (Persuasione)
    33. 33. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>DELEGA </li></ul><ul><li>È l’abilità di attribuire i compiti e la relativa responsabilità ai collaboratori secondo un piano condiviso. Occorre che i collaboratori siano maturi e in grado di assumersi le responsabilità in autonomia, sia pure nel quadro della delega. </li></ul>
    34. 34. (Delega)
    35. 35. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>CONTROLLO </li></ul><ul><li>Monitorare processi di lavoro e risultati ottenuti rispetto alle previsioni (di risultato e di tempo), facendo particolare attenzione ai punti principali. </li></ul>
    36. 36. (Controllo)
    37. 37. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>CONSAPEVOLEZZA DI SE’ </li></ul><ul><li>Capacità di riconoscere i propri limiti, capacità e potenzialità (sia sul piano comportamentale-lavorativo, che emotivo-relazionale), cercando di rendere adeguata la propria prestazione anche in circostanze critiche </li></ul>
    38. 38. (Consapevolezza di sé)
    39. 39. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>VALUTAZIONE </li></ul><ul><li>È la capacità di leggere in modo critico informazioni, progetti, soluzioni, utilizzando diversi criteri di giudizio e diversi sistemi di misura. </li></ul>
    40. 40. Valutazione
    41. 41. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>ORIENTAMENTO AL CAMBIAMENTO </li></ul><ul><li>Il cambiamento continuo è implicito nell’attività economica e imprenditoriale. A maggior ragione, in epoca di globalizzazione. </li></ul><ul><li>E’ opportuno essere disponibili e orientati a riconoscere le tendenze e i cambiamenti di lungo periodo, senza però inseguire ogni piccola novità. E disponibili a riconoscere comportamenti, modalità operative e modelli obsoleti (non più adatti all’ambiente competitivo) </li></ul>
    42. 42. (Orientamento al cambiamento)
    43. 43. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>GESTIONE DELLO STRESS </li></ul><ul><li>Tenuta emotiva e cognitiva rispetto a elevate sollecitazioni ambientali; capacità di mantenere equilibrio interno e controllo comportamentale alle richieste repentine e diversificate sia in termini qualitativi che quantitativi, relazionali che tecnici </li></ul>
    44. 44. Gestione dello stress
    45. 45. Competenze tecniche e manageriali <ul><li>AGGIORNAMENTO CONTINUO </li></ul><ul><li>Qualunque sia il vostro mestiere, la vostra professionalità e il vostro settore, l’aggiornamento continuo è obbligatorio. </li></ul><ul><li>Significa leggere qualche rivista di settore (o qualche sito/forum/blog di settore) con una certa periodicità, significa conoscere gente del vostro settore o settori vicini con la quale scambiarsi opinioni, novità, tendenze ecc. </li></ul><ul><li>Significa coltivare anche rapporti con la formazione (università, enti di formazione, scuole) perché magari sono già al corrente di novità che voi non conoscete. </li></ul><ul><li>Significa anche interessarsi di argomenti DIVERSI dal vostro settore, argomenti trasversali ma che comunque servono perché aprono la mente e fanno venire buone idee. Spesso le idee migliori si trovano NEGLI ALTRI SETTORI. </li></ul>
    46. 46. Aggiornamento continuo
    47. 47. Fare rete <ul><li>FARE RETE è una tendenza dell’economia odierna verso forme di relazione che rompono con il carattere cumulativo (non reversibile) e localizzato (non ubiquitario) dei grandi sistemi della produzione di massa. </li></ul><ul><li>Si passa dal sapere informale, diffuso nelle routine organizzative della produzione di massa, all'uso crescente del sapere formalizzato, codificato in linguaggi, che caratterizza la società tecnologica e globale della produzione automatizzata. </li></ul>
    48. 48. Fare rete <ul><li>- mettere in comune le conoscenze possedute; </li></ul><ul><li>- favorire la reciproca specializzazione o originalità, </li></ul><ul><li>- regolare sulla base della fiducia le transazioni necessarie all'utilizzazione del pool di conoscenze comuni. </li></ul><ul><li>Per assicurare il trasferimento della conoscenza e dunque la divisione del lavoro cognitivo, il circuito relazionale della rete deve innanzitutto rendere possibili transazioni convenienti ma soprattutto affidabili tra le parti interessate. </li></ul>
    49. 49. Sitografia - Crediti <ul><li>http://blog.guykawasaki.com/ </li></ul><ul><li>www.minimarketing.it </li></ul><ul><li>http://www.marketingreloaded.com/blog/ </li></ul><ul><li>http://sethgodin.typepad.com </li></ul><ul><li>http://marketingusabile.blogspot.com/ </li></ul><ul><li>http://blog.changethis.com/ </li></ul><ul><li>http://www.cluetrain.com/ </li></ul><ul><li>Foto tratte dal web </li></ul>

    ×