Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Metodi di analisi quantitativa strumentale

1,541 views

Published on

Presentazione dedicata ai metodi analitici strumentali

Published in: Education
  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

Metodi di analisi quantitativa strumentale

  1. 1. METODI DI ANALISI QUANTITATIVA STRUMENTALE 5 A-B TCB 2013/14
  2. 2. 1. Titolazioni 2. Confronto con una retta di taratura 3. Confronto con l’aggiunta di analita
  3. 3. • Si prepara attraverso l’uso di sostanze madri – Requisiti: 1. Elevato grado di purezza >99,5 % 2. Stabilità chimica 3. Non deve essere igroscopica, deliquescente, effluorescente 4. Non deve subire cambiamenti chimici o fisici durante la disidratazione 5. Deve essere solubile in acqua o negli acidi e basi più comuni 6. Deve avere minima tossicità , facilmente reperibile e con problemi minimi di smaltimento. 7. Deve essere facile da pesare, maneggiare. 8. Deve avere massa molare elevata 9. Deve reagire secondo una stechiometria ben definita.
  4. 4. Titolazioni Classificazione in base alla reazione
  5. 5. Classificazione in base alle modalità di conduzione 1. Diretta Acido-base 2. Inversa o di ritorno Cloruri (si precipitano con un eccesso di Ag che verrà titolato con SCN- 3. Indiretta iodometria 1. Spostamento EDTA-metria
  6. 6. Potenziometria potenziale Spettrofotometria Uv/vis, AA Assorbanza Spettrofotometria IR Altezza della Banda Gas Cromatografia Altezza o area del picco HPLC Altezza o area del picco Ed altre tecniche non studiate da noi come: Polarografia, Torbidimetria, Nefelometria, Fluorimetria, Emissione di Fiamma e di plasma
  7. 7. • E’ metodo analitico utilizzato per migliorare il fattore riproducibilità in quelle tecniche in cui si utilizzano volumi di campione molto piccoli come IR e la GC dove l’introduzione dell’analita è un dato suscettibile a vari parametri. Si presta bene anche in quelle tecniche si hanno dei sistemi di eccitazione poco stabili come l’assorbimento atomico.
  8. 8. Principali tecniche dove si applica lo St int. • IR • GC • HPLC • AA • Emissione di fiamma • Emissione di plasma • Fluorimetria
  9. 9. Questo problema viene superato • Aggiungendo a tutte le soluzioni, st e campione, un uguale aliquota di una specie chimica, detta st. interno che abbia le seguenti caratteristiche: – Deve essere assente nel campione – Non deve reagire con l’analita e neppure con gli altri componenti del campione – Deve fornire un segnale ben distinto dagli altri.
  10. 10. h tempo 1 2 3 4 5
  11. 11. h 1 2 3 4 5 Il campione numero 4 non è lineare a causa di un problema di campione iniettato Concentrazione
  12. 12. h tempo Ogni standard viene addizionata di un ugual volume di uno standard Interno (segnale rosso) tale valore sarà una costante per tutti i picchi è evidente che nella iniezione numero 4 che risulta non essere lineare si nota che anche l’IS è più basso . 1 2 3 4 5
  13. 13. Calcoliamo il rapporto tra h e his Picco h (mm) hn/his 1 20 20/40= 0,5 2 40 40/40= 1 3 60 60/40= 1,5 4 64 64/32= 2 5 100 100/40= 2,5
  14. 14. h/h is Concentrazione 1 2 3 4 5
  15. 15. Metodo della Normalizzazione interna • Si tratta di un metodo superato ormai limitato solo alla ricerca degli esteri metilici degli acidi grassi. Questo metodo non prevede nessun confronto con gli standard. Si applica quando i picchi sono ben distinti e separati. • Si pone a 100 (normalizzare) la somma delle aree dei picchi e il rapporto di ogni singola area con il 100 % si può ottenere la percentuale di ogni singolo componente della miscela.
  16. 16. • Calcolare la composizione percentuale di una miscela di 3 sostanze separate con la tecnica della GC SOatanza S mm2 A % A 350 (350/615). 100= 56,9 % B 145 (145/615). 100= 23,6% C 120 (120/615). 100= 19,5 % Totale 615 Alcune volte è necessario introdurre dei fattori di correzione
  17. 17. Metodo dell’aggiunta multipla • Consiste nel preparare una serie di aliquote uguali di campione e nell’effettuare, ad ognuna di esse, aggiunte diverse di soluzioni standard dell’analita. Metodo dell’aggiunta singola Usato in AA e consente di migliorare la precisione amplificando il segnale fino al 150 % Continua………..
  18. 18. Esempio analisi del rame in AA • Clicca sul seguente link e scarica un’applicazione dedicata. • http://www.smauro.it/classi2010_11/assor_a a/Metodo%20dell%20aggiunta%20multipla%2 0in%20AA.pdf

×