Il ponte sullo stretto 11 06-2009

1,444 views

Published on

Published in: Education
  • Be the first to comment

Il ponte sullo stretto 11 06-2009

  1. 1. agenzia di stampa Dire - dir. Giuseppe Pace [ Anno XVI - SPED. IN ABB. POST. 50% - AUTOR. DEL TRIB. DI ROMA N.341/88 del 8/6/1988 – supplemento al numero 158 del 11 giugno 2009 di DiRE (documentazioni informazioni resoconti) agenzia quotidiana di informazione parlamentare e legislativa. Il Ponte sullo Stretto A Messina, la Sicilia unita al ‘continente’: un’opera, considerata prioritaria dal governo, che si avvia a vedere la luce Sommario - ‘U Strittu, porta tra Nord e Sud - Non solo trasporti, ma anche cultura - Lo Stretto, scrigno di biodiversità - Un progetto che guarda all’ambiente - Le reti transeuropee TEN-T, per unire l’Ue - Una scommessa italiana per il Mediterraneo - Da Brooklyn a Millau, il club dei ponti giganti si etto Nell o Str che a a an pens si potrà e com energia urre ttando à ne lla prod sfru ntrer delle a nti E pulit se corre ifica ù te n class pere pi le in o ti e an re- sion , te, fo im pres scinanti oi l Pon li abita- affa ip osti Sott i coral rose i prim ste d da nume da dr itto a tate e attirate te i n spec n ambie co u ric te ilmen incredib
  2. 2. Testi di ROBERTO ANTONINI E VALERIA ALOISIO Agenzia DIRE (Documentazioni Informazioni Resoconti) Autorizzazione del Tribunale di Roma n.341/88 dell’8/6/1988 La testata beneficia delle provvidenze di cui alla legge n. 250/90. DIRE – agenzia di stampa quotidiana www.dire.it – dire@dire.it (ambiente@dire.it) Direttore: GIUSEPPE PACE Vicedirettore: NICOLA PERRONE Proprietario: COM.E Comunicazione & Editoria srl – COM'È SRL Sede legale Roma Viale Somalia 18 - 00199 Roma Editore: DIRE società cooperativa Sede legale Roma Via Giuseppe Marchi, 4 – 00161 Roma Tel. 06.45499500 – Fax 06.45499509 Redazione Roma: Via Giuseppe Marchi, 4 – 00161 Roma Tel. 06.45499500 – Fax 06.45499509 Redazione di Bologna: Via Castellata 8/2 – 40124 Bologna Tel. 051/268706 – Fax 051/268712 Tipolitografia Artigiana Colitti Armando s.n.c. Via Giuseppe Libetta 15/a - 00154 Roma Finito di stampare nel mese di giugno 2009
  3. 3. Il Ponte sullo Stretto, opera storica “ “ simbolo del lavoro e dell’ingegno “Arco non è altro che una fortezza causata da due debolezze, imperò che l'arco negli edifizi è com- posto di due parti di circulo, i quali quarti circuli, ciascuno debolissimo per sé, desidera cadere, e op- ponendosi alla ruina l'uno dell'altro, le due debolezze si convertano in unica fortezza”. (Leonardo da Vinci, da “Frammenti sull'architettura, in Scritti rinascimentali di architettura”) l Ponte sullo Stretto di per lo sviluppo del Paese. A chi un'opera così importante, tutta Messina per il governo è contesta che sarebbe stato me- con il lavoro italiano". Nell'inte- “I un'opera prioritaria. Sin dall'insediamento al Ministero glio realizzare prima le opere stradali, ferroviarie e quant'altro resse della Sicilia, dell'Italia e "se permettete, anche nel nostro in- delle Infrastrutture e dei Tra- necessarie alla Sicilia e alla Ca- teresse personale, perchè ci do- sporti, si è operato per rimettere labria, rispondiamo che la realiz- vrà essere qualcosa di concreto in moto la macchina della rea- zazione del Ponte obbligherà a con cui potremo pretendere di lizzazione del manufatto stop- realizzare quelle infrastrutture; passare alla storia". pata dal precedente governo. pensare infatti al Ponte fine a se Ho, quindi, inviato al presidente stesso sarebbe un gravissimo er- SILVIO BERLUSCONI, della società Stretto di Messina, rore, nel quale il governo non in- presidente del Consiglio Pietro Ciucci, una lettera per in- tende cadere. Mentre si fa il vitarlo a porre in essere ogni ini- Ponte si possono e si debbono l ponte sullo Stretto di Mes- ziativa utile finalizzata alla rea- realizzare tutte le altre opere. sina consentirà di rispar- lizzazione dell'opera. I primi risul- tati sono concreti, l'Eurolink (l'as- Questa è la filosofia che guida la nostra azione politica e ad es- “I miare enormemente sia tempo che emissioni, contri- sociazione di imprese che si è sa intendiamo restare fedeli. I buendo peraltro a migliorare aggiudicata l'appalto dell'ope- tecnici mi dicono che sarebbe sensibilmente la qualità dell'aria ra attraverso le procedure della possibile partire con la realizza- nella zona. legge Obiettivo) e la Stretto di zione del ponte sullo Stretto di Il Ponte sullo Stretto, per usare Messina hanno siglato un ac- Messina nel 2010 per vederlo l'esempio più simbolico, consen- cordo che pone fine ai conten- realizzato nel 2016, su questo tirà di risparmiare enormemente ziosi insorti dopo il blocco del- stiamo lavorando. D'altra parte, sia tempo che emissioni, contri- l'opera. Il Cipe ha approvato Quest'opera è una priorità. Ab- buendo peraltro a migliorare uno stanziamento di 1,3 miliardi biamo riavviato il progetto per- sensibilmente la qualità dell'aria di euro che garantiscono le ri- chè come tutti sanno era stato nella zona che vede, specie nei sorse pubbliche necessarie alla accantonato durante il Gover- periodi più affollati, lunghissime redazione del progetto esecuti- no Prodi. Registriamo molto po- file di auto e mezzi pesanti che vo e all'avvio dei lavori. Abbia- sitivamente la concreta azione per ore fanno la fila a Messina e mo superato così vari ostacoli portata avanti dalla Stretto di a Villa S. Giovanni". cercando anche di accelerare Messina dopo l'invito rivolto il 22 i tempi per recuperare, per maggio scorso teso a riprendere STEFANIA PRESTIGIACOMO, quanto possibile, i ritardi dovuti tutte le attività per la realizzazio- ministro dell'Ambiente alla decisione del precedente ne del collegamento stabile tra e della tutela del mare esecutivo. la Sicilia e la Calabria". Il Ponte è un'opera di impor- iamo favorevoli al ponte tanza strategica per il Sud e per ALTERO MATTEOLI, perchè siamo federalisti l'intero Paese. Darà lavoro, nel- l'arco di sei anni necessari per i ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture "S e se la classe dirigente del Sud decide per il via libera al lavori di costruzione, a circa ponte, anche per noi va bene". 40.000 operatori (indotto com- l cantiere per l'avvio dei la- preso) rivitalizzando l'economia vori per il ponte sullo Stretto ROBERTO CASTELLI, "I 3 dei territori interessati, e rappre- riaprirà presto. Vogliamo sottosegretario al ministero dei Dire Dossier senta, in prospettiva, un volano avere l'orgoglio di realizzare Trasporti e delle Infrastrutture Il ponte sullo stretto di Messina
  4. 4. Il ponte sullo stretto di Messina ‘U Strittu’, tra Scilla e Cariddi l’incontro “ “ tra Mediterraneo ed Europa Strittu” è il luogo d'in- ria dell'occidente “avanzato e moderno” (come dice Franco labrese-siciliano e contiguo al- la striscia di mare che separa le “U contro di tante terre. Quella cul- turale, quel- la geografica e quella am- bientale. L'area dello Stretto di Messina conserva un fascino Cassano) aveva contribuito a ridurre il contesto dello Stretto a sfondo di uno scenario che at- tribuiva rilievo sempre maggio- re a elementi ad esso lontani, ma che dovevano garantirne “l'accesso alla modernizzazio- due regioni: una sorta di trape- zio irregolare di circa 200 chilo- metri quadrati, con l'accesso settentrionale tirrenico tenden- te a nord-est, che si allarga a Mezzogiorno nel bacino princi- pale verso lo Jonio, dopo aver antico, sospeso tra mitologia, ne”: il Ponte, ma anche i poli in- disegnato curve analoghe, storia e tradizione. Qui si incon- dustriali e le grandi attrezzature quasi identiche sulle due spon- trano il mar Ionio e il mar Tirre- di servizio e di armatura del ter- de. Esso è denominato “stret- no, il passato e il presente, l'uo- ritorio. L'area dello Stretto di to” dalla ridotta striscia di mare mo e il mare. Un paradiso per i Messina è paradigma del Me- (solo 2.900 metri) che unisce naturalisti e gli studiosi che in diterraneo. La varietà e la ric- Punta Pezzo in Calabria a Ca- queste acque dominate dalle chezza dei microclimi, dei siste- po Peloro in Sicilia, laddove al- correnti possono scoprire un mi ambientali e dei mondi vita- l'estremo meridionale tra Capo ecosistema unico in tutto il Me- li che lì vivono (dall'Aspromon- d'Alì in Sicilia e Capo d'Armi in diterraneo. Lo Stretto, luogo te ai Peloritani e ai Nebrodi, Calabria corrono circa 20 chi- certamente 'cospicuo' per le dalle Eolie ai sistemi di vulcani lometri di mare. Lo Stretto ed il sue caratteristiche ecomorfo- alla Laguna di Capo Peloro fi- suo territorio -un ambiente dai logiche e paesaggistiche, ave- no ai piedi dell'Etna) si intrec- valori paesaggistici e culturali va storicamente assunto ruolo ciano in modo interdipenden- assai elevati, tali da costituire di ambito geografico e socio- te con la vita delle comunità, una delle più grandi “opere politico decisivo per le relazioni che da millenni abitano questi d'arte naturali del Mediterra- tra Europa e Mediterraneo. Do- spazi, e con la loro capacità di neo”- si sono sempre caratte- po la Seconda guerra mondia- costruire modelli di rappresen- rizzati per le relazioni intense e le, la reinterpretazione del Mez- tazione, poetiche, segni. Essa è continue tra le due sponde, in- zogiorno di Italia quale perife- rappresentata dal territorio ca- trecciate alle profonde intera- 4 Dire Dossier
  5. 5. zioni tra le dimensioni ecologi- na- è il racconto di Pieroni- il Messina rappresenta a sua vol- ca, morfologica e sociale del paesaggio emergente, i fon- ta un altro particolare sistema contesto, che, per la sua posi- dali marini, la popolazione fau- aereo: una sorta di “collo di zione geografica, ha storica- nistica e l'ecosistema nel suo bottiglia” in cui tutti gli uccelli mente costituito una delle complesso ne fanno un luogo migratori si concentrano per “porte” d'Europa sul Mediterra- unico nel Mediterraneo. Le raggiungere la Penisola e con- neo. La formazione originaria particolarità morfologiche tipi- tinuare il lungo volo verso nord. dello Stretto di Messina può far- che ed esclusive di questi fon- Sono più di venti le specie di si risalire al periodo in cui, oltre dali - ad esempio - favorisco- grandi uccelli che utilizzano due milioni di anni fa, si registrò no lo sviluppo e la riproduzione questa via migratoria: tra que- il distacco della Sicilia dalla pe- di alcuni organismi, o di alcune sti figurano gli uccelli veleggia- nisola Italiana, con l'emergere loro caratteristiche bio-morfo- tori (grandi rapaci e cicogne) del rilievo calabro. Proprio tale logiche, che risultano del tutto che sfruttano le correnti ascen- evento eccezionale, “il distac- assenti in altre aree del Medi- sionali che permettono loro il co di due terre e l'incontro di terraneo. Uno dei principali fat- volo, non potendo altrimenti due mari”, è forse il attraversare lunghi motivo principale del- tratti di mare. Il più le forti peculiarità am- noto e comune è il bientali e paesaggisti- “Un’area ricca di storia, Falco Pecchiaiolo, che e culturali che hanno dato vita, nel tempo, a miti e leg- gende. Scilla, “che in- goiava acqua e na- vi”, rappresenta le tur- bolenze del terminale basso tirrenico che [ natura, scambi e cultura, tra antiche leggende e promessedi futuro” [ che fra aprile e mag- gio attraversa lo Stret- to e di cui si contano tra 10.000 e 15.000 in- dividui, ma si possono osservare anche spe- cie piuttosto rare co- me Capovaccaio, “sbatte contro l'appendice del tori che ha contribuito alla Falco Pellegrino, Aquila Reale, distacco” (il promontorio scil- creazione ed allo sviluppo del Cicogna Bianca e Cicogna leo), mentre Cariddi, “che per particolare ecosistema dello Nera, per un numero totale di tre volte ingoia uomini e bar- Stretto è la presenza di forti cor- uccelli che può raggiungere i che e per tre volte li sputa fuo- renti che pervadono periodi- trentamila individui, gran parte ri”, sta ad indicare i periodici camente, con velocità e dire- dei quali specie protetta. Lo cambi di direzione delle cor- zioni diverse le acque. Questo Stretto di Messina è quindi uno renti dello Stretto che, con fre- sistema è conosciuto fin dal- dei punti più importanti a livello quenza media di sei ore, modi- l'antichità e su di esso è stata europeo per la migrazione dei ficano la prevalenza direziona- costruita notevole parte della rapaci”. Pieroni ricorda poi il fe- le. Un'altra possibile conferma mitologia e della cultura Medi- nomeno particolare della “fa- del “distacco” si trova nelle terranea” (…) “La presenza di ta Morgana”, fenomeno visivo analoghe formazioni geologi- queste correnti -montanti o per cui le rive appaiono solle- che e, soprattutto, nella quasi scendenti- è dovuta a diversi vate e le coste proiettano le lo- simmetria degli apparati paesi- fattori, tra cui la differenza di ro immagini verso il cielo. “Il stici dei versanti “Peloritano e temperatura tra le acque del paesaggio e l'ecosistema dello Aspromontano”. L'eccezionali- Mar Tirreno e quelle dello Jonio Stretto di Messina mostrano co- tà dell'ambiente dello Stretto è che nello Stretto si vengono a me natura e cultura possano peraltro testimoniata da nu- mescolare, la differenza di ba- trovare una relazione non op- merosi altri elementi della sua timetria tra i due fondali, il dif- positiva”. Dalle antiche leg- ecologia, descritti da molti stu- ferente grado di salinità dei gende, ai miti, alla letteratura e diosi, fra cui Osvaldo Pieroni, e due mari. Per merito di tale pe- alla poesia recenti questa area raccolti dall'associazione culiarità nelle acque dello ha assunto un significato che Horcynus Orca che da anni la- Stretto di Messina si è creato e permea la cultura e va ben ol- vora sul territorio e con la 'cul- continua a svilupparsi un am- tre le espressioni locali. Dello 5 tura dell'incontro'. “Gli aspetti biente marino unico e partico- Stretto offrono accurate de- Dire Dossier naturali dello Stretto di Messi- lare". Il cielo dello Stretto di scrizioni Aristotele, che le ac- Il ponte sullo stretto di Messina
  6. 6. Il ponte sullo stretto di Messina rappresentare la relazione tra ecosistema naturale, identità culturali e società nell'area del- lo Stretto. Questa zona è altresì nota perché ad un livello geo- logicamente più profondo si confrontano placca egea e placca adriatica, in zona di subduzione ed attività vulcani- ca. Reggio Calabria e Messina erano assai importanti per la Magna Grecia: legate ad Ate- ne, battevano moneta comu- ne e lottavano insieme contro le alleanze Locri-Siracusa. Nelle epoche successive la crescita dei traffici mercantili e marittimi consolidava il ruolo dell'ambito di via d'acqua, tra il Mare No- strum ed il Mare interno, ma anche di presidio politico-mili- tare, che troviamo nelle trac- ce dei papiri Romani, nelle ve- stigia sveve ed angioine, nelle carte napoleoniche e quindi borboniche, nei primi atti par- lamentari dell'Italia Unita, e più di recente, anche nei docu- menti Nato. Lo Stretto di Messi- compagna con considerazioni essa, e soprattutto nei luoghi na (localmente detto u Strittu - scientifiche e filosofiche, Virgilio che ne rappresentano la 'base lo Stretto) chiamato nell'anti- (si veda il II Canto dell'Eneide), biologica', convivono elemen- chità Stretto di Scilla e Cariddi, Omero, Lucrezio, Ovidio, Sallu- ti contraddittori ed aporie, che Stretto di Scilla e Fretum Sicu- stio e Seneca. Dante utilizza la vanno riflessivamente recupe- lum, in epoca tardo-medieva- metafora di Cariddi nel canto rati e costituiscono un valore. le e moderna Faro di Messina, VII dell'Inferno. Galileo Galilei Lo iato tra la Sicilia e la Cala- è un braccio di mare che col- dedica a Scilla e Cariddi bria continentale, a sua volta, lega il Mar Ionio con il Mar Tir- un'ampia parte della 'giornata sembra costituire fattore di ten- reno e che, separando (sia pur quarta' - sugli effetti dell'acqua sione vitale non soltanto tra marginalmente) le due città di e dell'aria - del 'Dialogo sopra i mari diversi, ma tra culture e so- Messina e Reggio Calabria due massimi sistemi'. A quest'a- cietà mediterranee ed euro- con le rispettive aree urbane, rea è legata una memorialisti- pee: il tratto di mare e le cor- separa la Sicilia dalla Calabria, ca letteraria e scientifica euro- renti mantengono la distanza dunque dall'Italia peninsulare pea che annovera - tra gli altri ed è appunto questa distanza e dal continente. Lo Stretto di - i notissimi contributi di Goethe. lo spazio dell'incontro tra diffe- Messina, per gli aspetti morfo- In ogni caso si tratta di una cul- renze. Forse - com'è stato ricor- logici, può essere rappresenta- tura del rispetto della potenza dato - soltanto l'immagine del- to come un imbuto con la par- della natura e della coscienza la Creazione di Adamo, dipin- te meno ampia verso nord, in del limite, i cui richiami risultano ta da Michelangelo, in cui le corrispondenza della congiun- particolarmente urgenti nell'e- due dita dell'uomo e di Dio si gente ideale Capo Peloro (Si- poca attuale. Si tratta di una protendono l'un l'altra senza cilia) - Torre Cavallo (Calabria); 6 cultura della bellezza e della tuttavia toccarsi e tra le quali verso sud, invece, questo im- Dire Dossier ambivalenza. Certamente in passa la tensione vitale, può buto si apre gradualmente fi-
  7. 7. no al traverso di Capo dell'Armi deve oltrepassare l'Isola di punto di separazione tra due (Calabria). Il limite settentriona- Stromboli. Nella parte meridio- bacini (Ionio e Tirreno) contigui le è nettamente identificabile, nale (Mare Ionio), invece, il ma distinti fisiograficamente, mentre quello meridionale può pendio è molto ripido e a po- aventi acque con caratteristi- avere un significato geografi- chi chilometri dalla "sella" è che fisico-chimiche ed oscilla- co (ad esempio la carta nauti- possibile registrare la profondità torie diverse. Per tale ragione, ca n° 138 dell'Istituto Idrografi- di 500 metri tra le città di Messi- correnti stazionarie e di marea, co della Marina (I.I.M.) si ferma na e Reggio Calabria, oltre- anche in funzione della parti- poco prima di Punta Pellaro in passare ampiamente i 1.200 colare geomorfologia dell'inte- Calabria), o idrologico; que- metri poco più a Sud (Punta ra area, determinano l'insor- st'ultimo può essere considera- Pellaro), per raggiungere i 2.000 genza di peculiari fenomeni to la linea ideale che congiun- metri al centro della congiun- idrodinamici. Per rappresenta- ge Capo Taormina (Sicilia) con gente ideale Capo Taormina - re in modo molto semplice Capo d'Armi (Calabria). Come Capo d'Armi. La minore am- quanto avviene nello Stretto si area idrologica, anche il confi- piezza (3.150 metri nel punto pensi che quando il Mar Tirreno ne settentrionale è ben più più stretto) si riscontra lungo la presenta bassa marea al confi- ampio di quello geografico e congiungente Ganzirri-Punta ne settentrionale del canale, il comprende l'area del Mar Tir- Pezzo cui corrisponde a livello contiguo Mar Ionio si trova in reno compresa tra Capo Mi- del fondo una "sella" sottomari- fase di alta marea ed il contra- lazzo, l'arco delle Isole Eolie e na ove si riscontrano le minori rio avviene al successivo cam- le coste del Golfo di Gioia in profondità (80-120 metri). In bio di marea. Il dislivello che si Calabria. questo tratto i fondali marini viene a creare (fino a 27 cm) Per quanto si riferisce al pro- presentano un solco mediano determina che periodicamen- filo sottomarino dello Stretto, es- irregolare, con profondità mas- te le acque dell'uno e dell'altro so può essere paragonato ad sima di 115 metri, che divide bacino si riversino in quello con- un monte, il cui culmine è la una zona occidentale (in pros- tiguo. Più in particolare, in fase "sella" (lungo la congiungente simità di Ganzirri) caratterizza- di "corrente scendente" (Nord- Ganzirri-Punta Pezzo), i cui op- ta da profonde incisioni, da Sud) le acque tirreniche più posti versanti hanno pendenze quella orientale di Punta Pezzo, leggere (a minore densità) decisamente differenti. Nel più profonda e pianeggiante. I scorrono sulle ioniche più pe- Mar Tirreno, infatti, il fondo ma- primi studi di carattere scientifi- santi (a maggiore densità) fino rino degrada lentamente fino co sulle correnti dello Stretto di a che l'intera parte centrale a raggiungere i 1.000 metri nel- Messina si devono a Ribaud, vi- dello Stretto è riempita da que- l'area di Milazzo e, per trovare ce-Console francese a Messi- ste acque fluenti verso Sud. Al- la batimetrica dei 2.000 metri, si na, che nel 1825 pubblica un l'opposto, con il predominio compendio di quanto noto al- della "corrente montante" l'epoca su tale argomento. Le (Sud-Nord), acque ioniche più sue osservazioni hanno rappre- pesanti interesseranno il centro “Aristotele lo studia, sentato un punto fermo per del bacino affondando sulle quasi un secolo. Finalmente, a acque tirreniche più leggere Virgilio lo cita distanza di quasi cento anni che, in precedenza, occupa- nell’Eneide, Dante dalle osservazioni di Ribaud, il particolare regime delle cor- vano lo stretto per versarsi quin- di nel Tirreno una volta oltre- usa la metafora di renti dello Stretto fu studiato per passata la sella Ganzirri - Punta la prima volta con grande det- Pezzo dove si riscontra la mino- Cariddi nell’Inferno, taglio scientifico mediante la re profondità (80-120 metri) e la Galileo invece nel raccolta sistematica di dati mi- rati ad una conoscenza com- minore ampiezza (3.150 metri) dello stretto di Messina. La ‘Dialogo’ parlando pleta dei fenomeni, durante le "pendenza" che si viene così a campagne di studio della Na- creare fra le contigue superfici di acqua e di aria” ve Marsigli della Marina Milita- marine è in media di 1,7 cm 7 re, svolte durante gli anni 1922 per chilometro di distanza, con Dire Dossier e 1923. Lo Stretto di Messina è il un massimo in corrispondenza Il ponte sullo stretto di Messina
  8. 8. Il ponte sullo stretto di Messina ma sulla costa calabra, e l'altro a sud di Capo Peloro. Un grosso garofalo formato invece dalla corrente scendente si forma periodicamente davanti Punta S. Raineri, all'imboccatura del porto di Messina. Le correnti stazionarie a livello della sella sottomarina fluiscono verso sud dalla superficie a 30 metri ed in senso inverso da questa pro- fondità fino al fondo, con velo- cità che possono raggiungere, in particolari situazioni meteo- marine, anche i 50 cm/sec. La co-oscillazione delle masse d'acqua dello stretto con le maree dei mari adiacenti origi- na le correnti di marea che, con fase pressoché opposta e con uguale ampiezza, si som- mano a quelle stazionarie pri- ma descritte. Le velocità relati- ve raggiungono, lungo la sezio- della linea ideale di congiunzio- al cambio di marea), che si svi- ne corrispondente alla sella ne fra Ganzirri in Sicilia e Punta luppano quando, nel caso del- Ganzirri-Punta Pezzo, valori Pezzo in Calabria. L'incontro la montante, le acque più pe- massimi di oltre 200 cm/secon- delle due masse d'acqua (ioni- santi del Mar Ionio si precipita- do sia nel flusso verso nord (cor- ca e tirrenica) determina l'insor- no contro le più leggere acque rente montante), sia in quello genza di una serie di fenomeni tirreniche in fase di recessione o verso sud (corrente scenden- che sono ascrivibili all'instabilità quando, nel caso della scen- te), interessando all'incirca con dinamica che si viene a creare dente, le acque tirreniche sci- la stessa intensità la massa e che si disperde nelle ben note volano rapidamente su quelle d'acqua nella sua interezza. Se- spettacolari manifestazioni di ioniche più pesanti, già presen- condo le ultime pubblicazioni turbolenza; questi "disturbi" della ti nello Stretto. Queste onde di di Mosetti (1988 e 1995), la ve- corrente possono presentarsi discontinuità si sviluppano in locità di spostamento delle ac- con sviluppo in senso orizzonta- determinati punti (Ganzirri, Torre que, in particolari momenti e le (nel caso dei tagli e delle sca- Faro e Punta Pezzo) estenden- grazie alla coincidenza di nu- le di mare) oppure verticale (nel dosi nella parte centrale, a vol- merose componenti, può arri- caso di garofali, bastardi e te ampliandosi ed intensifican- vare fino ad un massimo di 20 macchie d'olio). dosi per l'azione dei forti venti km/h. Tali notevoli velocità e gli Queste ultime portano in su- che spingono un tipo d'acqua enormi volumi d'acqua in gio- perficie, tra le reti di pesca e su un altro. Per quanto concer- co (oltre 750.000 m3 al secondo anche a riva, creature inaspet- ne i fenomeni a sviluppo verti- per una corrente di 200 cm/se- tate, tipiche delle zone più pro- cale si tratta di veri e propri gor- condo), se rapportati ai mezzi fonde, dette specie batipelagi- ghi formati dall'incontro di cor- di navigazione dei tempi ome- ca, come l'ascia d'argento, pe- renti opposte e favoriti dall'irre- rici, indicano chiaramente per- sce che si raccoglie molto spes- golarità del fondo. I principali ché lo Stretto venisse conside- so di notte. Per il primo gruppo gorghi comunque si formano in rato abitato da mostri in grado si tratta di fenomeni che produ- punti specifici. Con corrente di ingoiare le imbarcazioni o 8 cono vere e proprie onde (simi- montante si tratta dei mitologi- farle naufragare nel volgere di li a quelle presenti negli estuari ci Scilla e Cariddi: il primo si for- poco tempo. Dire Dossier
  9. 9. Non solo trasporti: lo Stretto può “ “ produrre energia pulita dalle maree a consistente energia delle correnti dello rente di 3 m/secondo. I risulta- ti sperimentali indicano in cir- stanti la Levantine intermedia- te water (Liw) non raggiungo- L Stretto di Messina e l'enorme volume di acqua in transito, non potevano non desta- re interesse ai fini della produ- zione di energia elettrica puli- ta e a basso costo. Così a par- ca 22.000 kWh l'energia utile estraibile annualmente. In questo sito, considerata l'area interessata dalle correnti, l'e- nergia totale estraibile dallo Stretto di Messina sarebbe pa- ri a 538 GWh. no lo Stretto, infatti l'isoalina di 38,7 e sporadici valori di 38,8 indicano nella Liw il confine in- feriore delle acque che pos- sono rimontare dal Mar Ionio. È possibile affermare, inoltre, che dal Mar Tirreno proven- tire dal 1980 vennero compiu- gono esclusivamente acque te misure in loco ed elaborati superficiali. studi di fattibilità da parte di Ionio e Tirreno, acque diverse Secondo Defant (1940), so- strutture dell'Enel o ad essa s'incontrano lo metà dell'acqua ionica risa- collegate. Tale programma lita nello Stretto passerebbe venne però abbandonato In aree marine lontane dallo nel Mar Tirreno ove, in accor- dopo una valutazione del Stretto di Messina, il Mar Tirre- do ai dati di Vercelli e Picotti rapporto costi/benefici per la no è mediamente più freddo (1926), sarebbe condizionata posa in opera e per la gestio- e meno salato del Mare Ionio, nel suo movimento (orizzonta- ne di turbine ubicate sul fondo mentre, lungo tutta la costa si- le verso Niw e verticale verso il dello Stretto. A partire dalla ciliana compresa tra Capo fondo) sia dalla maggiore metà degli anni 80, la Ponte Taormina e Messina, i fenome- densità, rispetto a quella delle di Archimede S.p.A. inizia ad ni di upwelling, portando in su- acque tirreniche, sia dalle interessarsi del problema con perficie acque di profondità, stesse acque che da tale ba- un diverso approccio (posizio- determinano che le acque io- cino fluiscono a sud parallela- namento in superficie su strut- niche presenti negli strati su- mente alla costa calabrese; tura galleggiante ed asse ver- perficiali dello Stretto siano sia, infine, da un vortice stabi- ticale) e con la collaborazio- sensibilmente più fredde di le a rotazione ciclonica cen- ne di una ditta specializzata in quelle riscontrabili alla mede- trato a nord dell'ingresso set- propulsori per la navigazione sima quota in altre zone del tentrionale dello Stretto. Il ad asse verticale (Voith Mar Ionio. Per le acque di su- transito nello Stretto di Messi- GmbH). I primi esperimenti ini- perficie estive le temperature na delle diverse masse d'ac- ziano nel 1986, passano dal nello Stretto sono mediamen- qua, in funzione del regime di brevetto per la turbina idrauli- te più basse di 4 - 10 °C. Delle corrente, determina quindi ca ad asse verticale Kobold masse d'acqua del Mar Medi- l'incontro di acque tra di loro nel 1998, per giungere all'im- terraneo (superficiali, levanti- non immediatamente miscibi- pianto pilota Enermar posto in ne intermedie, profonde), e li. Poiché solo una parte delle attività nello Stretto nel marzo quindi del Mar Ionio e del Mar acque che si presentano sulla 2002 e collegato alla rete elet- Tirreno, soltanto quelle superfi- sella riesce a passare nel ba- trica nazionale nel mese di ciali e levantine intermedie cino contiguo e di queste una marzo 2006.La piattaforma, sembrano entrare in gioco parte cospicua, perdendo ve- ancorata 150 metri al largo di nello Stretto di Messina, come locità, staziona ai confini dello Ganzirri (Sicilia), ha un diame- confermato dalle misure di sa- Stretto per ritornarvi nuova- tro di 10 metri, è dotata di eli- linità nell'arco di 24 ore effet- mente con il successivo flusso, ca a tre lame alta 5 metri ed è tuate davanti a Ganzirri. Dal- è possibile riscontrare con fre- 9 in grado di erogare 100 kW l'esame di questi dati si può quenza corpi d'acqua che, Dire Dossier con una velocità della cor- osservare che acque sotto- cambiando bacino, vanno Il ponte sullo stretto di Messina
  10. 10. Il ponte sullo stretto di Messina ad occupare quote diverse Foll, e Anton Dohrn, che in da quelle originarie in funzione quegli anni fondò la Stazione di un nuovo equilibrio dinami- zoologica di Napoli, ancora co negli strati d'acqua del ba- oggi prestigioso centro di ri- cino ricevente. Questo conti- cerca di livello internazionale, nuo spostamento e lento me- a lui intitolato in anni recenti. scolamento di acque è un fat- Le specie di invertebrati ben- tore ulteriore di vivificazione tonici sono quelle che desta- dell'area dello Stretto di Messi- no maggiore interesse. Il fon- na. Infatti, i sali di azoto e fo- dale è arricchito da una gran- sforo trasportati negli strati su- de varietà di forme e colori perficiali dalle acque profon- dovute all'abbondanza di ce- de ioniche non riescono ad lenterati (attinie, madrepore e Lo Stretto di Messina, ‘u Strittu’, nel- essere utilizzati immediata- coralli). Un chiaro esempio so- l'antichità era lo Stretto di Scilla e mente dal fitoplancton nelle no le "foreste" di gorgonie gial- Cariddi, Stretto di Scilla e Fretum zone di grande turbolenza, le e rosse (Paramuricea clava- Siculum, in epoca tardo-medievale e moderna Faro di Messina mentre ciò può avvenire ai ta) dei fondali di Scilla. Que- margini dello stretto, ove la ste, aderendo al substrato, velocità della corrente si ridu- creano un vero e proprio bo- ce notevolmente. Il modello sco, ambiente ideale ad ospi- semplificato risultante può es- tare numerose altre specie sere così riassunto: arricchi- bentoniche. Le condizioni mento nell'area della "sella"; idrologiche dello Stretto di massimo di clorofilla e produ- Messina sono straordinarie, e zione di sostanza organica del tutto peculiari e speciali qualche chilometro a sud sono i popolamenti che esso (Punta Pellaro), degradazione ospita. Infatti, l'intenso idrodi- e mineralizzazione della so- namismo e le caratteristiche stanza organica (prima pro- chimiche delle acque dello dotta a nord) nella parte più Stretto sono in grado di condi- meridionale dello Stretto (Ca- zionare gli organismi che in es- po dell'Armi). so vivono e, anzi, riescono ad Una turbina idraulica ad asse verti- influenzare l'intero assetto bio- cale Kobold per la produzione di energia elettrica sfruttando le po- logico dell'ambiente determi- tenti correnti dello Stretto. L’energia Biodiversità, il patrimonio nando uno straordinario eco- totale estraibile potrebbe essere dello stretto sistema, unico nel Mar Medi- pari a 538 GWh nell’intera area terraneo per biocenosi ed ab- Dal punto di vista faunistico lo bondanza di specie; lo Stretto Stretto di Messina è conside- di Messina, quindi, costituisce rato da sempre il paradiso de- un fondamentale serbatoio di gli zoologi, per l'enorme biodi- biodiversità. Le intense ed al- versità che lo caratterizza. terne correnti, la bassa tem- Krohn, per primo, definì lo peratura e l'abbondanza di Stretto di Messina come il sali di azoto e fosforo traspor- Paradiso degli zoologi. Per ri- tati in superficie dalle acque cordare i più importanti tra profonde determinano la dis- questi studiosi, furono presenti ponibilità di una grande quan- a Messina per svolgere ricer- tità di sostanza organica utiliz- che di zoologia, anatomia ed zata sia dagli organismi pela- embriologia il già ricordato gici sia, soprattutto, dai popo- "Foresta" di gorgonie gialle e rosse. 10 Octocoralli coloniali, si sviluppano Krohn, Ruppel, Muller, Claus, lamenti bentonici costieri. Tut- radialmente intorno ad un asse cor- Kolliker, Gegenbaur, Kefer- to ciò, insieme ai fenomeni as- Dire Dossier neo privo di scleriti e con corteccia stein, Metschnikoff, Hertwig, sociati, determina un vero e dell'asse divisa in comparti
  11. 11. proprio riarrangiamento eco- un Mollusco cipreide (Pedicu- economico ed ambientale, logico che nelle specie a pre- laria sicula), riscontrabile a li- sono i grandi pelagici, cioè valente distribuzione occiden- vello della sella fra 80 e 110 tonno (Thunnus thynnus), ala- tale tende a simulare una metri, ove sono presenti nu- lunga (Thunnus alalunga), pa- condizione di tipo "atlantico". merose altre specie fra cui l'o- lamita (Sarda sarda), aguglia Infatti, numerose specie pret- fiura Ophiactis balli ed i cro- imperiale (Tetrapturus belone) tamente atlantiche, come ad stacei Parthenope expansa e ed il pescespada (Xiphias gla- esempio le laminarie (grandi Portunus pelagicus. Da segna- dius). Le caratteristiche idrodi- alghe brune), pur se presenti lare ancora il dente di cane namiche e la "ricchezza" dello in qualche altra zona del Mar gigante (Pachylasma gigan- Stretto determinano il transito Mediterraneo solo nello Stret- teum). Grande importanza in acque superficiali di questi to di Messina riescono a for- biologica ed ecologica è an- pesci che possono essere cat- mare comunità ben struttura- che da ascrivere alle già cita- turati con le particolari barche te formando delle vere fore- te Laminariales dello Stretto chiamate feluche o passerel- ste sottomarine a riprova delle (Sacchoryza polyschides e La- le, attive solo in questa parte ottimali condizioni ambientali. minaria ochroleuca). Infine, del Mar Mediterraneo. Inoltre, E' importante segnalare a sembra doveroso evidenziare solo nello Stretto, pur se con questo proposito che sia le la- sia la presenza di Albunea ca- attrezzi diversi, è possibile cat- minarie di bassa profondità rabus e di cospicui insedia- turare il tonno in tutto l'arco (Sacchoryza polyschides), sia i menti di Pinna nobilis sia, per dell'anno e di tutte le classi popolamenti profondi a Lami- quanto si riferisce invece ai d'età (dalle forme giovanili naria ochroleuca, e le comu- popolamenti vegetali, la pre- agli organismi adulti) perché nità vegetali associate, sono senza di Rodoficee calcaree sarebbe presente una popo- strettamente dipendenti dalle e di vaste praterie di Posido- lazione stanziale che periodi- caratteristiche fisiche e biolo- nia oceanica, ampiamente camente si muove tra i due giche del substrato. Come è distribuite per areale e per mari limitrofi: il Tirreno e lo Io- noto, infatti, per completare il profondità. Degna di nota, nio. Da considerare ancora loro ciclo vitale, questi organi- sempre per gli organismi ve- che lo Stretto di Messina è un smi richiedono un substrato so- getali, è anche la presenza di punto di passaggio obbligato lido già colonizzato da rodofi- Phyllariopsis brevipes, Phylla- per le migrazioni dei cetacei, cee calcaree, in assenza del- riopsis purpurascens, Desma- probabilmente il più impor- le quali l'insediamento non restia dresnayi, Desmarestia li- tante nel Mar Mediterraneo in può avere luogo. Lo Stretto di gulata, Cryptopleura ramosa, termini di diversità di specie. Messina, confine fra i due ba- specie che sono da ritenersi di Degni di segnalazione, oltre a cini occidentale ed orientale estrema importanza perché tutte le specie di delfini pre- del Mar Mediterraneo, è un presenti solo in quest'area o in senti in Mediterraneo, sono le punto importante di osserva- poche altre aree molto ristret- balenottere e particolarmen- zione dei flussi migratori delle te del Mar Mediterraneo. Le te i capodogli che attraversa- specie che si trovano nei due specie ittiche sono ben rap- no lo Stretto per andare nel- bacini. In quest'area perven- presentate da cernie, saraghi, l'area delle Isole Eolie proba- gono o transitano comunità dentici, castagnole, ricciole bilmente a fini riproduttivi. Infi- planctoniche, anche di lonta- ed in periodo invernale dagli ne, è da evidenziare la pre- na origine sia orientale sia at- splendidi Zeus faber conosciu- senza di alcuni importanti se- lantica. Fra le specie bentoni- ti anche come pesce San Pie- lacei che migrano attraverso che, di particolare rilevanza è tro. Indubbiamente lo Stretto lo Stretto di Messina, quali Car- la presenza di Pilumnus iner- di Messina, trovandosi lungo charodon carcharias (squalo mis, in precedenza considera- una delle principali direttrici bianco) ed Hexanchus gri- to esclusivamente atlantico, migratorie del Mar Mediterra- seus, conosciuto come squalo che rappresenta una delle neo, è un punto fondamenta- capopiatto. Altra peculiarità specie più rilevanti nell'asso- le di transito per la migrazione dello Stretto di Messina è la ciazione a Errina aspera (idro- di numerose specie. Certa- presenza di una varia e nu- 11 zoo), noto endemismo dello mente le più conosciute e rile- merosa fauna abissale che, Dire Dossier Stretto di Messina, su cui vive vanti, da un punto di vista trasportata in superficie dalla Il ponte sullo stretto di Messina
  12. 12. Il ponte sullo stretto di Messina corrente proveniente da Sud to di Messina spa, con capita- pregilo vince la gara e si ag- (corrente montante), può es- li dell'Iri (53%), delle Regioni Si- giudica l'appalto. I lavori sa- sere facilmente catturata an- cilia (12,25%) e Calabria rebbero dovuti partire nel cora in condizioni vitali nei (12,25%), delle Fs (12,25%), del- 2007. punti di maggiore turbolenza l'Anas (7,7%). Nel frattempo però l'Italia (vortici o scale di marea), o Tra le prime novità di que- cambia maggioranza e il nuo- trovata spiaggiata lungo la ri- sto passaggio cronologico-so- vo governo guidato da Ro- va in particolari condizioni cietario, la sostituzione del mano Prodi toglie il ponte sul- meteo-marine. Esempi classici 'vecchio' progetto sponsoriz- lo Stretto dall'elenco delle in tal senso sono: Chauliodus zato in particolare dall'Eni (e priorità: i 50 milioni di euro già sloani (pesce vipera), Argyro- costato 80 miliardi di lire), ba- disponibili per il ponte vengo- pelecus hemigymnus (pesce sato su tre tunnel sottomarini, no dirottati alla realizzazione accetta o ascia d'argento) e sul modello di quelli che poi di altre opere pubbliche viarie Myctophum punctatum (pe- sarebbero stati realizzati sotto in Sicilia e Calabria. La Came- sce diavolo). La gran parte di la Manica, tra Francia e Gran ra approva una mozione che questi pesci dall'aspetto mo- Bretagna. Per avere il vero impegna l'Italia a non realiz- struoso, in maggioranza dota- orientamento definitivo, oc- zare il ponte sullo Stretto di ta di particolari organi lumino- correrà però aspettare qual- Messina. E subito dopo, siamo si chiamati fotofori, è facil- che anno (fino a dieci anni fa, alla storia più recente, la com- mente reperibile nello Stretto. infatti, ancora erano pratica- missione Bilancio del Senato La loro abbondante presenza, mente in campo entrambe le approva un emendamento segnalata in ambito scientifi- soluzioni), ma l'impressione è che stabilisce la messa in liqui- co dall'ittiologo messinese che la nuova Spa possa impri- dazione della società Stretto Anastasio Cocco, richiamò a mere una svolta all'infrastrut- di Messina (entro il 31 marzo Messina tra la seconda metà tura dei record. del 2008) e l'abrogazione del- del XIX secolo e l'inizio del XX Nel 1982, infatti, l'allora mi- la legge istitutiva. secolo scienziati provenienti nistro per gli interventi straor- da tutta Europa che poteva- dinari del Mezzogiorno, Clau- no trovare, in modo relativa- dio Signorile, annunciò che i XVI Legislatura, arriva la svolta mente semplice, il materiale lavori per un collegamento operativa più vario ed abbondante per i sospeso sarebbero iniziati en- loro studi. tro breve tempo. Due anni do- Il Ponte sullo Stretto di Messina si po, anzi, si indica anche la da- appresta a diventare realtà. ta precisa: il ponte sarà pronto Per i lavori vengono stanziati 1,3 Unire le due coste, un deside- nel 1994. Nei fatti, però, nel miliardi di euro sui 6,1 del costo rio da 40 anni 1992 non c'è ancora nessun complessivo dell'opera. Il via li- cantiere, ma solo un progetto bera all'impegno delle risorse è La prima ipotesi di un ponte di massima, che resterà bloc- arrivato dal Cipe, il Comitato in- sullo Stretto di Messina si fa cato per altri dieci anni. Arriva terministeriale per la program- strada negli anni Sessanta. Bi- poi una prima, epocale, spin- mazione economica. Nel mon- sogna però attendere il 17 di- ta. Siamo arrivati al 2002, l'al- do imprenditoriale, però, il cembre 1971 perchè, ufficial- lora premier Silvio Berlusconi commento è unanime: pochi mente, il parlamento approvi decide di rilanciare l'opera. La soldi veri, ancora una volta il la legge 1158 finalizzata "alla Stretto di Messina riprende in Ponte viene accantonato. E in- realizzazione di un collega- mano il progetto di dieci anni vece non è così. Le risorse per ri- mento stabile viario e ferrovia- prima, lo aggiorna e l'anno avviare l'attività di progettazio- rio fra la Sicilia e il Continen- dopo lo ripresenta modificato ne e iniziare l'opera, pari a 1,3 te", che affida all'Iri il compito corredato da uno studio sul- miliardi, sono state trovate. Il pri- di guidare un gruppo di im- l'impatto ambientale. Il 24 mo cantiere dovrebbe aprirsi a prese statali: Fs, Anas, Regioni aprile del 2003 il Governo vara metà 2010 con l'obiettivo di Sicilia e Calabria. Sono poi tra- il decreto per la realizzazione rendere percorribile il Ponte al 12 scorsi altri 10 anni prima che del Ponte sullo Stretto e nella traffico nel 2016. La Società Dire Dossier un'altra legge istituisse la Stret- primavera dell'anno dopo Im- Stretto di Messina che ha il
  13. 13. compito di coordinare i lavori si pronta a partire giacchè ha è rimessa in moto da poco, do- provveduto a riavviare tutte le po lo stop dato dal governo attività necessarie per la realiz- “Tutto è a posto, non ci resta che Prodi. «A fine maggio scorso il zazione dell'opera: ovvero l'ag- ministro Matteoli ci ha inviato giornamento della convenzio- una lettera nella quale ci dice- ne con il ministero delle Infra- superaregli ultimi va di ripartire - spiegava alla strutture, del relativo piano fi- stampa nei giorni del riavvio di nanziario e dei corrispettivi con- scogli burocratici e poi si può partire: tutta l'operazione il presidente trattuali. Restano infatti validi i dell’Anas, Pietro Ciucci- ora ci contratti firmati nei primi mesi stiamo occupando degli ag- del 2006 con Impregilo quando dopo 40 anni di giornamenti dei contratti». Il sembrava che si dovesse aprire che non vuol dire un aumento il primo cantiere. Poi però Prodi sogno, con la nuo- va legislatura arriva del costo dell'opera. Ciucci, decise di bloccare tutto arri- sempre in quell'occasione, sot- vando anche a ridimensionare tolineava: “La stima dell'onere la Società Stretto di Messina la svolta operativa” finanziario per il Ponte, pari a 6 con un taglio netto dell'organi- miliardi, era prudenziale, cioè co, sceso da circa cento unità prevedeva un ampio margi- a una trentina. Ciucci è ottimi- contro di noi si sono risolti a no- ne”. Questo margine per effet- sta circa la possibilità di coin- stro vantaggio. Certo continue- to della crisi economica si è ri- volgere i capitali privati. Spie- remo a confrontarci con gli dotto ma la cifra resta confer- gava ai cronisti: «Il Ponte rimet- ambientalisti, dimostrando che mata. Prima di aprire i cantieri terebbe in moto l'economia. Le è nostra intenzione avere il la Società Stretto di Messina do- infrastrutture sono uno strumen- massimo rispetto per l'ambien- vrà fare il giro di banche e in- to importante per uscire dalla te”. Nell'archivio della Società vestitori istituzionali per convin- crisi. Investendo si sostiene la Stretto di Messina ci sono tutti cerli che il Ponte è un buon af- domanda e l'occupazione e si gli studi richiesti sugli sposta- fare, che la redditività è assicu- realizzano opere importanti per menti migratori degli uccelli e rata; insomma, che anche in la competitività». E i veti degli anche dei cetacei chiamati in tempi di crisi profonda vale la ambientalisti, che in passato so- causa dagli ambientalisti con- pena di sborsare quei 5 miliardi no stati una delle cause dell'ar- tro il progetto del Ponte. Ciucci che mancano all'appello. Ma chiviazione del progetto? Il pre- è ottimista: «Tutto è a posto, Ciucci è ottimista: i capitali pri- sidente dell'Anas sostiene da non ci resta che superare gli ul- vati ci saranno. La Società Stret- tempo che non rappresentano timi scogli burocratici e poi si to di Messina dice di essere più un ostacolo: “Finora i ricorsi può partire». 13 Dire Dossier Il ponte sullo stretto di Messina
  14. 14. Il ponte sullo stretto di Messina Il progetto, chi lo realizza e come: “ “ piccola guida alla nascita del Ponte partire dal maggio sinergie nella realizzazione Project management consul- del 2008 è stata for- dell'opera e nell'ottica di uno tant, il Monitore ambientale e A malmente riavviata l'attività della Società Stretto di Messina (concessionaria per la progettazione, realizzazione e gestione del Ponte sullo Stretto di Messina), bloccata sviluppo coordinato delle in- frastrutture portanti del Mez- zogiorno. Tali sinergie hanno un immediato riscontro nel- l'ambito del piano di rilancio infrastrutturale dell'area com- prendente la piena attuazio- il Broker assicurativo. La società è in particolare impegnata nel risolvere le pro- blematiche dovute alla lunga fase di stallo del progetto e al- la conseguente predisposizio- ne di un nuovo programma di nel corso della precedente le- ne del Corridoio Berlino-Paler- esecuzione per le attività oc- gislatura. Il 22 maggio 2008 il mo. L'Anas è infatti impegna- correnti al riavvio del progetto. ministro delle Infrastrutture e ta in opere propedeutiche e Al riguardo, il 17 aprile 2009 dei Trasporti, Altero Matteoli, funzionali alla realizzazione del è stato firmato l'accordo tra la ha infatti invitato la Società a Corridoio 1, del quale il Ponte società e il Contraente gene- porre in essere, nei tempi più sullo Stretto è parte fonda- rale Eurolink (la società di pro- brevi, tutte le condizioni per la mentale assieme all'accelera- getto costituita dall'Ati guidata ripresa delle attività inerenti al- zione dei lavori sulla Salerno- da Impregilo) finalizzato al riav- la costruzione del Ponte sullo Reggio Calabria, oltre alle fa- vio delle attività per la costru- Stretto di Messina, ribadendo si di realizzazione di tratti della zione del ponte sullo Stretto di contestualmente l'impegno in ss106 Jonica e dei principali Messina. Una volta completa- favore della realizzazione del- assi viari siciliani. te le dovute verifiche da parte l'opera da parte del governo. del ministero delle Infrastruttu- re, il Contraente generale po- Riavvio delle attività operati- trà riavviare le attività per la Aspetti societari ve e tempistica progettazione definitiva. A partire dal 1^ ottobre 2007 Bisogna premette che il Cipe, l'Anas è azionista di maggio- nella seduta del 30 settembre I soggetti scelti con gare inter- ranza della Società Stretto di 2008, ha riconfermato la pub- nazionali per realizzare l'opera Messina, concessionaria per la blica utilità del Ponte sullo progettazione, realizzazione e Stretto di Messina. La Società A completamento di quattro gestione del Ponte sullo Stretto Stretto di Messina ha provve- gare internazionali, avviate a di Messina. duto a riavviare tutte le attività partire dall'aprile del 2004, In attuazione delle disposi- necessarie per la realizzazione che hanno visto la partecipa- zioni della legge del 24 novem- dell'opera, tali attività, alcune zione di oltre 60 aziende (delle bre 2006, n. 286, l'Anas possie- tutt'ora in corso, in via princi- quali 20 estere), è stata strut- de una quota pari all'81,8%, pale hanno riguardato: l'ag- turata una articolata organiz- nell'ambito di una compagine giornamento della convenzio- zazione che prevede il coin- azionaria che vede Rfi con il ne con il concedente ministe- volgimento delle migliori com- 13% e le Regioni Calabria e Si- ro delle Infrastrutture e del re- petenze dei seguenti soggetti: ciliana ciascuna con una par- lativo piano finanziario non- tecipazione pari al 2,6%. ché i corrispettivi contrattuali. A) General Contractor Il controllo di Stretto di Mes- Restano infatti validi i contratti Eurolink 14 sina da parte dell'Anas con- firmati nei primi mesi del 2006 E' il soggetto che realizza Dire Dossier sente di sviluppare importanti con il Contraente generale, il l'opera. Al riguardo è im-
  15. 15. portante sottolineare che il ficare e monitorare, con i tratto firmato con Marsh General contractor si assu- metodi più adeguati, tutte Spa ad aprile 2006. me il rischio tecnico della le variabili dei processi ge- realizzazione, pertanto la stionali e delle tecniche gara ha rappresentato an- progettuali, al fine di assi- Quadro economico ed ipote- che un esame approfondi- curare il rispetto degli stan- si finanziarie to del progetto preliminare dard di qualità, dei tempi e del Ponte. Tutte le imposta- dei costi previsti per la rea- Per quanto concerne il quadro zioni progettuali, di ordine lizzazione del Ponte sullo economico, il progetto del tecnico ed economico, so- Stretto. ponte e dei circa 40 chilometri no state confermate. Il valore della gara è di 150 di raccordi approvato dal Ci- Valore della gara 4,4 miliar- milioni di euro, per effetto pe nell'agosto del 2003 aveva di di euro; per effetto del ri- del ribasso è sceso a 120 un costo complessivo di 4,6 mi- basso offerto, si è ridotto di milioni. liardi di euro. L'opera è stata circa il 12%, pari a 3,9 mi- Contratto firmato nel gen- messa a gara con una base liardi di euro. naio 2006 con Parsons d'asta di 4,4 miliardi - al netto Contratto firmato nel mar- Transportation Group, so- dei costi per il Project manage- zo 2006 con l'Associazione cietà statunitense leader ment ed il monitoraggio am- temporanea di imprese for- mondiale nella progetta- bientale aggiudicati per un va- mata dalla capogruppo zione e costruzione di ponti lore di 150 milioni - ed è stata mandataria Impregilo Spa sospesi. contrattualizzata nel 2006 a 3,9 e dai seguenti mandanti: miliardi. Il fabbisogno comples- - Sacyr S.A. (Spagna) C) Monitore Ambientale sivo, che comprende tra l'altro - Società Italiana Per Con- E'il soggetto che svolge per gli oneri finanziari, gli accanto- dotte D'Acqua Spa conto della Società Stretto namenti rischi, gli aggiorna- - Cooperativa Muratori & di Messina l'attività di moni- menti dei costi delle materie Cementisti-C.M.C. di Ra- toraggio ambientale, terri- prime, era stato calcolato in venna toriale e sociale per la fase via largamente prudenziale in - Ishikawajima-Harima ante operam, di costruzio- 6 miliardi di euro, importo con- Heavy Industries CO Ltd. ne e di esercizio (post ope- fermato dal suddetto Cipe del (Giappone) ram) del Ponte sullo Stretto 30 settembre 2008. Le modalità - A.C.I. S.c.p.a - Consorzio e dei suoi collegamenti del piano finanziario, confer- Stabile. stradali e ferroviari. mando nella sostanza quanto Il valore della gara è di 37 a suo tempo predisposto, do- Soggetti incaricati della milioni di euro, per effetto vrebbero prevedere la coper- progettazione: del ribasso è sceso a 29 mi- tura del 40 per cento del fab- - CowiA/S (Danimarca) lioni. bisogno attraverso contributo - Buckland & Taylor Ltd Contratto firmato ad aprile pubblico e aumento di capita- (Canada) 2006 con il raggruppamen- le della società Stretto di Messi- - Sund & Baelt A/S (Dani- to temporaneo di imprese na e del restante 60 per cento marca) guidato da Fenice Spa, for- tramite finanziamenti da repe- mato dai seguenti man- rire sui mercati nazionali ed in- B) Project Management danti: ternazionali dei capitali secon- Consultant - Agriconsulting S.p.A. do lo schema tipico del project E' il soggetto che svolge le - Eurisko NOPWorld S.r.l. finance. attività di controllo e verifi- - Nautilus Società Coope- Nella seduta del 6 marzo ca della progettazione de- rativa 2009 il Cipe ha deliberato uno finitiva, esecutiva e della - Theolab S.r.l. stanziamento pari a 1,3 miliardi realizzazione del Ponte sullo di euro in sostituzione dei fondi Stretto di Messina e dei suoi D) Broker Assicurativo ex Fintecna in precedenza de- collegamenti stradali e fer- E' il soggetto che svolge il stinati al Ponte e successiva- 15 roviari. servizio di consulenza e bro- mente versati al bilancio dello Dire Dossier Il PMC ha l'obiettivo di veri- keraggio assicurativo. Con- Stato per altri scopi. Il ponte sullo stretto di Messina
  16. 16. Il ponte sullo stretto di Messina Progetto tecnico e valenza Dal punto di vista strategi- strategica co il Ponte è la risposta con- creta ad un bisogno di un più “Un’opera che Il Progetto preliminare, appro- vato il 1^ agosto 2003 dal Ci- efficiente e moderno sistema di collegamento tra la Sicilia non serve solo alla pe, comprende l'opera di at- ed il Continente. L'opera si trasportistica: il solo traversamento ed i raccordi stradali e ferroviari in Calabria colloca in modo funzionale ed organico in una logica cantiere genererà e Sicilia. complessiva di riqualificazione un indotto da 6 mi- liardi di euro con la In particolare prevede: delle infrastrutture portanti - un ponte sospeso a cam- stradali e ferroviarie del Mez- pata unica con una lun- zogiorno. In tal senso apporte- creazionedi 40mila posti di lavoro, tra ghezza pari a 3.300 metri, rà un contributo decisivo alla che rappresenta la luce riduzione del deficit infrastrut- centrale più lunga del turale che riguarda il Mezzo- diretti ed indiretti” mondo. giorno, creando le condizioni - I 60 metri di larghezza del- favorevoli per un rilancio eco- l'impalcato con 6 corsie nomico-sociale dell'area e la no, di cui il ponte è snodo fon- stradali e 2 binari consento- premessa per un sistema logi- damentale, come riconosciu- no una portata di circa stico più competitivo consen- to dall'Unione Europea che ha 6.000 veicoli/ora e 200 tre- tendo di sviluppare il concetto inserito l'opera tra i progetti ni/giorno. dell'intermodalità. prioritari nell'ambito della svi- - L'altezza delle due torri è Il contributo è anche indi- luppo delle reti transeuropee. stata fissata a 382,60 metri, retto perché il ponte non è so- L'opera genera inoltre forti al fine di consentire un fran- lo un'opera puntuale, ma è ricadute sul contesto socioe- co navigabile minimo di 65 una tessera fondamentale del conomico locale, complessi- metri di altezza. mosaico trasportistico nazio- vamente l'impatto economi- - Il sistema di sospensione del nale ed internazionale che co diretto, indiretto e indotto ponte è assicurato da due consentirà di portare l'Europa della fase di cantiere risulta coppie di cavi di acciaio, nel Mediterraneo. Infatti, una pari al significativo importo di ciascuno del diametro di volta completato, il ponte sa- circa 6 miliardi di euro, con ri- 1,24 metri e con una lun- rà parte integrante di una se- cadute occupazionali dirette ghezza totale tra gli anco- rie di sistemi viari, ferroviari e ed indirette pari a circa 40.000 raggi pari a 5.300 metri. marittimi: il Corridoio VIII, il Cor- unità anno limitatamente alle Il Ponte è collegato alla rete ridoio V e l'Asse Palermo-Berli- Regioni dello Stretto. stradale e ferroviaria con cir- ca 40 chilometri di raccordi, che si sviluppano in massima parte in galleria, consentendo il collegamento del ponte, dal lato Calabria, al nuovo trac- ciato della Autostrada Saler- no-Reggio Calabria (A3) ed alla prevista linea di Alta Ca- pacità/Alta velocità ferrovia- ria Napoli-Reggio Calabria e, dal lato Sicilia, alle tratte auto- stradali Messina-Catania (A18) e Messina-Palermo (A20) non- ché alla nuova stazione ferro- viaria di Messina, la cui realiz- zazione è prevista a cura di 16 Dire Dossier Rete Ferroviaria Italiana.
  17. 17. SCHEDA DI SINTESI DEI PRINCIPALI NUMERI DELL'OPERA I progettisti - oltre 100 professori e ingegneri di fama internazionale - 12 stituiti scientifici e universitari nazionali ed esteri - 39 Società ed Associazioni nazionali ed estere Il progetto tecnico - 3.300 metri campata centrale - 3.666 metri lunghezza complessiva con campate laterali - 60,4 metri larghezza dell'impalcato - 382,60 metri altezza torri - 2 coppie di cavi sistema di sospensione - 5.300 metri lunghezza complessiva dei cavi - 1,24 metri diametro dei cavi di sospensione - 44.352 fili di acciaio per cavo - 65 metri di altezza per 600 di larghezza di canale navigabile centrale - 50 metri di altezza per 1.000 di larghezza per ciascuno dei canali navigabili laterali La portata stradale e ferroviaria - 6 corsie stradali 3 per ciascun senso di marcia (veloce, normale, emergenza) - 2 corsie stradali di servizio - 2 binari - 6.000 veicoli/ora portata - 200 treni/giorno portata I collegamenti - 20,3 km raccordi stradali complessivi - 19,8 km raccordi ferroviari complessivi - 10,5 km di raccordi stradali lato Sicilia (di cui il 67% circa in galleria) Allacci alle autostrade A18 Messina-Catania e A20 Messina-Palermo - 15,2 km di raccordi ferroviari lato Sicilia (di cui il 91% circa in galleria) Allaccio alla nuova stazione ferroviaria di Messina - 9,8 km di raccordi stradali lato Calabria (di cui il 64% circa in galleria) Allaccio al nuovo tracciato della autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria - 4,6 km di raccordi ferroviari lato Calabria (di cui il 96% circa in galleria) Allaccio alla prevista linea di Alta Capacità ferroviaria Napoli-Reggio Calabria L'Ambiente - 25% di minore impatto ambientale e paesaggistico, rispetto al Progetto del 1992 - 21 Km di gallerie ferroviarie eliminate - 2.000 metri di viadotti eliminati sul totale dei tracciati - 12.750.000 tonnellate di legna in più, è il quantitativo energetico equivalente consumato dal traghettamen- to in 30 anni di esercizio rispetto al sistema ponte. (indicatore del Bilancio Energetico e delle emissioni di gas di scarico) - Prevista attività di monitoraggio ambientale in fase di progettazione definitiva e durante tutta la fase di co- struzione e di gestione dell'opera. La sicurezza - 7,1 magnitudo della scala Richter resistenza al sisma - 216 km/orari resistenza al vento - aperto 365 giorni l'anno 24 ore al giorno - 200 anni (almeno) vita utile Il risparmio medio di tempo con il ponte - 2 ore per i treni - 1 ora per il traffico su gomma I record tecnici - 3.300 metri campata centrale - 1.991 metri Akashi Bridge (Giappone) - 60,4 metri larghezza dell'impalcato - 41 metri Tsing Ma Bridge (Hong Kong) - 382,60 metri altezza torri - 297 metri Akashi Bridge (Giappone) 17 - 4 di cavi sistema di sospensione - 2 Akashi Bridge (Giappone) Dire Dossier - 1,24 metri diametro dei cavi di sospensione - 1,12 metri Akashi Bridge (Giappone) - 44.352 fili di acciaio per cavo - 36.830 Akashi Bridge (Giappone) Il ponte sullo stretto di Messina
  18. 18. Il ponte sullo stretto di Messina La leggerezza Un rendering Un suggestivo delle strutture, dell’approdo sulla confronto tra il grazie ai più sponda calabrese, Ponte sullo Stretto recenti ritrovati dove le strutture di Messina ed uno dell’ingegneria, del Ponte arricchi- dei suoi più illustri donerà all’opera ranno la dotazione predecessori: il una imprevedibile infrastrutturale Golden Gate leggiadria dell’area Il progetto: le tappe principali - Nel maggio 2004 furono si- avanzate prassi interna- glati i protocolli sindacali zionali, in grado di con- - Nel corso del 2002 è stato relativi, tra l'altro, alla sicu- sentire la realizzazione aggiornato il progetto preli- rezza dei cantieri e alla for- dell'opera nel rispetto minare e predisposto lo stu- mazione professionale, dei più elevati standard dio di impatto ambientale. elemento essenziale per lo di qualità, dei tempi e - Nel giugno 2003 il Ponte sullo sviluppo delle opportunità dei costi; Stretto è stato inserito tra i 18 occupazionali nelle aree - l'avvio e la conclusione di progetti prioritari a livello eu- direttamente interessate, quattro gare internazio- ropeo da rendere operativi nonché al sistema di rego- nali per scegliere le mi- entro il 2020. Lo stabilì il Grup- le di relazioni industriali a li- gliori competenze in cia- po di Alto Livello per la rete vello nazionale e locale. scun ambito da coinvol- di trasporto transeuropea - Nell'agosto del 2004 è stato gere nella realizzazione. (TEN-T) presieduto da Karel certificato il sistema in qua- - Tra gennaio e i primi di apri- Van Miert, incaricato dalla lità per l'esperimento di ga- le 2007 firmati i contratti Commissione di identificare i re d'appalto ad evidenza con Contraente generale, progetti prioritari e i principali pubblica. Project management, Mo- Corridoi sui quali far con- - Nel dicembre 2004 è stata nitore ambientale e Broker centrare gli sforzi e gli investi- stipulata la nuova Conven- assicurativo. menti dei Paesi membri. zione tra il ministero delle In- - Il 22 maggio 2008 il ministro - L'approvazione del progetto frastrutture e la Società delle Infrastrutture e dei Tra- preliminare da parte del Ci- Stretto di Messina. sporti, Altero Matteoli, ha in- pe avvenne 1^ agosto 2003 - Nell'agosto del 2005 il Co- vitato la Società Stretto di con la valutazione positiva di mitato di Coordinamento Messina a porre in essere, compatibilità ambientale. per l'Alta Sorveglianza delle nei tempi più brevi, tutte le - La stipula dell'Accordo di Grandi Opere - istituito con condizioni per la ripresa Programma, nel novembre decreto del ministero del- delle attività inerenti alla del 2003, tra il ministero del- l'Interno, di concerto con il costruzione del Ponte sullo le Infrastrutture, il ministero ministero della Giustizia e Stretto di Messina. dell'Economia, la Regione con il ministero delle Infra- - Nella seduta del 30 settem- Calabria e la Regione Sici- strutture e Trasporti del 14 bre 2008 il Cipe ha riconfer- liana, l'Anas, Rete Ferrovia- marzo 2003 - e la Società mato la pubblica utilità del ria Italiana e la Società Stretto di Messina hanno Ponte sullo Stretto di Messina. Stretto di Messina, definì gli sottoscritto: - Nella seduta del 6 marzo impegni tecnici e finanziari - un protocollo d'intesa 2009 il Cipe ha deliberato dei soggetti coinvolti nella concernente l'attività di uno stanziamento pari a 1,3 realizzazione dell'opera. monitoraggio finalizzata miliardi di euro. - Nell'aprile 2004 il Parlamen- alla prevenzione delle in- - Il 17 aprile 2009 è stato firma- to Europeo approvò il Pia- filtrazioni mafiose nelle to l'accordo tra la Società no Van Miert per lo sviluppo transazioni finanziarie re- Stretto di Messina e il Con- delle Reti Transeuropee di lative alla realizzazione traente generale Eurolink (la Trasporto (TEN-T), che nel- del Ponte sullo Stretto e società di progetto costituita l'ambito del Corridoio 1 Ber- dei suoi collegamenti; dall'ATI guidata da Impregi- 18 lino-Palermo prevede la - la definizione di un com- lo) finalizzato al riavvio delle realizzazione del Ponte sullo plesso sistema organizza- attività per la costruzione del Dire Dossier Stretto di Messina. tivo, in linea con le più ponte sullo Stretto di Messina.

×