Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Personal leadership 13 dicembre 2014

577 views

Published on

traccia di una giornata di riflessioni sulla Personal Leadership

Published in: Education
  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

Personal leadership 13 dicembre 2014

  1. 1. Trieste, 13 dicembre 2014 OPEN YOUR MIND presenta Personal Leadership
  2. 2. Aumentare la propria efficacia al lavoro e nella propria vita La “Promessa” Il percorso intende stimolare i partecipanti a riflettere sul proprio livello di efficacia personale e a confrontarsi con le diverse modalità con cui ognuno di noi può esprimere positivamente qualità/talenti di leadership. Per acquisire una reale e stabile AutoEfficacia per Se e per gli Altri il percorso è lungo e impegnativo.
  3. 3. Per Apprendere Bottiglia Piena, Bicchiere Vuoto! Come avete imparato a Camminare?
  4. 4. Ho Imparato a Camminare Correre Saltare Prendere Lanciare Nuotare Sciare Remare Pedalare Parlare Leggere Scrivere Disegnare Suonare Andare In Bici Guidare
  5. 5. Si Impara Con
  6. 6. Trieste, 13 dicembre 2014 ASCOLTO E DIMENTICO, VEDO E RICORDO, FACCIO E CAPISCO! (antico proverbio cinese)
  7. 7. Come state? Come vi sentite? Ditemi il/i Perché della Scelta!
  8. 8. Efficacia ed AutoEfficacia Quanto SONO Efficace? Quanto mi SENTO AutoEfficace?
  9. 9. Efficacia ed AutoEfficacia Efficace? Ottengo gli effetti voluti con l’azione! AutoEfficace? Confido nel riuscire ad ottenere? (Bandura)
  10. 10. Efficacia ed AutoEfficacia Nutrire il Cervello con ISTRUZIONI sane o tossiche! Parole sane, immagini sane, suoni sani, sapori sani, odori sani, persone sane…. Che cosa date da mangiare al vostro???
  11. 11. Leadership L E A D E R in una/tre parola/e si nasce o si diventa con uno/tre esempi
  12. 12. Leadership Che cosa ContradDistingue un/una Leader
  13. 13. I/Le Leader (Tom Peters)
  14. 14. Personal leadership Da CHI imparare? Scegliere bene i propri modelli ispiratori!
  15. 15. Trieste, 13 dicembre 2014 “Non tutti possiamo fare grandi cose, ma possiamo fare piccole cose con grande amore.” “Ciò che stiamo facendo è solo una goccia nell'oceano. Ma se quella goccia non fosse nell'oceano, credo che l'oceano sarebbe più piccolo a causa di quella goccia mancante. Non sono d'accordo sul modo di fare le cose alla grande.”
  16. 16. Trieste, 13 dicembre 2014
  17. 17. Essere leader, diventare Lea der Caratter istiche Modello Comuni cazione Azione Per Me Per, Con, Di Altri Scopo Obiettivi Valore
  18. 18. Che cosa FAREMO? Un’Idea pratica di Leadership: prepararsi ed allenarsi per diventare Leader Scoprire i propri Punti di Forza Conosciuti, Sconosciuti, Riconosciuti: consapevolezza e “aiuti” esterni Determinare con Chiarezza i propri Obiettivi negli ambiti personali, professionali, etc Condividere ed Integrare i propri obiettivi con quelli di altri: l’Ascolto e l’Osservazione La Capacità di Guida di se stessi, degli altri: avere e condividere uno Scopo L’importanza del Piano di Azione: dalle Idee, alle Parole, alle Attività, alle Verifiche, alle Correzioni L’Importanza della Comunicazione Efficace ed il Valore dell’Esempio.
  19. 19. 19 Agenda della Giornata LEADER PUNTI DI FORZA OBIETTIVI GUIDARE, SCOPO PIANO D’AZIONE COMUNICARE EFF.
  20. 20. 20 Piacere, Sono Maurizio Cavazzoni - Uomo, 52 anni, Coach Professionista - Costruttore e Motivatore di Team - Manager nel settore dei Prodotti e Servizi Innovativi di TeleComunicazioni - Missionario del Web e dei Social Network - Consulente e Formatore Libero Professionista
  21. 21. 21 PUNTI DI FORZA CIO’ CHE SO, CIO’ CHE SO FARE, CIO’ CHE SONO SCOPRIRLO GRAZIE AGLI ALTRI FARSI DOMANDE, FARE DOMANDE SCOPRITE UNA COSA DEGLI ALTRI FACENDO UNA DOMANDA! SCOPRITE UNA COSA DI VOI STESSI FACENDOVI UNA DOMANDA! CRITICITA’ E AREE DI MIGLIORAMENTO
  22. 22. 22 Maurizio & you: particolarità e punti di contatto  Visionario  Creativo  Stimolante  ?  ?  ? STUDI: liceo classico, isef, coaching, comunicazione ATTIVITA’: Coaching in Sport, P.A., Business OBIETTIVI: Crescita personale, crescita altri
  23. 23. Trieste, 13 dicembre 2014 Montalcini
  24. 24. 24 OBIETTIVI CIO’ CHE DESIDERO E/O DI CUI HO BISOGNO CHE SIA REALIZZABILE NEL LAVORO, IN FAMIGLIA, PER ME PERCHE’ ENTRO QUANDO IN QUALE QUANTITA’ QUALE BENEFICIO, VANTAGGIO, PREMIO
  25. 25. Trieste, 13 dicembre 2014 INVICTUS
  26. 26. 26 SCOPO e AZIONE REALIZZIAMO UN NOSTRO PROGETTO innovativo, sorprendente, entusiasmante QUAL E’ IL BENE DA REALIZZARE, QUALI SONO LE PERSONE DA FARE FELICI, QUAL E’ LA SOLUZIONE DA IMPLEMENTARE? CHE COSA ABBIAMO, CHE COSA CI SERVE CHI FA CHE COSA ENTRO QUANDO QUANDO FISSIAMO UNA VERIFICA SARA’ UN SUCCESSO DA RACCONTARE
  27. 27. Trieste, 13 dicembre 2014 Stay Hungry, Stay Foolish!
  28. 28. 28 COMUNICARE EFF. INTENZIONE COMUNICATIVA E PERCEPITO CONSEGNARE E VERIFICARE (FEEDBACK) SPINGERE A FARE (Con – VINCERE) GENERARE EMPOWERMENT (UP OR DIE) EMPATIA (INGAGGIARE) TESTIMONIARE CON COERENZA COMUNICARE NON E’ SOLO “PAROLE”
  29. 29. 29 Istruzione
  30. 30. 30 Le Scadenze Oggi Quali attività? Quali Verifiche? 1 settimana Attività, Verifiche, Aggiustamenti 1 mese Attività, Verifiche, Correzioni 1 anno Il Premio
  31. 31. 31 Iniziare da Azione 1 Passo 1 ? Passo 2 ? Passo 3 ? Passo 4 ? Passo 5 ? Passo 6 ? Passo 7 ? Passo 21 ?
  32. 32. 32 Il PERCORSO • Pregi e Difetti • Obiettivi • Contesto START POINT • Mezzi e Risorse • Alleati • Ostacoli ROAD MAP • Verifica • Celebrazione • Nuova tappa FINISH LINE
  33. 33. 33 Evviva il Ciclo! Chiudo una porta, si apre un portone!
  34. 34. Che Confusione Intorno a Me, E’ quasi come dopo una Bomba! RI-COSTRUIRE 34
  35. 35. 35 CME è nata con lo Scopo di Aiutare Mau e Teo a Sviluppare la propria AutoEfficacia Subito dopo si è rivolta al Mondo Per stimolare, favorire, aiutare la FormAzione di Leader Positivi/e
  36. 36. 36 Per Concludere
  37. 37. Per Approfondire Tom Peters – Leadership –Sperling e Kupfer Sebastiano Zanolli – Aveva ragione Popper: … - Franco Angeli Sebastiano Zanolli – La grande differenza – Franco Angeli Charlene Li – Open leadership – Etas Arrivederci da Maurizio Cavazzoni mau.cavazzoni@gmail.com Su Facebook come Maurizio Coachmau Cavazzoni Pagina “Sport, Web e Business Coaching” Pagina “CoachMauExperience”
  38. 38. Elementi di Comunicazione 1 • Orientamento all’Elettore (lettore, ascoltatore) 2 • Mettersi in Ascolto 3 • Favorire la Conoscenza attraverso le Domande
  39. 39. 39 Comunicazione Emissione – Canale – Ricezione La Relazione e l’Ascolto Come “favorire” l’ascolto? Le domande, il silenzio, la sollecitazione ad esprimersi, richiedere, testimoniare interesse, tener conto. Chi ascoltare? Dove ascoltare? Quanto ascoltare? Ascolto ed osservazione sono la stessa cosa?
  40. 40. 40 Comunicazione •Come COMUNICANO le Organizzazioni? •Come COMUNICANO le Persone? •Come Fare SQUADRA? •Il tema dei COMPORTAMENTI? •Il tema delle AZIONI RISOLUTIVE? •Il tema della VISIONE?
  41. 41. 41 Esercizi LE 3/5 PAROLE CHIAVE con cui TU IDENTIFICHI LA COMUNICAZIONE A B C D E

×