Coaching

2,010 views

Published on

Pensieri, definizioni, idee sul coaching dai più noti autori.

Published in: Business

Coaching

  1. 1. Zollette di COACHING Kairòs Solutions s.r.l www.kairossolutions.it info@kairossolutions.it
  2. 2. Kairòs Solutions s.r.l www.kairossolutions.it info@kairossolutions.it Le persone capaci di colpirci per le loro gesta e i loro atteggiamenti sono tutte persone che hanno manifestato di avere uno scopo e una mission profondamente radicati (Richard Bandler) Un processo di coaching ben riuscito avrà un effetto a catena e innescherà reazioni e cambiamenti positivi anche al di là del destinatario del coaching. (Diana e Merril Anderson) Quando riesci a creare rapport con il tuo pubblico, le persone entrano in uno stato nel quale accettano in modo acritico tutti i suggerimenti che invii alla loro mente inconscia (Tad James e David Shephard) Il coach concorda con il cliente le AZIONI NECESSARIE per raggiungere il livello di prestazione desiderato; queste di solito comportano una pianificazione delle attività che includa anche allentamento e pratica. )David Clutterbuck( Il coaching è mirato a migliorare le prestazioni e le capacità di apprendimento altrui. Richiede che si fornisca feedback a chi si aiuta, usando anche altre tecniche:motivandolo, mettendo in discussione in maniera costruttiva e adattando il proprio stile di gestione alla propensione del cliente a intraprendere una determinata serie di azioni. (Max Landsberg) Ricalcare significa andare incontro all’altra persona nel punto in cui lui o lei si trova, riflettendo quello che lui o lei sa o presuppone sia vero, o accordarsi ad alcune parti dell’esperienza che lui o lei sta vivendo. (Jerry Richardson) “Quando inseguite i vostri obiettivi guidati dai vostri valori nel contesto dei vostri sogni, i miracoli accadono” (Paul McKenna) Via via che sviluppiamo nuove credenze su chi siamo, il nostro comportamento cambierà per sostenere la nuova identità (Anthony Robbins)
  3. 3. Usare, potenziare ed allenare le nostre intuizioni in merito al linguaggio per udire questi indicatori linguistici, in modo da poterli mettere in discussione ed analizzarli ci dà la facoltà di eseguire su questi indicatori un controllo- qualità. Questo ci consente di comunicare con precisione ed eleganza. (Michael Hall) In un sistema funzionale i valori e le convinzioni sono allineati con l’identità e con l’ambiente dell’organizzazione. Gli obiettivi e le azioni a livello individuale supportano gli obiettivi funzionali e la strategia connessa ai ruoli, che sono a loro volta congruenti con la cultura, con l’identità e con la mission dell’organizzazione, relativamente al suo ambiente più ampio. (Robert Dilts) Kairòs Solutions s.r.l www.kairossolutions.it info@kairossolutions.it “Liberare le POTENZIALITÀ di una persona perché riesca a portare al massimo il suo rendimento aiutarla ad apprendere piuttosto ce limitarsi a impartirle insegnamenti” (Tim Gallwey) Lavorando sulla time-line possiamo controllare consciamente il modo in cui un individuo rappresenta internamente la sua esperienza della temporalità, compresi i ricordi del passato, le esperienze del presente e le aspettative sul futuro. (Wyatt Woodsmall) L INTENZIONE fa riferimento alla nostra abilita di scegliere e orientare le nostre intenzioni. Riguarda uno stato mentale nel quale ci proponiamo degli scopi da raggiungere, prendiamo delle decisioni, stabiliamo un piano, definiamo un obiettivo e diamo senso alle cose che facciamo (Bob Bonenhamer Michael Hall) La capacità di prefiggersi obiettivi e di fare progetti per realizzarli è l’abilità maestra del successo. Acquisire quest’abilità vi aiuterà a scalare la vetta del trionfo più di qualsiasi altra cosa possiate mai fare. (Brian Tracy)
  4. 4. Kairòs Solutions s.r.l www.kairossolutions.it info@kairossolutions.it Gli obiettivi sono il carburante che alimenta il motore del rendimento. Una persona senza obiettivi e’ come una nave senza timone, che vaga alla deriva costantemente in pericolo di finire sugli scogli. Una persona con degli obiettivi e’ come una nave con il timone, guidata da un capitano munito di mappa e bussola, con in mente una destinazione, che naviga dritto e deciso verso un porto di sua scelta (brian tracy) Il coaching è un processo sistematico collaborativo di ricerca di soluzioni orientate al risultato, nel corso del quale il coach facilita e favorisce il miglioramento delle prestazioni, il benessere, l’apprendimento autonomo e lo sviluppo personale di individui, gruppi e organizzazioni che non presentino problemi mentali rilevanti o situazioni patologicamente problematiche. (Coaching Psychology Unit - Università di Sidney) Durante ciascun incontro è il cliente stesso a scegliere l’argomento della conversazione, mentre il coach lo ascolta ponendo osservazioni e domande. Questa interazione contribuisce a creare maggiore chiarezza ed induce il cliente a divenire proattivo. Nel coaching si osserva “dove si trova il cliente oggi”, quale sia cioè la situazione attuale di partenza, e si definisce, in comune accordo, ciò che egli è disposto a fare per raggiungere “la meta in cui vorrebbe trovarsi domani”. (International Coaching Federation) Acquisire maggiore chiarezza su ciò cui di fatto si dà valore talvolta può avere una funzione tranquillizante: infatti in alcuni casi c’è una significativa discrepanza tra ciò che una persona ritiene importante a livello cosciente e il modo in cui si comporta e reagisce in realtà (Steve Andreas) Come, dunque, lo storytelling entra in gioco nello scenario del coaching? In due modi: primo, ci sono le storie che loro (i coachee) raccontano a noi, e secondo, ci sono le storie che noi (i coach) raccontiamo a loro. (Margaret Parkin) Un coach dovrebbe impersonare qualità personali come entusiasmo, fiducia, pazienza e rispetto e mostrare un comportamento con i propri coachee focalizzatoe chiao, comprensibile, osservatore e orientato all’obiettivo (Marshall Cook)
  5. 5. Kairòs Solutions s.r.l www.kairossolutions.it info@kairossolutions.it Il coaching si concentra principalmente sul PRESENTE E IL FUTURO. Non si concentra sul passato o sull’impatto del passato sul presente. Il coaching usa le informazioni del passato solo per chiarire la situazione presente. Far muovere il cliente in avanti non può dipendere da fatti del passato. (International Coaching Federation) L’idea che le persone facciano sempre la migliore scelta possibile presuppone anche che adesso, grazie al vantaggio dell’insight, di un maggior numero di informazioni, di abilità, concezioni ed elementi appresi successivamente, possano imparare alternative molto migliori nel presente e nel futuro.! (steve andreas) ! Un coach è più interessato a fornire una DIREZIONE DI APPRENDIMENTO che all’apprendimento in se stesso (Eric Jensen) Raccontare  storie  può  essere  un   modo  lieve  e  non  invasivo  per  iniziare  una   sessione  di  coaching  uno-­‐a-­‐uno  o  di   gruppo,  da  u6lizzare  al  poso  di  una   presentazione  formale   (Margaret  Parkin)   I valori sono il fondamento che stabilisce quali saranno le nostre risposte a ogni situazione esistenziale; sono la chiave ultima della comprensione e della predizione dei nostri comportamenti come pure dei comportamenti altrui, la chiave maestra che dà pieno corso alla magia in essi racchiusa.! (Anthony Robbins)! Il compito del Coach con la “C” maiuscola è quello di fornire il supporto e la tutela necessari ad assistere efficacemente i clienti nella loro evoluzione e crescita ai vari livelli di cambiamento (Robert Dilts) Il coaching consiste nell’intercettazione del processo di pensiero di una persona. Una delle parti più importanti del lavoro di un coach è rappresentata da una buona capacità di ascolto. E’ come se sorreggesse uno specchio nel quale i clienti possono vedere il proprio processo di pensiero. ! (Tim Gallwey)! Credi che riuscirai. Credici fermamente a farai naturalmente ciò che è necessario per riuscire! (Dale Carnegie)!
  6. 6. Kairòs Solutions s.r.l www.kairossolutions.it info@kairossolutions.it Come accade per l’albero sarebbe per tutti noi una sfida interessante poter allungare in ogni direzione possibile la totalità delle nostre capacità. Perché non fare tutto ciò che possiamo, ogni momento che possiamo, il meglio che possiamo, per tutto il tempo che possiamo? (Jim Rohn) Se, da un lato, è possibile coltivare convinzioni riguardo a se stessi e agli altri chiaramente limitanti o irrealistiche, dall’altro il sistema delle nostre credenze è un quadro che abbiamo il potere di esaminare ed eventualmente ricostruire (Joseph O’Connor e Ian McDermott) Quando arriviamo a capire come (piuttosto he perché) una certa esperienza venga creata, allora stiamo esplorando la struttura e il processo, anziché la storia o il contenuto. CAMBIANDO LA STRUTTURA DELL’ESPERIENZA O IL PROCESSO CHE LA GENERA, CAMBIAMO L’ESPERIENZA STESSA. (Bandler e Thompson) Qualsiasi cosa tu faccia produce un risultato. Aumentando la tua consapevolezza impari a calibrare i risultati che ottieni: lo stato che stai sollecitando, i comportamenti che stai provocando, le risposte che stai raccogliendo. Calibrando i risultati, puoi concentrarti sulle cose che funzionano e ottenere i risultati in modo più efficiente. (James e Shephard) Senza i tuoi collaboratori, ben pochi dei tuoi sogni e dei tuoi piani diventerebbero realtà. Cogli tutte le opportunità che ti si presentano per esprimere il tuo riconosci- mento del contributo di coloro che ti circondano, e apprezza i loro meriti, specialmente in pubblico. (Stever Robbins)   Ogni esperienza vissuta, ogni realtà con la quale siamo venuti a contatto nella vita è uno scalpello che ha creato la statua della nostra esistenza modellandola, plasmandola, modificandola. Noi siamo parte di tutto quanto ci è accaduto (Orison Swett Marden)

×