Co-progettare sul territorio                                                  Progettare assieme                          ...
Progettare nel sociale    OPEN   SPACETECHNOLOGY                           2                               2
Progettare nel socialeUNA DOMANDA         Cosa vogliamo fare in concreto         per sviluppare i processi di aiuto       ...
Progettare nel sociale               Quattro principi1) chiunque venga è la persona giusta2) qualsiasi cosa accada è l’uni...
Progettare nel sociale                La legge dei due piediQuesta legge dice che ogni individuo ha due piedi, e deve esse...
Progettare nel sociale               Open space technology  Le persone sono capaci di auto-organizzazione  Le persone offr...
Progettare nel sociale                       Controllo / ConsensoGli esperti sono come le vitamine. Non te ne servono molt...
Progettare nel socialeIstituzioni e cittadini                    Il punto di singolarità è il                    luogo in ...
Progettare nel sociale                        WikicraziaImmagino la Wikicrazia come una burocrazia accresciuta; piccole is...
Progettare nel sociale   WIKIPEDIA            Non ci sono filtri sugli autori:           chiunque, in qualsiasi           ...
Progettare nel sociale                            Open Gov  Le decisioni sono itermediate da una piattaforma internet  Il ...
Progettare nel sociale                    PrincipiACCETTARE IL CAMBIAMENTOCOMMUNITYTRASPARENZA RADICALERISPETTOPARLARE CON...
Progettare nel socialeEFFICACIA/CONTROLLO                    Lefficacia di una politica                    pubblica è inve...
Progettare nel sociale                       COMMUNITYUnautorità di governopuò contribuire a creare una communityma non la...
Progettare nel sociale    RISPETTO              Assumere impegni credibili e               mantenerli              Stabili...
Progettare nel sociale                CLUETRAIN MANIFESTOI mercati sono conversazioni. Storicamente il mercato era un luog...
Progettare nel sociale                 MERITOCRAZIAI processi collaborativi non produconoUGUAGLIANZA ma discriminano tra c...
Progettare nel sociale           Caratteristiche della rete  Ubiqua: ci si collega da ogni luogo  Aperta: ci si collega co...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

20121031 Progettazione Partecipata

553 views

Published on

Due brevi seminari di due ore per presentare l'Open Space Tecnology e alcuni concetti di progettazione partecipata.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
553
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
112
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

20121031 Progettazione Partecipata

  1. 1. Co-progettare sul territorio Progettare assieme per una comunità conviviale SeminarioHo in mente forme <<cordiali>>di convivenza, che non rinnegano Castelfrancola differenza né la reciproca 31 ottobre 2012dipendenza di soggetti virtuosi – e 8 NOVEMBRE 2012il loro non poter fare a meno gliuni degli altri. Jurgen Habermas Pierpaola Pierucci Mauro Serio Antonietta Pizzichini 0532-1914353 fax: 0532-1860867 info@arkestudio.org http://www.arkestudio.org
  2. 2. Progettare nel sociale OPEN SPACETECHNOLOGY 2 2
  3. 3. Progettare nel socialeUNA DOMANDA Cosa vogliamo fare in concreto per sviluppare i processi di aiuto DEI CITTADINI VERSO ALTRI CITTADINI nella nostra COMUNITÀ SOLIDALE? 3 3
  4. 4. Progettare nel sociale Quattro principi1) chiunque venga è la persona giusta2) qualsiasi cosa accada è l’unica che potevaaccadere3) in qualsiasi momento cominci, è il momentogiusto4) quando è finita, è finita 4 4
  5. 5. Progettare nel sociale La legge dei due piediQuesta legge dice che ogni individuo ha due piedi, e deve essere pronto ad usarli. La responsabilità del successo di un progetto e della bontà dei risultati dei singoli gruppi, è esattamente di ciascun partecipante. Sono i singoli individui che possono e devono fare la differenza. 5 5
  6. 6. Progettare nel sociale Open space technology Le persone sono capaci di auto-organizzazione Le persone offronospontaneamente il propriocontributo per cercare una buonasoluzione ai problemi cheinteressano loro I conflitti in uno spazio aperto einformale sono meglio gestiti daipartecipanti, piuttosto che inspazi formali organizzati Il consenso “emerge” dalladiscussione 6 6
  7. 7. Progettare nel sociale Controllo / ConsensoGli esperti sono come le vitamine. Non te ne servono molte, ne basta una traccia anche per un corpo molto grande, e una quantità eccessiva sarà tossica, o semplicemente espulsa dal corpo. Ma la dose giusta di controllo intelligente sarà una scintilla in una mente collettiva altrimenti amorfa. Jimmy Wales – fondatore di Wikipedia 7 7
  8. 8. Progettare nel socialeIstituzioni e cittadini Il punto di singolarità è il luogo in cui i cittadini decidono che le istituzioni democratiche non stanno facendo il loro lavoro, e si sganciano da esse, anche psicologicamente, per cercare di fare da soli. Non credo che sarà un buon giorno. 8 8
  9. 9. Progettare nel sociale WikicraziaImmagino la Wikicrazia come una burocrazia accresciuta; piccole isole di organizzazione burocratica che prendono e realizzano decisioni, immerse in un mare di dialogo e di cooperazione informale o semiformale con i cittadini che ne aumenta moltissimo la capacità di attenzione e di elaborazione dellinformazione. Alberto Cottica 9 9
  10. 10. Progettare nel sociale WIKIPEDIA Non ci sono filtri sugli autori: chiunque, in qualsiasi momento, può registrarsi e scrivere nuove voci o modificare quelle esistenti. Non ci sono filtri sui contenuti. Una volta scritto o modificato un contenuto e salvato, questo è immediatamente disponibile sul sito. 10 10
  11. 11. Progettare nel sociale Open Gov Le decisioni sono itermediate da una piattaforma internet  Il processo permette ai partecipanti di auto selezionarsi  Il processo accetta e valorizza piccoli contributi e partecipazione sporadica  Il processo permette lelaborazione di molte informazioni e aiuta a raggiungere un consenso sulle decisioni  Le decisioni prodotte sono fortemente legittimate contro contestazioni successive 11 11
  12. 12. Progettare nel sociale PrincipiACCETTARE IL CAMBIAMENTOCOMMUNITYTRASPARENZA RADICALERISPETTOPARLARE CON VOCE UMANAMERITOCRAZIA 12 12
  13. 13. Progettare nel socialeEFFICACIA/CONTROLLO Lefficacia di una politica pubblica è inversamente proporzionale al grado di controllo che lautorità titolare si attribuisce. 13 13
  14. 14. Progettare nel sociale COMMUNITYUnautorità di governopuò contribuire a creare una communityma non la può controllare 14 14
  15. 15. Progettare nel sociale RISPETTO Assumere impegni credibili e  mantenerli Stabilire regole di interazione  e farle rispettare Costruire opportunità di  azione Se non cè rispetto reciproco,  nessun forum o social  network è in grado di  garantire una proficua  collaborazione tra governanti  e governati. 15 15
  16. 16. Progettare nel sociale CLUETRAIN MANIFESTOI mercati sono conversazioni. Storicamente il mercato era un luogo in cui persone si riunivano e parlavano tra loro (tesi 1): potevano discutere dei prodotti disponibili, del prezzo, della reputazione e in tal modo si tenevano in contatto con gli altri (tesi 2­5). Internet fornisce un mezzo per chiunque sia connesso per rientrare in un siffatto mercato virtuale e, ancora una volta, raggiungere un tale livello di comunicazione tra le persone. Questo, nellera dei mass media, prima di Internet, non era possibile (tesi 6). 16 16
  17. 17. Progettare nel sociale MERITOCRAZIAI processi collaborativi non produconoUGUAGLIANZA ma discriminano tra chicontribuisce molto, premiati dalla community, etutti gli altri.Quello che le autorità possono fare è garantirenon luniformità dei risultati, ma l EQUITÀDELLACCESSO 17 17
  18. 18. Progettare nel sociale Caratteristiche della rete  Ubiqua: ci si collega da ogni luogo  Aperta: ci si collega con ogni software e apparecchio (PC , Telefoni, Tablet, ecc)  Economica: con una spesa limitata è possibile connettere un gruppo molto grande di persone  Asincrona: ognuno può partecipare nel momento che ritiene più adatto, nelle ore più congeniali, tutti in momenti diversi 18 18

×