Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Gestione rischio allergeni

4,287 views

Published on

Gestione degli allergeni nel settore della ristrorazione

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

Gestione rischio allergeni

  1. 1. Gestione del rischio allergeni negli esercizi di vendita e somministrazione Dott. Massimo Falsaci Tecnologo Alimentare
  2. 2. Attenzione• Comunicazione con il cliente;• La formazione/informazione del personale addetto alla manipolazione;• Le informazioni dettagliate sugli ingredienti che compongono gli alimenti.
  3. 3. Comunicazione con il cliente• Misure da adottare: – Concordare procedura per affrontare le richieste di informazioni; – Garantire la comunicazione interna tra il personale; – Evitare contaminazioni crociate; – Presenza di una lista dettagliata degli ingredienti; – Presenza sull’etichetta della scritta “può contenere tracce di…”.
  4. 4. Formazione del personale• Messaggi da veicolare: – Un informazione errata sulla presenza o meni di un ingrediente può avere conseguenze anche gravi; – Ogni operatore deve conoscere la procedura per affrontare la richiesta di informazioni del cliente; – Il personale deve informare il cliente in maniera chiara e precisa.
  5. 5. Informazioni sugli ingredienti• Conservare tutti i dati relative alle materie prime;• Tenere traccia degli ingredienti utilizzati nella preparazione delle ricette;• Controllare sempre la composizione degli ingredienti del prodotto acquistato anche se si è certi del loro contenuto
  6. 6. Tracciabilità info allergeni• Tenere la lista degli ingredienti utilizzati per ogni ricetta;• Conservare copia delle etichette;• Garantire l’aggiornamento delle indicazioni relative agli ingredienti;• Verificare e controllare sempre le consegne;• Controllare che il cibo consegnato sfuso e poi travasato in altri contenitori sia accompagnato da adeguata etichetta.
  7. 7. Prevenzione• Verificare che la confezione sia intatta;• Assicurarsi che non vi siano informazioni relative agli ingredienti mancanti o difficili da leggere;• Verificare che le superfici e gli utensili siano puliti;• Tenere gli alimenti in contenitori chiusi;• Attenzione alle sostanze allergizzanti.
  8. 8. Principali problematicheprodotti non pre-confezionati
  9. 9. Bar• Pane o piadine: – Glutine, sesamo (se condito), soja e/o lupino.• Burro nella preparazione dei panini;• Alimenti ripieni: – Gamberetti, uova o pesce; – Maionese.
  10. 10. Ristoranti 1/2• Carne: uso del pangrattato, salse di soja o senape che contengono glutine;• Patate: in frittura uso di oli di semi o burro;• Verdura: rosolate nel burro, uso del pangrattato o di salse;• Ragù e salse: uso della farina come addensante o dadi;
  11. 11. Ristoranti 2/2• Ripieni: presenza di pangrattato, noci/nocciole, uova, formaggio grattugiato;• Insalate: presenza di noci, sesamo, uova, latte e senape;• Dolci: rischi di contaminazione crociata.
  12. 12. Panetterie• Pasticceria: burro, farina di grano, latte, uova e in alcuni casi soja;• Croissant ripieni: nocciole o mandorle;• Torte: mandorle e crema fresca;• Glassatura: a base di uovo o latte;• Decorazioni: contengono glutine.

×