Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Salerno Laboratorio di scuola politica PARTE 1

154 views

Published on

Salerno 10 gennaio 2018, laboratorio di scuola politica PARTE 1 sul metodo e l'approccio con l'open space technology

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Salerno Laboratorio di scuola politica PARTE 1

  1. 1. Laboratorio di scuola politica proposte di buon senso per il bene comune A cura di Giuseppe Carpentieri http://peppecarpentieri.wordpress.com Qualcosa” che non va, creative commons;, ediz. 2014, su scribd, calameo, Issuu Prosperanza, creative commons, 2014, su calameo, Issuu Dalla resilienza alla rigenerazione, creative commons, 2014, su Issuu Pensare il cambio di paradigma culturale utile all’evoluzione della specie umana in armonia con la natura. Salerno MAREA, via Gerardo Cono Capobianco 1 10 gennaio 2018
  2. 2. Introduzione • Questa presentazione illustra a grandi linee come creare e organizzare un soggetto politico democratico attraverso il modello della “rete”, e quali nuovi obiettivi politici si possono perseguire per realizzare un miglioramento nella società. • La “rete” non è internet ma il modello di vita della natura che si basa sulle relazioni e gli scambi energetici. Un sistema naturale vive e si evolve attraverso lo scambio. Un gruppo di persone può imitare i modelli naturali per costruire un soggetto politico? SI a condizione che ….
  3. 3. • PARTE 1, creare un gruppo attivo • PARTE 2, iniziare la riflessione e capire la società • PARTE 3, l’amministrazione • PARTE 4, la democrazia • PARTE 5, la geografia umana • PARTE 6, la rigenerazione con la bioeconomia • PARTE 7, la valutazione delle attività e bioeconomia • PARTE 8, stili di vita e civiltà contadina modernizzata
  4. 4. Creare un gruppo attivo Accesso alla conoscenza Condivisione delle conoscenze e delle esperienze Elaborazione degli obiettivi
  5. 5. • Stabilire un obiettivo condiviso e perseguirlo con metodi e strumenti • L’uso di competenze “specifiche forti” e l’uso di competenze “trasversali” • Usare il metodo della visione: immaginare la comunità che vogliamo Visione politica Obiettivo condiviso competenze visione
  6. 6. Attitudini per un politico e per un gruppo di persone (“competenze specifiche forti”) regole, democrazia, trasparenza e partecipazione Competenze specifiche Conoscenze e ricerca Valori
  7. 7. Attitudini per un politico e per un gruppo di persone (“competenze trasversali”) Gestire le emozioni Comunicare Guidare, motivare e valorizzare Gestire le relazioni ed i conflitti Negoziare
  8. 8. Attitudini per un gruppo di persone flessibilità Sperimentare altri punti di vista Incontrare effettivamente le persone Disponibilità a capire
  9. 9. Attitudini per un politico e per un gruppo di persone esperienza feedback Generalizzazione teorizzazione Proiezione futura Si riparte 1 Percorso di apprendimento
  10. 10. • Per il gruppo: – Open space technology (sviluppare la creatività lavorando insieme) – World cafè – Democrazia, uguaglianza, regole e coinvolgimento attivo Metodi e strumenti di lavoro incontri Progettazione, priorità Comunicazione, Azioni politiche
  11. 11. La realtà è complessa scomporre soluzioni “Competenze specifiche forti”: incontri, ricerche, Open space proposte Valutazione politica collegiale “Competenze trasversali” Attitudini per un politico e per un gruppo di persone
  12. 12. Attitudini per un politico e per un gruppo di persone esperienza feedback Generalizzazione teorizzazione Proiezione futura Si riparte 1 Percorso di apprendimento Metodo di Auto analisi con l’uso delle mappe mentali
  13. 13. Organizzazioni a rete nodi • Entità relativamente autoregolate, di dimensioni diversificate (associazione …) connessioni • Legami fra i nodi, regole e valori condivisi, relazioni, scambi strutture • Direzione strategica, centro operativo, consulenza Proprietà operative • Meccanismi di guida e controllo (procedure, norme, manuali ...) • Meccanismi di informazione e comunicazione (sistema informativo, incontri …) • Meccanismi di valutazione, compensazione e sviluppo (valutazioni ...) • Meccanismi di integrazione e coordinamento (gruppi di lavoro, comitati …)
  14. 14. Organizzazioni a rete associazione associazione associazione associazione valori Proprietà operative obiettivi Direzione strategica Nodi della rete Condizioni di appartenenza alla rete Nodo, associazione • Valori condivisi • Proprietà operative condivise • Obiettivi condivisi • Direzione strategica condivisa
  15. 15. Cultura organizzativa e abilità del coordinamento • Capacità di avere la visione complessiva di un’intera serie di punti di vista al fine di centrare il problemacreatività • Abilità nel sentire quali sono le vere esigenze delle persone considerando che sono la vera risorsa di un’organizzazione e rispondere per tempo a tali esigenzesensibilità • Capacità di intuire il futuro e di costruirlo secondo un progetto profondamente sentitovisione • Capacità di adattarsi facilmenteversatilità • Essere in grado di eliminare le attività dispersive e di concentrare gli sforzi e le risorse verso i cambiamenti importantifocalizzazione • Capacità di gestire e vivere le prospettive a lungo termine, anziché ricerca i risultati immediatipazienza
  16. 16. Creare ed immaginare • Accrescere la tecnica delle visioni • Immaginare luoghi ideali e progettarli • Adattare le visioni ai mezzi locali ed alle capacità individuali e collettive
  17. 17. La politica è comunicazione Secondo wikipedia: i media sociali come un gruppo di applicazioni Internet basate sui presupposti ideologici e tecnologici del Web 2.0 che consentono la creazione e lo scambio di contenuti generati dagli utenti I social media rappresentano fondamentalmente un cambiamento nel modo in cui la gente apprende, legge e condivide informazioni e contenuti. In essi si verifica una fusione tra sociologia e tecnologia che trasforma il monologo (da uno a molti) in dialogo (da molti a molti) e ha luogo una democratizzazione dell'informazione che trasforma le persone da fruitori di contenuti ad editori. comunicazione Web 2.0 abilità competenze
  18. 18. Approcci • Capire lo Stato così com’è e progettarne uno diverso • Capire i bisogni reali umani e progettare una società adeguata • Fare entrambe le cose?! Competenze specifiche forti Competenze trasversali Conoscenze e soluzioni creative
  19. 19. Approcci • Per capire lo Stato così com’è abbiamo bisogno di “competenze specifiche forti” e per proporne un cambiamento abbiamo bisogno del consenso popolare • Per capire i bisogni reali dobbiamo conoscere noi stessi, e per proporre un cambiamento conforme a questo abbiamo bisogno del consenso popolare
  20. 20. Un ragionevole dubbio Lo psicologo e filosofo umanista Erich Fromm ricorda il fatto che milioni di persone condividano gli stessi vizi non rendi questi vizi virtù In una cultura collettiva, giudizi e ragionamenti si basano su quelle che vengono percepite come le verità del paradigma fondamentale. Di conseguenza, se le credenze paradigmatiche di una cultura fossero false o inesatte, la popolazione che avesse consapevolmente operato secondo quelle credenze fallaci esprimerebbe collettivamente giudizi e ragionamenti di cattiva qualità. • Fonte: BRUCE LIPTON, STEVE BHAERMAN, evoluzione spontanea, Macro Edizioni 2010, pag.258
  21. 21. Un problema enorme
  22. 22. Un problema enorme
  23. 23. La scuola politica • All'inizio del nuovo millennio la formazione di un politico deve necessariamente basarsi su un approccio multidisciplinare e non meramente specialistico, al fine di garantirsi un'autonomia di pensiero critico. Le discipline umanistiche e scientifiche sono alla base della cultura individuale, ma vanno integrate con discipline specialistiche da inserire nel contesto sociale e culturale rispetto ai nuovi rapporti di potere. Costruita una cultura di base e una visione critica, il politico deve restare autonomo e indipendente dal sistema di potere che influenza negativamente la società al fine di tutelare l'interesse generale e il bene comune, e collaborare per costruire una società migliore. Il percorso è ideato osservando due aspetti fondamentali: (1) la crisi culturale della società italiana che soffre di ignoranza funzionale e di ritorno, e (2) la complessità della società occidentale. Nell'attuale società è del tutto immorale e irragionevole affidare le pubbliche istituzioni a persone che non abbiano un pensiero olistico. E' necessario educare la nuova classe dirigente per divulgare una visione politica capace di cambiare i paradigmi culturali della società.
  24. 24. ICICLO Storia 12 CFU  storia antica e medievale 2CFU  storia moderna 4CFU  storia contemporanea4CFU  storia politica 2CFU Filosofia 10 CFU  filosofiaclassica 2CFU  filosofiamedioevale 2CFU  filosofiamoderna 2CFU  filosofiapolitica 2CFU  etica politica 2CFU Scienze 12 CFU  fisica4CFU  biologia ed ecologia applicata 4CFU  geopedologiae territorio 2CFU  tecnologie2CFU Geografia 12 CFU  geografiaumana 4CFU  geografiaurbana 2CFU  geografiaeconomica 2CFU  geopolitica4CFU Economia 16 CFU  storia dell'economia 2 CFU  macro e micro economia 6CFU  analisi dei bilanci 2CFU  bioeconomia2CFU  valutazionedegli investimenti 2CFU  valutazionedell'impatto ambientale 1CFU  valutazionedell'impatto sociale 1CFU Politiche 6CFU Liberalismoe neoliberismo, Socialismo 2CFU Bioeconomiae territorialità1CFU politicheurbane e territoriali 1CFU politichesociali ed educative 2CFU IICICLO Diritto 14CFU  diritto costituzionale2CFU  diritto europeo 2CFU  diritto amministrativo 4CFU  diritto urbanistico4CFU  diritto beni culturali 2CFU Scienze politiche 8CFU  scienzepolitiche 2CFU  politicacomparata 2CFU  politicheambientali 2CFU  politichebioeconomiche 2CFU Storia dell'arte 10CFU Storia dell'arte antica 2CFU Storia dell'arte medioevale 2CFU Storia dell'arte moderna 2CFU Storia dell'arte contemporanea 2CFU comprendere l'architettura2CFU Psiche e comunicazione 14CFU  psicologia2CFU  psicologiasociale 2CFU  neuroscienze2CFU  comunicazione di massa 4CFU  comunicazionepolitica 2CFU  semiologiae linguistica2CFU Sociologia 12CFU  sociologiagenerale 4CFU  sociologiadei consumi 4CFU  sociologiadella comunicazione 2CFU  sociologiaurbana 2CFU Tirocinio 4CFU  Processie modelli di partecipazione2CFU  Open space technology 1CFU  dinamiche di gruppo 1CFU Teoria dell'organizzazione 6CFU  Storia del pensiero organizzativo  Strutturasociale organizzata  managment pubblico 2CFU Governo del territorio 4CFU  Sistemi territoriali e urbani 1CFU  leggere i piani urbanistici 1CFU  pubblica amministrazione1CFU  Gestioneurbana 1CFU
  25. 25. • L’approccio e il metodo

×