Caratteristiche dell'immagine cinematografica

410 views

Published on

Published in: Education
1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
410
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Caratteristiche dell'immagine cinematografica

  1. 1. Caratteristiche dell’immagine cinematografica Il teatro e il cinema Lo spazio A)Teatro: Illusione di realtà (tutto si svolge sotto gli occhi degli spettatori), ma è un illusione parziale (ci sono case con 3 pareti); B)Cinema: L’illusione di realtà è molto più debole perché non si svolge sotto gli occhi degli spettatori, ma è molto più realistico del teatro perché si può decidere di girare in ambienti reali e non ricostruiti.sabato 27 novembre 2010
  2. 2. Caratteristiche dell’immagine cinematografica Il teatro e il cinema Lo spazio B)Cinema: il cinema è allo stesso tempo una cartolina illustrata piatta (bidimensionale) e un’azione viva (tridimensionale). Ci dà contemporaneamente l’illusione di un avvenimento reale e di un quadro. A causa della sua mancanza di profondità il cinema permette il montaggio. La bidimensionalità ci permette di congiungere insieme più quadri come fossero fotografie di un album.sabato 27 novembre 2010
  3. 3. Caratteristiche dell’immagine cinematografica Il teatro e il cinema Lo spazio A)Teatro: La posizione e la distanza dello spettatore dalla scena sono fisse. B)Cinema: Si può variare il punto di vista e la distanza dell’oggetto/soggetto. N.B. Nel cinema non è necessario riprodurre perfettamente la realtà, ma basta selezionare degli elementi essenziali per rappresentarla.sabato 27 novembre 2010
  4. 4. Caratteristiche dell’immagine cinematografica Il teatro e il cinema Il tempo A ) Te a t r o : nonostante tutto si svolga sotto gli occhi degli spettatori, così come al cinema, anche in teatro si può interrompere l ’ o r d i n e cronologico degli e v e n t i . L’importante che le fratture temporali siano molto evidenti.sabato 27 novembre 2010
  5. 5. Caratteristiche dell’immagine cinematografica Il teatro e il cinema Il tempo B)Cinema: è possibile frammentare il tempo rompendo l’ordine cronologico degli eventi. CASO: Due azioni accadono nello stesso momento. Come farlo capire allo spettatore? •DIDASCALIA; •OROLOGIO; •ALTERNANDO DUE SCENE.sabato 27 novembre 2010
  6. 6. Caratteristiche dell’immagine cinematografica L’occhio umano e la mdp Sensazione di stabilità e sensazione di movimento: la percezione è diversa nella realtà e quando guardo un film (posizione di stasi del corpo contrapposta al movimento degli oggetti sullo schermo). La fotografia di una superficie obliqua non dà la sensazione di pendenza perché non c’è il senso di gravità ad aiutare lo spettatore a rendersi conto dell’alto/basso - destra/sinistra. E’ impossibile capire se la mdp era dritta o inclinata.sabato 27 novembre 2010
  7. 7. Caratteristiche dell’immagine cinematografica L’occhio umano e la mdp I limiti del mezzo cinematografico sono possibilità artistiche. “Nonostante la tentazione sia forte a causa del procedimento fisico-meccanico, affinché si possa parlare di ARTE CINEMATOGRAFICA è necessario che l’autore non si accontenti di riprodurre pedissequamente la realtà. Per questo è essenziale che l’autore cinematografico accentui le particolarità del mezzo espressivo. Ma questo dovrebbe essere fatto in modo che il carattere degli oggetti non venga distrutto, ma piuttosto rafforzato, concentrato e interpretato.”sabato 27 novembre 2010
  8. 8. Caratteristiche dell’immagine cinematografica L’occhio umano e la mdp I limiti del mezzo cinematografico sono possibilità artistiche. Inizialmente il cinema si limitava a riprodurre sullo schermo la vita di tutti i giorni. L‘arte cinematografica nacque solo quando si cominciarono a sviluppare le particolarità del mezzo.sabato 27 novembre 2010
  9. 9. Caratteristiche dell’immagine cinematografica L’occhio umano e la mdp I limiti del mezzo cinematografico sono possibilità artistiche. Utilizzazione artistica della bidimensionalità: nell’arte del cinema non ci si preoccupa più soltanto del soggetto, ma è cinematografica in quanto una caratteristica precisa della tecnica del film è usata come mezzo per ottenere un determinato effetto. Per ottenerlo l’artista lavorerà esattamente al contrario del principio del “punto di vista più caratteristico”, ma senza arrivare a stravolgere la realtà.sabato 27 novembre 2010
  10. 10. Caratteristiche dell’immagine cinematografica L’occhio umano e la mdp I limiti del mezzo cinematografico sono possibilità artistiche.Utilizzazione artistica delle proiezioni su una superficie bidimensionale:l’apparente limitazione di un unico punto di vista da cui guardare la scenapermette di esprimere una determinata idea attraverso il fatto particolarerappresentato.sabato 27 novembre 2010
  11. 11. Caratteristiche dell’immagine cinematografica L’occhio umano e la mdp I limiti del mezzo cinematografico sono possibilità artistiche. Le cose che non significano nulla non hanno ragione di esistere in un’opera d’arte, sono soltanto dei “pezzi di bravura”, oltre ad essere artisticamente deboli.sabato 27 novembre 2010
  12. 12. Caratteristiche dell’immagine cinematografica L’occhio umano e la mdp La forma per la forma “Capita spesso che un regista scopra un punto di vista originale che si ostina ad usare anche se non ha significato alcuno. In un buon film ogni inquadratura deve contribuire all’azione. Ma i registi si lasciano spesso indurre a violare questo principio. Fanno vedere due persone che parlano; le riprendono dallo stesso livello, poi di colpo, sulle loro teste, dall’alto del soffitto, anche se così facendo non si spiega e né si aggiunge nulla all’immagine; e in questo modo tradiscono semplicemente la loro arte.”sabato 27 novembre 2010
  13. 13. Caratteristiche dell’immagine cinematografica L’occhio umano e la mdp I limiti del mezzo cinematografico sono possibilità artistiche Consigli di regia: per la persona ordinaria, nella vita di tutti i giorni, la vista è semplicemente un mezzo per orientarsi nel mondo reale. Degli oggetti vediamo solo ciò che serve ai nostri scopi. Se un tale è dinanzi al bancone di un merciaio, il negoziante probabilmente baderà meno all’espressione del volto del cliente che non al genere di cravatta o di abito che indossa che porta (per indovinare meglio i suoi gusti); viceversa, se quello stesso uomo andrà in ufficio, la sua segretaria sarà molto più attenta al suo volto (per capire di che umore è) che al modo in cui è vestito.sabato 27 novembre 2010
  14. 14. Caratteristiche dell’immagine cinematografica L’occhio umano e la mdp I limiti del mezzo cinematografico sono possibilità artistiche. Il regista è colui cui tocca decidere l’angolazione particolare della mdp. Tocca a lui scegliere quali oggetti compaiano nella scena, quali far comparire subito, quali nascondere per farli comparire dopo, magari come in un gioco di nasconderello.sabato 27 novembre 2010
  15. 15. Caratteristiche dell’immagine cinematografica Immagine cinematografica/immagine reale “Ciascuna scena in un buon film deve essere combinata nella sceneggiatura in modo che tutto quanto è necessario, e soltanto quanto è necessario, abbia luogo nel più breve tempo possibile.” (Rudolf Arnheim)sabato 27 novembre 2010

×