D I R I T T I U M A N I E D E M O C R A Z I A Fatto Dai Ragazzi

637 views

Published on

I diritti umani e la democrazia

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
637
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

D I R I T T I U M A N I E D E M O C R A Z I A Fatto Dai Ragazzi

  1. 1. Concetto di Universalità DIRITTI UMANI <ul><li>Preambolo della dichiarazione Universale dei Diritti Umani: </li></ul><ul><li>- 10 dicembre 1948, adottata dall’ Assemblea Generale delle Nazioni Unite. </li></ul><ul><li>- Composta da 30 articoli che sanciscono i diritti: </li></ul><ul><li>Individuali 4. Economici </li></ul><ul><li>Civili 5. Sociali </li></ul><ul><li>Politici 6. Culturali </li></ul>Sottoscrizione dei 56 Stati membri nel 1948 Attualmente vi sono 192 stati membri &quot;Diritti umani e democrazia cosmpolitica&quot; di D.Beetbam e D.Archibugi CLASSE 5 A i.i.S.S. “j.Nizzola” TREZZO SULL’ADDA
  2. 2. Obbligo per gli stati <ul><li>Molti paesi hanno compendiato i termini della Dichiarazione nella propria Costituzione (es. art. 2 Costituzione italiana) </li></ul><ul><li>Gli Stati membri si impegnano ad intervenire individualmente o congiuntamente al fine di promuovere il rispetto universale e l’ osservanza dei diritti dell’ uomo e delle libertà fondamentali </li></ul><ul><li> Obbligo di carattere legale </li></ul>
  3. 3. <ul><li>La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani si vuole controllare il potere esercitato dallo Stato in modo da evitare abusi relativi a questi diritti. </li></ul><ul><li>La sovranità è una figura istituzionale tenuta a garantire: </li></ul><ul><li>La pace nel proprio regno </li></ul><ul><li>La difesa dei cittadini </li></ul><ul><li>Rousseau Diritti Umani Impongono la giustizia da parte dei sovrani nei confronti dei cittadini </li></ul><ul><li>La Dichiarazione Universale garantisce di: </li></ul><ul><li>1. Controllare la forza da parte dello stato 2. Incorporare diritti umani nella legislazione, mantenendo effettiva divisione dei poteri </li></ul>Per evitare l’ abuso è necessario limitare il potere esecutivo
  4. 4. <ul><li>Governo del popolo </li></ul><ul><li>Uguaglianza tra i cittadini nelle decisioni politiche </li></ul><ul><li>Dispositivi Istituzionali: </li></ul><ul><li>pluripartitismo </li></ul><ul><li>competizione elettorale </li></ul><ul><li>separazione tra i poteri </li></ul>DIRITTI CIVILI E POLITICI <ul><li>Parte integrante </li></ul><ul><li>Libertà civili e politiche: </li></ul><ul><li>diritto di voto </li></ul><ul><li>diritto di concorrenza </li></ul><ul><li>altro </li></ul>Democrazia e diritti civili e politici
  5. 5. DIRITTI ECONOMICI E SOCIALI Sviluppo economico <ul><li>Da limitare con: </li></ul><ul><li>leggi contro la concentrazione della proprietà dei mezzi di comunicazione </li></ul><ul><li>leggi che promuovono l’ammissione a tutte le cariche pubbliche </li></ul><ul><li>Garantito a tutti in uguale modo, investendo : </li></ul><ul><li>Educazione </li></ul><ul><li>Lavoro </li></ul>Disoccupazione e intolleranze razziali, etniche e religiose Reciproca dipendenza Democrazia e diritti economici e sociali
  6. 6. DIRITTI CULTURALI Inclusione Riconoscimento delle diversità e superamento dell’identità nazionale Riconoscimento diritti culturali di gruppo nelle minoranze Convenzioni e Accordi tra Stati Rispettando i diritti sociali vigenti nel Paese ospitante Superando il concetto di Democrazia <ul><li>Se le minoranze permangono; bisogna trovare un punto d’incontro tramite: </li></ul><ul><li>Forum di Dialogo </li></ul><ul><li>Ass. con potere costituzionale </li></ul><ul><li>Ass. con potere morale </li></ul>Democrazia e diritti culturali
  7. 7. LE FONDAMENTA DELLA DEMOCRAZIA 1. CONCEZIONE di democrazia: Viaggio non terminato Necessità di estendere la democrazia Evoluzione sistemi politici Viaggio interminabile Pericoli della Democrazia: 1. Fasi contrarie tra gruppi etnici 2. Populismo Contesto storico <ul><li>Antica Atene </li></ul><ul><li>-nell’800 Gran Bretagna e USA </li></ul>Assai democratiche Deve essere conseguita dal basso “ tessuto endogeno” Guerra fredda -Motivata da rivalità interne- Conflittualità internazionale CONDIZIONATA DA: Globalizzazione economico sociale culturale Ha portato: -dipendenza della comunità nazionale
  8. 8. REALIZZAZIONE DEMOCRAZIA COSMOPOLITICA CON MODELLO CONFEDERALE DEMOCRAZIA COSMOPOLITICA ORDINE MONDIALE capace di promuovere la democrazia in 3 DIMENSIONI: <ul><li>All’interno delle Nazioni </li></ul><ul><li>Democrazia tra gli Stati </li></ul><ul><li>Democrazia globale </li></ul>MODELLO CONFEDERALE (NATO, Patto di Varsavia, Nazioni Unite) 1. La democrazia interna resta separata dal potere internazionale 2. È garantita dal rispetto della sovranità reciproca ma all’interno possono coesistere governi democratici e autocratici che possono reprimere le rivendicazioni dei sudditi Congresso di Vienna 3. Il modello confederale non soddisfa la democrazia globale perché la società civile dei singoli stati restano tra loro separati
  9. 9. TESI A SFAVORE DI UNA DEMOCRAZIA A LIVELLO GLOBALE I realisti (H. Morgenthau) Sottolineano il ruolo preminente degli interessi particolari nelle scelte politiche Comunitari (Danilo Zolo) Mettono in evidenza la crisi degli stati multi etnici; affermano che la democrazia è in difficoltà ad operare su larga scala Coloro che sostengono che la democrazia internazionale non sarebbe tanto un problema del sist. Internazionale, quanto dei singoli stati Questo è poco veritiero; proprio durante la guerra fredda con il sist. Internazionale generalizzato dove i paesi democratici hanno impedito lo sviluppo della democrazia nei paesi che controllavano (es: gli USA con interventi militari in Vietnam e Cile)
  10. 10. DEMOCRAZIA ALL’INTERNO DELLE NAZIONI: MODELLO FEDERALISTA E COSMOPOLITA A CONFRONTO <ul><li>-Modello federalista : i limiti </li></ul><ul><li>1. Democrazia tra gli stati membri </li></ul><ul><li>Democrazia imposta dall’alto e difficilmente viene prestata attenzione alle differenze culturali e alle minoranze </li></ul><ul><li>2. Democrazia tra gli stati </li></ul><ul><li>Gli stati si uniscono contro minacce esterne, al cessare di esse gli stati sentono il desiderio di esprimere la loro identità locale </li></ul><ul><li>3. Democrazia globale </li></ul><ul><li>I problemi sono espressione della maggioranza quindi le minoranze non hanno voce </li></ul><ul><li>Democrazia cosmopolitica: i vantaggi </li></ul><ul><li>1. Democrazia all’interno delle nazioni </li></ul><ul><li>La società civile ha il compito di occuparsi degli affari culturali, la democrazia deriva dal basso </li></ul><ul><li>2. Democrazia tra stati </li></ul><ul><li>Le dispute sono affidate a istituzioni giudiziarie internazionali </li></ul><ul><li>3. Democrazia globale </li></ul><ul><li>Delle istituzioni transnazionali si occupano di questioni globali come l’ambiente </li></ul>
  11. 11. MODELLI DI DEMOCRAZIA COSMOPOLITICA: U.E. E ONU U.E.: elegge il proprio Parlamento con il voto dei cittadini, ma mantiene un elevato accentramento dei poteri e delle competenze ONU : Maggiori affinità con il modello cosmopolita ideale 1. Assemblea dell’ONU Avrebbe maggior rappresentatività se i delegati fossero nominati dai singoli parlamenti nazionali 2. Consiglio di sicurezza Il diritto di veto va abolito o limitato. Dovrebbero farne parte anche organizzazioni come l’U.E. 3. Potere giudiziario Reso più efficace grazie all’introduzione della Corte Penale Internazionale nel 2002 4. Caschi blu Dovrebbero essere a disposizione degli stati ma impiegati solo su indicazione del Segretario generale 5. Questione globale maggior attenzione a i problemi che interessano tutti i popoli della terra ( es. Protocollo di Kyoto)
  12. 12. L’IMPORTANZA DELLA DEMOCRAZIA COSMOPOLITICA <ul><li>Ruolo degli stati </li></ul><ul><li>In quanto detentori del potere rendono questo modello possibile mettendo in atto diverse proposte anche senza il consenso delle comunità internazionali </li></ul><ul><li>“ Buoni cittadini delle società internazionali” </li></ul><ul><li>Concessione dei diritti politici come quello di voto anche agli stranieri </li></ul><ul><li>Società civile </li></ul><ul><li>I cittadini sono agenti della globalizzazione anche attraverso l’attività di organizzazioni non governative, come Amnesty International. </li></ul><ul><li>In conclusione si propone di uscire da questa fase di incertezza basata sul terrore nucleare attraverso il progetto della democrazia cosmopiltica </li></ul>

×