Lezione 8 - Viral e Guerrilla Marketing

3,053 views

Published on

La web agency W3design presenta la lezione su Viral e Guerrilla Marketing presso IAL di Pordenone.

Published in: Business
0 Comments
4 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
3,053
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
217
Actions
Shares
0
Downloads
76
Comments
0
Likes
4
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Lezione 8 - Viral e Guerrilla Marketing

  1. 1. Lezione 8 VIRAL E GUERRILLA MARKETING
  2. 2. LA STORIA Fino agli anni ’70 la comunicazione era fatta di grossi budget, grandi campagne e jingle accattivanti. Chi faceva marketing era a caccia dei profitti e poteva trovare nuovi clienti a milioni. La comunicazione si concentrava nel dire al consumatore qualcosa che prima non sapeva: i pubblicitari davano per scontato che bisognasse educare il mercato. Ma questa tecnica è diventata sempre meno efficiente con il tempo. I consumatori riconoscevano la pubblicità e imparavano ad ignorare ciò che prima ascoltavano attenti: negli anni ’70 il mondo della comunicazione era pronto per la rivoluzione.
  3. 3. LA STORIA La rivoluzione arrivò appunto nel 1984 quando le idee di Levinson per avere grossi risultati con bassi investimenti di comunicazione arrivarono nelle librerie. Jay Conrad Levinson - Ha fatto parte del team che ha inventato la campagna del Marlboro Man e Marlboro Country, che ha portato l’azienda dal 31° al primo posto del settore - E’ stato assunto da Hewlett-Packard per fare la loro prima pubblicità per un prodotto per consumatori. - Ha aiutato la Bank of America a diffondere il bancomat, con campagne di mailing che raggiungevano un tasso di risposta dell’80%
  4. 4. LA STORIA Anni '80 -> le ragazze “comprami da bere” 1980 -> Bernard Tapie e Adidas -> 1986 -> Run DMC http://www.youtube.com/watch?v=dA8DsUN6g_k Queste tecniche funzionano ancora?
  5. 5. Guerrilla marketing Per la prima volta le piccole imprese possono stare al passo con le grandi utilizzando i loro punti di forza e le loro particolarità per scalare il dislivello creato dalle diverse possibilità economiche
  6. 6. Guerrilla web marketing 1. Cretività e originalità ("effetto sorpresa") Nel guerrilla marketing l'elemento centrale è l'originalità del messaggio o del mezzo per stupire e attirare l'attenzione. L'elemento "plateale" che tutti possano osservare e che incurisca in breve tempo.
  7. 7. Guerrilla web marketing 2. Che faccia parlare di sé ("effetto virale") La sua originalità tende a destare interesse ed a far scaturire forti elementi virali, innescando meccanismi many-to-many (ovvero dai visitatori ai visitatori). Il guerrilla marketing tende poi ad avere una gratuita risonanza anche sui media tradizionali, sempre attenti a trarre la novità per costruire una news che desti interesse. Risonanza in Tv, radio e giornali a costo zero.
  8. 8. Guerrilla web marketing Coinvolgimento degli utenti ("effetto community") Creare una community online è quanto più difficile ed impegnativo si possa fare sul web. Si possono "acquistare" migliaia di visite al proprio sito web ma è impossibile convincere migliaia di persone a partecipare quotidianamente alla vita di un sito web. L'elemento comune aggregativo diventa molto importante, le persone che si riconoscano parte di una comunità online tendono a sorreggerla ed a farla vivere di luce propria. E' probabilmente il coinvolgimento dei visitatori a fare il successo del guerrilla marketing anche nel lungo periodo.
  9. 9. Guerrilla web marketing L'originalità ha un grande valore ed un basso costo Queste tecniche "non scritte" rappresentano il massimo della creatività umana nel marketing, sono quindi a basso costo ma richiedono una grande conoscenza della rete internet e dei canali di comunicazione online. Le azioni di guerrilla marketing sono piccole comunicazioni al posto giusto, capaci di scaturire un "effetto eco" di grande portata mediatica a costi quasi nulli. In estrema sintesi, riuscire a far parlare di sé sul web senza budget milionari è molto difficile ma non impossibile.
  10. 10. Il Guerrilla marketing di successo ha un forte picco iniziale di audience, la curiosità e l'interesse sono generalmente alimentati dal passaparola tra gli utenti. E' quindi particolarmente adatto al lancio di nuovi prodotti o servizi. Nel lungo periodo, infatti, la campagna tende a perdere la sua natura "non convenzionale" , la sorpresa diventa consuetudine e la curiosità si trasforma in noia. L'utente si è quindi abituato ed assuefatto al messaggio o al mezzo da non destare più la sua attenzione. Può resistere nel tempo?
  11. 11. Guerrilla / Viral Marketing Sociale Vampire party + campagna guida sicura http://www.youtube.com/watch?v=3OcnuheqOfA&feature=player_embedded My Trastevere Centro commerciale Sicilia 26.11.2010 http://www.youtube.com/watch?v=VPBRiDhrRqA&feature=player_embedded 60.000 visite in pochi giorni
  12. 12. Il ristorante cannibale http://www.youtube.com/watch?v=vXP2W9WXkBM&feature=player_embedded #! Flimé - Germania
  13. 13. The Fun Hotel Da qualche settimana l’Hotel Montemezzi di Vigasio, in provincia di Verona, ha intrapreso un nuovo percorso, denominato “The Fun Hotel”. http://www.youtube.com/watch?v=RG0W79tqfqE&feature=player_embedded
  14. 14. Tippex Experience http://www.youtube.com/profile?annotation_id=annotation_820885&user=tippexperience&feature=iv C'MON SHOOT THE BEAR!! NOOOOO I CAN'T!!!
  15. 15. Twitt cantati http://thefeed.orange.co.uk/2010/10/4/singing-tweetagrams/ Mediocrity http://www.youtube.com/watch?v=Q3V5S7NhvcA&feature=player_embedded

×