Semiotica industrial design 4. Semantica e quadrato semiotico

2,105 views

Published on

Published in: Education, Business, Design
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,105
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Semiotica industrial design 4. Semantica e quadrato semiotico

  1. 1. Corso di Semiotica - INDUSTRIAL DESIGN 4. Semantica e quadrato semiotico prof. Matteo Asti
  2. 2. La semantica Se lo studio approfondito dei significanti (es. Fonologia) conduce all'analisi profonda delle caratteristiche dei componenti delle parole, lo stesso può essere fatto in merito al significato. Lo studio del significato si chiama SEMANTICA e ha preso diverse direzioni in base all'idea di significato da cui si è partiti: - Semantica FILOSOFICA - Semantica COGNITIVA - Semantica SEMIOTICA Es. Il colore delle mucche
  3. 3. La semantica della semiotica Il significato si determina in quanto selezione di una porzione del piano del contenuto di un sistema semiotico. Il significato come UNITA' CULTURALE circolante in una cultura, come VALORE DI SENSO determinato dal sistema semiotico utilizzato.
  4. 4. Analisi semantica Sul modello degli studi fonologici si è cercato un modello capace di scomporre e trovare gli elementi minini del significato: I SEMI Cioè degli operatori della differenza che hanno un valore relazionale. Es. gallina VS gallo - Semi figurativi, semi astratti, semi timici - Semi nucleari e semi contestuali (lessemi = parola, semema = significato parola, seme = uno dei sensi del semema) Es. il verbo muggire
  5. 5. Il quadrato semiotico Il quadrato semiotico può essere definito come lo sviluppo logico di una categoria semica binaria. Si parte cioè da due semi fra loro opposti e per la precisione contrari, che in virtù della loro contrarietà fanno parte costituiscono una sola categoria semica a due membri. Es. bianco - nero
  6. 6. Il quadrato semiotico: i contrari Possiamo dire che il contrario S2 si contrappone a S1 da un punto di vista qualitativo, positivo: rappresenta l’altro polo di quella categoria semantica. I termini di una categoria semantica, infatti, sono accomunati dal fatto che si riferiscono a uno stesso ambito: Vita e Morte allo stato di un essere vivente, Maschio e Femmina alla sessualità, Bianco e Nero alla luminosità. I contrari rappresentano gli opposti che si possono avere in quell’ambito definito dalla categoria semantica.
  7. 7. Il quadrato semiotico: lo schema Inteso in questo modo (nel suo aspetto statico, semantico) il quadrato semiotico rappresenta le relazioni fondamentali che ci sono all’interno di una categoria semantica. Sono i poli attorno ai quali si aggregano gli elementi del mondo che consideriamo in base a quella categoria. (S1, S2): contrari (non S1, non S2): subcontrari (S1, non S1); (S2, non S2): contraddittori (S1, non S2); (S2, non S1): complementari
  8. 8. Il quadrato semiotico: lo schema La categoria della sessualità si basa sull’opposizione fra i contrari Maschio e Femmina. Maschio, Femmina, non Maschio, non Femmina sono dei semi. Nei testi abbiamo dei sememi, cioè dei contenuti complessi che, riguardo alla sessualità (se la sessualità è pertinente in quel contesto), includeranno uno di questi semi. Se lessicalizziamo il quadrato, cioè associamo ad alcuni dei suoi poli dei sememi otteniamo per esempio UOMO, DONNA, EUNUCO. Non è necessario che tutti i vertici del quadrato siano collegabili a un semema. Ma è sempre possibile che un nuovo semema occupi quella posizione, fino ad allora non sfruttata da quella cultura (TRANSGENDER).
  9. 9. Il quadrato semiotico OZIOSO NON OZIOSO NON OPEROSO OPEROSO
  10. 10. Il quadrato semiotico: lo schema Anche I lati del quadrato possono assumere un significato e spesso è proprio su quelli che si va a lavorare per passare dai rapporti statici ad una logica dinamica di racconto. Possiamo guardare il quadrato non solo come la rappresentazione del modo in cui si organizzano al loro interno le categorie semantiche, i significati. Il quadrato, infatti, può essere usato per rappresentare i rapporti fra elementi consecutivi (questo significa aspetto sintattico) nella narrazione e quindi le trasformazioni, i passaggi da un polo all’altro che avvengono nel corso della narrazione stessa.

×